lunedì 25 novembre 2013

PROVOCAZIONI E CHIARIMENTI

Negli ultimi due fine settimana sono stato presente alle gare di Lucca e Foggia. In entrambe le occasioni sono stato oggetto di domande inerenti l’avvenire, in particolar modo quello riguardante gli assetti futuri della F.I.S., ritenendo con ciò che l’attuale Presidente lascerà l’incarico.
Sono rimasto un po’ meravigliato da tutto ciò, intanto perché non è trascorso nemmeno 1 anno dalla Assemblea elettiva ed ho inoltre percepito la sensazione di una provocazione, quasi a voler farmi esporre con dichiarazioni di guerra. Pertanto ritengo di dover chiarire a tutto il mondo schermistico un paio di cose:
1.      Partendo dal presupposto “mai dire mai”, l’ Assemblea elettiva ha detto chiaramente che RINALDI non è gradito, quindi ritenendomi una persona intelligente nessuna prospettiva in questo senso per me, né ho voglia di propormi. Credo debbano farsi avanti altri pretendenti. Altra cosa sarà collaborare con una lista, cercando di portarla al successo.

2.      Invito coloro i quali ritengono che il Presidente possa lasciare l’incarico, ovvero non potrà ricandidarsi, a rileggersi con attenzione lo statuto federale e quello del CONI. Egli potrà sicuramente concorrere ed essere rieletto sempre che in prima battuta superi il 55% dei voti validamente espressi ed in caso di raggiungimento solo del 50%+1, in presenza di altro candidato, potrà concorrere al ballottaggio.
Con questo spero di essere stato chiaro in tutto.
Ezio RINALDI

Nessun commento:

Posta un commento