lunedì 21 settembre 2015

STUDENTI E SPORT


http://www.filastrocche.it/wp-content/uploads/2015/09/campioni-bambini-progetti-scuola-550.jpgSi parla sempre più spesso di Sport a scuola e recentemente il Ministro Giannini in un incontro con il Presidente del CONI ha sottolineato l’importanza dell’attività motoria e con essa quella sportiva negli iter formativi di uno studente, affermando che “L’Italia dei campioni nasce anche fra i banchi e lo sport fa bene all’educazione”. Quindi l’obiettivo dovrebbe essere quello di perseguire e sviluppare, tra i giovani, una sempre maggiore consapevolezza dell’importanza dei benefici derivanti dallo svolgimento di attività sportiva e motorio-ricreativa, intesa come strumento di attuazione del diritto alla salute, al completo benessere fisico, psichico e sociale della persona ed alla prevenzione della malattia e delle dipendenze. Conseguentemente più alfabetizzazione motoria a tutti i livelli scolastici e direi anche con un forte rilancio delle gare sportive studentesche.

Sempre più spesso nei vari consessi viene affermato che lo sport ha valori sani e che questi devono diventare dei pilastri nell’educazione dei nostri studenti, fin da piccolissimi. Per raggiungere tale obiettivo bisognerebbe fare in modo che l’alfabetizzazione motoria non sia destinata a pochi fortunati rientranti in progetti ad hoc, ma un diritto di tutti gli studenti a tutti i livelli. Per il perseguimento di tali finalità è necessario che sia assicurato agli studenti il diritto allo studio ed allo sport, evitando di innalzare quella sorta di muro invalicabile che è determinato dall’ostracismo dei docenti verso lo sport, chiedendo agli studenti una assoluta dedizione solo allo studio. L’esperienza mi ha insegnato che lo studente sportivo sia riuscito ad emergere nella vita in generale e nel sociale in particolare.  Sembra che l’Italia sia tra gli ultimi posti in Europa per spesa pubblica destinata allo Sport, e ciò perché manca di una vera cultura che gli consenta di riconoscere l’educazione motoria come vitale fattore di sviluppo della società.

Basta farsi un giro su internet per leggere di numerose iniziative di enti ed associazioni sportive tutte tese a contribuire allo sviluppo dello sport. Appunto, numerose iniziative private e non un progetto unico, magari inserito in una legge dello stato. E tra le iniziative che più mi hanno colpito per la bontà del progetto, peraltro condiviso dalla Federazione Italiana Scherma, vi è quello di FENCING FOR COLLEGE (http://www.fencingforcollege.wordpress.com ), con il quale si persegue l’obiettivo  di fornire agli studenti schermidori il supporto necessario ad ottenere l’ammissione ai college, anche qualora questi non occupino le posizioni di vertice nel ranking nazionale.

Per informazioni, ci si può rivolgere alla dott.ssa Mara Francescutto, Delegata Provinciale FederScherma Cuneo: fencingforcollege@gmail.com

Cell.: +39 393 2838878

Ezio RINALDI

1 commento:

  1. Egr.Sig.Rinaldi,a questo proposito vorrei segnalarle questa iniziativa:
    http://www.unifg.it/notizie/luniversita-di-foggia-introduce-la-doppia-carriera-studente-atleta

    RispondiElimina