martedì 8 maggio 2018

DEMOCRAZIA E INFORMAZIONE


Miei Cari Lettori,
ormai da anni questo blog si occupa di dare voce a tutte le anime che compongono il mondo della scherma.
Sebbene io sia stato accusato più volte di pubblicare soltanto i commenti degli oppositori all’attuale dirigenza FIS, nella realtà dei fatti io pubblico tutto ciò che è pubblicabile, anche quando non ne condivido il contenuto.
Il mio intento è quello di creare un dibattito tra maggioranza ed opposizione in modo da fare crescere in democrazia il mondo della scherma. E per questo motivo ho scelto negli ultimi anni di dare spazio anche ai commenti anonimi volendo in questo modo dare voce a tutti coloro che, per paura o per la posizione rivestita, non ritengono di potere esprimersi in piena libertà se non in forma anonima.
Ma effettivamente è vero che io evito di pubblicare alcuni commenti.
Quelli che non pubblico sono testimonianze che a mio avviso possono essere considerate astrattamente lesive dell’onore e della reputazione dei soggetti ivi menzionati.
Dato che in questi giorni mi sono arrivati numerosi post che si prestano a tale censura, vorrei chiarire definitivamente le linee guida a cui mi attengo nella pubblicazione delle notizie e dei commenti quando questi non contengono mere opinioni su questo o quell’altro argomento bensì l’attribuzione di fatti determinati a soggetti individuabili.
In questi casi io mi preoccupo di verificare la veridicità delle notizie riportate reperendo documenti e testimonianze che ne attestino la plausibilità. Quando non ne trovo non pubblico.
Ovviamente questo non significa che quanto riferito in dette testimonianze sia falso, ma soltanto che io non sono in grado di verificarne la fondatezza. Spesso, infatti, si tratta di questioni note soltanto ai protagonisti, oppure di risonanza locale, rispetto alle quali per me è oggettivamente impossibile accertarne la fonte.
Poiché il mio desiderio rimane quello di dare voce a tutti, invito quindi chi intende intervenire sul blog raccontando fatti determinati riferibili a persone identificabili, ad inviarmi, sia pure in ulteriore forma anonima, gli articoli di giornale, i commenti facebook e ogni altro fonte che possa consentirmi la pubblicazione del commento.
Questo modus operandi mi ha consentito sino ad oggi di rendere un servizio alla democrazia superando senza conseguenze le querele di cui sono stato oggetto.
Mi piace riportare esattamente la frase utilizzata dal GUP di Roma nel provvedimento con cui è stata disposta l’archiviazione della querela presentata nei miei confronti dal Segretario Generale Marco Cannella in relazione all’articolo “Fiabe, balle e tasse”: “Nel caso di specie, va poi considerato che Rinaldi ha esposto da un lato meri fatti sulla cui veridicità storica non sono state esposte censure e, dall’altro, mere opinioni personali che seppure concretizzandosi in una critica molto aspra, almeno in certi tratti, non esorbitano dal diritto di critica e manifestazione del pensiero”.
Quindi cari lettori, continuate ad intervenire e mettendomi in condizione di pubblicare i vostri scritti!
E a tutti coloro, che continuano ad accusarmi di faziosità rinnovo l’invito a metterci la faccia, intervenendo sul blog e smentendo quello che pubblico.
Ezio Rinaldi

42 commenti:

  1. Metterci la faccia significa uscire dall'anonimato e certe persone non lo faranno mai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro non hanno come smentire

      Elimina
  2. Bravo, Ezio, continua così.
    Meglio, meglio, ma davvero molto meglio il tuo blog, che rappresenta una voce libera che da spazio indistintamente a tutti, al di là della condivisibilità delle opinioni che ciascuno può avere, che la propaganda autocelebrativa che si legge sul sito federale, assolutamente chiuso - il sito - non solo al dissenso, ma a qualunque minima idea differente.

    Ad meliora et maiora semper!

    Gaspare Fardella

    RispondiElimina
  3. Al presidente della federzumba, che è un nostro carissimo amico, abbiamo spiegato che oramai sono i finiti i bei tempi in cui il diritto di parola spettava soltato ad un tizio che era solito affacciarsi da un balcone. Adesso tutti parlano e straparlano, criticano e stracriticano, denunciano e stradenunciano a mai finire, anche grazie al progresso tecnologico che mette a loro disposizione strumenti demoniaci. Insomma tutta gente che vuole il male della zumba; gente che non è in grado di comprendere i grandi valori che sostengono questo bellissimo ballo. Gente che non ha la minima idea di quante persone con immenso spirito di abnegazione e di sacrificio spendono tutto il loro tempo al servizio dell'inarrestabile ritmo di cui abbisogna il nostro corpo; senza alcun minimo interesse economico o speculativo ma solo profundendo grande amore al fine di perseguire il bene delle anime. Veri e propri eroi a cui va tutta la nostra stima e gratitudine. Siamo nati e moriremo zumbaroli.

    RispondiElimina
  4. Signor Rinaldi ho notato che l'agenda del Presidente è ferma al giorno 5 maggio. Non vorrei che da tale circostanza qualcuno possa presagire la cupa evenienza di manzoniana memoria.
    L'UOMO DELL'AGENDA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "manzoniana".... in che senso??????

      Elimina
  5. Presidente non si preoccupi della sfiga. Contro gli uccelli del malagurio proponiamo questa canzoncina come inno inaugurale del Gpg di Riccione. Forza signor Presidente e signori Consiglieri, tutti giù in pedana a fare il trenino!
    Non ci lasceremo rubare la voglia di divertirci.
    https://www.youtube.com/watch?v=IVhTK43yKw8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui più uccelli della razza "malaugurio" temo siano più preoccupanti quelli della razza "padulo"

      Elimina
    2. Visto che Cuccu ci ha dato il LA quotiamo 100% gli amici fideo-lealisti di sopra e alziamo la posta:
      https://www.youtube.com/watch?v=vnx_sBCFZAU

      Riccione Forever

      Elimina
    3. Riccione rigorosamente senza acca

      Elimina
  6. Signor Rinaldi ha letto l'intervista di Costacurta sulla riforma del settore tecnico in Figc? Costacurta non ha dubbi: "Va ripensato. Oggi il corso di preparazione alla carriera da allenatore di Coverciano è lo stesso che ho fatto io. Ma siamo nel 2018. Le ore di match analysis sono poche, lo scouting è sottovalutato, i sistemi di preparazione sono poco aggiornati. Non possiamo giustificarci dicendo che i nostri allenatori ogni anno dominano in Europa". Un'altra idea da portare avanti riguarda il ruolo degli ex calciatori in Figc: "Credo che gli ex giocatori, o comunque persone che sono state in campo, debbano occuparsi del Club Italia e del settore tecnico. Credo sia importante perché è con loro che possiamo ricostruire le basi per tornare a essere competitivi. Ho parlato di Andrea Pirlo, di Paolo Maldini e di altri. Uno di questi campioni ci vuole".
    Nonostante il settore tecnico in Figc sia un gioiello Costacurta sente il bisogno di riformarlo.
    Signor Rinaldi cosa dobbiamo fare per riformare il nostro settore tecnico e i corsi di Chianciano, dobbiamo farci commissariare dal Coni?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che il settore tecnico sia un gioiello, in realtà se lo dicono da soli. Che i tecnici italiani dominano in Europa è un'altra cosa se si dicono da soli. Anche quando una federazione straniera viene a studiare il modello italiano, che lo faccia per emulazione di grandezza se lo dicono da soli. A volte si viene a studiare come sia possibile ottenere dei risultati con un sistema simile. Direi che è tipicamente italiano suonarsela e cantarsela da soli.

      Elimina
  7. Ho letto sul giornale che Malagò ha intenzione di fare un patto con Salvini e Di Maio per salvare le Olimpiadi del 2026.
    A Salvini e Di Maio suggerisco di stare molto attenti per evitare che nello scrivere sto benedetto patto a Malagò possa sfuggire qualche involontario refuso perchè in questo caso potrebbero succedere grandi casini.
    Saluti & Auguri a tutti.

    RispondiElimina
  8. Scusate, gli aventi diritto a partecipare alla finale Giovani di Verona nella spada maschile sono 42. A questo punto la FIS ci sorprenderà con una delle sue magie e ne vedremo 43, oppure lo stesso Consiglio Federale rispetterà il regolamento e magari anche la società di tesseramento dell'atleta pretenderà il rispetto delle regole?
    Diremmo ''ai posteri...'' ma qui si tratta di attendere 3 settimane, anzi 2 all'atto delle iscrizioni.

    RispondiElimina
  9. 43,43,43,43,43,43,43,43,43,43,43,43,43..... periodico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come diceva qualcuno nei commenti al precedente Post. La tattica federale si riconfermerebbe con le decisioni da apprendere a cose fatte evitando ricorsi o altro. Ovviamente tireranno fuori qualche delibera di Consiglio Federale sull'approvazione del cambio di regolamento e di formula di gara, pretestuoso i 43 nei Cadetti?
      Forza la Federzumba ci ha sorpreso con magie migliori in passato che questi giochini degni del Ct della Zumba. Prepariamo il terreno, se non fossi ignorante direi che parliamo di 'scandaglio' e 'traccheggio'.
      E vai con i 43 e la denuncia alla procura federale e poi al Coni e poi...
      Ovviamente prevediamo la firma del segretario agli atti amministrativi.

      Elimina
    2. Smorfia napoletana numero 43

      Il numero 43 nella smorfia napoletana è associato alla figura della donna al balcone che ha ispirato una serie di storie e leggende legate alla cultura popolare. Infatti la donna al balcone è un’immagine molto cara ai napoletani perché è simbolo di vivida sessualità ma anche d’immagine purificatrice che dall’altro della sua casa da’ una specie di benedizione morale a coloro che passano sotto il suo balcone.
      Nella tradizione arcaica la donna al balcone era una figura femminile che esibiva con pudore ma anche con una certa consapevolezza la sua verginità come un valore ma soprattutto come un premio da assegnare a chi avesse rispetto per la sua casa. Ecco allora che gli uomini del paese alzavano la testa al suo balcone inchinando leggermente il capo in segno di rispetto. Per capire meglio il significato di questo numero (43) dobbiamo inserirlo nella griglia della smorfia napoletana. Infatti esso si trova tra due numeri apparentemente lontani tra di loro: il 42 (o’ caffè-il caffè) e il 44 (a’ prigione-la prigione) che sono sotterraneamente connessi con la figura della donna.
      Infatti il primo a Napoli è considerato qualcosa di “sacro” e viene offerto per poter condividere con una persona un momento di serenità e tranquillità, ed è lo stesso che la donna al balcone offre a chi sceglie di far salire nella propria casa. Ma il 44 è una conseguenza naturale del comportamento irresponsabile e immaturo dell’uomo che interpreta male l’invito innocuo della donna che è così costretta a denunciarlo alle guardie nel momento in cui confessa le sue cattive intenzioni.
      Ecco allora che la donna al balcone è sinonimo di gioie e dolori, ma in ogni caso è una figura salvifica a cui l’uomo si aggrappa per poter vivere con maggior entusiasmo la propria vita diventando essa stessa un obiettivo da raggiungere.

      Elimina
  10. Nuova Rubrica: HASTA LA VISTA

    http://www.coni.it/it/news/primo-piano/5627-coni-il-presidente-malag.html

    https://www.ilrestodelcarlino.it/ravenna/cronaca/idem-prescrizione-truffa-1.2726723

    RispondiElimina
  11. Non preoccupatevi, nessuna autorizzazione, nessun 43 agli italiani giovani di spada maschile. Fonti ufficiali dicono che l'atleta in questione è stato convocato alla gara di Coppa del Mondo in programma a Calì (COL) e non sarà l'unica novità. Nella stessa competizione vedremo un GRANDE SORPRESA anche per la spada femminile. Il C.T. colpisce ancore..............

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo quanto scritto sopra, se andate sul sito fie.org alla voce competizioni spada femminile Calì (COL) troverete le 6 atlete iscritte alla competizione. Non si può non notare che tra le iscritte c'è un'atleta del 1999 (2 anno giovani) e che, quindi, non prenderà parte alla fase finale del Campionato Italiano Giovani di Verona. A voi lettori le considerazione del caso..........

      Elimina
    2. Anche per il campionato Italiano Assoluti di Milano ci saranno sorprese. A voi lettori le considerazioni del caso........

      Elimina
  12. 25 maggio 2018
    Campionati Italiani Cadetti e Giovani "TROFEO ITAS" (6 armi)
    Verona
    ore 08.45 - Fioretto Maschile Cadetti
    ore 08.45 - Sciabola Femminile Cadette
    ore 12.45 - Fioretto Femminile Cadette
    ore.14.15 - Sciabola Maschile Cadetti
    26 maggio 2018
    Campionati Italiani Cadetti e Giovani "TROFEO ITAS" (6 armi)
    Verona
    ore 08.45 - Spada Femminile Cadette
    ore 08.45 - Sciabola Femminile Giovani
    ore 12.15 - Spada Maschile Cadetti
    ore 14.15 - Sciabola Maschile Giovani
    27 maggio 2018
    Campionati Italiani Cadetti e Giovani "TROFEO ITAS" (6 armi)
    Verona
    ore 08.45 - Fioretto Femminile Giovani
    ore 08.45 - Spada Maschile Giovani
    ore 12.15 - Fioretto Maschile Giovani
    ore.14.15 - Spada Femminile Giovani

    RispondiElimina
  13. 13 maggio 2018
    Coppa Italia e Campionati a squadre A2 (6 armi)
    Ancona
    ore 08.30 - Spada maschile indiv.
    ore 10.30 - Spada femminile Squadre
    ore 10.30 - Sciabola femminile Squadre
    ore 14.00 - Sciabola maschile indiv.

    RispondiElimina
  14. sorprese spada sciabola per gli assoluti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so, di certo sorprese sciabola e fioretto.

      Arianna Errigo è una campionessa di fioretto, ma da quando pratica anche la sciabola, da gennaio ha ottenuto questi risultati in Coppa del Mondo di fioretto:
      33° posto alla "Reinhold-Würth-Cup" di Tauberbischofsheim il 27.04.18
      34° posto alla "The Artus Court PKO BP A" a Katowice il 12.01.18
      (cfr. http://fie.org/fencers/fencer/9377/points/S/F/F/I/2018)

      Di sciabola, da gennaio ha ottenuto:
      63° posto al "Grand Prix " a Seoul il 30.03.18
      41° posto alla "Coupe du Monde A" ad Athènes il 16.03.18
      (cfr. http://fie.org/fencers/fencer/9377/points/S/S/F/I/2018)

      Che ne pensa la piazza?

      Elimina
    2. Anonimo 10 maggio 2018 10:42 sorprese spada sciabola per gli assoluti?

      Sì: la Fis ha creato sovrapposizioni di date e campioni del mondo giovani potrebbero non partecipare agli assoluti.

      Elimina
  15. Ragazzi ma ancora vi meravigliate. Il Ct della Federzumba alla pari del presidente e del Consiglio, hanno sempre tutto sotto controllo. Lo stratega alla guida degli atleti zumbani, ha previsto tutto. L'atleta andrà a Calì perchè non ha bisogno del ranking U20 ma di quello assoluto. Cosa meglio di una gara GP da punteggio maggiorato e con un numero ristretto di partecipanti, dove per entrare nei 64 bastano 1/2 dirette contro le 3/4 di gare di Coppa. E con un buon ranking il prox anno tutte le gare sarebbero garantite da convocato. poi non dimentichiamo che solo l'intervento del presidente della Federzumba ha impedito di averlo già in squadra in Argentina.
    O' su via ragazuoli, dovreste aver imparato che niente è lasciato al caso e tutto ha sempre un perché.
    La ragazza del '99, dai vi do un indizio: lei è qualificata alla finale Giovani, ma con chi era andata a ritirare il premio FIE? (modo migliore allontanare le polemiche, ampliare le scelte) Ma la società dell'atleta non dice niente? (bhé dopo il cambio al vertice forse il riavvicinamento e il conflitto d'interessi)
    Lupin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo per lui, il "Ranking", perché per altri atleti non si tiene in considerazione!

      Elimina
  16. Oggi si parte per Parigi, ma non è dato sapere con chi. La tattica del silenzio funziona sempre. A gara iniziata niente ricorsi o richieste di chiarimenti.

    RispondiElimina
  17. Complimenti all'impiegato che ha fatto il calendario e pensare che nella Federzumba ci dovrebbero essere commissioni e consiglieri, tecnici, atleti e dirigenti, che forse avrebbero consigli costruttivi sul calendario. Ma per il presidentissimo, bastano 2 impiegati e lui fa tutto. Meglio se siciliani, ma anche il romano strapotente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perchè l'omino dell'agenda non ha ancora aggiornato l'agenda del presidente?
      L'UOMO DELL'AGENDA

      Elimina
  18. Ma perché non lo capiscono che devono andarsene?

    RispondiElimina
  19. ma poi il consigliere Castagnino li ha esaminati più i conti del Comitato sicilia?

    RispondiElimina
  20. Ci risiamo. Dopo 7 giorni dalla vicenda, il solerte giudice Federale ancora non si è espresso sul cartellino nero, a gara nazionale a squadre U20, ricevuto dalla recidiva Società del Consigliere Federale. Mentre per un provvedimento ad una gara regionale sicula, Si.
    Certo il provvedimento, se dovesse escludere gli atleti della squadra dalla prossima gara nazionale, significherebbe non farli partecipare alla prova di Coppa Italia in corso di svolgimento ad Ancona. Ma questo non potrà succedere, visto che, dopo 7 giorni il Giudice Federale ancora non si è espresso.
    A buon intenditor...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate, il se dovesse escludere lo toglierei. Il regolamento prevede che in caso di squalifica della squadra, i suoi componenti ne sono responsabili e quindi come avviene per le prove individuali, la squalifica per una gara nazionale nella stessa arma, e obbligo o prassi consolidata.
      Poco male ormai la Coppa Italia è andata, quindi se ne parla nel 2018/2019 se non arrivano ricorsi, sanatorie o altre interpretazioni.
      Spesso ho un dejavu, mancano solo Moggi e Giraudo, o forse manco loro...

      Elimina
    2. Da regolamento la squalifica della squadra porta alla sospensione ad una gara nazionale della stessa arma, per i suoi componenti. Ma dopo la Coppa Italia, la stagione è finita per dei 2003 (come dice la loro maestra su Facebook) quindi se ne parla il prossimo anno, salvo sanatorie, ripensamenti, appelli.
      Ma...

      Elimina
    3. Anonimo delle 13.57 non sia invidioso di certi siculi perchè è da anni che dovrebbe essere chiaro che i siculi stanno a cuore al presidente, soprattutto quelli che hanno denunciato il taroccamento dello statuto al Procuratore della Repubblica della capitale.
      In ogni caso ci preme sottolineare che quello in corso è per LEGGE l'ultimo mandato per Lo Schiavo perché dal quadriennio successivo lo aspetta un bellissimo CIAOOOONEEEEE!

      Elimina
    4. Si e nei provvedimenti del Giudice Unico, spesso c'è la Sicilia e altrettanto spesso c'è un direttore di torneo che testimonia, accusa, interviene e "spesso" una stessa società palermitana oggetto di accuse, squalifiche, multe. Magari al giudice venisse in mente che c'è qualcosa oltre i cartellini se gli interlocutori sono sempre gli stessi?
      Il solerte presidente, spesso, presente alle gare nella sua terra, non farebbe bene a creare una alternanza nella Direzione di Torneo e magari controllare le intemperanze in gara e individuare se non ci fosse una qualche reale situazione personale e non oggettiva?
      Da nordico, amo la sicilia, considerandola terra di tutti e quindi le regole, caro presidente della Federzumba, sono uguali per tutti.

      Elimina
  21. Agenda presidenziale riattivata!
    L'UOMO DELL'AGENDA

    RispondiElimina
  22. ROMA - La Lega di serie B dice no alla riforma delle seconde squadre così come varata dal commissario Figc ROBERTO FABBRICINI.

    Signori della Lega B state sereni perchè si è trattato solo di un refuso che a breve il Commissario della FIGC sistemerà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che Fabbricini è amico di Scarso perchè non prova a farsi aiutare da lui?

      Elimina