sabato 1 febbraio 2020

CHI E' IN CAMPAGNA ELETTORALE?


Leggo un po’ ovunque commenti salaci su Marco Arpino, inneggianti alla sua candidatura. Non solo questo, ma il popolo anonimo del blog Piazzadellascherma, chiede a gran voce: programmi, volti, persone, indirizzi, e parrebbe, anche una preda sul cui fianco affondare i denti stringendo le fauci.
È un popolo strano quello del blog, e ripeto che è un popolo del blog, in quanto non sappiamo se il piccolo plotone di anonimi sia composto veramente da schermitori e se siano schermitori che poi andranno a votare.
Per ora dobbiamo classificarli come “appassionati di scherma e conoscitori dell’ambiente”, nulla più, in quanto non sappiamo se dietro certe voci anonime, si celino addirittura Randazzo, Cannella, Di Bartolomeo, Azzi, Crisci, Lauria, Campofreda, o Giorgio Scarso o qualche maestro o presidente di società attaccato alle gonne del presidente o di mamma FIS”. Non lo sappiamo, e francamente poco ci importa. In quanto la forza dell’anonimato e la barriera informatica, è protettiva, fa da scudo a chi vuole dire la sua, senza poi avere il problema di ricevere delle pec di convocazione da parte della federazione e poi doversi difendere di fronte al tribunale sportivo per un qualsivoglia motivo.
Il popolo del blog pare incattivito e cela una rabbia repressa che riesce a sfogare solo in anonimo, e forse, anche per ignoranza, non sa nemmeno dove arrivi il confine del rispetto delle parti e quindi l’omissione della firma alla fine di un commento gli garantisce una serena convivenza non solo nel blog, ma anche nella vita quotidiana.
Forse questo anonimo popolo del blog sarebbe bene facesse un breve esame di coscienza e cominciasse a pensare al proprio status e ad aprire la tastiera solo se veramente abbia voglia di cambiare le cose, cosicchè senza paura il lettore/scrittore del blog potrà scrivere il proprio commento in maniera costruttiva, come ormai da anni gli autori di questo sito web stanno facendo, Ezio Rinaldi in primis, cioè mettendoci la faccia.
Inutile dirvi che gli autori del blog non sono sempre costruttivi, spesso sono distruttivi, perché per costruire, mi dicono, talvolta bisogna demolire, ecco perché il blog ha un taglio profondamente polemico, e insidioso, perché la bella patina di medaglie internazionali che il Consiglio Federale ha steso sul proprio operato, non consente di vedere la realtà dei fatti con lucidità ovvero quello che realmente accade a Viale Tiziano.
Perciò a tutti quelli che reclamano una rapida candidatura di Marco Arpino e la pubblicazione della sua squadra di consiglieri e di un suo programma di lavoro, è bene che tutti i lettori del blog sappiano le seguenti cose e se le stampino bene sullo specchio di casa così quando faranno il proprio esame di coscienza prima o dopo aver scritto commenti inutili potranno trovare alcune delle risposte ai loro dubbi.
Veniamo al dunque:
1.   Quando scarso vorrà andare a votare? (è stato detto che sarà Febbraio 2021, sarà vero?).
2.  Con quale statuto andremo a votare? (lettore, ma lo sai che siamo in una situazione ancora di stallo sullo statuto? Ehehehe, cerca caro lettore, fatti una cultura, vai a vedere gli articoli sullo statuto che sono nel blog, altro che romanzo breve!).
3. Scarso è rieleggibile come presidente, in base alla normativa vigente? Altro che dilemma amletico! C’è da chiarirsi bene le idee.
4.   Azzi e altri consiglieri sono rieleggibili come consiglieri federali...(vedi sopra)
5.  Le attuali regole di votazione per i grandi elettori, tecnici e atleti sono conformi al quadro normativo vigente? Eh lo so che in materia di regole certi facinorosi della tastiera glissano leggiadramente- Alcuni di loro non sono stati educati al rispetto delle normative, sempre alcuni pensano: “vabbè, le regole ci sono, ma non le osserva nessuno, non vedo perché dovrei farlo io!...” E qui casca l’asino, perché lo stile del gruppo che vorrebbe governare la Federazione più bella d’Italia nel quadriennio ‘20-’24, è proprio questo, ovvero secondo le norme. (Dura ehh!??!)
6.  Quali sono i nomi di chi vorrà candidarsi come espressione dell’attuale Consiglio Federale? Parliamoci chiaro, né Azzi e né Scarso hanno espresso programmi e nomi di candidati alle prossime elezioni, non solo il silenzioso Marco Arpino o il più loquace Marcello Scisciolo, benchè da questo blog siano state espresse notizie e commenti e da Italia Scherma siano partite informazioni che lasciano intendere che vi sia uno staff di persone che stanno lavorando con pazienza dietro un progetto ben più grande di quello che si possa immaginare, quindi di che parliamo? Prima di pubblicare nomi e programmi di Arpino, Azzi e Scarso cosa vorranno fare nel prossimo quadriennio? Lasciare le cose come stanno o cambiarle? Glielo avete chiesto?… glielo chiediamo noi:
Paolo Azzi e Giorgio Scarso, quale sarà la vostra squadra di lavoro? Quale sarà il vostro programma nel prossimo quadriennio olimpico? (Mandateci un articolo e lo pubblicheremo volentieri).
7.   L’attuale consiglio federale terminerà in via ordinaria il suo mandato? Cioè si dimetterà?
8.   Sappiate che non siamo ancora ufficialmente in campagna elettorale, perciò tutte le attività di critica e di commento alla gestione federale sono compiute con spirito democratico nell’ambito della pura opinione;
9. Infine, non è stata indetta nessuna assemblea elettiva federale, pertanto non è il tempo di pubblicare programmi elettorali di alcun tipo né da parte federale né da parte di aspiranti presidenti o consiglieri.
Come concludere questo articolo riepilogativo se non ricordando che l’attuale Consiglio Federale si trova a dover gestire in maniera acrobatica una squadra di fioretto femminile che pare non sia perfettamente in sintonia con il CT Andrea Cipressa, oltre che a dover attendere i responsi del Consiglio di Stato per la vicenda con l’Accademia Nazionale di Scherma, unito alla sentenza del CONI per lo statuto, e chissà cos’altro, tenendo conto che, Giorgio Scarso in diverse occasioni ha detto che la FIS deve seguire “52 procedimenti giudiziari scatenati da un gruppo di persone che pareva fossero il male della scherma”?
Questo davanti a noi sarà un anno olimpico fra i più complessi da gestire, non per la trasferta a Tokyo, che è una città molto ben organizzata, quanto per le qualificazioni e per le medaglie sulle quali l’attuale Consiglio federale conta molto per poter essere rieletti e restare ben saldi sulla poltrona.
Ah cari campioni, che siete così amati, quanto è grande il fardello che dovete portare! A voi va il più grande abbraccio e sentito incoraggiamento assieme alle vostre società e i vostri maestri che vi curano, allenano, e sostengono da vicino!
Vostro riepilogativo
Ugo Scassamazzo

93 commenti:

  1. Risposte a Scassamazzo parte prima

    1. Quando Scarso vorrà andare a votare?

    La FIE ha fissato il Congresso Elettivo al 28 novembre 2020.
    Scarso ritiene che debba essere lui a decidere per l’Italia chi vota e chi deve essere candidato alle cariche FIE per il nuovo quadriennio 2021-2024, anche se è in scadenza di mandato da Presidente FIS del vecchio quadriennio 2017-2020.
    Per questo motivo, Scarso vuole l’Assemblea elettiva FIS a Febbraio 2021, dopo le votazioni della FIE.
    Se così fosse, i suoi avversari hanno già preannunciato non esiteranno a mandare pec o a chiedere l’intervento di CONI, Sport e Salute, Prefettura, Ministero dello Sport, Presidenza del Consiglio, Presidente della Repubblica, Pubblici Ministeri, Polizia Giudiziaria, TAR, Consiglio di Stato, Corte dei Conti, Ragioneria dello Stato, AGCM - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ANAC - Autorità anticorruzione, Commissione Europea, Corte di Strasburgo, FIE, CIO, TAS di Losanna, Papa, Dio, nonché a scatenare continue controversie giudiziarie per l'intero quadriennio 2021-2024.


    2. Con quale Statuto andremo a votare?

    Ad oggi non è in vigore l’ultimo Statuto emendato da Scarso in virtù della delega di Riccione 2019, né lo Statuto approvato a Riccione 2019.
    Non si può andare a votare con lo Statuto del commissario ad acta Avvocato Guarino del 2019, ma neanche con lo Statuto precedente del 2016 (quello dei contestati refusi non sostanziali).

    Aspettiamo il Collegio di Garanzia del CONI, che è chiamato a pronunciarsi su tutti gli Statuti dopo quello dei refusi non sostanziali: i Giudici del CONI possono dare ragione a Scarso oppure ai suoi oppositori oppure metà e metà.
    Se vince Scarso, ci sarà di sicuro il ricorso al TAR e al Consiglio di Stato.
    Nelle altre ipotesi si andrà a nuova Assemblea statutaria.


    3. Scarso è rieleggibile come presidente, in base alla normativa vigente? 4. Azzi e altri consiglieri sono rieleggibili come consiglieri federali?

    La legge 11 gennaio 2018, n. 8 afferma che il presidente e i membri degli organi direttivi centrali e delle strutture territoriali delle federazioni sportive nazionali restano in carica quattro anni e non possono svolgere più di tre mandati. I presidenti e i membri che sono ora in carica e che hanno già raggiunto il limite dei tre mandati possono svolgere, se eletti, un ulteriore mandato. In questo caso, il presidente uscente candidato che ha già raggiunto il limite di tre mandati è confermato qualora raggiunga una maggioranza non inferiore al 55 per cento dei votanti.
    A Riccione circolavano due versioni; quella della maggioranza (Avvocato Magni e membri del Consiglio federale) e quella della minoranza.
    Per l’attuale maggioranza di governo va interpretata la legge: “già raggiunto il limite di tre mandati” significa che se ne ho fatti quattro, cinque, sei o sette posso comunque fare un ulteriore mandato (si Scarso presidente, si Azzi presidente o consigliere).
    Per gli oppositori di minoranza questo non è possibile: chi ha superato il limite di tre mandati non può candidarsi né da consigliere se era consigliere, né da presidente se era presidente, neppure da presidente se era consigliere (no Scarso presidente, no Azzi presidente o consigliere).

    RispondiElimina
  2. Cari Atleti e Maestri della Squadra Olimpica, tutta l'Italia Schermistica è con voi.
    Non c'è Arpino, Scisciolo, Scarso o Azzi in pedana, ma ci siete voi. Si è vinto con Nostini Presidente, poi con Di Blasi e Scarso, domani con Cetto Laqualunque sarà la stessa cosa.
    Anche i Commissari Tecnici hanno un ruolo marginale: Cipressa, Sirovich e Cuomo da atleta hanno vinto con Ct Attilio Fini, ma erano loro a stare in pedana e Di Rosa, Chicca e Coiro i loro Maestri che li allenavano.
    Le medaglie sono vostre e di tutta l'Italia che vi ama.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai lette prole più sagge. Bravo sono d’accordissimo.
      E comunque, la campagna elettorale è inutile: non ci sono alternative valide, vedo solo tante, tante inutili chiacchiere da bar come opposizione. Di che stiamo a parlà

      Elimina
    2. Probabilmente l'anonimo delle ore 17,48 voleva dire che questa dirigenza non ha fatto meglio di Nostini e Di Blasi e che si è sempre vinto, con qualsiasi CT. Se dovesse esserci un cambio al vertice ci potranno essere alcuni cambiamenti, tra i quali il diritto alla parola.

      Elimina
  3. Per quanto riguarda le medaglie, basta contarle.
    Per quanto riguarda invece la scelta del futuro presidente se faccio un esempio sul ciclismo è risaputo che il bravo velocista non lancia mai lo sprint prima dei 400 metri. Ne discende che allorquando si è contro a prescindere, non si va' da nessuna parte.
    Ricordando un fatto biblico/storico:"...e alla fine, la folla osannante
    scelse Barabba".
    E gli eventuali scheletri nell'armadio, dove li mettiamo.
    Meditate gente, meditate e poi meditate ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo delle ore 20,54 non so chi tu sia e nemmeno che incarico tu abbia, ma una cosa è certa non sei molto informato. Pensa intanto alla possibile nuova assemblea per lo statuto e già questo dimostra il fallimento di questa dirigenza. E ci sono altre questioni in itinere che potrebbero avvalorare il fallimento di cui prima. Aspettiamo gli eventi e poi ne parliamo.

      Elimina
    2. In effetti sugli scheletri nell'armadio a viale Tiziano ne sanno qualcosa. Tra refusi, doppi stipendi ad appartenenti alle forze dell'ordine, rimborsi taroccati, convenzioni senza gare di appalto, privacy. Del resto qualcuno ha scritto toc! toc! polizia giudiziaria!

      Elimina
    3. Gentile dottor Rinaldi facciamo una scommessa: se sullo Statuto il CONI darà ragione alla FIS, lei chiuderà il Blog, se darà ragione a voi, scelga lei la ricompensa.
      Tanto Scarso ha sempre vinto facile contro di voi.

      Elimina
    4. Anonimo delle 23,08, non sono alla ricerca di ricompense, non mi interessano. Se i vari tribunali dovessero dare ragione ai ricorrenti la FIS andrebbe commissariata: sono decisioni che spettano al CONI. Per quanto riguarda le vittorie di Scarso sono state ottenute barando sullo statuto già nel 2012. Oggi la situazione è completamente diversa. La possibile assemblea straordinaria, che dovrebbe svolgersi durante il GPG di Riccione sarebbe la prima testimonianza della condotta imbroglioni di questa dirigenza. Dimenticatevi un mio possibile ritorno.

      Elimina
  4. A dir la verità, Arpino e Scisciolo non si possono annoverare nella schiera di coloro che sono contro a prescindere. Nel 2016 hanno votato in blocco la lista di Scarso. Nel 2018 sono andati da Scarso per proporre un nuovo progetto di gestione federale. Taluni commentatori troppo interessati alla conferma dello status quo inseguono sterili polemiche se affermano il falso.
    Secondo me si incorre in un grave errore perpetrando tali comportamenti.
    Semmai è in torto l'attuale Consiglio federale che ha rifiutato ogni forma di dialogo. Guerra all'ANS, sprechi finanziari, scelte tecniche faziose, assemblea di Riccione insegnano che il potere logora.

    RispondiElimina
  5. Chi è senza peccati scagli la prima pietra.
    Un proverbio infallibile, sul quale ognuno di noi dovrebbe meditare.
    Si facciano avanti gli eventuali "papabili" e valuteremo con coscienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché lei ha una coscienza?

      Elimina
    2. Io voto Giuseppe Di Bartolomeo presidente, perché è l'unico "papabile" senza scheletri negli armadi, nonché volto nuovo della nostra amata FIS.
      Gustatevi l'intervista e pensate che sono passati 10 anni e quanta strada ha fatto la FIS per merito di Giuseppe Di Bartolomeo: comunicazione, marketing, sponsorizzazioni, audience sui media, ma soprattutto tanta, tanta cultura.

      https://www.youtube.com/watch?v=T2Dxy_FDK6Q

      Elimina
  6. COME GLI EREDI FEDELI DI SCARSO TENTERANNO DI MANTENERE IL POTERE

    I principi CONI sugli Statuti federali consentono al Presidente di assommare su di sé tante prerogative istituzionali, ad esempio è a capo del settore tecnico e delle Nazionali, nomina i direttori tecnici, elegge il Presidente e i membri di Giunta nazionale CONI.
    L'importante è non abusare e non servire ai tesserati e alle società la dittatura.
    Ecco come gli eredi fedeli di Scarso, legalmente e senza grossi ostacoli, proveranno a mantenere il potere basando la loro ascesa sulle paure diffuse nelle società schermistiche dopo venti anni di narcosi.
    Su PiazzaScherma in anonimo o pubblicamente nei palazzetti delle gare, ma anche nelle sale e negli incontri con le società saranno sparati a tutto volume slogan inneggianti alla lotta contro i barbari nemici della FIS.
    Cercheranno di unire tante voci in una che chiederà: “Chi è responsabile dell'attacco alla nostra amata e vincente FIS?” e si aspetteranno un coro che replicherà all’unisono: “ITALIA SCHERMA!”. “E che dice ITALIA SCHERMA?” La risposta che sperano in tono stentorio: "SANNO SOLO CRITICARE".
    "E chi c’è dietro ITALIA SCHERMA?"proseguirà la voce. “RINALDI” farà eco il coro, secondo gli auspici. E il dialogo continuerà grosso modo così: “Che cosa sono per noi AZZI DE BARTOLOMEO LAURIA I TRE C.T.?”. “Una fede!”. “E cos’altro?”. “La nostra unica speranza”. Infine la voce griderà “LE MEDAGLIE SONO NOSTRE!”. E l’intero elettorato ribatterà all’unisono: “VOI SIETE LA FIS, NON C'È ALTRA DIRIGENZA ALL'INFUORI DI VOI!”.
      
    A questo punto, il sogno (o incubo) finisce.

    Non ci saranno eredi fedeli di Scarso accolti come divinità dagli elettori ormai in trance, perché appariranno per quello che sono: uomini e donne che si dovranno confrontare su programmi. Ogni loro parola non verrà bevuta dagli elettori e poi ripetuta; se grideranno che loro sono la soluzione ai mali dei barbari di ITALIA SCHERMA, la platea non gli credera. Quell’uomo che si chiamerà AZZI o De Bartolomeo poco importa, perché su di loro si staglierà l'ombra ingombrante di Giorgio Scarso, col suo passato, nel bene e nel male.
     
     
    Dopo ogni gara, ogni incontro sul territorio pagato dalle casse federali, la scena si ripeterà in altre città. Considerando che quell’uomo che sarà candidato a leader politico non ha alcuna caratura, come proverà a riscuotere tanta devozione? Come farà a conquistare il cuore e la testa del popolo della scherma se sarà ricordato come lo chaperon di Scarso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. �������� cattivissimo con "chaperon di Scarso"! Sempre meglio di "escort".

      Elimina


  7. Giuseppe Di Bartolomeo sarà acclamato!!!!
    La sua prima mossa: sostituire Cannella con un suo uomo fidato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi mette, uno de Roma o de fori porta?

      Elimina
  8. La storia della Fis in questi ultimi anni chiede di restituire un'anima alla politica sportiva. Gli insuccessi o i successi di un gruppo dirigente non si misurano con le medaglia ma con le agevolazioni alle famiglie e alle società. I dati di abbandono schermistico dal GPG ai Cadetti è allarmante. Restituire alla Fis dirigenti che siano espressione di successo anche nella società civile, significa restituirle la forza delle idee e delle competenze. La Fis ha bisogno di essere liberata da quel preoccupante abbraccio con le lobbies dei professionisti della spesa pubblica, costituite da consiglieri federali ai quali nella quotidianità non affideresti neanche il compito di andare al supermercato. Gli sperperi sono all'ordine del giorno e sta portando in breve il sistema scherma italiano alla sua tragica Caporetto. A Tokyo ci sarà sicuramente un Maresciallo Diaz: gli atleti, ma i loro successi prescindono dalle capacità gestionali degli attuali consiglieri. Compito di chi propone un'alternativa è quello di individuare i nessi tra economia ed etica, di mediare tra gli interessi di bottega delle singole sale e la salvaguardia del bene comune. Per farlo c'è bisogno di professionalità, che siano certificate e non millantate.
    Tra gli attuali consiglieri non c'è un solo manager degno di questo nome.
    Non ho ancora capito cosa faccia nella vita Azzi e se De Bartolomeo sia un dirigente di polizia o un impiegato del ministero, con tutto il rispetto per gli impiegati ministeriali. Ancarani fa il politico di professione? Se cosi fosse i risultati non sono certo soddisfacenti in termini di consenso, come testimoniano le ultime elezioni regionali e quelle della sua società di scherma, in entrambe sconfitto sonoramente. La Vezzali è una ex fuoriclasse in cerca di mestiere, dopo aver vagato anonimamente tra aule parlamentari e consigli federali. Pastore era il rappresentante degli atleti? Non pervenuto. Campofreda responsabile della formazione? A quale titolo? Comunque anche lui non pervenuto. Randazzo il supporto legale? Si faccia un'esame di coscienza dopo le bacchettate dei magistrati sportivi sullo Statuto. Buratti se ne è andato come il ponte di Genova ed è un peccato: lui avrebbe potuto fare di più. Lauria lo si vede nelle foto sui social che dorme ad ogni gara.
    Insomma l'era di Giorgio Scarso si è avviata al declino e ci lascia in eredità dei personaggi bolliti.

    RispondiElimina
  9. Non saremo in campagna elettorale secondo Scassamazzo, ma Scarso e consiglieri a nostre spese sono sempre più attivi nella loro propaganda politica. Però c'è aria di nuovo: vi siete accorti che il consiglio si sta sfaciando? De Bartolomeo ha alzato le pretese e parla come fa Azzi, con Azzi che imita Scarso e Lauria fa lo stesso con Crisci, ma all'AIMS è incalzato da Aldo Cuomo. A proposito di AIMS, sarebbe interessante la pubblicazione dell'ultimo verbale di assemblea per verificare i presenti di persona. Dalle foto che circolano sembra che ci fossero per lo più grandi Maestri da decenni in pensione. Se cosi fosse, va aperta una seria riflessione su rappresentanza, rappresentati e rapporti con la categoria magistrale nell'AIMS.

    RispondiElimina
  10. A questo punto desidero sapere dall'anonimo delle 18.39, quale sarebbe il

    personaggio che metterebbe insieme tutte le qualità del buon governo?

    RispondiElimina
  11. questa fantomatiche professionalità della società civile che sarebbero disposte al sacrificio nell'interesse della scherma chi sarebbero? se è gente di successo, impossibile che abbiano da destinare alla scherma il tempo che questa richiede. il lavoro di presidente è una occupazione full time e a farla bene non è per niente scontato. se è gente che di successo nella professione non ne ha ottenuto, e che vuole riciclarsi come civil servant, Dio ce ne scampi. la scherma ha bisogno di professionalità, sì, ma anche di passione disinteressata e tanta tanta conoscenza dall'interno di un ambiente non semplice, di un mercato asfittico, di un mondo che tra società in affanno, atleti in abbandono, famiglie esauste, palazzetti da cui ci sfrattano a ogni piè sospinto. non è un lavoro semplice. faciloni, rivoluzionari un tanto al chilo, agitatori d'assemblea, gente personalmente interessata, fate il piacere, astenetevi. Giorgio Scarso avrà un sacco di difetti ma tranquilli che sostituirlo e fare meglio di lui non sarà facile per nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo fortemente che sarà più difficile fare peggio. Comunque a ognuno il suo.

      Elimina
    2. Chi sarebbero i "faciloni, rivoluzionari un tanto al chilo, agitatori d'assemblea, gente personalmente interessata"? A Riccione ci sarebbero stati "agitatori d'assemblea"? Per fare il "presidente" bisogna essere "pensionati" come Scarso" o "nullafacenti" come altri? Il Presidente CONI Giovanni Malagò è Consigliere UNICEF Italia, Consigliere di Auditorium-Parco della Musica, Advisor per l’Italia di HSBC Bank, Membro di Giuria Fondazione Guido Carli, Membro dell’Advisory Board di Agenda Sant’Egidio e Socio Onorario e Consigliere dell’AIL, membro della commissione “Affari Pubblici e Sviluppo Sociale per lo Sport” del CIO e della Commissione Marketing e nuove fonti di finanziamento dell’Associazione dei Comitati Olimpici Nazionali (ANOC), presidente della fondazione che organizza le Olimpiadi invernali di Milano e Cortina, ecc. Il Presidente FIS ha più impegni e meno tempo del Presidente CONI? Il Vice di Scarso, vicepresidente FIS Giampiero Pastore, è componente del Comitato Esecutivo dell’Iwas, direttore dell'Istituto di scienza dello Sport CONI, referente Preparazione Olimpica CONI, ecc. Veramente è così difficile fare meglio di Giorgio Scarso o del suo vice Giampiero Pastore? Come che sia, Giorgio Scarso è stato contemporaneamente Presidente FIS, vicepresidente FIE, vicepresidente CONI, commissario straordinario Comitato regionale CONI Sicilia, ecc. Scarso ha "destinato alla scherma il tempo che questa richiede"? Con quale professionalità, se è oggi la scherma è "un ambiente non semplice, di un mercato asfittico, di un mondo che tra società in affanno, atleti in abbandono, famiglie esauste, palazzetti da cui ci sfrattano a ogni piè sospinto"?

      Elimina
    3. Caro Anonimo del 3.2 ore 12.32, sine ira av studio, io penso che la gestione Scarso sia stata piuttosto buona per molti anni. Mostra la corda adesso, per stanchezza, per lacerazioni interne, per attacchi esterni, per difficoltà economiche evidenti nelle modalità organizzative delle gare, per abbandoni. L’anno prossimo, post olimpico, dovrebbe essere un anno di recupero, un’ottima occasione; che però sarà colta molto male se si presenteranno a raccogliere le spoglie del vecchio sistema personaggi animati solo da astio e revanscismo. La scherma ha bisogno, e merita, molto ma molto di meglio

      Elimina
    4. Anonimo delle ore 22,32, stai affermando che ci sarebbero persone animate da astio e revanscismo e che, quindi, sarebbero nefasti per una gestione futura. Con tutto il rispetto per il tuo pensiero credo che siano comunque da preferire a chi ha taroccato, barato e imbrogliato la base. E meno male che che è da tempo che dichiaro di non essere interessato a nessuna candidatura perché altrimenti cos'altro avresti proferito? Nessuno riuscirà a fare peggio di quanto si stia facendo ora. Poi che tu debba difendere il tuo piatto di lenticchie a scapito della comunità, libero di farlo ma le responsabilità sono solo tue.

      Elimina
    5. Rinaldi, ma che dice, ma quale piatto di lenticchie. Io non sono nessuno, in quest’ambiente, non traggo redditi, non rappresento nulla e nessuno se non me stesso. Ma finiamola con questa storia che chi la pensa diversamente da voi ha qualche interesse da difendere, su, faccia il santo piacere

      Elimina
    6. Anonimo delle ore 00,54. Studia meglio tutta la storia degli ultimi venti anni e ti accorgerai che le mie parole sono sacrosante. Nostini fu sconfitto perché governava da 32 anni ed allora si disse: "mai più una gestione così lunga". Ora ci troviamo davanti allo stesso problema. Proponi tu dei candidati e se sono credibili il blog li sosterrà, ma non venirmi a dire che questa gestione sia positiva: la gestione dei refusi, del taroccamento e degli imbrogli. Rispetto il tuo pensiero, al pari di tanti altri, e se ti riesce fai lo stesso.

      Elimina
  12. Leggevo qualche giorno fa di un medico che ha commesso una qualche nefandezza ed è stato sospeso dall'esercizio dell'attività professionale per 6 mesi. Ora mi chiedo, aver ricoperto una carica in seno ad una FSN o suo organo periferico per tre mandati è una colpa così grave da vedersi comminare l'interdizione a vita dal ricoprire altre cariche federali? il che sembra tanto una radiazione…
    C'è qualcosa che non mi torna e mi sembra cosa alquanto anticostituzionale.
    Qualche giurista vuole per favore rispondere alle domande ai punti 3 e 4 posti dall'anonimo Scassamazzo?
    E' vero che chi ha ricoperto tre mandati in una carica anche non consecutivi non può più essere rieletto?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma smettila di dire cazzate.
      Ma perché il Presidente degli Stati Uniti, che dopo il secondo mandato, non è più rieleggibile, non lo è perché ha commesso qualche nefandezza?
      Affermando ciò dimostrate solo quanto servili e prezzolati siete.

      Elimina
    2. Caro Anonimo, io ho solo fatto ina domanda. E tu sei un cogl..one.

      Elimina
    3. Il Presidente della Repubblica francese, scelto con un sistema di elezione diretta a doppio turno, ha un mandato di cinque anni e non può essere eletto più di due volte, ma solo se le elezioni sono consecutive. Può ricandidarsi una terza e quarta volta, se dopo la seconda non si ripresenta immediatamente.

      E poi si parla della rieleggibilità ad una carica specifica Presiente-Presidente. Ma sono d'accordo con l'anonimo delle 16:32 si dubbi di costituzionalità sulla rieleggibil9tà a cariche diverse Presidente-Consigliere ecc.
      Un atleta eletto in quota atleti, domani se diventa tecnico perchè non potrebbe essere anche rieletto in quota tecnici per esempio?

      Elimina
  13. Posso conoscere il nome del personaggio in grado di accontentare un po' tutti? Ma soprattutto all'altezza della situazione?
    Veniamo un po' ai fatti, altrimenti perdiamo di credibilita'.

    RispondiElimina
  14. Sarei interessato a sapere qualcosa in più sull'argomento trattato dallo
    anonimo delle ore 09.04 del 3 u.s., magari proprio da lui.
    Non sono un perditempo ma interessato alla verità.
    Grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
  15. Un anonimo che bacchetta altri anonimi, ma solo quelli che non la pensano come lui, e che appoggia un programma e candidati anonimi è il massimo. E va bè che il coronavirus sta creando una psicosi collettiva. Ma a me pare che non stavate messi bene manco prima. Un movimento, dice chiaro e tondo a tutti cosa quel movimento è, cosa vuole, che obbiettivi si pone, come intende realizzarli. Espone un programma, enumera una serie di obiettivi, si rivolge agli elettori, dice quali interessi intende tutelare e quali no? C'è in questo “movimento ” una qualsiasi analisi ed una previsione?
    La risposta è chiarissima: NO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi hanno tilore di presentare gli impresentabili. Sai quelle personcina tanto corrette e oneste, fatte già fuori dalla federazione. Qualcuno addirittura lo si è visto accompagnare e seguire in gara il Sig. Arpino. A Rinà, ca'nisciunn è fess

      Elimina
    2. Anonimo delle ore 09,21, sicuramente non sei fesso, però devo essere io tardo in quanto non ho capito cosa c'entri Arpino e chi lo avrebbe accompagnato e seguito in gara. Però siccome stamattina mi sento di animo buono ti posso solo dire che qualora gli esiti dei vari processi dovessero dare ragione ai ricorrenti, nessuno dell'attuale dirigenza potrà candidarsi nuovamente. Intanto già si parla di una possibile assemblea straordinaria poichè lo statuto fortemente voluto da Scarso & company non è stato approvato dal CONI. Quindi, dal momento che non sei fesso, comincia a meditare.

      Elimina
    3. Fuori i nomi basta chiacchiere

      Elimina
    4. Cari anonimi tutti interessati, per avere nomi e programmi bisogna partecipare agli incontri. Il fatto che voi non ne siate informati è sintomatico. In ogni caso ad oggi non mi risulta sia stato divulgato alcun un programma e/o squadra dall'attuale presidente in carica, oppure da Azzi designato da Scarso come suo successore, oppure da Di Bartolomeo che si è staccato dal gruppo facendo campagna elettorale autonoma (promettendo a qualcuno anche posizioni di rilievo come la segreteria generale) oppure da Vezzali che forse se ne è ritornata in un angolino perchè ha capito che a questo giro la questione elettorale non funzionerà come i precedenti 20 anni.
      Insomma visto che siete curiosi fatevi togliere le curiosità da chi avete votato sino ad oggi e se non vi convinceranno potrete chiamare sempre Arpino e Scisciolo, che a quanto mi è dato sapere non si sono mai nascosti e chiedere direttamente a loro chiarimenti e notizie. Abbiate però il coraggio di fare una telefonata. Non vi chiedo di dare il voto ma una telefonata! Oppure avete paura che il vostro padrone vi scopra??

      Elimina
    5. Anonimo delle 14,15 ma perchè costoro hanno un blog? Voi avete la fortuna di avere un blog ma non sapete approfittarne, leggo solo critiche e nulla di più. Dove si apprende di riunioni? Che di massonerie ne abbiamo le palle piene.

      Elimina
    6. Tu ti abbeveri al sito www.federscherma.it?

      Elimina
  16. Anonimo delle 18.31, perché non il tuo cellulare, invece che il mio?

    Le cose che non vanno, devono essere rese pubbliche e non riferite

    segretamente al cellulare. Ti ringrazio lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1. Lei ha partecipato agli incontri in Toscana ed Emilia?
      2.Ha chiesto di partecipare agli incontri nella sua regione?
      3. E' consapevole che il suo presidente qualora si accorgesse di queste sue intenzione non esiterebbe a chiamarla per "terrorizzarla"?
      4. E' informato del fatto che in assemblea a Riccione non è stato consentito un dibattito ed il risultato è stato che lo statuto non è approvato?
      5. ha letto il bilancio della FIS dove è dichiarata una perdita di quasi 500mila euro?
      6. E' a conoscenza che i CT oltre a prendere lo stipendio dal Gruppo sportivo al quale appartengono (circa 45 mila euro) percepiscono altri 110mila euro a testa per fare quello che gli piace (la scherma) mentre i loro colleghi sono in caserma a garantire l'ordine pubblico?
      7. E' al corrente che è molto probabile che si faccia una nuova assemblea a Riccione perchè lo statuto non è ancora valido mentre qualcuno le ha detto di votare favorevolmente perchè "era tutto a posto"?
      8. Lei approva/conosce quali sono i criteri per entrare in un gruppo sportivo (sostanzialmente come qualcuno regala posti di lavoro)?
      Vuole che vada avanti?
      Abbia il coraggio di esporsi e chiami qualcuno che certamente potrà continuare questo lungo, forse troppo lungo, elenco. Se poi ha un minimo di attaccamento a questo modo che tanto ci appassiona si farà un esame di coscienza e al prossimo giro quando tutti e dico tutti, avranno fatto Nomi, Cognomi e programmi allora potrà votare con consapevolezza e non perché qualcuno le ha detto di alzare la paletta o cedere la delega.
      Cordialità

      Elimina
  17. Anonimo delle ore 16.23, sono d'accordo con te, non solo, ma c'è di più.
    Nessuna legge può essere applicata retroattivamente. È come se Renzo Nostini
    se fosse in vita, non potrebbe candidarsi.
    Ma nelle "pieghe" di tale anomala legge, se ho ben capito, chi per esempio è stato presidente del Comitato Regionale per due mandati, anche questo non potrebbe candidarsi.
    Lo stesso Rinaldi non potrebbe farlo anche si è ritirato dalla politica attiva molti anni addietro. Vacci a capire.

    RispondiElimina
  18. Egr. Sig. Anonimo del 4/2/2020, h 05:09,
    devo, innanzitutto, complimentarmi con Lei, per il fatto di essersi alzato alle 5,00 del mattino per esporre il Suo pensiero.

    Mi permetta, però, di dirLe che trovo le Sue parole un tantino fuorvianti e non corrette, visto che tratteggiano una realtà errata, travisata e distorta, sembrando (sempre, le Sue parole) quasi provenire da un soggetto distratto e disattento o, peggio, indottrinato e catechizzato a dovere, se non proprio totalmente ammaestrato.

    Tuttavia, volendoLe riconoscere il beneficio del dubbio, mi piace pensare che a quell'ora Lei dovesse essere ancora un po' assonnato e, quindi, non del tutto lucido, perché, se avesse atteso qualche altro minuto e avesse riordinato le idee, non Le sarebbe di certo sfuggito che proprio negli emendamenti presentati dal dr. Arpino e dall'ing. Scisciolo all'Assemblea di Riccione, ma che qualche personaggio (forse, a Lei vicino) impedì loro di esporre esaustivamente, vi era la gran parte delle risposte - per non dire TUTTE - ai quesiti che ieri notte La hanno angosciata e Le hanno tolto il sonno.

    E senza nulla dire che, con un piccolissimo sforzo di memoria, il resto delle risposte lo avrebbe potuto facilmente rinvenire nelle sentenze del TAR e dei Tribunali Federali, di cui si fa un gran parlare, che dimostrano chiaramente come la FIS, per raggiungere quegli obiettivi di comune e collettivo interesse cui Lei fa cenno, abbia spesso agito in maniera "maldestra" (per usare un eufemismo): il ricorso a quei Giudici è stato promosso appunto in forza di quella tutela da Lei invocata, ma che molti, a tutt'oggi, faticano a digerire.

    Pertanto, nel permettermi di suggerirLe, per il futuro, di evitare di ripetere l'esperimento mattutino, La saluto molto cordialmente.

    Gaspare Fardella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egregio Fardella, alle 05.00 sono già attivo rispetto a Lei che continua a dormire. Perchè ciò che ha commentato non c'entra un tubo su ciò che ho scritto. Sempre risposte fuorvianti.

      Elimina
    2. Egregio anonimo,
      evidentemente Lei non ha soltanto problemi di insonnia, ma anche di semplice comprensione di ciò che viene scritto, specialmente da Lei stesso.
      Devo dire che ciò rappresenta un tipico elemento caratteristico del gruppo di cui Lei fa parte.

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
    3. L'anonimo delle 5.09 ha ragione su una cosa: il nulla è ciò che appare essere l'unico collante del nuovo gruppo Arpino & C. se si esclude la rabbia e la frustrazione che li tengono assieme. Solamente le critiche ma di davvero concreto nulla.
      Però per essere convincenti quelli che criticano devono anche saper proporre delle soluzioni. A quanto pare dal riscontro del pubblico questo non è avvenuto.

      Elimina
    4. Fardella, lei fa pena a se stesso.

      Elimina
    5. Ciò che mi sfuggono sono le motivazioni di tanta apprensione. Se Scarso e company hanno già vinto poiché non vi sarebbero alternative valide io sostenitore dell'attuale dirigenza non avrei alcun motivo di preoccupazione. Vedo, però, che così non è.

      Elimina
    6. Marcello Scisciolo4 febbraio 2020 16:06

      Egregio anonimo delle 4 febbraio 2020 15:21 io non ho alcuna rabbia e frustrazione.
      Tenga presente che il sottoscritto ha sostenuto Scarso per oltre 15 anni ma a differenza Sua quando non ho avuto più la stessa linea di pensiero neo ho parlato direttamente con l’interessato e non è ho fatto un mistero.
      In passato ho invitato altri che come Lei dileggiano senza sapere di cosa parlano a chiamarmi ed ho anche pubblicato il mio cellulare per facilitare il contatto.
      Ad oggi come prevedibile (i codardi restano tali) non ho ricevuto nessuna chiamata se non quelle di molte persone che piano piano prendono consapevolezza che questo mondo non può continuare ad essere così governato.
      Per quanto mi riguarda ci metto sempre la faccia ed invito Lei a fare lo stesso.
      E’ evidente che qualora non dovessi ricevere nessuna Sua chiamata dovrò dedurre che Lei è solo uno di quei facinorosi che non si preoccupano del bene comune ma solo del loro esclusivo, personale e bieco tornaconto.
      Marcello Scisciolo

      Elimina
    7. Infatti. Vorrei solo sapere qual è l'alternativa. Neppure in Bulgaria negli anni '70 c'era così tanto silenzio. L' anonimo delle 15,21 ha ragione. Solo critiche e nessuna idea. Come si può pretendere che si possa votare l'alternativa se non si conosce nulla. Fardella continui con i suoi vuoti, mi diverte.

      Elimina
    8. Anonimo pusillanime del 4/2/2020, h. 15:22,
      incapace non solo di capire ma anche di firmare.
      Almeno la mia pena è limitata al mio interno, mentre la tua è sconfinata perché avvertita dal mondo intero.
      Ti auguro soltanto di riuscire a trovare un po' di conforto in quello squallido ambiente in cui vivi, circondato da quelle belle persone che frequenti e poter finalmente dormire in pace.

      Buon riposo e sogni d'oro.
      Gaspare Fardella

      Elimina
    9. Ehi tu delle 15:21, non fare il buffone.
      Non fare finta di essere diverso di quello delle 5,09, che è poi lo stesso di quello delle 15,22: tre diversi commenti non equivalgono a tre diversi commentatori e quindi a tre soggetti differenti.

      Elimina
    10. Caro simpatico, anche se un po' credulone e per nulla dal pensiero libero e indipendente, ma pur sempre rigidamente anonimo, delle 16,10, la invito a riempire i suoi di vuoti (che sono tanti), leggendo il commento delle 17,02.
      Chissà, forse Le si potrebbero aprire finalmente dei nuovi orizzonti, quelli che i Suoi buoni e bravi amici Le hanno sempre nascosto.

      Buona lettura, sperando che comprenda e riesca a colmare i vuoti.

      Gaspare Fardella.

      Elimina
    11. Caro Scisciolo, lei ha sostenuto Scarso per 15 anni e quando non ha avuto più la sua linea di pensiero ha cambiato idea.
      Viene da chiedersi...non è che ha cambiato idea perché è stato Scarso a non condividere più la sua linea di pensiero?
      Non sarà per caso che lei si aspettava qualcosa in cambio e non l'ha ricevuto, quindi ha cambiato idea?

      Elimina
    12. Ma infatti Rinaldi, nessuno è preoccupato del fatto che Italia Scherma possa vincere. Semmai è preoccupante il fatto che voi siate convinti del contrario. E preoccupante il fatto che le uniche due alternative tra cui scegliere siano entrambe messe così male.

      Elimina
    13. Caro anonimo delle ore 10,33, Scarso e company li abbiamo provati e sono stati capaci di farsi trascinare in tribunale (sportivi ed ordinari) per non aver rispettato semplicemente le regole con grave danno dell'immagine della FIS. Affermare, come qualcuno vorrebbe far credere, che è tutta colpa di facinorosi, disfattisti e rancorosi mi sembra voler scaricare le proprie responsabilità su chi ha subito per anni una gestione, come dire, sopra le righe ed ha messo a nudo tutte le magagne gestionali. Infine se chi ha fatto emergere situazioni molto discutibili non sia credibile beh non saprei proprio cosa sia la credibilità e quali i suoi canoni.

      Elimina
  19. Come al solito, la miccia è stata accesa, adesso arriva il bello.
    Mi riferisco ovviamente alle solite e puntuali aggressioni, con appropriato
    linguaggio da bettole.

    RispondiElimina


  20. Quanta ragione nel commento delle ore 15:21: il "nuovo gruppo Arpino & C. se si esclude la rabbia e la frustrazione che li tengono assieme. Solamente le critiche ma di davvero concreto nulla".

    Si tratta di un anonimo che dice la Verità e non è affatto fazioso e in malafede.

    A suo supporto, è sufficiente leggere le proposte che il "nuovo gruppo" fece in Assemblea, per capire quale rabbia e frustrazione ci fossero alla base.

    Leggiamo sul sito FIS: https://www.federscherma.it/assemblea-straordinaria-2019/proposte-modifiche-statuto-federale-affiliati/20351-proposte-modifiche-statuto-federale-ad-opera-aventi-diritto-n-1/file.html (proposte firmate con capofila la scellerata Virtus Bologna di quell'astioso di Scisciolo).

    Basta l'analisi delle loro proposte su due articoli per dimostrare quanto questo gruppo fosse rabbioso e frustrato. Come hanno potuto chiedere un nuovo Art. 1 Costituzione (pag.33) nel quale la F.I.S. dovesse rispettare in ogni momento:
    - gli Statuti, i Regolamenti, le direttive e le decisioni della F.I.E., del C.O.N.I. e del C.I.O.;
    - di uniformarsi al Sistema Nazionale di Qualifiche (SNaQ) adottato a norma di legge dal C.O.N.I, quale ente pubblico titolare della regolamentazione di servizi di individuazione e validazione e certificazione delle competenze degli operatori sportivi, ai sensi e per gli effetti del combinato disposto del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13 e del decreto legislativo 28 gennaio 2016, n.15;
    - (per i Regolamenti federali disciplinanti l’affiliazione delle Società, il tesseramento degli Atleti, dei Tecnici sportivi abilitati all’insegnamento della Scherma, degli Ufficiali di gara, dei Dirigenti e degli altri soggetti dell’ordinamento federale), le disposizioni emanate dallo Statuto e dai Principi Fondamentali del C.O.N.I.-

    MA SIAMO MATTI: SIETE DEI SOVVERSIVI A FARE QUESTE PROPOSTE!

    Però è sorprendente come i Giudici federali abbiano dato ragione a questo gruppo di biliosi che osarono anche proporre (pag.34) che :
    - l'Accademia Nazionale di Scherma di Napoli agisse in convenzione con la F.I.S. e con il C.O.N.I.;
    - l’A.I.M.S. ricevesse annualmente un contributo federale di importo non
    inferiore alle entrate a bilancio federale dovute per il tesseramento dei Tecnici sportivi abilitati all’insegnamento della Scherma;
    - l’A.M.I.S. ricevesse annualmente un contributo federale di importo non inferiore alle entrate a bilancio federale dovute per il tesseramento degli Atleti Master;
    - gli Ufficiali di gara fossero organizzati con autonomia operativa e amministrativa, nel Gruppo Schermistico Arbitrale (G.S.A.);
    - la presenza del rappresentante del movimento schermistico paralimpico fra i Componenti del Consiglio federale e fra i Componenti dei Consigli Regionali.

    PAZZI, SIETE DEI PAZZI A FARE QUESTE PROPOSTE!!

    Questo gruppo di invidiosi che hanno in odio la FIS propose persino una nuova formulazione dell'art.4 Affiliazione, che poi quei rivoluzionari dei Giudici sportivi federali hanno ritenuto essere più corretta rispetto a quella proposta dal Consiglio federale, che invece fu approvata nei voti a blocchi (voto a blocco + 4 minuti di tempo = massimo esempio di democrazia che ci ha evitato di ricevere il vomito di questi rancorosi in Assemblea).

    Come non dare ragione al commento delle ore 15:21.
    Siccome mi è venuto mal di testa a leggere due articoli, faccio come a Riccione: il testo non lo leggo proprio e voto a scatola chiusa tutto quello che i massimi giuristi federali mi hanno omogeneizzato e somministrato col cucchiaino in Assemblea.

    Signor Rinaldi, sono certo che il Collegio di Garanzia del CONI confermerà la bontà del lavoro dei massimi giuristi federali e darà torto a questo gruppo costituito da vendicativi, astiosi, acrimoniosi.

    Al contrario di loro, il nostro Consiglio federale è formato da persone benevoli, benigne, indulgenti, che hanno dimostrato un senso paterno di perdono nei confronti di Scisciolo, Arpino, Cuccu & Company e delle rispettive società, tesserati e parenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima analisi, hai vinto il cazzino d’oro!

      Elimina
    2. Dr. Rinaldi, ma com'è che ha pubblicato questa volgarità?!
      Ormai siamo abituati alle cadute di stile dei fan di Scarso e compagni al seguito, ma questo è troppo!

      Elimina
  21. Su questo blog si parla di rispetto... di regole... di comportamenti morali di “questo o di quell’altro individuo”... di gestioni passate e presenti... di etica... ma vi rendete conto (sia una che l’altra fazione, nessuno escluso) di come scrivete? Di come parlate? Di come vi rivolgete al prossimo? Ma non provate un po’ di vergogna? Non pensate ai ragazzi che possono leggere queste cose, voi... voi che parlate di morale e di etica... ADULTI... magari ultra sessantenni che parlano insultando, scrivono cose assurde... come bambini delle medie che litigano in maniera infantile, alzando la voce argomentando cose a caso pur di dire la propria, di sfogare le proprie rabbie.
    Io penso che dovreste davvero riflettere per conto proprio su quanto sia paradossale spendere il proprio prezioso tempo stando dietro a un blog vivendo di rabbia, polemiche, frustrazioni, odio e invidia... etichettando le persone, dando soprannomi cattivi e alimentando il proprio odio e le proprie repressioni dietro a una cosa che poi... non ha senso!! Riflettete signori... riflettete... leggete le cose che scrivete... pensate ai vostri figli, che magari dormono nella camera vicino allo studiolo dentro al quale vi chiudete a scrivere tutte le cose che si possono leggere DA OGNI FAZIONE e ogni parte di questo movimento schermistico...perché si è arrivati a un livello che è difficile trovare da altre parti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma smettila di fare il filosofo benpensante di sta ceppa, che invece sei e rimani sempre un buzzurro, burino, nemmeno tanto ripulito.

      Elimina
    2. Come volevasi dimostrare.

      Elimina
  22. Ringrazio il dr.Rinaldi per avere pubblicato l'anonimo che ha riportato il link https://www.federscherma.it/assemblea-straordinaria-2019/proposte-modifiche-statuto-federale-affiliati/20351-proposte-modifiche-statuto-federale-ad-opera-aventi-diritto-n-1/file.html .
    Resto basito di fronte al comportamento di chi attacca ITALIA SCHERMA per assenza di un programma . Basta leggere le loro proposte di modifiche dello Statuto per avere risposte su come essi vedano la futura F.I.S. .
    Alla luce dell'esperienza di Riccione e delle sentenze degli Organi di Giustizia F.I.S. ,mi sembra che ITALIA SCHERMA abbia una visione nettamente più manageriale e coerente con le istanze degli stakeholder , rispetto all'attuale governo federale .
    Sarà l'Organo di Garanzia C.O.N.I. a decidere chi tra i contendenti aveva ragione e spetterà al corpo elettorale votare di conseguenza . Sempre che non si vada al commissariamento .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 21,12 ve la cantate e ve la suonate. E chi sarebbero questi grandi manager?

      Elimina
    2. Quindi se ho ben capito, l'eventuale organigramma sarebbe composto dai soli Sig.ri Arpino e Scisciolo. Non abbiamo un segretario, non abbiamo dei consiglieri, non abbiamo preferenze sui Ct che tanto stanno a cuore ai più, insomma il nulla. Perchè vedete, alla maggior parte della gente non interessano le tanto ripetute guerre tra ANS E AMIS, ciò che sta più a cuore è conoscere il pacchetto completo. Solo uno sciocco comprerebbe a scatola chiusa.

      Elimina
    3. nelle proposte di Italia Scherma, dove hai letto le "tanto ripetute guerre tra ANS e AIMS"? da chi è composta la squadra che si oppone a Italia Scherma? Scarso si ricandida? Azzi? Ancarani? Randazzo? Buratti? Pastore? De Bartolomeo? Vezzali? Campofreda? Lauria? il segretario federale si vota? Cannella si è candidato? i Ct si eleggono? Cipressa, Cuomo e Sirovich si sono candidati? perché devo votare a scatola chiusa Scarso o i suoi eredi? che vogliono? che ci propongono? quando si vota? con quale statuto? ho capito, non sai nulla, ma ti basta attaccare i Sig.ri Arpino e Scisciolo.

      Elimina
    4. Anonimo delle 10.34 con tutta questa confusione che c hai, ti sarà rotto un neurone 😂

      Elimina
    5. 👍 sei un mito Anonimo delle 14:38, come nei palazzetti 😂
      fatti scritturare al teatro comico😂

      Elimina
  23. Gentile Dr.Rinaldi, Lei è notoriamente un avversario di Scarso: si può affermare che il suo blog sia nato per contrastarlo con ogni mezzo?
    Lei è perciò fazioso, perché è dichiaratamente di parte, come lo sono Scarso e consiglieri, ma con una differenza macroscopica: nella macchina del potere federale Lei è irrilevante.
    Viceversa c'è una realtà oggettiva che poco ha destato interesse in Lei e nei suoi lettori: il potere assoluto di cui dispone questo Consiglio federale.
    Nella tripartizione del potere, che qualifica il grado di democrazia di un'organizzazione, il Consiglio federale somma la funzione esecutiva, quella giudiziaria e la legislativa.
    Nel Consiglio federale sono almeno 8 anni che non vi è una opposizione, pertanto manca la funzione di controllo. Lei ha pensato di potere esercitare una opposizione con questo blog, ma la sua capacita di incidere è irrilevante.
    Rifletta dr. Rinaldi e con Lei tutti i suoi lettori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 06,13, sicuramente sarò irrilevante e contro il potere costituito da refusi, tarocchi e imbrogli vari ci sarebbe poco da opporre. Si da però il caso che il blog ha superato un milione di contatti e Scarso vorrebbe, o gli farebbe immensamente piacere, che lo chiudessi. Non ci riuscirà mai, questo sito è diventato un appuntamento giornaliero altrimenti gente come te non lo frequenterebbe. Infine preferisco essere irrilevante e rimanere nella mia realtà piuttosto che pavidamente assoggettarmi a qualcuno.

      Elimina















  24. Ancora una volta l'anonimo del 4 febbraio 2020 21:16 si esprime in modo osceno nei confronti di altro utente di piazzadellascherma. L’idea di tolleranza non può che partire da un “minimo etico” e non può non essere che reciproca, ovviamente, ma non può ammettere nell’interlocutore offese, ingiurie o menzogne che pertanto nessuno può consentire di proferire ad alcuno. Se infatti si deve essere tolleranti coi tolleranti, viceversa non si può essere che intolleranti con gli intolleranti o con chi non afferma la verità. Per questo chiedo al Consigliere federale avvocato Maurizio Randazzo di chiarire, anche su piazzadellascherma, le sue affermazioni sul dott. Marco Arpino. L'avvocato Randazzo ha sostenuto in diverse occasioni e con vari interlocutori che il dott. Arpino voglia "fare il segretario generale al posto di Marco Cannella". Responsabilità di un Consigliere federale è l'obbligo di rispondere delle proprie azioni, soprattutto se il Consigliere è uomo di legge. Io ho sentito il dott. Marco Arpino, il quale mi ha spiegato i criteri generali di conferimento degli incarichi dirigenziali nel CONI e nelle Federazioni. Ho appreso che Arpino è un dirigente con funzioni di direzione di unità organizzative di particolare complessità, mentre non lo è Cannella. Arpino mi ha detto di non avere mai manifestato l'intenzione di essere adibito a mansioni inferiori tantoméno all'avvocato Randazzo, con il quale in un anno ha parlato per pochi secondi, durante l'assemblea a Riccione.

    RispondiElimina
  25. Ma alla fine, come sempre, il tempo sarà Galantuomo.

    Abbiate soltanto un po' di pazienza e state buoni se potete.

    Buona giornata a tutti.

    RispondiElimina
  26. L'opposizione ha una bella faccia tosta a rinfacciare ai governanti una mancanza di candidati e di programma.
    La squadra di governo è composta.
    Paolo Azzi da Lucca si candidata a presidente e il suo accompagnatore ufficiale Salvatore Lauria chiederà la conferma a rappresentante dei tecnici in consiglio federale.
    Altri consiglieri molto attivi per la riconferma sono il laziale Vincenzo De Bartolomeo, il piemontese Maurizio Randazzo e il romagnolo Alberto Ancarani.
    Non pervenuti il consigliere ligure Buratti e i campani Campofreda e Pastore (quota atleti), appunto dati in uscita.
    Per le quote rosa ci sono tre posti a disposizione, di cui uno per la rappresentante delle atlete.
    Gabriele Aru sta facendo campagna elettorale in Lombardia per Joelle Piccinino, ai più nota con Ciro Renino, quale raro esempio nelle federazioni di atleta che è anche giudice sportivo.
    In Sardegna spingono Arianna Melis, moglie del delegato regionale Gianmarco Tavolacci.
    Potrebbe chiudere il conto la marchigiana Valentina Vezzali (quota atleti), che da quattro anni è in attesa di essere trasformata da piombo in oro.
    Scaldano i motori gli ambiziosi Presidenti di Comitati regionali: il siciliano Sebastiano Manzoni, il campano Matteo Autuori e il veneto Guido Di Guida.
    Valerio Aspromonte parla da rappresentante degli atleti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Campofreda sono 4 mandati che è non pervenuto, al punto che è sceso in campo, ufficialmente, il suo sponsor il Ct della spada che con una lettera ne sottolineò l'importanza. Il Ct ricordò anche il fondamentale ruolo di un consigliere campano, come a evidenziare di fatto che ci siano favoritismi per le aree che hanno un rappresentante, no che lo stesso fosse rappresentante di tutti.
      I fatti però ci dissero che Campofreda fu largamente l'ultimo degli eletti, in un consiglio blindato dal presidente. Quindi ci sarà un cambio di casacca del Ct a Consigliere, forse ambito nel quale esprime meglio la politica fatta in questi anni, ma in una veste tecnica?

      Elimina
    2. Evviva la trasparenza. Le sette segrete, le massonerie, roba da diciottesimo secolo. Il "nuovo che avanza". Grazie

      Elimina
    3. Lauria fu eletto con l'aiuto e la volontà dell'Aims. Bhè dopo le numerose gare fallimentari a Bolzano, la politica Aims contro l'Accademia e le altre vicende che mai lo hanno realmente visto come rappresentante dei Tecnici: ha ancora il coraggio di presentarsi? chi lo vota? I tecnici sempre più professionisti e soprattutto in numero maggiore, grazie anche alla politica degli esami a tutti voluta da Aims e Fis, hanno bisogno di qualcuno che sbatta i pugni rivendicando le loro esigenze e soprattutto che lasci traccia del suo ruolo. La Fis in questi anni ha spalmato il calendario, le sedi, creato concomitanze tra sciablola, spada e fioretto in sedi diverse, cose che non aiutano i tecnici bi arma e le Società con meno dipendenti/collaboratori. I tecnici non hanno un criterio per l'accesso al giro della nazionale, non esiste un reale albo dei tecnici formatori, sono spesso sepre gli stessi che fanno tutto. I tecnici rivendicano riconoscimenti dalla Fis per il loro operato, di essere presenti in modo "attivo" nelle commissioni, chiedono spazio nella stesura dei calendari e rispetto delle loro esigenze nelle assegnazioni delle sedi e la distribuzione della logistica. Trasparenza nell'assegnazione di borse di studio all'estero, di stage in Federazioni straniere e altro.
      I tecnici chiedono un ruolo e Lauria cosa ha fatto in questi anni oltre dare sempre e solo ragione al suo presidente?

      Elimina
    4. Le preciso che Autuori è già in piena campagna elettorale. Dopo aver chiuso il business delle Universiadi, ha dato vita alla sua campagna elettorale. L'obiettivo, come di tutti i candidati presidenti regionali, è quello di portare la regione unita a sostenere il suo nome. La realtà è che la Campania è gestita e governata dal Ct e dalla famiglia del Ct, quindi lui sarà l'ennesima espressione della volontà di uno solo.
      Vedremo se il resto d'Italia vorrà ancora un consigliere espresso dal Ct della spada e suo fedelissimo.

      Elimina
    5. Mamma mia che dream team!
      I nuovi inserimenti sono "il nuovo che avanza" 😂😂😂😂

      Elimina
    6. oh, l'anonimo delle 11.44 finalmente porta qualche informazione concreta circa le mosse di gente organizzata e munita di effettivo potere sul territorio. se le cose stanno così, l'avventura di Riccione sembra quindi superata e declassata al rango di iniziativa velleitaria; una notazione obiettiva, eh, priva di qualsiasi critica o considerazione soggettiva sui personaggi coinvolti da una parte o dall'altra

      Elimina
    7. Se questa è la squadra di Azzi, non porterà di certo il vento della managerialità, ma cosa importa, potete lasciare in Federazione la finestra aperta.

      Elimina
  27. Caro anonimo delle 12:30 io credo lei non conosca proprio la persona di cui parla, le cose che ha fatto è che farà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci illumini.

      Elimina
    2. Sarebbe bello saperlo. Sul cosa farà, peggio credo sia difficile. Inoltre, sembra che il suo burattinaio lascerà l'Associazione...

      Elimina
    3. No, no, ti assicuro invece che sappiamo bene le cose che ha fatto e, su questa base, sappiamo pure quelle che farà: DORMIRE (anche in piedi)

      Elimina
    4. Chiacchere. Fate solo chiacchere di portineria. Lauria sa bene cosa fare e come farlo, con buona pace vostra e delle altre casalinghe.

      Elimina
  28. Io lo conosco: se non dorme è sempre presente a bordo pedana a seguire i suoi allievi opss conflitto d'interesse? no, dormiva

    RispondiElimina
  29. Il programma Azzi: indiscrezioni sui primi 3 punti della bozza integrale (sarà vero?)
    - da una spia di italia scherma

    1) Con riferimento al prossimo quadriennio sarà perseguita una politica economica espansiva, senza compromettere l'equilibrio di finanza pubblica, e, in particolare: sostegno alle famiglie e ai disabili, il perseguimento di politiche per l'impiantistica sportiva, deburocratizzazione e semplificazione amministrativa, maggiori risorse per società, tecnici, atleti (basta con questo Calendario e spese pazze!!!).

    2) Occorre: a) ridurre le tasse e i contributi previdenziali sul lavoro sportivo, a vantaggio dei tecnici; b) individuare una retribuzione giusta ("salario minimo"), garantendo le tutele massime a beneficio dei tecnici; c) evitare forme di abuso e di sfruttamento in particolare a danno dei giovani tecnici e di chi insegna per mestiere; e) realizzare un piano strategico di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali; f) introdurre una norma federale sulla parità di genere nelle retribuzioni, recepire le direttive europee sul congedo di paternità obbligatoria e sulla conciliazione tra lavoro sportivo e vita privata (basta con questo sfruttamento dei tecnici!!!).

    3) È essenziale investire sulle nuove generazioni, al fine di garantire a tutti la possibilità di svolgere un percorso di crescita personale, sociale, culturale e professionale nella nostra FIS. Occorre altresì creare le condizioni affinché chi ha dovuto lasciare l'Italia possa tornarvi e trovare un adeguato riconoscimento del merito (Cerioni questa casa aspetta a te!!!).


    Bello Paolone, ma dove sei stato in questi sedici anni?

    RispondiElimina
  30. Circa le affermazioni dell'anonimo delle ore 15.57, sembra sia una bufala (il solito burlone).
    Qualcuno é pronto a giurare che Paolo AZZI non sappia nulla di questo pseudo programma.
    Se così fosse sarebbe chiaro il motivo della disinformazione.
    Se questo è il buon giorno, ne vedremo della belle in seguito.
    A chi giova tutto ciò?

    RispondiElimina
  31. Sig. Rinaldi, lei sa bene perché è temuto da Scarso. Entrambi ci conoscete come nessun altro. Voi sapete che noi elettori adoriamo stare sotto due bandiere. Lo testimoniano le nostre ansie di conoscere nomi, candidati e alleanze: abbiamo bisogno di pesare gli schieramenti. Fra poco, non pochi di noi getteranno la maschera o continueranno ad indossarla, a seconda degli eventi. Durante lo Scarsismo siamo stati i più entusiasti seguaci del Presidente forte e dei suoi fedelissimi, come lo siamo stati con Di Blasi o con lei, tanto tempo fa. Se il CONI dovesse abbandonare Scarso, noi valuteremo la forza dei contendenti e soltanto all'ultimo faremo la scelta per saltare sul carro del vincitore. Insomma, noi “eroi quotidiani” iniziamo la guerra da una parte e la finiremo dall'altra. Pertanto abbassate i toni se non volete spaventarci.

    RispondiElimina