lunedì 26 settembre 2016

STORACE REPLICA A BRUSCA

Il Presidente del C.S. Roma, Sergio BRUSCA, ha aperto le danze elettorali comunicando essenzialmente due cose: la prima che si sono svolte le elezioni per la nomina dei grandi elettori; la seconda che egli e tutto il C.S. Roma sono per la riconferma del Presidente uscente Giorgio SCARSO.
La comunicazione di BRUSCA, come da sua richiesta è stata pubblicata quale commento all’articolo “CAMPAGNA ELETTORALE: la prima repubblica è sempre di moda”. L’intervento del Presidente del C.S. Roma, peraltro postato su facebook, ha scatenato una vivacissima discussione che si è poi trasformata in un dibattito a due – Brusca/Storace – che ha indotto l’avvocato a controbattere le esposizioni del dirigente romano.
Considerato l’elevata intensità delle argomentazioni, ritengo doveroso pubblicare il tutto sulla “Piazza” affinché i lettori possano godere della interessante lettura e per gli eventuali interventi.

“ La lettura del comunicato del presidente Brusca, pubblicato sul suo blog e ripreso da Piazza Scherma nonché l’esternazione di Alberto Coltorti su FB, mi induce ad esprimere pubblicamente il mio pensiero e replicare a chi fino a qualche tempo fa era molto critico con Scarso..ma si sa le opinioni possono cambiare e gli schieramenti pure!
Non so come Brusca stamattina 26 settembre alle 9.41 già sapeva dei risultati visto che allo stato non sono stati resi pubblici ma ne prendo atto, forse non li ho cercati perbene sui siti!
Respingo al mittente la gravissima affermazione relativa alla mia presunta strumentalizzazione da parte di chi vanterebbe “rivalse personali”.
La mia storia professionale e di associazionismo forense, sportivo e sociale, a vari livelli e con cariche apicali, è la dimostrazione del mio disinteressato impegno nei più vari contesti.
Mi offende quindi profondamente pensare che qualcuno possa ritenere la mia eventuale candidatura strumento per rivalse personali che mi sono totalmente estranee.
Certamente tra i miei numerosi sostenitori vi sono anche ex consiglieri federali che hanno combattuto contro l’attuale Presidente ma questo non vuole assolutamente dire che costoro possano assumere incarichi o cariche nella auspicata ipotesi di un cambiamento di rotta. Anzi lo escludo.
Per il resto mi pare che finora l’unico Programma pubblicato ed inviato alla “base” è quello mio che non considero affatto fumoso ma molto concreto ed attinente alla realtà.
Perché il tanto sostenuto presidente Scarso non si confronta pubblicamente con me sui temi proposti? io sono prontissimo.
E poi vogliamo un po’ parlare anche di come si sono svolte le votazioni dei cui risultati tanto si vanta il nostro amico Brusca e quello che è successo nei seggi ed in prossimità di essi: ho personalmente visto il presidente dell’AIMS m° Saverio Crisci che dovrebbe tutelare con imparzialità l’intera vituperata categoria dei maestri italiani armeggiare con foglietti e cartelline davanti al seggio e dare precise indicazioni di voto ai suoi protetti.
Ma l’AIMS che è a libro paga della FIS può così pesantemente assumere posizione sulla politica federale? Ne dubito fortemente.
E poi parliamo dei CT che pubblicamente assumono posizioni e partecipano attivamente all’agone elettorale anche distribuendo deleghe a destra e a manca per garantirsi le loro prebende e i loro privilegi.
A parte la palese violazione delle norme del Codice Etico che spero venga valutata dagli Organi competenti ritengo che sussista anche una violazione dei patti contrattuali sulla quale il Presidente uscente ha l’obbligo di intervenire. Ci faccia vedere le carte contrattuali e renda trasparente il suo operato!
E poi caro Brusca di fronte a questi fatti incontestabili parli pure di superamento di “interessi personali”!!!
Scusami ma non sei proprio credibile!!! D’altronde il tuo capo disse e scrisse pubblicamente che non si sarebbe più candidato e invece ha formalmente, e con una lettera ridicola, dichiarato di volersi presentare al prossimo mandato!! Similes cum similibus congregantur!!!
Alberto in alto i cuori siamo forti delle nostre idee per dare prestigio e moralità al nostro amato sport! Non ci fermeranno le pagliacciate dei nostri avversari! Le idee e la correttezza sono la nostra forza! Ad maiora!!      
Francesco Storace
Candidato alla Presidenza della Federazione Italiana Scherma”

“Ieri domenica 25/09/2016 si è svolta la prima tornata delle elezioni a carattere regionale per la Federazione Italiana di Scherma che per il Lazio si sono svolte al Palatorrino.
Il Lazio ha votato per la nomina dei suoi grandi elettori Atleti e Tecnici, le urne si sono chiuse alle ore 17:00. Lo spoglio ha evidenziato una netta vittoria delle società che appoggiano il Presidente uscente Giorgio Scarso.
Il Club Scherma Roma, che rappresento, ha votato nell'ottica della riconferma del Maestro Giorgio Scarso ed ha eletto tutti i suoi rappresentanti per le prossime tornate elettorali.
La nostra scelta di riconfermare il presidente uscente è scaturita dopo attenta analisi dell'ultimo quadriennio e dalla consapevolezza che non si vota contro ma si vota per.
La probabile candidatura dell' avv. Francesco Storace (ancora non ci è dato sapere se poi in effetti si candiderà) che si dovrebbe contrapporre al presidente uscente, se pur ex presidente del Club Scherma Roma, non ci ha convito.
L'avv. Storace, persona degnissima e con trascorsi nel mondo della scherma, ci è sembrato più che un candidato una figura utilizzata da alcuni promotori della sua candidatura unicamente per portare avanti vecchi discorsi e vecchie problematiche di rivalse personali. Più volte ho sentito dire da "i soliti - io votto chiunque tranne Giorgio Scarso".
La politica della nostra società non è quella di votare contro qualcuno bensì quella di votare per e per cercare di portare avanti tutta la scherma Italiana dalle piccole alle grandi società nella consapevolezza che assieme si possa fare un'altro passo avanti nel superamento delle problematiche ancora da migliorare.
Noi siamo con i piedi per terra e piuttosto che fare voli pindarici partiamo dalla realtà delle svariate esigenze delle soc. di scherma valutando sempre, a priori, la fattibilità delle idee e dei progetti, nell'ottica di un superamento di divergenze ed interessi particolari, propongo di cominciare quindi a valutare assieme la possibilità di migliorare la scherma Italiana con proposte studiate e percorribili nell'interesse di tutti e non soltanto di qualcuno.
Lasciamo a gli altri quindi problematiche di rivalse personali e progetti fumosi senza alcuna attinenza con la realtà e la complessità della scherma Italiana.
Sergio Brusca”
Presidente del Club Scherma Roma


18 commenti:

  1. Solo due piccole precisazioni, tralasciando tutto il resto, essendo libero di pensare e di votare come preferisco senza dover dar conto a nessuno, quindi non raccolgo le vostre provocazioni.

    1) caro Francesco forse non sai che io sono ancora consigliere regionale Fis del Lazio e che ho partecipato allo scrutinio dei voti come da verbale e che quindi già dalle ore 21:00 di domenica 25 a chiusura dello spoglio ero ovviamente a conoscenza delle votazioni del Lazio. Posso anche dirti che io sono stato al Torrino dalle ore 9 alle ore 21:00 (dodiciore di seguito) tu sei passato al massimo per una decina di minuti. Un candidato in pectore sarebbe stato presente quanto meno quanto sono stato presente io, piccolo consigliere regionale.

    2) riporto quello che Rinaldi ha scritto qui per te :

    "Mi offende quindi profondamente pensare che qualcuno possa ritenere la mia eventuale candidatura strumento per rivalse personali che mi sono totalmente estranee."

    Caro Francesco quando finalmente scioglierai il nodo della tua eventuale candidatura ne potremo ampiamente riparlare sempre che io lo reputi utile e costruttivo. Per il momento ritengo perfettamente inutile argomentare con chi ancora non ha deciso cosa farà nell'ambito della scherma Italiana.

    Un caro saluto a te ed a Rinaldi in attesa che vi sarete chiarite le idee su ciò che vorrete fare da grandi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non replico perché si scenderebbe sul pesante! Ma come ti permetti di dire che Rinaldi scrive per me! E con questo ho chiuso non sei degno di un dialogo
      Francesco Storace

      Comunque io sono pronto ad un confronto pubblico , vediamo cosa dice il tuo capo!
      Francesco Storace

      Elimina
    2. secondo tentativo , il post di ieri delle ore 13:45 non è comparso. Ci riprovo.

      Caro Francesco, riporto la frase incriminata :"2) riporto quello che Rinaldi ha scritto qui per te :" la frase, come si fa normalmente nei blog o social intende dire a chi legge che di quanto si sta parlando si trova nel post che ha scritto Ezio Rinaldi "Storace replica a Brusca" null'altro figurati se possa io intendere che siano parole di Rinaldi. Diversamente dal post "Anonmo" a tua firma.

      Non aggiungo altro. Poi se non sono degno di un dialogo me ne farò una ragione.

      Elimina
    3. Caro Brusca, di solito do un titolo a tutti gli articoli che mi vengono inviati, questo non significa che Io scriva per gli altri. Qualche volta riporto da facebook ciò che sui vari argomenti viene detto, soprattutto se, a parere mio, li ritengo di particolare interesse.

      Elimina
    4. Mi sembra di parlare con i sordi , è quello che ho scritto, non era un appunto a te. Non era un appunto per nessuno ho solo chiarito che non intendevo dire (come ho indicato sopra)che non fossero parole di Storace. Mo chiudo. Poi chi vuole intendere intenda.

      Elimina
  2. Caro Sergio Brusca, ho letto e riletto entrambi gli interventi, e non ho visto in alcun passaggio una richiesta di giustificazioni in merito alla propria (assolutamente rispettabile degna) scelta elettorale. Non ho una cultura classica, ne giurisprudenziale, sono culturalmente di estrazione ingegneristica, però mi pare che in certi ambienti dove si bazzichi il latino si usi dire una certa frase in queste situazioni : Excusatio non petita, accusatio manifesta.
    Comunque non è vero che la decisione di un presidente riguardo alla sua inclinazione elettorale non debba essere giustificata a nessuno. La deve comunque condividere con i soci della sua club, e con il membri del consiglio direttivo. Ma immagino che tutti siano d'accordo con questa linea, ed è ovvio visto che in ogni caso dovranno condividerne onori e oneri.
    Per il resto se una persona accusa un'altra, ed anche in maniera tutt'altro che soft come ho letto, mi pare il minino che la controparte reagisca con una forza uguale e contraria, specie se si sente accusata in maniera infondata.
    Naturalmente come ogni accusa, che ha diritto all'onere della controprova, si ugualmente diritto a sperare di riscontrarne un fondamento.
    Certo però che se alla fine le accuse si rivelassero prive di fondamento, mi pare da ragazzi (si fa per dire) mature assumersene le responsabilità.

    RispondiElimina
  3. TANTA PRESA DI POSIZIONE COSA NASCONDE?

    Mi chiedo, se ci prende la briga di scrivere Blog a favore di un personaggio politico in carica, quando si rappresenta la Società sportiva che da 30anni è leader delle classifiche italiane, se un CT decide di scrivere mail a favore di un consigliere federale invitando alla sua conferma: cosa c'è sotto? quali sono i reali interessi?
    Confermare o meno una dirigenza sportiva, non dovrebbe essere solo legato all'indirizzo amministrativo e sportivo che presentano? Invece qui c'è un candidato che dice cosa vuole fare e l'altro che senza programma riceve il sostegno forte per 'Honoris causa'. Se ai seggi si racconta di atteggiamenti degni della 'vecchia Repubblica' e logiche di partiti storici, cosa c'è sotto? Non è una semplice elezione SPORTIVA dove in modo gratuito si presta la propria professionalità e il proprio tempo nell'interesse dello sport? Evidentemente le cose denunciate da PIAZZABLOG in questi anni sono vere, infatti, tanto accanimento per la riconferma dei proprio padrone evidentemente conferma che questo stesso ha la possibilità di 'muovere' le acque a proprio favore.
    Concludo chiedendomi: è un caso che tra i candidati grandi elettori Tecnici e Atleti, ci fossero quasi tutti esponenti della spada italiana e che le elezioni si svolgessero durante una gara di spada e che il CT della stessa arma abbia assunto un ruolo forte con mail e propaganda alla Festa della Scherma e non solo? Potremmo dire che il numero di tesserati della spada sia superiore a quello delle altre armi, certamente ma non si è seguito un criterio proporzionale nelle candidature, bensì forse legato esclusivamente alla scelta della concomitanza con le gare in quell'arma?
    Le mie sono domande e chissà se avrò mai risposte.
    Svevo Morandi

    RispondiElimina
  4. Che Francesco si scriva da solo le sue cose è assolutamente evidente, altri hanno bisogno del gobbo e lo si capisce dal fatto che neppure sanno leggere bene quello che è stato scritto per loro.
    Non capisco poi perché il Presidente Brusca sia convinto che quello di ieri sia stato un successo elettorale della coalizione facente capo al Presidente Scarso? E' così tanto sicuro che non ci saranno cavalli di Troia? Se fossi in lui guarderei meglio la geografia dei voti, i numeri delle liste e i contatti personali.... e farei caso a tanti altri piccoli segnali...
    Ed è poi così sicuro che se anche il Presidente uscente fosse eletto poi potrà governare?
    Io ci rifletterei un po' su, non è neppure tanto difficile da capire...
    Paola Puglisi

    RispondiElimina
  5. Io sono curioso per natura quindi ho fatto qualche indagine e la domanda sorge spontanea : Chi è Svevo Morandi ? Non ne esiste traccia su internet, non esiste traccia su FB, non è un iscritto alle federazione. Potrei fare altre ricerche più approfondite ma ritengo sia tempo perso. E' divertente che un clone o un ectoplasma scriva qui, Rinaldi è autorizzato a dare il mio numero di cell. Sarei molto curioso di parlare con Svevo Morandi invitarlo a bere un caffè con me al Club, magari gli chiederei anche un documento, solo per divertimento, se mi sbaglio dopo averlo conosciuto farò ammenda su questo blog.

    RispondiElimina
  6. Mi piacerebbe conoscere il pensiero del sig. Brusca in merito alle reiterate violazioni statutarie consumate dall'attuale Consiglio federale in materia di pubblicazione dei bilanci preventivi.
    Probabilemnte però, da buon sostenitore del presidente Scarso, non ha alcun interesse alla risoluzione dei probleni di trasparenza gestionale della FIS.
    A. Fileccia

    RispondiElimina
  7. Caro Rinaldi mi sai dire qualcosa dell'anonimo ?

    RispondiElimina
  8. Caro Brusca, Svevo Morandi è il papà di uno schermidore, non posso dirti l'arma, vive nel nord ovest. A parte queste prime indicazioni, Svevo si è qualificato con me - ho i suoi dati identificativi: via,n., città e recapito telefonico - la prima volta che ha chiesto ospitalità sulla Piazza, pertanto qualora l'Autorità Giudiziaria dovesse chiedermi dove rintracciarlo sono in condizione di fornire tutte le indicazioni necessarie. Il Morandi mi chiese di tenere per me le sue generalità al fine di evitare che il figliolo pagasse per lui la frequentazione del blog. Certamente è un nick name ma il tutto è stato concordato con il sottoscritto. Ti faccio presente, così come ho avuto modo di riferire al Presidente Scarso, molti sono stati i commenti sostenitori della linea federale, ma tutti scritti in anonimo ed in quanto tali non hanno trovato ospitalità. Detti commenti provenivano sempre da un indirizzo non rintracciabile. Non ho nessuna difficoltà a garantire l'anonimato a tutti coloro che lo chiedono, ma quantomeno Io devo conoscere l'autore del commento, altrimenti non sarebbe possibile gestire il blog in maniera efficace. Non so se Morandi vorrà contattarti, se lo facesse mi farebbe piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio ti farò sapere, per tua conoscenza vedrò se esiste qualche Morandi iscritto alla fed, io come sai ci metto sempre la faccia nelle cose che faccio

      Elimina
    2. Credevo di essere stato chiaro, Svevo Morandi è un nick name, quindi non lo troverai tra gli iscritti alla F.I.S.. Spero voglia raccogliere il tuo invito, ma non sarò Io a fornirti i suoi dati.

      Elimina
  9. Cari tutti, la discussione si è molto animata, sia su facebook che su questa Piazza, e sono state esplicitate tutte le posizioni. Credo sia giunto il momento di cambiare argomento, pertanto vi sarei grato se operaste in tal senso.
    Grazie a tutti.

    RispondiElimina
  10. Mi sfugge qualcosa!!!

    Apprendo, dall'articolo in commento, che:"Il Lazio ha votato per la nomina dei suoi grandi elettori Atleti e Tecnici, le urne si sono chiuse alle ore 17:00. Lo spoglio ha evidenziato una netta vittoria delle società che appoggiano il Presidente uscente Giorgio Scarso".

    Bene, sono contento che il mio amico Scarso vada verso la riconferma.

    Tuttavia, un dubbio mi assale: ma queste non erano le votazioni per i grandi elettori? Che c'entra con la votazione del Presidente?
    Perché si parla del "Lazio che appoggia il Presidente uscente"?

    Collegare questo momento elettorale con quello ancora a venire e riguardante la scelta del Presidente, sia esso nuovo o riconfermato, equivale - a mio modesto avviso, da umile e semplice osservatore - ad affermare che qualcuno ha preventivamente designato (o, meglio, disegnato) una componente elettorale che poi andrà a votare, nel momento più importate, quello della scelta del Presidente, in un certo modo, anch'esso precedentemente prescelto.

    Quindi, ne consegue che, in questa tornata elettorale, qualcuno ha indotto/spinto/condotto/sollecitato/invitato/convinto/sponsorizzato/persuaso (a voi la scelta del verbo che più vi aggrada) qualcun altro a votare in un certo modo o, meglio, nel modo in cui lui voleva.

    Se è così, è difficile, purtroppo, poter sostenere che le elezioni saranno espressione di un voto libero e consapevole; di un pensiero intimamente ponderato, individualmente soppesato e totalmente condiviso dall'intera collettività.

    O tempora, o mores

    Cordialità.

    Gaspare Fardella

    RispondiElimina