venerdì 6 luglio 2018

BREVE ANALISI DEL BLOG


Dopo aver superato i 500.000 contatti, vale la pena fare un breve bilancio del Blog.
La “Piazza” nasce il 19 marzo 2012, con la pubblicazione del primo articolo. Il 2018 ha festeggiato il 6° anno di vita: sono stati pubblicati ben 486 articoli che hanno visto pareri, pro e contro, con oltre 60.000 commenti. I 10 articoli più letti sono stati: DOPING TECNOLOGICO: esiste anche nella scherma?; INTEGRAZIONE E PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI; INDAGINI GIUDIZIARIE2; DEFERITI; L’IRA DI SANDRO CUOMO; LE VERITA’ PARALLELE DELLA F.I.S. – 3^ parte; INDAGATI ALCUNI SOCI DELL’A.N.S. DALLA PROCURA FEDERALE; F.I.S./A.N.S.: guerra totale; LUTTO NELLA SCHERMA; GIUSTIZIA E POLTRONE. 
Moltissimi i Paesi che si sono collegati, in particolar modo: ITALIA; U.S.A.; GERMANIA; RUSSIA; FRANCIA; UNGHERIA; REGNO UNITO; UCRAINA; KUWAIT; SPAGNA.
Ai contatti di ogni Nazione sono da defalcare quelli che la dirigenza federale ha effettuato quando si trovava loro ospite, ma ciò non intacca minimamente il successo del blog a livello planetario. Nella top ten non appaiono Paesi come il Giappone, il Brasile, i paesi africani ed australiani, dai quali sono pervenuti diversi collegamenti.
Ciò che ha suscitato i maggiori interessi da parte del pubblico, come si evince dalla graduatoria dei primi 10, sono gli articoli riguardanti tutte quelle questioni legali e regolamentari oltre, naturalmente quelli riguardanti il settore tecnico, di cui senza il blog non si sarebbero avute notizie: direi che la “Piazza” abbia assolto alla sua missione in modo assolutamente completo.
Ezio RINALDI
 
In questi anni ci sono state denunce a carico del sottoscritto con l’accusa di diffamazione: credo di poter dimostrare nelle opportune sedi l’infondatezza di tali accuse. Si dice che Il blog sia inviso all’attuale dirigenza e non ho motivo di dubitarne, considerato che il Presidente federale, lo ha definito un “luogo di raccolta di scritti di tono polemico ed offensivo”, qualcun altro lo ha definito una “bettola”, insomma, parrebbe che l’Istituzione lo veda come qualcosa da eliminare o quantomeno da non frequentare, peccato che i componenti della stessa lo leggano continuamente.
E chiaro che scendendo in “Piazza”, mettendoci la faccia, non si possa pretendere di godere delle simpatie delle alte sfere, in particolar modo se il motto della “Piazza” è: LIBERI PENSIERI SUL MONDO DELLA SCHERMA: tutto quello che gli altri non dicono:”.
Con un po’ di civetteria e vanità, non posso nascondere che la cosa mi piace moltissimo e sono soddisfatto del lavoro sin qui fatto. Devo riconoscere che una gran parte del merito per questo indiscutibile successo vada ascritto agli amici FILECCIA, PUGLISI e SEMINARA. Le vicende da loro pubblicate hanno contribuito in maniera significativa all’affermazione del blog. Quindi a loro va il mio sentito grazie, ma non posso dimenticare chi ha commentato e scritto articoli firmandoli come CUCCU e ORSINI. Devo anche ammettere che in più di una circostanza ho avuto momenti di flessione per i quali la chiusura del blog era la soluzione migliore. A darmi conforto, oltre i soliti amici, sono stati i 60.000 e più commenti, i quali, in un modo o nell’altro, mi hanno dato la spinta a continuare. Ringrazio quelli che hanno dissentito dalla linea editoriale, con critiche, a volte, molto dure (non è che io sia stato da meno), ma ciò ha contribuito alla mia crescita intellettuale e senza di loro, non avrei allargato gli orizzonti dei miei pensieri e, forse, non avrei fatto alcuni esami di coscienza.
La storia del blog mi dice di continuare ed è esattamente quello che farò! Grazie a tutti i frequentatori della “Piazza”.
Ezio RINALDI

41 commenti:

  1. I vestiti nuovi dell'imperatore
    La fiaba parla di un imperatore vanitoso, completamente dedito alla cura del suo aspetto esteriore, e in particolare del suo abbigliamento. Un giorno due imbroglioni giunti in città spargono la voce di essere tessitori e di avere a disposizione un nuovo e formidabile tessuto, sottile, leggero e meraviglioso, con la peculiarità di risultare invisibile agli stolti e agli indegni.
    I cortigiani inviati dal re non riescono a vederlo; ma per non essere giudicati male, riferiscono all'imperatore lodando la magnificenza del tessuto. L'imperatore, convinto, si fa preparare dagli imbroglioni un abito. Quando questo gli viene consegnato, però, l'imperatore si rende conto di non essere neppure lui in grado di vedere alcunché; attribuendo la non visione del tessuto a una sua indegnità che egli certo conosce, e come i suoi cortigiani prima di lui, anch'egli decide di fingere e di mostrarsi estasiato per il lavoro dei tessitori.
    Il re sfila senza vestiti nell'acquiescenza generale, in un'incisione dell'Ottocento ad opera di Vilhelm Pedersen (1820 - 1859)
    Col nuovo vestito sfila per le vie della città di fronte a una folla di cittadini i quali applaudono e lodano a gran voce l'eleganza del sovrano, pur non vedendo alcunché nemmeno essi e sentendosi essi segretamente colpevoli di inconfessate indegnità.
    L'incantesimo è spezzato da un bimbo che, sgranando gli occhi, grida con innocenza "Ma il re non ha niente addosso!" (o, secondo una variante, "Il re è nudo!").
    Ciononostante, il sovrano continua imperterrito a sfilare come se nulla fosse successo.
    fonte wikipedia

    RispondiElimina
  2. Della serie:"Gli assenti hanno sempre torto".

    Grandi dirigenti, i miei complimenti.

    Meditate, gente, meditate.

    Gaspare Fardella

    RispondiElimina
  3. Una antica legenda narra di un coccodrillo che seguendo una nave proveniente dall’Egitto giunse a Napoli e che avendo scoperto un’apertura nella parete sotterranea del Maschio Angioino riuscva a raggiungere la fossa dove erano rinchiusi i prigionieri e dopo averli azzannati li trascinava in mare per divorarli. Scoperto il segreto qualcuno decise di dare in pasto al coccodrillo tutti coloro che pensava di dovere eliminare per sempre. Un giorno qulacuno altro pensò bene di uccidere l'orrendo rettile utilizzando come esca una bella coscia di cavallo. Il coccodrillo fu poi impagliato ed appeso sulla porta d’ingresso del castello. Il popolo gioì.

    Meditate gente meditate (bis)

    RispondiElimina
  4. Allo’?
    Allor nient. Ij cu te agg chius.
    Ma pcchè?
    Perchè? Ma perché sij nu strunz!

    RispondiElimina
  5. Salve nel ringraziarla per il suo lavoro e soprattutto complimentarmi per i risultati, mi piace evidenziare come il tentativo inutile della FIS tutta, d far finta che il Blog non esista e di boicottarne la lettura, sia morto nel nascere.
    Infatti, da anni ormai la stessa FIS all'indomani di denunce sul Blog di diverse mancanze, provvede a pubblicarle sul sito. Inoltre, parlando con i vertici federali (un eufemismo tanto il vertice è uno e gli altri, tutti, sono 20 piani sotto) gli argomenti trattati sono sempre quelli denunciati dallo stesso Blog nell'ultimo post.
    Rinaldi unica cosa che mi stupisce, ma lei ha dati certi quindi non posso che crederle, come gli articoli più letti siano quelli relativi alle normative, ans, aims, fis e altro, ma controllerei, per una saggia analisi, anche che proprio in quei post, spesso sono inseriti dei commenti denuncia sulle scelte dei CT o altre irregolarità. Mi piace quindi pensare che più di avere alcuni Post record, il vero primato sia la voglia di denuncia e l'anonimato obbligatorio perchè chi ha il potere non fa prigionieri.
    Concludo, salutandola e precisando che rimango anonimo proprio perchè anche alla luce delle scelte tecniche di questi mesi, il presidente si circonda solo dei fedelissimi ruffiani (essendo una definizione generica, attendo la querela per avere il nome e cognome dei ruffiani che si sentono offesi).

    RispondiElimina
  6. A proposito di scelte tecniche e strani episodi. Abbiamo notato che gli autorizzati al Targ non sono mai emersi. I convocati agli Azzurrini neppure. Ma scopriamo che tra i convocati agli allenamenti di zona c'era un Maestro ex dissidente tra i più critici dell'operato del Ct e del Cf, anche convocato dal preaidente dopo le sue esternazioni pubbliche.
    Cooncidenze o conferme?

    RispondiElimina
  7. Scusate, ma è normale che nella Spada il CT ha inserito la 2^ riserva e la Federazione gli permetta di portarlo all'allenamento e ai Mondiali? Per non parlare poi delle scelte della spada femminile!!

    RispondiElimina
  8. E come per magia la Spada porta due sparring e uno dei due è. ..si ovviamente suo figlio. Ricordate lo sparring di Rio 2016? La motivazione della forzata convocazione fu che era mancino, ovviamente non che fosse suo allievo tesserato con sua moglie. Adesso quale sarà la motivazione dopo le pessime prestazioni degli ultimi mesi? Forse lo sparring dovrebbe essere di gradimento dei tiratori? Avere molta esperienza internazionale? Rappresentare una tipologia di atleta del circuito mondiale? O lo sparring va per assimilare tutto questo in vista della prossima stagione Assoluta anche qualificazione olimpica. Cosa che sicuramente lo pone in vantaggio riapetto agli altri competitor. Come se partissi un giro avanti rispetto ai moei avversari ad una gara di moto Gp. Ed alla fine il Cf sta a guardare e il presidente avallare. E si definisce il presidente di tutti, tutti quelli della "famiglia" C...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi paga? Ovviamente il Bilancio Fis e le entrate sono "nostre" e le uscite solo a favore di....

      Elimina
  9. Si il "figlio di" da 2 anni non ha saltato una manifestazione, da Universiadi ai Giochi del Mediterraneo ad ogni tipo di allenamento per qualsiasi categoria. Ma i suoi risultati? A nessuno è mai stato dato tanto e sopratutto con maggiori risultati è stato messo fuori. In un Paese civile e con una dirigenza dignitosa, tutto questo non sarebbe mai accaduto. Siamo pronti ad urlare allo scandalo se un deputato dovesse fare così, mentre nella scherma...ipocrisia o opportunismo?

    RispondiElimina
  10. Smettiamola siamo al ridicolo. Cosa altro farà il figlio a spese della Fis e gli interessi degli atleti? Un giovane U17 che ha vinto tutto anche nell'U20 forse era più allenante e meritava anche un riconoscimento di questo tipo? Il Ct dell'oro olimpico nella spada indoviduale, convocò il giovane Garozzo a Pechino come sparring. Lo premiò. Che differenza di stile ed obiettivi. Grazie presidente la sua federzumba sembra sempre più la vecchia Repubblica.

    RispondiElimina
  11. Coincidenza o cosa? Il ct della spada non ha mai condiviso la presenza degli atleti della nazionale sotto la guida di un tecnico in una sola città, nella quale anche egli andò a suo tempo. Bhè coincidenza, ma il Ct non convoca, nella gara a squadre, una atleta trasferitasi a Milano e la stessa il prossimo anno, sembra, si trasferirà a Roma dal maestro amico e riferimento del Ct. Riflettiamo riflettiamo

    RispondiElimina
  12. Alcune scelte del Ct ed alcune decisioni degli atleti, fanno riflettere sul potere persuasivo delle 'scelte' ma anche sulla paura dello stesso per la nuova struttura societaria che vede insieme l'ex bioolimpico e ct di Svizzera e Russia con l'argento olimpico di Pechino.

    RispondiElimina
  13. Applaudite, gente, applaudite;
    ma, soprattutto,
    ricordate, gente, ricordate.

    Cordialmente.
    Gaspare Fardella

    RispondiElimina
  14. E Wai...in soli 10 giorni abbiamo già tre alleati al ritorno del presidente della Federzumba ai vertici della Fie o forse al tentativo di arrivare alla presidenza. Protocolli con Algeria, Capo Verde, Inghilterra ( che esce dall'Europa ma entra tra gli 'amici' di Scarso). E tutto questo "cui prodest?" oltre che alla smania di poltrone del presidente? In inghilterra abbiamo la figlia di un consigliere federale, diventata tecnico solo dopo l'inizio della carriera inglese, altri 'amici' di. Ma tutto questo cosa porta all'italia ed ai suoi atleti e società. Cioè a chi regge il movimento?

    RispondiElimina
  15. Continuiamo a pubblicare annunci di propaganda del presidente...ma nessuna parola sulle convocazioni degli sparring, uno in più per la spada, e gli staff reali. Niente sugli Azzurrini e i Targ. Una comunicazione attenta ma poco efficace.

    RispondiElimina
  16. Guagliò, parlamm nu poc, è fernut o tiemp re 'na bott e via.
    Sta schierma jè cuomm nà ferità chi sol'u tiempu pò sanà. Ma te rimman 'o segno pe' tutt 'a vita, chè t'à farà ricurdà!

    RispondiElimina
  17. Duciamoci la verità. La domanda è una sola, cosa lega il presidente della Federzumba e il suo Ct? Perché lo stesso Capo della FederZ preferisce nascondere o evitare tutti i problemi che crea il Ct, invece di intervenire o rimuoverlo. Non essendoci un rapporto di parentela, cosa realmente lega i due e soprattutto è qualcosa che dovrebbe conoscere l'ambiente, avendo eletto il presidente? E pure arrivare a tanto lascia pensare che...

    RispondiElimina
  18. Scusate ma se gli atleti sono gli stessi di Rio, perché adesso non servono sparring mancini? Sembra ripeto sembra quasi che la regola sia. Porto chi voglio io, possibilmente della mia società, e poi decido il perché ed a cosa serve.
    Altro che vecchia Repubblica, qui sembra un Regime

    RispondiElimina
  19. Ed il Cf continua ad approvare variazioni di bilancio, a noi sconosciute, ma che forse servono a finanziare la scelte del Ct?

    RispondiElimina
  20. Continuate ad attaccare la famiglia Cuomo e la FIS, ma non hanno colpe.
    Nella Convenzione CONI Ministero interno, la Polizia di Stato ha assunto l'impegno di assicurare, compatibilmente con le esigenze di servizio e qualora sia utile allo sviluppo delle discipline sportive praticate nei Gruppi Sportivi Fiamme Oro e/o alla crescita di atleti facenti parte degli stessi Gruppi Sportivi, la partecipazione di proprio personale in qualità di atleti, tecnici, accompagnatori ed altre figure sportive all'attività agonistica ed a qualsiasi altro evento promosso dal CONI, dalle Federazioni Sportive Nazionali e dalle Discipline Sportive Associate dallo stesso riconosciute- Tale partecipazione avverrà ai sensi dell'art.24 del D.P.R. 395/1995, qualora le esigenze di servizio lo consentano, con le modalità e nei limiti ritenuti congrui dall'Ufficio di cui all'art.77 del D.P.R. 782/1985.
    L'Ufficio di cui all'art.77 del D.P.R. 782/1985 coordina i Gruppi Sportivi Fiamme Oro.
    https://www.poliziadistato.it/statics/14/convenzione_coni_ministero_2014_2017.pdf
    Valerio Cuomo è un atleta dei Gruppi Sportivi Fiamme Oro, vincitore di pubblico concorso.
    http://www.poliziadistato.it/statics/05/graduatoria-vincitori.pdf
    Sandro Cuomo è un poliziotto in servizio presso la Questura di Napoli all’Ufficio del Personale, nominato dal 2009 CT della spada per la seconda volta, dopo un primo incarico dal 2001 al 2003. Ritiratosi dall’attività agonistica nel 2000 Sandro Cuomo ha iniziato l’avventura di dirigente, autorizzato dal Ministero dell'Interno. Nel 2000 è stato infatti eletto consigliere nazionale del CONI, incarico che ha ricoperto fino al 2004. Dal novembre del 2005 fa parte del Comitato Esecutivo della Confederazione Europea di Scherma (C.E.E.), organo nel quale ha assunto la presidenza della Commissione Competizioni. Tutti incarichi autorizzati dal Ministero dell'Interno.
    https://www.megamodo.com/200926975-sandro-cuomo-nominato-nuovo-ct-della-spada/
    Sandro Cuomo per fare il CT non può fare il poliziotto in Questura a Napoli.
    Nel rispetto della Convenzione con il CONI, il Ministero dell'Interno autorizza Sandro Cuomo a fare il CT della FIS soltanto se lui fa crescere gli atleti facenti parte degli stessi Gruppi Sportivi Fiamme Oro e qualora sia utile allo sviluppo delle discipline sportive praticate nei Gruppi Sportivi Fiamme Oro.
    Valerio Cuomo è un atleta dei Gruppi Sportivi Fiamme Oro che per crescere deve essere convocato in Nazionale.
    Valerio Cuomo è secondo nel Ranking Assoluti.
    http://www.federscherma.it/attivita-olimpica/assoluti/ranking-assoluto.html
    La famiglia Cuomo non ha nessuna colpa e la FIS ha agito legittimamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, secondo lei, gli altri Gruppi Sportivi non servono?! Lei, si vede che è di parte!

      Elimina
    2. Ma lei scherza o cosa? Quanto ha scritto testimonia che il CT agevoli il gruppo sportivo delle Fiamme Oro!? Non che c'è ne fosse bisogno di leggerlo, se ne sono accorti tutti.

      Elimina
  21. Anonimo delle 1329 ci fai o ci sei?!
    Secondo te la Polizia autorizza il poliziotto CT a fare il tecnico di scherma privato?
    Leggi
    https://ilmattino.it/noi/le_spade_di_sandro_cuomo_al_servizio_martuscielli-3669370.html
    Le spade di Sandro Cuomo al servizio del «Martuscielli»
    Sabato 14 Aprile 2018, 12:13
    di Gianluca Agata
    Club schermistico Partenopeo e Istituto Martuscielli uniti nella realizzazione di un progetto sportivo che vedrà la creazione di una vera e propria polisportiva nello sede dello storico, nato nel 1873 nel cuore del Vomero e divenuto negli anni un’eccellenza nell’accoglienza di non vedenti provenienti da tutto il Mezzogiorno d’Italia, torna a rivivere, almeno in parte. Le spade di Sandro Cuomo, che, dopo le vicissitudini dovute alla chiusura dello stadio Collana trovano casa sulle otto pedane e 400 metri quadri dell'istituto vomerese, saranno al servizio delle attività dell'Istituto, commissariato dal 2015 e sempre alla ricerca di nuove iniziative per il suo rilancio.

    RispondiElimina
  22. Dovremmo quundi dire: abbandonate ogni speranza o voi che NON entrate nelle Fiamme Oro.
    Peccato pensavo che il Ct non avesse apprtenenze e soprattutto fosse super partes.
    Mi chiedo ma visto che è pagato dal Ministero per favorire la creacita degli atleti delle Fiamme Oro, perché la Fis gli paga 100mila euro per il ruolo di Ct. Non è già pagato dalle Fiamme Oro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guagliò,you ask too many questions; go back to work!

      Elimina
  23. Buongiorno Signor Rinaldi, allora è ufficiale, finalmente è finita l'epoca Scarso! Da oggi cercasi candidato disperatamente. Non so se dover ringraziare lei,il blog, i suoi amici PUGLISI, Fileccia e Seminara, ma certamente senza voi e loro adesso non saremmo a questo punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono per le quote ROSA, per cui, se dovessi scegliere, voterei….
      indovinate, gente, indovinate.

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
    2. Francamente non ho notizie nel senso da Lei indicato. A me risulta che Scarso presenterà la propria candidatura per il 5°mandato. Potrei considerare la Sua informazione una falsa notizia.

      Elimina
  24. Scusate ma tra atleti, tecnici e sparring, nella spada, quanti sono delle FFOO ai Mondialia cinesi? E i CT, neo maestri e non sono 4 su 6?

    RispondiElimina
  25. Scarso neppure immagina di quali questioni dovrà rispondere nei prossimi giorni
    aahhahhahhahhhahhahhhahhhahhhahhhhahhhhhhaaahhhh the fencing's values with bullying and the darkness

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci illumini, ci dia qualche indizio.

      Elimina
    2. Non ci cascate al gioco da "vecchia Repubblica" inserire un argomento che attiri attenzione e gradito ai lettori, per distogliere da quello principale.
      Evidentemente gli scritti sul Ct, sul rapporto che lo lega al presidente della Federzumba e le sue scelte tecnico faniliari, preoccupano. Dopo tante richieste ci dicono che gli azzurrini si sapranno il 25agosto. Scusate ma dal 10 giugno al 24 agosto cosa cambia? Forse la partecipazione ai Capus dove e di chi, inciderà!?
      Riflettiamo sui fatti, riflettiamo

      Elimina
    3. Concordo pienamente. Lo scritto sul futuro del presidente serve a distogliere l'attenzione sulle scelte della Fis e dei suoi dipendenti. Dalla scelta degli azzurrini, alla non comunicazione del reale gruppo che partecipa alla spedizione in Cina e perché. A chi ha fatto il Targ e perché, al calendario gare sempre più tesemente lontano dalla realtà sociale e culturale degli aderenti alla scherma.

      Elimina
    4. Si appunto e perché comunicare il 25 agosto i nomi senza rispetto per gli atleti che devono organizzarsi. Ma ormai questo argomento delle esigenze delle faniglie e dei giovani non professionisti, è un tabu per l'arrogante Federzumba.

      Elimina
    5. Ho capito come funziona, adesso colgo meglio l'invito di alcuni amici di nio figlio a partecipare ad un Campus specifico. Che tristezza e speravo lo sport e la scherma fossero esenti da queste logiche.
      Mai manderò mia figlia ad un Campus di parenti e amici del 'potere' per elemosinare una convocazione. Sono ovviamente illazioni, ma spesso Vox populi, vox Dei.

      Elimina
    6. Buongiorno Signor Rinaldi, ripeto allora è ufficiale, finalmente è finita l'epoca Scarso!
      http://www.agcm.it/component/joomdoc/allegati-news/I812_ch.%20istr.%20%20sanz.pdf/download.html
      L'Antirust (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha sanzionato la Federazione Italiana Gioco Calcio (FIGC) per oltre tre milioni di euro, con provvedimento del 27 giugno 2018, per la violazione dell’art. 101 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea (TFUE).
      Scarso trema perché l'Antitrust ha stabilito che "non vi possono essere autonome scelte delle Federazioni sportive nazionali, che si autoattribuiscono un potere regolatorio, introducendo restrizioni quantitative all’accesso e altri vincoli ingiustificati (obbligo di frequentare i corsi federali, iscrizione a Liste federali) per l’esercizio di talune attività. Ciò a beneficio di operatori economici rappresentati nei propri organi decisionali".
      Con la sentenza dell’Antitrust si è sfasciato anche il connubio FISAIMS sulla gestione della formazione e certificazione dei quadri tecnici e con esso è finito il potere di condizionamento elettorale nelle Assemblee federali. Inoltre va cancellato da Statuto e Regolamento Organico l’obbligo del tecnico abilitato per le affiliazioni. Le società di scherma si affiliano, l’importante è che ci sia prova della presenza di un tecnico idoneo all’insegnamento della scherma.
      Da oggi, ripeto, cercasi candidato Presidente FIS disperatamente.
      Devo ringraziare lei, il blog, i suoi amici Fileccia e Seminara, ma certamente PUGLISI, che potrà divertirsi con l'Antitrust sull’applicabilità del diritto antitrust al settore dello sport (scherma, FISAIMS).
      Al pari della FIGC, la FIS "nella sua veste di ente rappresentativo di imprese che operano sul mercato in modo indipendente e stabile, costituisce ai fini antitrust un’associazione di imprese. Per giurisprudenza costante, la nozione di associazione di impresa è ampia e prescinde dalla natura lucrativa o meno dell’attività perseguita, nonché dalla qualifica giuridica detenuta nell’ambito dell’ordinamento nazionale di appartenenza. Al riguardo, si ricordano anche i precedenti europei nel settore dello sport che qualificano le federazioni sportive (nazionali o internazionali) come associazioni di imprese, se non addirittura come esse stesse imprese”.
      Sulla base di quanto precede, i regolamenti della FIS e i bandi conseguentemente adottati possono essere oggetto di istruttoria dell’Antitrust e sono qualificabili, alla luce del diritto della concorrenza, come decisioni di associazione di imprese, ai sensi dell’articolo 101 TFUE.
      L’Antitrust ha sentenziato che non può rilevare quanto sostenuto da FIGC in riferimento al ruolo pubblicistico attribuito alle federazioni sportive dall’articolo 23 dello statuto del CONI, che, coerentemente all’articolo 15 del Decreto Legislativo. n. 242/1999, enumera le specifiche attività aventi tale connotazione.
      Nel caso di specie, l’Antitrust ha ricordato che i Regolamenti e i bandi di cui trattasi intervengono a disciplinare in maniera ingiustificatamente restrittiva un’attività economica di prestazione di servizi e non assumono pertanto la valenza pubblicistica delle discipline puramente sportive invece tese, come tali, a garantire la regolarità delle competizioni.

      Elimina
    7. Forse le sfugge che noi facciamo scherma e non calcio.

      Elimina
    8. Buongiorno Signor Cuccu
      l’AGCM ha sanzionato la FIGC per pratiche scorrette. Il tema non è affatto nuovo e, richiamando precedenti decisioni emesse in tale senso dall'AGCM (provvedimento n. 18285 contro la Federazione Italiana Sport Equestri - FISE), investe in pieno il comportamento adottato da tutte le FSN in materia di formazione, regolamenti, corsi, bandi e rilascio di qualifiche per tecnici sportivi.
      Tra i principi cardine di uno Stato di Diritto vi è la “certezza” del suo ordinamento giuridico. Certezza che, in concreto, pur essendo la meta, non sempre è raggiungibile perché la norma, anche quella apparentemente più chiara e più semplice, è suscettibile di interpretazioni molteplici.
      La “certezza”, quindi, è affidata anche all’opera dell’AGCM, oltre che a quella del Legislatore attraverso la produzione normativa.
      L’AGCOM basa la sua ratio decidendi nell’interpretazione che di simili questioni la stessa AGCOM ha dato in precedenza con riferimento ai fatti di causa.
      Questo recente provvedimento dell’AGCM rileva principalmente per tre ragioni. L’AGCM ha poteri ispettivi invasivi attraverso i quali può recuperare informazioni e documenti rilevanti, altrimenti non ottenibili da un privato (tesserato FIS). Il provvedimento di condanna antitrust costituisce prova della condotta illecita nel procedimento di risarcimento del danno esperito dai soggetti danneggiati (tesserati FSN). Ancora più rilevante, l’AGCM ha stabilito che tutte le FSN (FIS) non possono comportarsi come si è comportata la FIGC.
      Il beneficio che l’utente (tesserato FIS) trae dall’intervento antitrust, non è quindi nella sanzione irrogata, che rimane nelle casse dell’AGCM, bensì nell’opportunità’ di utilizzare il provvedimento AGCM come prova della condotta illecita tenuta dalla FIGC ma anche da altre FSN (FIS) se le FSN hanno fatto ricorso a medesime irregolarità.
      Lo chiarisce una sentenza della Cassazione prima, e il d.lgs n. 3/2017 di recepimento della direttiva n. 2014/104/CE, poi.
      La questione FIS-ANS assume ora una diversa posizione giuridica per tre ragioni. Il provvedimento dell’AGCOM può essere portato all’attenzione del TAR, nella causa FIS-ANS. Il provvedimento dell’AGCOM può essere portato all’attenzione del CONI per il suo esercizio di vigilanza. Ancora più rilevante, l’AGCOM può essere attivata dall’ANS e da tutti i tesserati FIS che ritengono irregolari regolamento scuola magistrale, bandi e diplomi magistrali FIS.

      Elimina
  26. SUBITO.IT
    Per imminente cambio attività permuto divisa, usata pochissimo, con camice da barbiere.
    Tel. 08153344547492 chiedere di Halbert.

    RispondiElimina
  27. Sinceramente spero che nessuno resti in eterno a decidere.... e quando saranno altri a fare le scelte spero davvero che tengano conto di tutto.

    RispondiElimina