martedì 1 giugno 2021

EVENTI E TELECRONACHE

Si sono conclusi i campionati italiani assoluti in quel di Cassino, che hanno visto il trionfo di SAMELE Luigi (Sc.M.); GREGORIO Rossella (SC.F.); VOLPI Alice (F.F.); GAROZZO Daniele (F.M.); RIZZI Giulia (Sp.F.); PIZZO Paolo (Sp.M.). Ai neo campioni italiani i complimenti della PIAZZA e l’auspicio di raggiungere successi sempre più prestigiosi.

L’organizzazione dei campionati è stata all’altezza dell’evento, un po’ meno la comunicazione e la promozione degli stessi, peraltro chi era presente sul luogo di gara ha avvertito un clima dimesso o forse poco entusiasmo. Una cosa è certa, l’Italia nazione culla della scherma continentale e mondiale, con i nostri atleti sempre tra i migliori al mondo, si propone per organizzare i mondiali 2023 a Milano. In tale quadro è stato costituito un Comitato promotore al cui vertice è stato designato lo spadista Marco FICHERA, argento a squadre alle olimpiadi di Rio 2016.

Il comitato promotore ha, tra le sue prerogative, il compito di organizzare e diffondere l’immagine e la conoscenza dell’evento, favorendone lo sviluppo. Dovrà, in buona sostanza, svolgere una attività di promozione anche commerciale.

Non credo che la struttura promotrice possa fare tutto da sola, avrà certamente bisogno del supporto federale. E qui mi sia consentito fare delle riflessioni, le quali non hanno alcun fine se non quello di esprimere una opinione che possa essere, scusate la presunzione, un piccolo contributo per cercare di migliorare il migliorabile.

Da anni si discute sempre del problema di come rendere la Scherma più appetibile per il pubblico, soprattutto quello da casa. E vado al dunque, sulla base delle dirette in streaming trasmesse da Cassino, senza dimenticare i precedenti.

A mio avviso si tratta di selezionare dei video cronisti di livello, non me ne voglia lo speaker, che apprezzo per il suo notevole impegno e la sua onnipresenza (dal Trofeo Kinder, fino ai campionati italiani assoluti), ma egli in tale cimento non è un professionista, conseguentemente, nonostante l’apprezzabile dedizione, e lo dico ritenendo di affermare una cosa corretta, la cronaca (spada femminile) è risultata poco coinvolgente ed i commenti abbastanza piatti. Peraltro il commentatore aveva (ha) una forte influenza dialettale (toscana).
E’ del tutto evidente che non si possa pretende di avere un Nando Martellini, ma almeno qualcuno con una dizione senza inflessioni dialettali e un po’ più coinvolgente.

Per i prossimi eventi in Italia, in ottica costruttiva, sommessamente, suggerirei alla FIS di rivolgersi a un professionista del settore, a cui potrebbe essere affiancato un valido maestro in grado di esprimere i contenuti tecnici (a tal riguardo molto meglio la partecipazione del c.t. Cuomo allo streaming di spada maschile, con interventi sempre puntuali)

Presentarsi bene davanti al pubblico e coinvolgerlo è un aspetto che non si può trascurare, soprattutto se ci si rivolge ad operatori commerciali che abbiano voglia di abbinare il loro marchio alla scherma.

Tutto ciò sarebbe un passo avanti nella pubblicità dell’evento schermistico e soprattutto potrebbe essere di notevole aiuto anche ad un comitato promotore che si prefigge di portare (organizzare) in Italia i mondiali del 2023.

La trasmissione in streaming è certamente una gran buona cosa, anche se dovremmo avere più spazio in Rai Sport, e in questo devo dire che la FIS negli ultimi anni ha fatto buoni progressi. Infatti, i campionati sono stati trasmessi e commentati dall’ente televisivo di Stato. Però il servizio pubblico è, giustamente, asettico mentre la scherma ha bisogno di una cronaca passionale, che penetri nei cuori dei telespettatori.

Tutto ciò, naturalmente è il mio pensiero, il quale deriva dalle esperienze maturate nell’arco di anni di scherma e di dirigenza. In buona sostanza vuole essere semplicemente un contributo migliorativo senza alcuna pretesa.

Ezio RINALDI

3 commenti:

  1. E' da molto tempo che la
    Scherma, quando viene trasmessa in
    Televisione, è proposta in modo che
    I più definirebbero inadeguato:
    Commentatori e cosiddetti esperti spesso si
    Arrampicano sugli specchi.
    Zuccherosi con gli amici di chi comanda, fastidiosi come
    Zanzare malefiche per i nemici.
    Intervenire subito è necessario

    RispondiElimina
  2. Esatto.
    Quello di tenere “persone di fiducia” a fare reportage e commenti pubblici via streaming ha lo scopo evidente di blandire gli amici della elite e screditare o sfottere, come è stato fatto con me su streaming master, chi si pone contra.
    Non vi è alcun interesse da parte di chi sta nella stanza dei bottoni affinché questo stato di cose cambi.

    RispondiElimina
  3. Qualche buon tempone ha inviato un commento a firma Ugo Scassamazzo. Naturalmente conoscendo personalmente Ugo il post è stato cestinato. Premesso che rubare l'identità altrui é un reato, ritenete che il sottoscritto sia così stupido ds cadere nei vostri ricoli tranelli?

    RispondiElimina