martedì 27 febbraio 2018

LA RIFORMA DELLO STATUTO: Assemblea straordinaria.


Dr. Maurizio SEMINARA

Come certamente è a Vostra conoscenza la così detta legge sui mandati è stata finalmente pubblicata. Entro i prossimi 100 giorni il CONI dovrà provvedere alla riforma del proprio Statuto e dare le indicazioni necessarie alle Federazioni per apportare le obbligatorie modifiche statutarie richieste. A questo punto sarebbe a nostro parere necessario provvedere ad una riforma complessiva più dettagliata, meglio articolata, considerato peraltro che la riforma non riguarda solo i vertici delle Federazioni ma piuttosto tutte le cariche in essa contenute, quindi persino delegati regionali e provinciali decadranno o non saranno più eleggibili se hanno già compiuto tre mandati.  E’ quindi evidente che è giunto il momento di richiedere presto e senza alcun indugio una assemblea straordinaria che possa provvedere tempestivamente a ristabilire le regole, quelle regole che, come già abbiamo avuto modo di dire nel novembre scorso, non venivano rispettate.  Eccoci quindi qui a chiederti l’appoggio alla richiesta di indizione di una assemblea straordinaria che preveda al suo ordine del giorno la attenta e scrupolosa applicazione delle riforme contenute nel decreto legge promulgato, oltre ad una serie di altri punti che tutti  consideriamo imprescindibili e che  riguarderebbero la riforma del settore arbitrale; 
la riqualificazione  e la creazione di una figura professionale ben precisa, quella del Maestro di Scherma, adottando per essa  forme di tutela previdenziale ed assicurative; una gestione economica effettivamente  trasparente  e con  maggiori attenzioni verso le società, soprattutto verso  le medio- piccole e piccole ;  una diversa redazione del calendario gare che presti una maggior attenzione agli aspetti economici ad esso collegato, che comprenda gli impegni delle società, degli atleti e delle famiglie di questi, perché  è pur vero  che senza loro nulla esisterebbe. E poi potresti anche tu fornire il tuo apporto, con la richiesta di inserimento di punti all’OdG che abbiano valenza e significati per tutto il movimento. Se quindi ritieni di poter considerare improcrastinabile la realizzazione di una Assemblea Straordinaria da tenersi presto, prestissimo, già entro i prossimi 3 mesi , così da poter partire nella prossima stagione col piede giusto, ti preghiamo  di rispondere a questa mail positivamente, indicando il tuo recapito anche telefonico  così che sia possibile  mandarti un programma più dettagliato delle modifiche che si andrebbero a proporre alla Assemblea delle Società, e  magari proprio con l’inserimento di quelle proposte di modifica che Tu consideri importanti . Ti saremmo comunque grati se volessi in ogni caso, anche in caso di non condivisione di questo progetto, risponderci, magari motivando le ragioni della tua non adesione. Ti ringraziamo per il tempo che hai dedicato e ci farebbe veramente piacere poter interagire con Te su tutti i tanti temi che oggi interessano davvero a chi vive quotidianamente il mondo della Scherma Italiana.
Maurizio SEMINARA

80 commenti:

  1. Caro Seminara,ma lei è peggio del lupo, perde il pelo ma non il vizio! Ancora con queste false informazioni, queste fake news come le chiamano adesso. Ma quali 100 giorni, quali decadenze, ma dove è scritto ? Ma ha letto la legge oppure così come ha già fatto getta discredito sulla Federazione e sul suo Presidente , ma lo vuol capire che nessuno,dicasi NESSUNO sarà capace di scalzare Giorgio Scarso dalla poltrona di Presidente della FIS senza il suo consenso? Fornisca informazioni serie, faccia informazione e non blateri nel nulla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile sig. Astioso lei ha ragione solo in parte perché se é vero che il lupo cambia il pelo ma non il vizio é altrettanto vero che certi uomini sono molto peggio perché non cambiano neppure il pelo. Non so se mi sono spiegato!

      Elimina
  2. Perché secondo lei chiedere l'assemblea così come prescritto dalla legge significa volere scalzare Scarso? E perché Scarso dovrebbe dare il consenso per essere scalzato? Secondo me non ci crede neppure lei alle fesserie che scrive.

    RispondiElimina
  3. Egregio signor nessuno, qui non si discute sulla stabilità politica del Presidente, bensì delle norme che dovranno regolare la vita futura del movimento schermistico e per farlo si dovrà convocare una assemblea straordinaria, viceversa sarà ancora un commissario ad acta ad apportare le prescritte modifiche statutarie. In tal senso le esperienze passate ci dicono che ciò non farebbe presagire nulla di buono con l'aggiunta che ancora una volta gli affiliati e tesserati verrebbero derubati di un loro sacrosanto diritto: decidere sulle modifiche statutarie.

    RispondiElimina
  4. Maurizio Seminara27 febbraio 2018 22:57

    Scortese anonimo delle 22.05, io sono peggio del lupo, molto peggio!! Non solo non perdo il pelo, ma soprattutto non perdo il vizio , ma continuo a fare e dare quelle informazioni che invece nessuno da. La legge 8 /2018 prevede con assoluta inequivocabilità il limite dei tre mandati per il Presidente del CONI e per tutti i Presidenti delle federazioni sportive ad esso affiliate. Prevede inoltre medesimo trattamento per tutte le cariche elettive all'interno delle federazioni stesse. Chi non dà informazioni....lei chi per lei o io?
    Le faccio ulteriore chiarezza....non potrà essere rieletto chi ha già ricoperto per almeno tre mandati una carica elettiva. E' chiaro?
    Ma c'è di più......ma si vada a leggere la legge, se ne è capace, e lo scopra da solo!!!
    Credo la aspetti una lunga notte insonne, tenga a portata di mano farmaci adeguati!!
    Maurizio Seminara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi dovrebbe essere il nuovo Presidente, Lei? MA MI FACCIA IL PIACERE............ Dai toni che usa forse il mercato è il suo AMBIENTE....!

      Elimina
    2. Lo ripeto ancora, non si tratta di mettere in discussione la presidenza bensì la volontà di non essere espropriati della possibilità di essere artefici del proprio destino. Ho come l'impressione che la paura di perdere alcuni ingiustificati privilegi cominci a serpeggiare tra voi lealisti/scarsiani.

      Elimina
  5. Ehm, non ho capito, provo a ripetere così vediamo se ne vengo fuori.
    Qualcuno vuole convocare l'assemblea straordinaria della Federazione per aggiornare lo statuto alla nuova normativa e quando che Massimo Seminara pubblica una lettera che ne auspica la convocazione, salta fuori uno (anonimo come al solito) che dice che il presidente Scarso non si dimetterà?... ho capito bene? Il sig. Anonimo asserisce che il presidente attuale non se ne andrà dalla federazione? Che vi rimarrà fino alla fine? (Fine mandato ovviamente)... se è così allora ho capito bene. Altrimenti correggetemi.

    RispondiElimina
  6. Seminara la ringraziamo per l'informazione. Già pregustiamo il giorno in cui in parecchi dovranno scollare il culo dalle poltrone federali anche se la fis dovrà affrontare grosse spese di tappezzeria.

    RispondiElimina
  7. Maurizio Seminara28 febbraio 2018 12:36

    Coraggioso anonimo delle 8.50 del 28/2, urlare la identifica e colloca nell'ambiente a lei probabilmente piu consono, appunto quel mercato che lei mi invita a frequentare non sapendo che ha comunque fatto parte delle mie molteplici frequentazioni. Quindi delle due una... o lei mi conosce, e forse mi invidia anche un pò, e sa che sono capace di frequentare senza problemi gli ambienti sociali più disparati, e con capacità di rapporti sociali cui lei mai potrebbe aspirare, il che mi lascia pensare che lei si nasconda dietro l'anonimato per reale codardia oppure spara ad occhi chiusi e senza mira, magari provvisto di auricolare , credendo che ingiuriarmi possa sortire effetti. Io non ho mai detto di voler fare il presidente,neanche in assemblea. Mi sono candidato per ragioni che non sto neanche a spiegarle, almeno fino a quando non assumerà un nome certo, ragioni dicevo che da lei non possono forse essere comprese. Certamente se lei è un mio conterraneo comprendo le ragioni della sua vergogna, se non lo fosse la invito a cercare forme di dialogo civili, come civile è stata e sarà l'azione di "rivoluzione" che stiamo cercando di attuare. Per me è mal sopportabile la poca chiarezza delle regole ed i loro confusi ambiti applicativi, l'unico scopo è amplificare la democrazia e la trasparenza di un sistema che a volte risulta di difficile comprensione. Sa , coraggioso anonimo, quale sarà il paradosso? Che anche lei, purtroppo, ne beneficierà , quando riusciremo nel nostro intento. Le ribadisco che non è una mia battaglia personale contro il Presidente, l'uomo presidente, di cui comunque risconosco i tanti meriti. Ma piuttosto, se me lo permette , di ideali, io ho una idea diversa , e non solo dalla sua, per fortuna. E qualsivoglia siano le sue ragioni se trova l'onestà di guardare con attenzione a cosa si è fatto, vedrà che comunque ad oggi un effetto positivo le iniziative che mi sono addossato hanno prodotto. Io non sono portatore di interessi personali , le sia chiaro, non sarò io il candidato che si presenterà alle prossime elezioni per evitare che si rappresenti l'ennesimo copione. Quelle poche decine di voti del novembre 2016 oggi sono ben di più, ed ancora aumenteranno con il compimento delle molteplici attività intraprese. Il chiedere la convocazione di una assemblea straordinaria altro non è che l'esercizio di un diritto, con uno scopo propositivo, null'altro .
    E tutto ciò accadrà, mio coraggioso anonimo, malgrado lei , ob torto collo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vede, appunto. Non è neanche in grado di leggere e riportare orario del mio commento. Quello delle 8:50 del 28/02 è del Signor Ezio RINALDI, non il mio. Pensiamo se dovesse dirigere una Federazione.....AIUTO!!!!!!

      Elimina
    2. Mio caro signore, lei si ostina a discutere della competenza del dott. Seminara a dirigere la federazione nel disperato ed inutile tentativo di distogliere l'attenzione dei lettori dalla questione delle modifiche dello statuto. Si rassegni. Lei potrà pure continuare a scrivere le sue sciocchezze e i suoi insulti da caruseddu qual è, tanto l'Assemblea sarà convocata e gli elettori potranno finalmente confrontarsi su questioni molto più interessanti e proficue delle sue stupidissime esternazioni. Nomen omen ..

      Elimina
  8. Tre domande:
    Quando Scarso verrà schiodato dalla sedia lo seguirà a ruota anche il fedele Cannella? Il primo tornerà a fare il pensionato a tempo pieno e l'altro l'impiegato del CONI? Lo stipendio si dimezzerà o resterà uguale?

    M° Felice MASTRONZO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egregio Maestro Felice Mastronzo, leggendo le poche righe da lei pubblicate mi sembra di cogliere una critica nei confronti del segretario Marco Cannella, per aver svolto il proprio lavoro in modo corretto nei confronti del Presidente in carica, svolgendo il suo compito, secondo il mio modesto parere in modo professionalmente corretto, e a tal proposito mi auguro che chiunque sia il prossimo Presidente, voglia continuare a servirsi di una persona capace e corretta come l'attuale Segretario.
      Per quanto riguardo lo stipendio penso che sarà quello stabilito dal CONI per i propri dirigenti.

      Elimina
  9. Ci opponiamo con forza alla rimozione del presidente Scarso fino a quando non spiegherà come sono stati distribuiti i contributi siciliani dell'anno scorso!

    RispondiElimina
  10. Amico anonimo delle 14:53 non si agiti così tanto. E' evidente che Seminara è incorso in un innocente refuso. Si occupi piuttosto della vicenda relativa alla correzione dei refusi statutari da parte dell'allegra conventicola e nel far ciò sia molto cauto perche potrebbe venirle persino un infarto! Quanto agli amici delle 14:40, se aspettate che Scarso vi risponda allora preparatevi ad affrontare le spese per un loculo di ibernazione perché passerà, di certo, un tempo prossimo all'infinito.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
  11. Maurizio Seminara28 febbraio 2018 16:31

    anonimo 28 febbraio 14.53 sono felice che lei abbia trovato un solo errore ,una sola nota stonata nel mio argomentare contrario se non l'orario del commento! Per questo ho scritto che non sarò candidato alla presidenza , per non commettere errori di questo tipo . Non si può pensare di commettere errori di questo genere, ma non si preoccupi ....è un refuso!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che si possa rubricare come refuso non sostanziale, o mi sbaglio nuovamente?

      Elimina
  12. Aòh delle 14e53 te sei così jellato che te faranno pagà pane e coperto pure alla caritas

    RispondiElimina
  13. A Roma e Napoli la neve si è gia sciolta ma sulla Fis continua a nevicare!

    RispondiElimina
  14. Egr. Sig. Anonimo del 27/2/2018, h. 22:05, dopo averla letta mi viene da dire che abbiamo finalmente udito il famoso "ruggito del coniglio".

    Cordialmente.
    Gaspare Gardella

    RispondiElimina
  15. Sembra di essere alle prossime elezioni per il Parlamento in Italia. Da una parte i poteri forti che governano e dall'altra degli inesperti che auspicano di andarci. Conclusione degli inesperti, cadere nelle provocazioni dei potenti. Infatti, da una proposta di Assemblea elettiva, si passa alle offese personali ed alla caciara contro Scarso e contro il "sistema".
    Conclusione, screditare gli inesperti e farli passare per semplici disturbatori con chissà quali interessi, ma negativi per la Fis e si risvegliano i potenti che adesso faranno di tutto per recuperare anche quei dissidenti silenziosi, alleati segreti degli inesperti.
    Speriamo sempre e comunque che gli inesperti imparino in questi anni e che, solo in FIS, si impongano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come si fa a giudicare inesperto colui che è riuscito a disvelare al pubblico il malcelato marchingegno di perpetuazione del potere sputtanando la falsa e ipocrita verginità della FIS dinanzi agli Organi più autorevoli dello Stato? Se Seminara & Co. mettessero le mani sulla Fis chissà quante belle cosette potrebbero venir fuori oltre a tutte quelle (e non sono poche) che già si leggono su questo blog!
      Chi ha paura del lupo cattivo?

      Elimina
  16. Spero di non essere associato agli anonimi che offendono ma, credetemi, temo a firmarmi. Probabilmente assisteremo ad un turbinio di "cambi di sedia" per aggirare la legge e, quindi, assisteremo a tanti piccoli regni "teleguidati" da vecchi politici. Forse il limite dei tre mandati citato dalla legge dovrebbe restare, mi sembra un tempo congruo per un progetto di governo a tutti i livelli. Inoltre si apre la strada a tanti giovani, ma anche ex giovani, regolarmente ai margini nonostante le capacità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero il timore è molto diffuso all'interno del movimento anche se gli stomaci vuoti non dovrebbero soffrire né l'obbedienza e neppure il timore!


      Elimina
  17. Il limite di tre mandati è un'ottima soluzione e non credo che nessuno voglia metterlo in discussione. La legge pone, invece, una questione fondamentale che è quella della parità di genere caldamente raccomandata anche dal CIO. Inoltre è un'ottima occasione per ottemperare all'invito del Collegio di Garanzia a riformare le procedure elettorali e per risolvere il problema della figura del tecnico di scherma. Cosa ci entrino con tutto questo le elezioni presidenziali ancora devo comprenderlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Paola Puglisi.
      Le elezioni presidenziali non ci entrano.
      La Assemblea Straordinaria va fatta per legge.
      Il Movimento Schermistico deve adeguare lo Statuto alle ultime disposizioni normative.
      C'è la parità di genere prevista dalla legge e dal CIO.
      C'è la sentenza del Collegio di Garanzia del CONI.
      C'è la sentenza del TAR Lazio sugli esami.
      C'è il tema degli arbitri.
      C'è il tema dell'AIMS e dell'ANS.
      C'è il tema dei procedimenti elettorali in deroga alle disposizioni del CONI.
      C'è il tema dei limiti ai mandati.
      I tre mandati sono il limite minimo in quanto la Assemblea Straordinaria può decidere di portarli a due.
      I limiti valgono dal prossimo quadriennio.
      Le elezioni presidenziali non ci entrano con tutto questo.

      ZORRO

      Elimina
    2. Il limite di tre mandati non si può metterlo in discussione anzi si può ridurre, fatti salvi gli effetti delle disposizioni transitorie in vigore.

      Elimina
  18. Cari Amici del Movimento se non riuscite a controllare le vostre paure fate in modo che non sia per qualcosa o per qualcuno quanto per il torpore della vostra mente.
    Miyamoto Musashi

    RispondiElimina
  19. Perchè nell'ultimo selfie l'uno sorride e l'altro, invece, appare immusonito?

    RispondiElimina
  20. Fake news? No, Seminara ha ragione
    La decadenza descritta da Seminara riguarda i componenti degli organi del CONI.
    Ad eccezione dei membri italiani del CIO, la nuova legge prevede che il presidente del CONI, gli altri componenti della giunta nazionale, i presidenti e i membri degli organi direttivi delle strutture territoriali del CONI non possono svolgere più di tre mandati. Entro la fine di giugno 2018, l'Autorità di Governo competente in materia di sport, dichiara decaduti i componenti degli organi del CONI privi dei requisiti di legge per la permanenza in carica.
    La nuova legge prevede in via transitoria un ulteriore mandato per il presidente e i membri degli organi direttivi nazionali e territoriali delle federazioni sportive nazionali.
    Giorgio SCARSO si potrà candidare e con lui per l’ultima volta Paolo AZZI Giampiero PASTORE Alberto ANCARANI Renato BURATTI Luigi CAMPOFREDA Vincenzo DE BARTOLOMEO Salvatore LAURIA.
    Se si candiderà per la sesta volta, Giorgio SCARSO sarà presidente se raggiungerà una maggioranza non inferiore al 55 per cento dei votanti.

    RispondiElimina
  21. Caro Seminara. io resterò rigorosamente anonimo e non me ne voglia, ma non lo faccio per un mio interesse ma per il suo. Ho svolto alcune indagini su lei, perchè la sua ostinazione nel continuare a cercare di evitare una ricandidatura di Scarso alla presidenza della FIS mi ha fatto venire più di un dubbio sulla sua integrità morale, sulla sua verginità. E cosi facendo ho scoperto che di lei non è vero che non si sa nulla nel giro della scherma, anzi, tutt'altro^ Mi è bastato chiedere a qualche amico o conoscente palermitano prima ed in giro poi per scoprire aspetti della sua vita ,privata e non, prima e dopo la scherma davvero interessanti. Definirla uno sprovveduto è da sprovveduti. Ho saputo che proviene da una famiglia che nel passato ancora recente palermitano ha rappresentato più di qualcosa. Che le sue frequentazioni sono state di assoluto interesse, che ha vissuto una prima fase della sua vita a dir poco invidiabile. Paragonare lei a Scarso è impossibile. Anche senza impegnarsi lei è moooolto più avanti!! Allora ho chiesto cosa avesse fatto come schrmidore ,se lo era stato o meno e ho scoperto che tutto è nato abbastanza di recente , quasi casualmente, nel 2006 per offrire a suo figlio uno sport che lo rendesse migliore. Mi spiace , li ha commesso il primo errore, non è la scherma che rende migliori, anzi... Poi ho saputo che ha fatto il vignaiolo, e con un discreto successo anche, che è rimasto buggerato dal solito socio finto amico e che ci ha rimesso ben più che le penne. Ho saputo che è spesso un amministratore schermistico diciamo così distratto ma anche che alla fine ha sempre onorato, anche nel tempo, i propri impegni. Ho saputo che aveva creato a Palermo una gran bella realtà schermistica societaria ma , e li è venuta fuori la vera essenza di troppa scherma italiana, le hanno tirato un tiro mancino, infatti l'allora Presidente del GSA ,Maestro Pietro Ingargiola, sul suo libro paga nonostante l'incarico federale, pensò bene di ,diciamo così, rubarle atleti genitori e quindi società a proprio vantaggio. Ma il tempo le ha dato ragione ed oggi a distanza di solo un lustro lui piange e Lei ricomincia a sorridere. E' questo il momento iniziale, il big bang della sua crociata contro il Presidente Scarso ed il suo sistema di gestione. Avrebbe infatti, l'improvvido e affatto lungimirante presidente nulla fatto, ancorchè da lei richiesto, contro la porcata dell'Ingargiola. E qui entra in ballo anche l'altro personaggo chiave di tutta la recente storia, l'Avv.Paola Puglisi, sua amica, consigliera,battagliera difensora,sodale nella guerra al sistema che avete scoperto essere ben più che difettoso e difettato. Il cervello giuridico insieme al quale avete letto, lettera per lettera,capoverso per capoverso, refuso per refuso, tutto lo statuto,il regolamento, gli incartamenti della FIS: Coppia intellettuale perfetta e sincronizzata. Siete diventati, insieme , la vera spina nel fianco della presidenza Scarso. Ancora oggi ho saputo che avete fatto diverse iniziative volte a conoscere aspetti amministrativi nella gestione del CR Sicilia che se dovessero risultare effettivamente fondati scatenerebbero un putiferio. A questo punto però mi chiedo, se lei, voi, avete fatto tutto sto lavoro e poi non siete voi i candidati alla possibile successione del prossimo destituendo presidente Scarso, perchè state facendo tutto ciò,perchè vi sbattete tanto? Vorrei una risposta. E ancora, ci vuol raccontare alcune verità, perchè io penso che vi siano ben altri aspetti oscuri, altri difetti nel sistema scarso, altre magagne, altre storie da raccontare. Avrei anche altro da chiederle ma questa è solo la prima di un lungo rapporto epistolare, almeno lo spero, non solo nel mio interesse ma a questo punto nell'interesse del vero movimento schermistico italiano. Mi risponda, la prego.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno due anni ci separano dalle elezioni e mi chiedo se ha senso continuare a scrivere adesso di elezioni federali o di candidature o di Scarso di nuovo presidente. Ma di che parliamo. Allora ho pensato di ricorrere alla scienza per avere le idee più chiare.
      “Il potere logora chi non ce l’ha”. L’aforisma, che pare fosse del politico francese Charles Maurice de Talleyrand-Périgord ma che in Italia ha avuto la voce e il volto di Giulio Andreotti, ha una base scientifica. Chi ha il potere non annega nella solitudine e nella tristezza. Tutt’altro. Essere ai vertici sul lavoro, ma anche primeggiare fra gli amici o essere la figura dominante in una relazione amorosa rende più felici. Almeno questa è la conclusione di un team di scienziati israeliani della Tel Aviv University, con uno studio pubblicato sulla rivista ‘Psychological Science’.
      Questo ‘effetto scettro’ è molto più evidente per i potenti nel mondo delle organizzazioni. La ricerca dà un colpo di spugna al mito del potente solo e logorato sul tetto del mondo che per secoli ha alimentato l’immaginario collettivo. Uno stereotipo infondato, concludono i ricercatori. Confermando la tesi di Andreotti. Sulla base di una ricerca su potere e personalità, la scienziata Yona Kifer e i suoi colleghi hanno ipotizzato che raggiungere una posizione di autorità possa migliorare il benessere soggettivo attraverso una sensazione di maggiore autenticità. Questo perché, secondo i ricercatori, “il potente è in grado di ‘traghettare’ la sua vita sulla rotta dei propri desideri e inclinazioni”, si sente più se stesso e dunque è più contento.
      Ma gli esperti avvertono: "Attenzione, le responsabilità a lungo andare consumano l'organismo".
      Quindi potere si, ma sino a una certa età.
      L'Italia non è certo un Paese per giovani. "Vecchia e incollata alla poltrona" è questa l’impietosa fotografia della classe dirigente del Belpaese scattata dalla Coldiretti in una indagine realizzata in collaborazione con l’Università della Calabria. Basta dare un'occhiata ai posti chiave del potere per capire che non c'è spazio per i giovani: l'età media dei dirigenti impegnati nell’economia e nella pubblica amministrazione è di 59 anni (con punte di 67 anni per banchieri e vescovi).
      L’età media dei dirigenti in Italia è di 59 anni, l’età di Scarso al suo primo mandato da presidente federale.
      Oggi Giorgio Scarso ne ha già 72 e alle prossime elezioni ne avrà 75, che diventeranno 78 ai Giochi di Tokio 2024. Il presidente finirà questo mandato con il bel traguardo di 20 anni di permanenza ininterrotta nel consiglio federale.
      Di che parliamo per favore. Lasciamolo finire questo mandato e prepariamoci in assemblea straordinaria a riscrivere le norme che regoleranno la federazione dopo Scarso o a prescindere da Scarso.

      Elimina
    2. Gentile Anonimo benefattore delle 23.06 non so dirle se la sua ricostruzione sia corretta. Ma se vuole una risposta alla sua domanda le dirò che sbaglia chi cerca necessariamente un interesse personale dietro le azioni degli individui. Mi rendo conto che a questo punto diventa difficile comprendere il punto di vista di chi agisce, però è così,e chi non ha interesse non ha neppure mercato né prevede per sé una collocazione futura. Questo è tutto, mi dispiace ma non troverà ambizioni particolari dietro il mio agire

      Elimina
    3. Caro anonimo delle ore 23,06 del 1.3.2018, il tuo post inizialmente mi era molto piaciuto, ma poi leggendo e rileggendo mi è sorto un dubbio: è una presa per i fondelli o è serio? In molti passi leggo messaggi non proprio positivi. Forse mi sbaglio, forse ho letto male, quindi ti prego chiariscimi il dilemma.

      Elimina
    4. Caspita come la sa lunga! Sinceramente da umile biografista quale mi vanto di essere, il suo racconto dai toni canzonatori fa acqua da tutte le parti. Mi preoccupa però la cosiddetta macchina del fango che a valle del suo compendio di indagini si è messa in moto. È vero che mr. Nobody Seminara, non è stato schermitore, e allora? È vero che ha una vita vissuta in cui vi sono peccati, ma credo anche buone azioni. "Dal niente" dice? Per il figlio? Mi sembrano buoni propositi, anche io ho fatto scherma perché mio padre mi ci ha indirizzato e forse anche il suo direi. Perché allora lei lo mostra come una negatività? Curioso no? Veniamo poi al tono che potrei qualificare come "mafiosetto", che sbeffeggia il mal capitato, dicendo nell'introduzione: "resto anonimo non per mio interesse, ma per il suo"...che vuol dire? Che se mettesse la firma in calce, Seminara potrebbe finire male o cose del genere?
      AHAHAHAH, ma lei ha problemi con la logica e anxhe certe sue ricostruzioni, facciamo fatica a crederle vere, mancano di appigli con la vita reale, chesso', nomi, luoghi, date, circostanze. In linea di massima, mancando tutto ciò direi che lei ha raccolto delle semplici dicerie, nulla più e invito il lettore attento a diffidare di certi fanfaroni poco credibili.
      Poi mette nero su bianco che abbiamo trovato appigli legali e altre fumosi fraseggi che tendono a screditare quanto si sta facendo per avere una parvenza di legalità nella più bella federazione schermistica del mondo, a vantaggio di chi? Di cosa? Scusi sa, ma penso male di quanto dice, non le credo, non è serio, mi fa ridere, e anche mi deprime. Vuol dire che la lotta cui due anni fa mi sarei voluto sottrarre, adesso la devo portare avanti con ancor più tenacia di prima.
      Però da buon cristiano mi auguro di incontrarla per ricordarle che così non va, che deve cambiare, che deve pensare al benessere di tutta la federazione, non di una piccola parte.
      Se volesse invece fare indagini su di me, desista, venga a trovarmi direttamente, mi chiami, mi scriva, le mostrerò casa mia, la mia famiglia, i miei atleti, i loro genitori, l'ufficio sport del comune con il quale collaboro e che non mi sopportano, da quanto li premo per ottenere gli spazi per praticare lo sport che amo. Le presenterò le scuole dove insegno la scherma, e dove faccio lezioni di storia dello sport, perché credo nell'attività genuina senza interessi, se non la giusta paga, e talvolta nemmeno quella benché "l'operaio è degno della sua mercede". La mia porta è aperta e le darò i nomi e i numeri di telefono delle persone dove ho lavorato, così potrò dure di aver avuto ancora in vita un biografista che è stato capace di ricostruire la mia complicata vita, ancor prima dei 50 anni.
      Saluti!

      Elimina
  22. Complimenti all'Addetto Stampa Giorgio Caruso che scrive i discorsi del Presidente federale Giorgio Scarso.
    "La nostra attenzione è ovviamente rivolta alle pedane di Sochi dove i nostri ragazzi sono impegnati per gli Europei Cadetti e Giovani - dice il Presidente federale, Giorgio Scarso - ma non possiamo negare la nostra attesa e quindi l'impegno appassionato per l'organizzazione di un Mondiale che si preannuncia quale evento che alzerà l'asticella dello standard organizzativo tra gli eventi di sport giovanile. Il Comitato organizzatore ha lavorato bene e continuerà alacremente a predisporre l'accoglienza delle centinaia di delegazioni, così come saranno messi a punto tutti gli eventi a margine che sono stati promossi. Sarà una grande festa e tutto il mondo della scherma italiana è invitato ad essere presente e protagonista!".
    Questa è farina del sacco di Scarso? Possiamo dire di confidare in un futuro Presidente federale che sappia essere all'altezza del suo Addetto Stampa?

    RispondiElimina
  23. E' impressionante notare come spaventi una semplice richiesta di "Assemblea Straordinaria", che altro non è che il semplice esercizio di un diritto di tutti, proposto per tutti, a beneficio di tutti; ed, oltretutto, di un'assemblea che si dovrà fare per obbligo di legge.

    Evidentemente, ciò ha colpito la fantasia di qualcuno che teme fortemente non per il suo futuro, ma forse, anzi sicuramente, per il suo presente.

    Meditate, gente, meditate.

    Gaspare Fardella

    RispondiElimina
  24. Egregio Zuanella mi fa molto piacere per lei, e se lo tenga stretto.
    Per qual che mi riguarda,il nostro ambito sportivo si è fortemente deteriorato nell'ultimo decennio ed è abbastanza noto che chi trova un amico trova un tesoro ma che chi trova il tesoro se ne fotte dell'amico. Ci rifletta su e, nel frattempo, provi a farsi spiegare, dai suoi amici, in che modo hanno taroccato lo statuto FIS stuprando così anche il suo diritto di voto assembleare!
    M° Felice MASTRONZO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per lei ma io non sono amico dei taroccatori dello statuto, ma sono stato all'opposizione dichiarandolo apertamente anche al Presidente Scarso a differenza di lei che si cela da codardo dietro l'anonimato,si sono amico di Cannella da oltre 25 anni e non me ne vergogno mentre lei non ha il coraggio delle sue insinuazioni.

      Elimina
    2. E lei abbia il coraggio di chiedere a Cannella cosa hanno combinato sullo statuto e quale è stato il preciso ruolo del segretario FIS e del presidente Scarso. Lo riferisca pubblicamente su questo stesso blog e poi io le dimostrerò sulla base di documenti certi chi dice il vero e chi mente, o continua mentire, senza alcun pudore. Sono certo che lei, caro Zuanella, non avrà il coraggio di farlo e sparirà come neve al sole.
      M° Felice MASTRONZO

      Elimina
    3. a proposito di statuto taroccato e assemblea straordinaria....ma quale statuto è valido? non ci capisco più nulla! quello pubblicato sul sito? quello che hanno in prefettura? quello che hanno al coni?

      Elimina
    4. Paghi uno e prendi tre! Siamo la Coop.

      aaahahhahhahhhahhahhhahhahhhahhahhahah HARDISCOUNT and Black Frinday from 129.00 to 128.99. Only TRUF-TRUF-TRUF

      Elimina
  25. Io a lei non devo dimostrare proprio nulla lei piuttosto si faccia riconoscere e se hha documentazioni di quanto asserisce le tiri fuori e io sono pronto a sostenerla
    Aspetto che si faccia avanti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vatti a leggere tutti gli articoli pubblicati su questo Blog e ti farai una cultura sulla vicenda "taroccaggio statuto". Ancora non è chiaro chi sia stato l'ideatore e il regista ma è certo che Phantomas in confronto è un pivello. Ma se dici di non sapere nulla sullo statuto perchè ti sei opposto a Scarso?
      anonimo del sublime

      Elimina
  26. Presidente Zuanella? Si è già sciolto, per caso? Almeno ci racconti cosa ha detto a Scarso quando gli si è dichiarato contro e poi ci racconti perchè è tornato ad essere fideo-lealista!
    Siamo molto interessati allo studio del suo comportamento.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
  27. Vede Prefetto del lavoro Pilastrino io non mi sono assolutamente sciolto e quello che ha detto Scarso nulla ha solo ascoltato e preso atto ,per quanto riguarda la sua insinuazione le posso solo dire che io ci metto la faccia e il nome mentre lei si nasconde come molti altri ,io sono rimasto sempre sulle mie posizioni lei forse è stato un sostenitore di Scarso e quando non le ha più dato cio che voleva o che ancora spera di avere ha cambiato casacca ma restando anonimo in modo da poter ritornare sull'altra sponda.
    Con questo chiudo con i fantasmi io mi confronto solo con chi ha il coraggio di mostrarsi, chi mi conosce sa come la penso e dei giudizi degli anonimi me ne sbatto,e confermo la mia amicizia a Cannella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso farci nulla ma le storie di amicizia mi commuovono sempre. E piango.... piango, ininterrottamente piango.....

      Miyamoto Musashi

      Elimina
  28. Ma come, lei ha rivelato a Scarso di tramare contro di lui e lui è rimasto in silenzio? Neppure un urletto isterico o un impercettibile emispasmo del nervo facciale? Roba da non crederci. Evidentemente non deve avere una grande stima di lei come potenziale nemico!
    Inoltre, chi dice che sono anonimo? Il sono il Prefetto del IV Pilastro e veglio costantemente su voi tutti. Il suo caso, in particolare, mi sembra molto interessante. Adesso provi a raccontarci delle "sue posizioni" perchè pare che siano molto poco chiare e a me il moto ondoso fa venir il mal di mare. Per esempio, ci dica cosa ne pensa del fatto che nella Sicilia del suo Presidente non si conoscono i criteri con cui vengono distribuiti i corposi contributi pubblici destinati agli associati. Almeno per una volta esprima la sua opinione su qualcosa di concreto e ci risparmi, per favore, la sua toccante storia di amicizia col Cannella!

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
  29. Caro Zuanella visto che stai di nuovo in buoni rapporti con il Presidentissimo gli potresti chiedere di spiegarci come cavolo sono stati distribuiti i contributi siciliani del 2018? Perchè proprio a Modica sono finiti oltre 6000 euri?
    John Pigliapoco

    RispondiElimina
  30. Gentili signori alcuni di voi sono incuriositi dal modo in cui si assegnano i contributi pubblici alle società siciliane ma io sarei molto più curioso di conoscere come viene spesa la quota parte trattenuta dal comitato regionale.
    A saperlo!
    Meditate gente, meditate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stia sereno che ci stiamo meditando.......eccome se ci stiamo meditando!

      Elimina
  31. Ok vero si parla solo di Sicilia perchè la Regione del presidente. Ma i problemi e gli usi di 'denaro' personalizzati, non ci sono solo in Sicilia.
    Apriamo gli occhi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene! Se ci sono altri casi denunciamoli!

      Elimina
  32. e lui continua a tacere soffrendo in silenzio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo criptico
      Traslation please!

      Elimina
  33. Ci sarà un motivo per cui la Sicilia ci tiene sempre col fiato sospeso!

    aaahahahhahhahhahhahhahahhahahahhahahahahhhhhhVERYSTRONGEMOTION

    RispondiElimina
  34. già, ce manca poco e so finiti li giochi..........

    RispondiElimina
  35. caro Rinaldi adesso che il ministro Lotti se ne torna a casa sua c'è speranza che il nuovo ministro dello sport faccia seriamente luce sulla vergognosa vicenda dello statuto federale? Sarà possibile interessare il nuovo ministro anche tramite il BLOG ed informarlo della porcata commessa a più livelli? Sarà mai possibile individuare i responsabili e cacciarli via a calci in culo?
    Utente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo la formazione del nuovo governo e poi vedremo come procedere.

      Elimina
  36. I valori di Davide Astori "dovrebbero essere i valori che in tutto lo sport, partendo dal calcio, bisognerebbe portare avanti".
    Lo dice Giovanni Malagò, presidente del Coni, parlando del capitano della Fiorentina, al termine della cerimonia funebre oggi a Firenze.

    Può darsi che Davide Astori, dall'alto dei cieli sappia già cosa hanno combinato in FIS e al CONI sullo statuto della federscherma. E magari, un giorno, ci potrebbe rivelare in sogno i reconditi valori di quella fosca operazione. Chissà......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I valori in effetti sono la cosa più nobile della vita. Per questo è importante tenerli tantelmente in alto che, all'OCCORRENZA, vi si possa passare anche sotto!

      Meditate gente meditate.

      Elimina
  37. Nel frattempo siamo a Tokyo 2020....ahahahahah...

    RispondiElimina
  38. Nel frattempo? Siamo?? 2020???
    Ricordati che la vita è sempre una corsa ad ostaoli e di traguardi certi c'é solo la tomba!

    iiihihhihihihihihihiihihi there is still a long way to go

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aòh delle 23e48, ma che te sei magnato lo yogurt scaduto da du settimane? Comunque c'hai ragione e semo tutti co te.
      Forza R (come Roma e Rinaldi)

      Elimina
  39. Probabilmente sbaglio, ma resto dell'idea che la migliore terapia di sempre sia quella dei calci nel culo.

    RispondiElimina
  40. giorno 15 marzo ci sarà consiglio federale. Avranno forse messo all'ordine del giorno anche questo argomento?

    1. CRITERIA FOR THE ASSIGNMENT OF SICILIAN CONTRIBUTIONS

    A saperlo!

    RispondiElimina
  41. Si apprende dai giornali che qualche giorno fa Malagò sarebbe rimasto vittima della Fake news secondo cui la Fiorentina aveva rinnovato il contratto ad Astori. Un po' come la frottola dei refusi statutari della federscherma!Malagò svegliati, per l'amor di Dio!

    RispondiElimina
  42. E' IN PROGRAMMA DOMANI A CHIAVARI LA SEDUTA DI MARZO DEL CONSIGLIO FEDERALE
    14 Marzo 2018
    CHIAVARI – Il Consiglio Federale della Federazione Italiana Scherma ha scelto Chiavari quale sede della seduta di marzo dei lavori dell’organismo direttivo, in programma questo giovedi 15 marzo.

    Il Presidente ed i consiglieri federali continuano infatti nella logica di coinvolgimento dell’intero territorio nazionale, non solo sul piano dell’organizzazione degli eventi agonistici, ma anche per la scelta delle sedi per appuntamenti istituzionali.

    Chiavari, che fu la prima “City Partner FIS” e che ha ospitato negli ultimi anni eventi agonistici internazionali quali i Campionati del Mediterraneo ed i Campionati Europei Master, è sempre più una delle capitali della scherma italiana, anche grazie all’intensa e vivace attività della società Chiavari Scherma.

    La seduta del Consiglio federale che si svolgerà nella città del Tigullio sarà anche tra le più attese ed intense dell’intera stagione. All’ordine del giorno, tra i numerosi punti, figurano infatti le convocazioni per i Campionati del Mondo Cadetti e Giovani 2018, in programma a Verona dal 1 al 9 aprile.

    Inoltre, si affronterà anche il delicato ed importante tema legato al calendario agonistico per la stagione 2018-2019 che si incrocerà anche con l’avvio della fase di qualificazione olimpica internazionale ai Giochi di Tokyo2020. Sarà inoltre l’occasione anche per una prima presa di visione dell’attività svolta dalla Commissione federale Statuti e Regolamenti, circa l’adeguamento dello Statuto federale alle nuove normative emanate dallo Stato e dal Coni.

    RispondiElimina
  43. SI E' SVOLTA A CHIAVARI LA SEDUTA DI MARZO DEL CONSIGLIO FEDERALE
    15 Marzo 2018
    CHIAVARI - E' stata Chiavari ad ospitare questo giovedi la seduta di marzo del Consiglio federale della Federazione Italiana Scherma. La società Chiavari Scherma ha infatti predisposto una calda accoglienza ai rappresentanti della scherma italiana che ha visto il coinvolgimento non solo dell'intero sistema mediatico chiavarese, ma anche del CONI Liguria, dei rappresentanti delle forze armate della città e del Sindaco di Chiavari.
    Il primo cittadino inoltre ha voluto aprire i lavori del Consiglio federale portando il saluto della città e sottolineando il ruolo primario che la scherma riveste nel panorama sportivo cittadino, auspicando che la scherma italiana possa continuare a guardare a Chiavari anche come sede di importanti eventi agonistici, qualora venisse finanziato il progetto per un nuovo impianto che potrebbe essere dedicato alla disciplina.

    I lavori, che hanno visto la presenza del Presidente del Comitato regionale FederScherma Liguria, Giampiero Martelli e del Presidente del Comitato regionale FederScherma Piemonte, Cinzia Sacchetti, sono proseguiti con le comunicazioni del Presidente, durante le quali sono state elencate le diverse attività poste in essere, gli incontri istituzionali e gli eventi agonistici svoltisi nelle ultime settimane.
    Si è poi discusso degli oramai imminenti Campionati del Mondo Cadetti e Giovani in programma a Verona dal 1 al 9 aprile, recependo le proposte di convocazioni avanzate dai Commissari tecnici delle singole armi ed anche definendo la delegazione ufficiale degli azzurri, dello staff tecnico, dello staff medico e delle varie figure di supporto. Nei giorni prossimi saranno diramate le convocazioni ufficiali per l'evento che sarà presentato ufficialmente nella giornata di mercoledi 21 marzo alle 11.00 nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà nel salone d'onore del CONI.

    Il Consiglio ha poi affrontato alcuni punti di carattere amministrativo, tra cui i mutui frutto dell'accordo siglato con l'Istituto per il Credito Sportivo ed una variazione di bilancio dovuta ad alcuni contributi che sono stati erogati nei confronti della Federazione per il finanziamento di specifici progetti.

    Si è poi discusso di numerosi punti all'ordine del giorno relativi all'area tecnico-sportivo, tra cui una bozza del calendario agonistico per la stagione 2018-2019 alla luce della programmazione degli appuntamenti internazionali promossi dalla FIE e dalla Confederazione Europa, la definizione delle delegazioni per i Campionati Europei Master 2018, i criteri di ammissione per gli allenamenti Azzurrini 2018 e l'organizzazione di incontri di confronto tra i rappresentanti della Commissione Nazionale Arbitrale ed i Maestri di scherma che si svolgeranno in concomitanza con il Gran Premio Giovanissimi 2018.
    I consiglieri Valentina Vezzali, Maurizio Randazzo e Vincenzo De Bartolomeo hanno poi relazionato in merito ai Campionati Europei Cadetti e Giovani ed ai Campionati del Mediterraneo di cui sono stati capo delegazione.

    Per ciò che concerne l'area paralimpica, sono state lette le relazioni dei commissari tecnici relative alle prove di Coppa del Mondo di Eger e Pisa ed è stato preso atto della crescita del settore sia sul piano dei numeri che dei risultati.

    Numerosi poi i punti all'ordine del giorno affrontati relativamente all'area funzionamento. Tra questi le relazioni dei lavori della Commissione Statuto e Regolamenti relativamente alle proposte di modifica dello statuto federale per l'adeguamento alle nuove normative emanate dal Parlamento nazionale.
    Sono stati poi approvati gli statuti di alcune società schermistiche, si è discusso dell'attività del gruppo di lavoro per le Onorificenze, del rinnovo della convenzione con l'Università del Molise e di alcune iniziative promozionali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh uomini mortali ricordatevi che il Dio REFUSUS veglia sempre su di voi

      Elimina
  44. Eccellente comunicato, scritto probabilmente dalla Federazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il solito comunicato federale, che che dice tutto e niente. Una specie di laconico sommario di quando discusso, ma in che termini e con quali determinazioni non è dato di sapere, se non per quelle parti che vanno a toccare la logistica delle gare ed i regolamenti che sono costretti a dovere divulgare, per ovvie ragioni.

      Elimina
    2. A Cuccu............ma falla finita...........

      Elimina
    3. .... che visto che il sito non lo guarda nessuno hanno trovato il modo per far leggere le sciocchezze che ci scrivono sopra.
      Cuccu hai ragione: pessimi comunicati che non dicono nulla.
      Mi piacerebbe sapere quali sono le modifiche imposte dal Coni ..

      Elimina
    4. Infatti. Ho parlato con un mia amico pezzo grosso di un'altra federazione e mi ha detto che il CONI non ha ancora approvato un bel cazzo. Ci dica allora il presidente Scarso quali sarebbero queste nuove norme approvate dal CONI per gli adeguamenti degli statuti. Ma per favore.......

      Elimina
  45. "Numerosi poi i punti all'ordine del giorno affrontati relativamente all'area funzionamento. Tra questi le relazioni dei lavori della Commissione Statuto e Regolamenti relativamente alle proposte di modifica dello statuto federale per l'adeguamento alle nuove normative emanate dal Parlamento nazionale"

    Il Consiglio federale della Federazione Italiana Scherma approverà le modifiche allo statuto federale per l'adeguamento alle nuove normative emanate dal Parlamento nazionale e non ci sarà Assemblea.

    RispondiElimina
  46. Il consiglio federale non ha questo potere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CLAMOROSO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Sul sito F.I.S. è pubblicata la Deliberazione n. 1510-1511 Consiglio Nazionale C.O.N.I.11 giugno 2014 PRINCIPI FONDAMENTALI DEGLI STATUTI DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI,DELLE DISCIPLINE SPORTIVE ASSOCIATE.
      Il punto 6. Principio assembleare dei PRINCIPI FONDAMENTALI DEGLI STATUTI DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI,DELLE DISCIPLINE SPORTIVE ASSOCIATE sancisce che qualora l’Assemblea di primo grado comporti un’elevata partecipazione di affiliati e tesserati con conseguenti gravosi oneri finanziari e/o palesi difficoltà organizzative, gli statuti delle Federazioni Sportive Nazionali e delle Discipline Sportive Associate, ai sensi dell’art. 22, comma 4 dello Statuto del C.O.N.I., possono prevedere assemblee di secondo grado formate da delegati eletti a livello territoriale, ovvero, ove esistenti, da assemblee di settore o di Lega.
      L’art. 22, comma 4 dello Statuto del C.O.N.I. sancisce che l’Assemblea di secondo grado, formata da delegati eletti a livello territoriale, è consentita nelle Federazioni sportive nazionali in cui il numero delle associazioni e società affiliate aventi diritto a voto sia superiore a 2000.
      La F.I.S. non è tra le Federazioni sportive nazionali in cui il numero delle associazioni e società affiliate aventi diritto a voto sia superiore a 2000.
      Sul sito F.I.S. è pubblicato lo Statuto F.I.S.
      L’art. 63 dello Statuto F.I.S. sancisce l’attribuzione del diritto di voto a tecnici ed atleti e meccanismi elettorali tramite l’Assemblea di secondo grado, formata da delegati eletti a livello territoriale.
      La F.I.S. non è tra le Federazioni sportive nazionali in cui il numero delle associazioni e società affiliate aventi diritto a voto sia superiore a 2000 !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      L’attribuzione del diritto di voto a tecnici ed atleti e i meccanismi elettorali della F.I.S. non sono consentiti dai PRINCIPI FONDAMENTALI DEGLI STATUTI DELLE FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI,DELLE DISCIPLINE SPORTIVE ASSOCIATE e dall’art. 22, comma 4 dello Statuto del C.O.N.I.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. Leggi bene bene le norme è vedrai che non è come dici tu

      Elimina