venerdì 8 novembre 2013

RICAMBIO GENERAZIONALE: RUMORE NEL G.S.A

Ho ricevuto dall’amico Piero la lettera sottostante ed avuta l’autorizzazione dall’autore la pubblico sul blog.
Come si evince, la missiva è stata inviata a tutto il mondo schermistico toscano ed ai vertici FIS.
Sia chiaro che per migliorare il funzionamento dell’intera organizzazione,  la Federazione può e deve procedere ai ricambi che ritiene più opportuno, in particolar modo quelli generazionali. Però a mio avviso è il modo che non convince e cioè la sostituzione di un elemento deve essere sempre motivata, soprattutto quando attiene a persone che, con serietà ed abnegazione, hanno servito per oltre un trentennio ed in forma assolutamente gratuita l’organizzazione di cui fanno parte. Se è stato realmente un provvedimento di ricambio generazionale non si capisce per quale motivo il soggetto sostituito rimane idoneo per essere impiegato quale semplice operatore del settore. Di conseguenza è d’obbligo pensare che la sostituzione ha altre motivazioni, ma se così fosse perché non assumersi la responsabilità di una chiarezza che, per quanto possa essere dura da digerire,  manifesti rispetto e considerazione per chi la subisce? Mi associo a Piero nel porre l'interrogativo sul "perché il ricambio generazionale inizia dal basso?".
Quando si è dirigenti bisogna sapersi assumersi l’onore ma soprattutto l’onere della dirigenza.

" Al            Vice Pres. Della FIS Dott. Paolo Azzi
  Al            Presidente del GSA Sig. Pietro Ingargiola

   E/pc      al Presidente della FIS Sig. Giorgio Scarso
                 Presidente Comitato Regionale Toscano Sig. Edoardo Morini
                A tutte le società schermistiche della Toscana

Oggetto: rinnovo tesseramento GSA

Cari Signori, ho aspettato tanto anzi troppo tempo a scrivere queste poche righe, non ho intenzione  di rinnovare il tesseramento al GSA in quanto ritengo che il comportamento tenuto nei miei confronti da entrambi sia stato poco corretto e psicologicamente lesivo.

Sono stato sostituito dall’incarico di Delegato regionale e l’ho saputo tramite una telefonata da parte del sig. Ingargiola; chiedendo spiegazioni al Dot.. Azzi, in occasione di varie gare, la motivazione era la seguente: ricambio generazionale però come Direttore di Torneo continuerai ad operare.

Infatti, nonostante gare in Toscana ( sono stato convocato una sola volta) ho visto convocare D.T. di altre regioni, anche lontane.

Durante un colloquio con il Dott. Azzi ho domandato: SONO STATO ROTTAMATO PERCHE’ OBSOLETO O PER LA MIA AMICIZIA FRATERNA CON IL DIRETTORE SPORTIVO DEL C.S. NAVACCHIO?

Come risposta la solita tiritera: ricambio generazionale.

Vi giuro dopo 39 anni che vivo l’ambiente della scherma questa è la delusione più grossa che ho avuto.

Ho partecipato a 3 Camp. Europei, 2 Camp. Del Mondo e 2 Paraolimpiadi come Direttore di torneo. Ho il brevetto di formatore nazionale per la scherma in carrozzina ma, e lo sapevate, nessuna considerazione nei miei confronti. Non ho mai vissuto con la scherma ma, per la scherma si.
Cordiali saluti
Pardini Pierangelo
Cascina 14 ottobre 2013-

P.S. PERCHE’ IL RICAMBIO GENERAZIONALE E’ STATO FATTO SOLO ALLA BASE E NON AI VERTICI? "
 
Ezio RINALDI

 

2 commenti:

  1. Questo dovrebbe essere reso noto ora che non c'è più.

    RispondiElimina
  2. ...aggiungo anche che ora erano tutti suoi amici!!! Ma quanti sono andati a trovarlo quando era in punto di morte, per portare una parola di conforto ai suoi figli?

    RispondiElimina