venerdì 20 dicembre 2019

LETTERA A BABBO NATALE


Caro Babbo Natale,
Sono tantissimi anni che non ti scrivo e lo faccio ora dopo decenni. In tutto questo periodo tante sono le cose che ho fatto, per la verità non tutte belle: purtroppo capita, ma sappi che ho sempre saputo farmi perdonare. 
Come sai mi interesso di scherma, il mio sport preferito; ho fatto il consigliere federale e anche il Vice Presidente. Ho cercato di dare il meglio di me stesso e forse non è bastato o forse non sono riuscito a farlo, però ho sempre operato mettendoci la faccia ed esprimendo il mio pensiero alla luce del sole.
In questi ultimi 10 anni tante le cose che sono successe, dalla mia candidatura alla presidenza federale, alla creazione di questo blog. A proposito del quale,  l’ho fatto nascere per dare voce a tutti coloro che per vari motivi non riescono ad esprimersi liberamente, ma soprattutto per dare informazioni che, viceversa,  il popolo della scherma non avrebbe mai appreso. In tale quadro, in particolar modo negli anni dal 2016 ad oggi, ho informato i frequentatori della “Piazza” su tutti quegli argomenti di natura regolamentare e legale; abbiamo parlato di Statuto e dei suoi refusi, dell’Accademia Nazionale di Scherma; dei maestri, dei commissari tecnici, delle convocazioni degli atleti e dei loro comportamenti, soprattutto a livello giovanile; sono stati fatti dei ricorsi al TAR del Lazio; denunce alla magistratura ordinaria e tante altre cose. Nell’ultimo anno sul blog tanti sono stati i temi trattati, tra quelli più significativi spiccano gli articoli a firma dell’ex Presidente della 5^ sezione della Suprema Corte di Cassazione, Dott. Maurizio FUMO e le risposte del dell’avv. Ciro Renino: una interessantissima discussione in punta di diritto; abbiamo trattato l’organizzazione delle gare e la loro dislocazione sull’intero territorio nazionale e del grande dispendio di risorse economiche da parte dei genitori.
Caro Babbo Natale non voglio tediarti con l’attività del blog, la mia lettera è una supplica affinché tu intervenga presso le alte sfere per dare un po’ di pace e saggezza ai nostri governanti e soprattutto voglio inoltrarti il pensiero di un ragazzo e del suo disagio, il quale avrebbe voluto scriverti, invece la sua lettera l’ha mandata a me, pregandomi di inoltrartela attraverso il blog:
Sono uno schermitore millennial...(Nato dopo il 2000ndr)
Ti scrivo come tutti gli schermitori e ti prometto sarò breve.
Per Natale ti chiedo un minimo di chiarezza nella gestione federale, perché per trovare tutte le novità del regolamento agonistico dobbiamo navigare nel sito federale che è come stare nella stanza dei giocattoli di mio fratello dove tutto è sparpagliato alla rinfusa, infatti il mio presidente, che è poi anche il maestro, e l’armiere e il segretario e mille altre cose, diventa pazzo perché dice che se la FIS mandasse periodicamente delle newsletters alle società indicando le novità amministrative e del regolamento, magari con un brevissimi riassunti, tutti saprebbero ogni cosa e subito, invece ogni settimana deve imbarcarsi nella navigazione e poi telefonare a Roma per farsi dire ogni più piccola cosa, e in sala scherma assistiamo a delle scenette che non ti sto a dire.
Comunque quest’anno pare che tu sia stato preceduto da Santa Lucia, che ha regalato alle società 250€, così potranno pagarsi una manciata di lame da quattro soldi, o un rullo, cosa che ne avevamo davvero bisogno, perché siccome siamo quattro gatti in palestra, data la mancanza di pressione mediatica nazionale, di fatto non siamo capaci di avere presa sulla nostra amministrazione comunale per ottenere uno spazio tutto nostro per fare scherma, una cosa che di fatto costerebbe poco, non solo realizzarlo, ma anche mantenerlo. Mi chiedo infatti come mai a gennaio scorso quelli del nuoto del nostro paese sono riusciti a farsi regalare la piscina da 9 milioni di euro, e noi della scherma dobbiamo sempre montare e smontare le apparecchiature e infilarci fra gli allenamenti di pallavolo e quelli di basket. Forse la Befana è più brava di te?
Quindi per favore, mandaci almeno un esperto di comunicazione capace, non dico un Commissario ad acta che sappia scrivere uno statuto senza refusi, ma almeno uno che quando c’è una gara internazionale, sappia comunicare i grandi risultati del nostro sport a tutti gli italiani. Pensa che gli amici dello sci, nonostante vincano così poco sono sempre in TV e sui giornali, mentre noi siamo sempre a podio, ma nessuno parla mai di noi.
Infine, potresti convertire i punti millemiglia del presidente federale in buoni carburante per il mio maestro? Che quest’anno per seguire le gare dei bambini e dei grandi e dei master ha speso più di millecinquecento euro in viaggi e gasolio e in palestra abbiamo dovuto fare una colletta per ridarglieli.
Infine se non puoi esaudire tutto questo che ti ho chiesto, fai almeno che questo Consiglio Federale non si ripresenti alle prossime elezioni per il quadriennio 2020, perché sennò ci toccherà avere gare sempre in posti lontani, e con spese di gestione elevate, senza contare che i tre quarti dei partecipanti non faranno altro che 6 assalti per girone e una massimo due dirette. E pure io sono fra questi.
Grazie caro Babbo Natale, e non te la prendere se ti ho detto quelle cose sulla Befana, tu almeno sei bello, mentre lei no,
tuo
Fiore Etto.
Come vedi, Caro Babbo Natale, c’è bisogno del tuo autorevole intervento, soprattutto per dare forza a chi vorrà fare da contraltare all’attuale dirigenza alle elezioni post olimpiadi.
Ezio RINALDI


83 commenti:

  1. Babbo Natale ha cose più serie a cui pensare, lasciate in pace almeno lui.
    Suvvia, siate seri.
    Buon Natale.













    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico sei molto poco serio tu che scrivi questo. Babbo Natale porta i regali ai bambini buoni ma tu non lo avrai perchè non sei buono manco a leccare il c...

      Elimina
    2. Molto più seria la lettera a Babbo Natale del Comunicato di Scarso contro l'ANS e i suoi esami. Dovremmo ricordare a Scarso ed al Consiglio Federale, ma anche a CONI e Corte dei Conti, che la FIS paga alcuni Commissari Tecnici che non hanno sostenuto l'esame secondo le direttive del TAR e dello SNAQ, come citate da Scarso.
      Quindi secondo quanto detto da Scarso nel suo comunicato a nome della FIS, sono certo abbia un verbale di Consiglio che testimoni la scelta comunicataci, anche i tre CT della Paraolimpica non sono in regola. Se poi volessimo seguire le direttive CONI, senza il 4livello non si può essere CT. Anche qui dei 6 CT lo hanno tutti questo titolo? Chi lo ha fatto in questi anni, ne ha le caratteristiche avendo, gran parte, sostenuto il secondo e terzo livello senza rispettare le direttive dello SNAQ?
      Disse qualcuno: chi è senza peccato scagli la prima pietra...(fortunatamente Maria si astenne dal farlo)

      Elimina
  2. Sono molto, molto serio. Il mio Babbo Natale mi ascolterà.

    RispondiElimina
  3. Anonimo delle 22.47 hai ragione, la federazione, quella di adesso, non è una cosa seria.

    RispondiElimina
  4. Signor Rinaldi, è innegabile che c'è la sta mettendo tutta.
    A questo punto dobbiamo considerarla Capocordata, oppure Coordinatore?
    Tanti Auguri per le prossime Festività, a prescindere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono né l'uno né l'altro. Sostengo semplicemente il cambiamento, ma quello vero!

      Elimina
    2. L'attuale gestione federale è come il suo commento che è zeppo di errori rosso blu.
      Le faccio i migliori auguri di buon Natale e spero che Babbo Natale regali a lei un bel libro di grammatica italiana e alla sua federazione uno statuto valido, un po' di democrazia e un bilancio trasparente e in pari.

      Elimina
    3. Anonimo Dubbioso 21 dicembre 2019 09:06, a tu invece sei proprio da considerare come solo Ignorante: "c'è", nel senso da te voluto nella frase "c'è la sta mettendo tutta", si scrive "ce".
      Vai a scuola, ma comincia dalle elementari!!!!

      Elimina
  5. Anonimo delle ore 00.44, hai perfettamente ragione. Anche Marco si ostina ad astenersi dal farlo.
    Ma quanti sono gli irregolari.Che sia anche colpa della FIS che non vigila,però l'Accademia........ ha un armadio capiente per tutti gli "Scheletri"?
    Buon Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tipico giochino italiano di chi non ha niente da dire: rispondere alle domande con altre domande. Le faccio notare che Marco è un candidato potrà votarlo o no in base a quello che dice o non dice. La FIS è una realtà e va giudicata adesso per quello che fa. Quindi le domande dell'anonimo delle 00.44 sono legittime e soprattutto di interesse comune. Se come dice lei Marco o l'ANS (che non è candidata e fatta da persone non tesserate) avranno da dire lo faranno e in caso contrario nessuno voterà Marco perchè non sanno cosa dice.
      Ma cosa dice Scarso? perchè ha l'arroganza di fare questo comunicato? perchè ci comunica questo e non ci dice che si è svolta la riunione del Comitato Operativo, come lo chiama Scarso, ma che la stessa si è svolta la settimana scorsa? Cosa ci dice Scarso di quello che pensa Azzi sul futuro della FIS?
      Vede amico di domande ne abbiamo e vogliamo le risposte non altre domande o accuse, a me non interessa ora cosa pensa Marco, ma voglio capire la strategia e la rotta di Scarso &co.

      Elimina
  6. Caro Babbo Natale per il 2020 desidero avere in regalo uno Stivale di Ferro. Ne ho molto bisogno perchè con la ramazza riesco a spazzare via solo la polvere e quindi mi occorre qualcosa di più efficace per una disinfestazione generale.
    Grazie.

    RispondiElimina
  7. Mettere insieme molte verdure, si tira fuori di certo un ottimo minestrone.
    Non succede la stessa cosa mischiando diversi argomenti.
    Si deve ammettere che l'Accademia, negli ultimi tempi, indice esami senza coinvolgere la Federazione, come prevede la sentenza del TAR, che è molto chiara in proposito.
    Le sentenze vanno rispettate integralmente e, non a proprio piacimento.
    Ormai non se ne capisce più nulla. Speriamo in Babbo Natale.
    Tanti AUGURI a tutti, compreso parenti ed amici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito di minestrone, collega delle 12:59 dovresti affermare che tutta l'attività magistrale della FIS è irregolare. Se non lo sai, ti aggiorno. Nel 2019 il CONI ha certificato in via definitiva questa irregolarità ai Magistrati Amministrativi. Persino gli esami di istruttore regionale tecnico di I (primo) livello non sono validi: quelli passati e i prossimi.

      Elimina
  8. Se Marco è il candidato lo dice Lei ed altri come Lei, non lo dice lui, perche?
    Non capisco perché si giochi a nascondino, tutto qui. Marco è libero di fare quel che vuole, ci mancherebbe altro. Lui e libero anche di non dire ora che
    si candida, sono fatti suoi. Ne prendo atto.
    Però non capisco il nesso logico tra Scarso ed AZZI che non fanno sapere certe cose e il fatto che Marco non si faccia sentire. Se non parlano gli uno, non parla neanche Marco? Ma che ci azzecca direbbe Di Pietro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire, diceva mio nonno. La differenza è così chiara, che solo chi è in malafede non la vede. Scarso e Azzi hanno l'obbligo di comunicare essendo presidente e vicepresidente vicario della FIS e avendola gestita per 4 mandati (16anni). Arrivati a due anni dalla maggiore età dovrebbero dirci molto e molto di più. Soprattutto se nel futuro modificheranno qualcosa per evitare il tracollo o cosa.

      Elimina
    2. Parlare di Marco evidenzia sempre più che lei sfugge dal problema. Le risposte. Come mai il giovanissimo figlio del CT scavalcando ogni ranking, è stato autorizzato per la gara di Udine? Per quale motivo l'altro figlio del CT, nonostante da 2 anni non faccia risultati, è sempre convocato quando in altri casi, ma anche nelle altre armi, le convocazioni girano in base a risultati ed opportunità avute, dando spazio a tutti? Dove e come saranno spesi i soldi che la FIS ha ricevuto in dono dalla nuova Società voluta dal Governo? 200mila alle società a pioggia e gli altri nel dettaglio? Cosa ha concluso la FIS con l'Inpgi? e quante altre domande alle quali solo chi è in carica e vuole rimanerci, dovrà rispondere.

      Elimina
    3. Ci azzecca, ci azzecca direbbe Di Pietro. Tu lo sai bene che la scherma è tempo, velocità e misura. Buone feste.

      Elimina
  9. Gentile Anonimo delle ore 15.40, ti pregherei di farmi avere cortesemente la certificazione con la quale il CONI avrebbe "certificato questa irrogolarita in via definitiva ai Magistrati Amministrativi".
    Aspetto tua puntuale risposta e ti ringrazio infinitamente. In mancanza di ciò, devo ritenere la tua affermazione una "butade", come appare evidente.
    Buone Feste.


    RispondiElimina
  10. Gentile Anonimo delle ore 18:22, non so dell'anonimo delle 15:40, ma io sono nelle condizioni di farti avere con molto piacere la certificazione con la quale il CONI ha "certificato questa irrogolarita in via definitiva ai Magistrati Amministrativi".

    Scrivi il tuo indirizzo email su questo blog e avrai per posta elettronica quanto richiesto.

    Aspetto ma in mancanza del tuo indirizzo, devo ritenere la tua affermazione una "azione in malafede", come appare evidente.
    Buone Feste.

    RispondiElimina
  11. Se i favoritismi arrivano per i figli dei CT, cosa succederà con i figli
    del Presidente?
    Quando sentiro' parlare un po' seriamente? Se questo è il futuro c'è da preoccuparsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle ore 19,50 dai dimostrazione di essere proprio in malafede. Il CT ha già operato e parliamo, quindi, di cose certe mentre non sappiamo se l'eventuale candidato sarà eletto, ma nel caso lo fosse, stai tranquillo non sarà né nepotista e tanto meno clientelare ne farà scambio di voti. Rasserenati!

      Elimina
    2. Fermo restando che parliamo di uno che è candiato, forse, e dell'altro che invece da 3 mandati fa il CT e ha piazzato in nazionale: prima il suo figlioccio, poi l'altro giovane talento della sua palestra (spariti entrambi), poi la sua ex allieva nella qualificazione olimpica (non ottenuta), poi il fisioterapista non ancora laureato, poi il tecnico della sua palestra come wideomaker per poi promuoverlo tecnico, poi il primo figlio, il secondo, organizzato (male) gare e mi fermo solo per lasciare il resto ad altri. Per non parlare del Fratello, gli allievi del fratello lanciati in azzurrini e caf, l'affossamento dell'Accademia con il suo amico Consigliere, etc etc
      Il 'forse' candidato ha due figli grandi già affermati e vincenti.
      In ogni caso, LEI federalista e lecca c..., pensa che se Riina ha meno omicidi di Provenzano, questo lo rende innocente? Lei non nega il nepotismo del CT...

      Elimina
  12. Non avevo dubbi, ti ho portato allo scoperto. Cosa c'entra la malafede?
    Un pappagallo si comporta meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai solo stanato te stesso. Avete così paura di chi si candida contro voi, avete così tanto da perdere, che fate giochini inviando personaggi come te a invadere il blog di cretinate e domande alle domande.
      Dai dicci qualcosa, dacci risposte e poi meriterai le tue. Ma per ora fai affermazioni e non dai risposte o fai domande.
      Per la cronaca i figli del probabile candidato sono over 20 affermati già. I figli del CT sono entrati nel giro della nazionale solo grazie al padre, si sono costruiti una carriera senza risultati, il più grande dopo anni di nazionale assoluta ed U20 da ragazzino, ha poi ottenuto buoni risultati nell'U20. Il piccolo sta facendo la stessa carriera, dal nulla in nazionale e poi calcolo delle probabilità se fai 300gare e godi del massimo spazio, qualcosa alla fine devi pur farlo.
      Prima di fare paragoni, rifletta e soprattutto capisco le brucia il c.. per quello che ha paura di perdere, ma aiuti se stesso ed il padrone: lo stimoli a fare chiarezza e trasparenza.

      Elimina
    2. Parole sante.Certe carriere sono state costruite a tavolino.Tranne Di Veroli,nella spada esiste un evidente livellamento smosso soltanto dalle possibilità che viene concessa.Nel quartetto femminile di spada femminile, ad esempio,ed i motivi mi sfuggono,ha trovato spazio qualcuna che non ha mai fatto risultati degni di nota.La differenza, quindi,la fa'solo la considerazione del Maestro responsabile.Che tristezza...

      Elimina
  13. Qualcuno sa qualcosa degli esami di Napoli? Ho guardato sul sito, non ho trovato niente. Ho chiamato anche il segretario, nulla.

    RispondiElimina
  14. C’è chi parla di coraggio, dimenticando l’educazione...questa è una bella “novità “

    RispondiElimina
  15. Avete profondi disturbi dell'attenzione, cari federlealisti, si parla di una cosa e ne commentate delle altre, si critica un sistema e adducete nuovi e variegati argomenti. Dai vostri commenti si capiscono molto bene i gravi risultati cui siete arrivati in questo magnifico sport, e in questa stupenda federazione.
    Avreste potuto trasformarlo in uno sport nazionale, e in una federazione modello, mentre avete fatto tutto il contrario.
    Un medaglificio di grande livello con un sistema che gratifica sempre più i club che hanno avuto risultati, mentre impoverisce e svilisce i più piccoli, mortificando il "sistema scherma", che è ridotto all'anossia. Sciabola femminile praticamente inesistente, spada maschile ai minimi termini, se non ci fossero dei veri e propri salvatori della patria. Il fioretto femminile, sempre forte, ma quasi senza ricambio, e quello maschile messo pure peggio. Sciabola maschile... La lascio a voi. Amministrativamente, avete incasinato le cose in maniera imbarazzante, che chi verrà dopo di voi dovrà CANCELLARE TUTTO E RISCRIVERE, e state pur certi che non vi saranno refusi. E nemmeno "commissari (clouseau) ad acta" che per migliaia di euro, scriveranno analfabeti che refusate.
    Dimettetevi da "vincitori", non aspettate di essere sconfitti malamente. Nel frattempo i più vecchi, si cercassero dei cantieri nelle loro città. Quelli di mezza età riallacciassero i vecchi rapporti di lavoro, i giovani si attivassero per cominciare dei veri lavori, sempre che ne siano capaci, perché il mondo non fa sconti, non ci sono giudici che chiudono gli occhi, su imbeccata degli amici degli amici.
    I più gravi, cioè i più disturbati nelle capacità attentive, cominciassero un serio lavoro con esperti del settore, ve lo dico da amico, più si trascura più si peggiora.
    P. S. Dimettetevi ora, fateci il regalo di Natale

    RispondiElimina
  16. A proposito di "nepotismo", si dice che neanche Cesare né poté fare a meno.
    Giusto per dire che nessuno ne potrà fare a meno. È la storia che lo dice e, prima ancora la Bibbia e con essa, Vecchio e Nuovo Testamento.
    Se verrà eletto e, dico se, anche Arpino non si sottrarrà a questa regola "epidemica". Queste necessità, chiamiamole così, Arpino le conosce a menadito.
    Buon Natale a tutti, anche ai cattivi, con la speranza che diventino più buoni.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federalista sviolinista continui a parlare di chi verrà, se verrà, ma non affronti mai il presente. La realtà attuale. Soprattutto Scarso potrebbe dirci, anche tramite te, cosa pensa Azzi su questo e altri argomenti. Dal suo atteggiamento in questi 18 anni ci farebbe pensare che lui condivida tutto e non cambierà niente.
      Dai dacci risposte non altre domande, non fai onore ai tuoi capi, anzi li sottrai al confronto lasciandoci intendere che non sanno cosa dire. Da sostenitore (sono educato) non offri un buon servizio a loro.

      Elimina
  17. Ma cos'è successo al targ2016?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta chiedere al Giudice federale che ha ascoltato i ragazzi, al responsabile U20 che ha fatto una relazione, al CT che ha seguito la cosa, ai proprietari dell'Hotel che hanno dovuto affrontare i danni creati.

      Elimina
    2. Potrebbe rispondere in modo diretto, senza fare velate affermazioni?

      Elimina
    3. Lei potrebbe evitare di considerare tutti 'stupidi'. E' chiaro ed evidente che lei sa bene di cosa si parla e vuole leggero per poter procedere legalmente e/o screditare il blog e chi scrive.
      Ripeto, poichè è l'unico che 'ignora' o ignorerebbe, gli avvenimenti, la invito a rivolgersi altrove. Le indicazioni le ha e se le interessa tanto non le mancano gli spunti per arrivare ad una facile comprensione e realtà degli accadimenti.
      Con altrettanta stima le auguro Buon Natale

      Elimina
    4. Sono serissimo, non conosco questo episodio accaduto a questo allenamento. Anche in modo velato vorrei capire più o meno cos'è successo

      Elimina
  18. Caro Anonimo delle 16.34, ci confermi che da 4 mandati nulla si è fatto per dare alla FIS delle regole. Se Scarso, Azzi e gli altri non hanno contrastato il nepotismo per 16 anni, non si può trovare una sola ragione etica per votarli. Chiunque sarà eletto al loro posto saprà fare di più.

    RispondiElimina
  19. Lei forse non ha letto bene il mio intervento.Ho semplicemente detto e, confermo, che il nepotismo non è sradicabile.
    Seccedera' anche a quelli che verranno e confermo.
    Buon Natale.

    RispondiElimina
  20. Speriamo che si dimetta anche Sua nullità, il maresciallo Saverio Crisci, che ha definitivamente fatto disintegrate l'aims.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crisci non mollerá neanche dopo la sua dipartita, sará presidente eterno in stile Corea del Nord

      Elimina
  21. L'AIMS era un luogo di cultura dove la comunità dei Maestri di Scherma poteva trovare accoglienza, dialogo, spunto per rivendicazioni e per costruire una coscienza di categoria.
    Rimasta acefala l'aims ha perso, progressivamente, ogni ragione d'essere. Il braccio, senza più la mente, ha agito rozzamente gestendo in modo clientelare e ricattatorio il "potere", ha assicurato la sua sopravvivenza per un mucchietto di voti.
    Che cosa è oggi quest'associazione nata a tutela dei maestri di scherma?
    Sarebbe bello se, chi lavora in questo campo,potesse esprimersi liberamente.

    RispondiElimina
  22. Gentile Rinaldi ho inviato e rinviato notizie interessanti dei figli della persona che le sta' più a cuore. Lo fatto solo per dimostrare che "Lui" non
    è diverso dagli altri, anzi...
    Il Suo silenzio assordante è eloquente. Buon Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le metta sul suo profilo Facebook o Istagram saremmo tutti contenti di condividerlo.

      Elimina
  23. Signor Ezio Rinaldi, sul Suo Blog si legge:"LIBERI PENSIERI SUL MONDO DELLA SCHERMA. TUTTO QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO".
    Le cose non stanno così. Lei dice solo quello che vuol dire. Un giorno, se ne avrò la possibilità, dimostrerò con fatti quello che dico.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle ore 09,26, chiamami in privato e ti dimostrerò esattamente il contrario. Troppo comodo pretendere dalla tua posizione di anonimo. Ripeto chiamami on privato e ti dimostrerò quanto hai torto.

      Elimina
  24. Nella mia Regione gli Enti di promozione sportiva sono molto attivi nella scherma, assicurano l'iscrizione al Registro CONI a tariffe minime, ma soprattutto fanno corsi di formazione per tecnici che sono molto più moderni di quelli di Chianciano. Però la Segreteria federale e il consigliere in rappresentanza dei tecnici mi hanno detto che la federazione non riconosce i titoli di tecnico di primo livello SNAQ CONI rilasciati dagli Enti di promozione sportiva. Non mi appaiono comprensibili le argomentazioni addotte: si sostiene che per accedere a qualsiasi titolo di abilitazione all'insegnamento della scherma sia indispensabile partecipare ai corsi di Chianciano dell'Aims. Tuttavia ciò non è vero per il CONI e mi piacerebbe sapere cosa bisogna fare contro queste posizioni federali che mi appaiono molto ingiuste e irregolari. Ho scaricato da internet le disposizioni del CONI che mi danno ragione. Chiedo aiuto agli internauti. Grazie e buone feste a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' semplicissimo: BISOGNA MANDARE A CASA L'ATTUALE DIRIGENZA! Ne hanno fatto un centro di potere!

      Elimina
    2. Si, Rinaldi ha ragione, ma chissà quando si voterà.
      Nel frattempo suggerisco di scrivere una pec al CONI per chiedere il rispetto dello SNaQ da parte della FIS.
      È inquietante leggere il comunicato federale sugli esami di Napoli, che pone la FIS fuori dalla legge.
      Rinaldi può ricordare ai lettori che Scarso non ha mai trasmesso il regolamento SNaQ al CONI.
      Quindi l'attività della FIS è tutta irregolare.
      Santo Natale.

      Elimina
  25. Mi riferisco all'anonimo delle ore 20.02 (24 dic.) e, p.c. Sig. Rinaldi.
    L'anonimo si lamenta del comunicato della FIS in relazione agli esami
    dell'Accademia.
    Anch'io ho letto con attenzione il comunicato e lo ritengo un atto doveroso.
    Entrando nel merito bisogna ricordare che l'Accademia avrebbe dovuto svolgere gli esami secondo quanto previsto dalla Sentenza del TAR del Lazio
    del 18.02.2019, che nella parte esplicativa e sostanziale dice:"IN BASE A TALE USO NORMATIVO,LA COMPETENZA AL RILASCIO DEI DIPLOMI MAGISTRALI SPETTA ALL'ACCADEMIA NAZIONALE DI SCHERMA, A TAL FINE COSTITUITA SIN DAL 1880, IN COLLABORAZIONE, OGGI, CON LA FEDERAZIONE ITALIANA DI SCHERMA ENTRO IL COMITATO OPERATIVO SECONDO QUANTO STABILITO , IN CONFORMITÀ CON IL QUADRO NORMATIVO VIGENTE, DAL REGOLAMENTO SNAQ DEL 2015".
    Dalla stessa sentenza, si evince che il TAR, riconosce contestualmente anche il Regolamento SNAQ suddetto.
    Ciò detto e, al di là di ogni interpretazione di parte, si deduce che l'Accademia avrebbe dovuto organizzare gli esami con la FIS e non estrometterla, come di fatti è accaduto.
    Quale sarebbe, quindi, l'irregolarità da parte della FIS?
    Per la circostanza, i Latini avrebbero detto:"DURA LEX, SED LEX.
    Buon giorno a tutti e Buone Feste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi intrometto per dire no al caro anonimo di Santo Stefano. La sua è un'interpretazione di parte. Il Tar non ha mai riconosciuto la regolarità del regolamento federale. La sentenza va letta tutta e con riferimento alle richieste fatte ai Giudici. L'Accademia ha fatto varie richieste partendo dall'annullamento dei bandi e degli esami federali. Il Tar ha dato una scoppola alla Fis ricordando che la stessa federazione prevedeva nelle sue disposizioni quanto richiesto dall'Ans. Il Tar non si è pronunciato sul regolamento Snaq. L'Ans può formare e rilasciare diplomi magistrali che la Fis non può disconoscere.

      Elimina
  26. Anonimo delle 20.02 del 24 Dic., se tutte le attività della FIS svolte secondo lo SNAQ, sarebbero irregolari, anche tutti gli esami dell'Accademia sarebbero irregolari, in quanto fatti in ossequio allo stesso regolamento.
    Una cosa è certa, secondo l'attuale regolamentazione, nessun esame per tecnici, di qualsiasi Federazione, è valido se non in ossequio allo SNAQ.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 12.16 del 26 Dicembre, gli esami dell'Accademia rispondono alla legge italiana non alle norme federali. Pertanto tutti gli esami dell'Accademia sono validi per lo Stato italiano e per l'Unione Europea, anche quelli successivi al 2017. La FIS deve riconoscerli. Ad ogni modo, è opportuno ricordare che l'Accademia ha aderito direttamente allo SNAQ del CONI, e non per il tramite della FIS. Dunque, è la FIS che non rispetta lo SNAQ del CONI perché non ha seguito le disposizioni del CONI. DURA LEX SED LEX!

      Elimina
  27. 😂😂😂 siete meravigliosi come arrampicatori sugli specchi!!! Lo volete capire che l'ANS rilascia i diplomi per Legge!!!

    RispondiElimina
  28. A parte le "dotte" interpretazioni dell'anonimo delle 13.31, mi faccia capire il significato di quanto riportato virgolettato.
    Quindi ciò che ha detto il TAR circa la collaborazione dei due Enti per gli esami, è aria fritta?
    Se così fosse, la prego cortesemente di spiegarmelo meglio.
    La ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
  29. Nessuno può mettere in dubbio che la sentenza del TAR abbia condannato la FIS per gli esami irregolari.
    Nessuno può mettere in dubbio che la stessa sentenza dice chiaramente che detti esami debbano essere svolti con la collaborazione dei due ENTI.
    Questo il mio modesto parere. Scusate l'intromissione.

    RispondiElimina
  30. Scusate l'intromissione, desidero esprimere il mio modesto parere sulla vicenda.

    Non tutte le Federazioni sono uguali, perché ciascuna ha una Federazione madre a livello internazionale, che ha proprie regole.

    Sbaglia chi afferma che la F.I.S. può fare come altre Federazioni.

    Per la Legge italiana la F.I.S. non rilascia diplomi e deve riconoscere quelli dell'A.N.S. che li rilascia per Legge.

    Chi ha qualche anno ricorda con più semplicità lo Statuto F.I.S., che, dal dopoguerra repubblicano sino all'avvento del Maestro Scarso alla guida della Federazione, riportava la frase "l'A.N.S. rilascia per Legge i diplomi".

    Il C O.N.I. obbliga la F.I.S. a rilasciare le abilitazioni ai tecnici e a formarli, ma la F.I.S. deve riconoscere la formazione di tutti gli Enti titolati dalla Legge.

    Le abilitazioni della F.I.S. devono essere date senza ostacoli a chi si è diplomato con l'A.N.S..

    Perciò è illegittimo l'ultimo Comunicato federale, che può essere impugnato dai tesserati presso il Tribunale federale o al T.A.R. dall'A.N.S..

    Il T.A.R. ha detto alla F.I.S. che deve collaborare con l'A.N.S. nel rispetto della Legge, cioè nel rispetto delle condizioni che ho ricordato.

    Sarebbe sufficiente rispettare la Legge per tornare a una felice collaborazione, ma per i Maestri Scarso e Crisci significherebbe ammettere che per tre anni non ci hanno detto tutta la verità e vi hanno fatto spendere tanti soldi inutilmente come a Riccione, dove abbiamo partecipato e votato supinamente in un'Assemblea gestita in modo vergognoso, con uno Statuto preconfezionato, senza possibilità di discutere se migliorarlo o meno.

    Purtroppo i club dovranno spendere tanti soldi di nuovo, perché il Maestro Scarso sa bene che dovrà riconvocare un'Assemblea per rifare lo Statuto.

    Dopo l'Assemblea dello Statuto ci sarà un'altra Assemblea per eleggere il Consiglio federale.

    Felice anno nuovo.

    RispondiElimina
  31. Caro Anno Nuovo, illumina i nostri governanti federali per dare un po’ di pace alla scherma italiana. Fa che la Federazione con un piccolo mea culpa torni a collaborare con l'Accademia. Fa che l'Accademia torni ad essere "nazionale", aprendosi totalmente alle migliori menti della scherma. Fa che l'Associazione dei Maestri di Scherma torni ad essere un luogo di cultura, abbandonando questa gretta politica di gestione del piccolo potere. Fa che i Maestri possano eleggere una figura giovane e lungimirante, perché siamo stanchi della gerontocrazia rancorosa. Fa che ai Giochi Olimpici l'Italia delle lame trionfi e se succederà per nostro merito o per l'assenza della Russia, poco importa. Fa che Giorgio Scarso sappia trovare un accordo con quelli di Italia Scherma e se questo richiederà compromessi per la sua elezione alle massime cariche della FIE, poco importa. Fa che le famiglie non debbano sostenere costi assurdi e che il Calendario gare sia pianificato sentendo la base. Fa che il blog sia luogo di confronto e non di spargimento di veleni. Fa che il prossimo Consiglio Federale sia composto dai migliori e non da partigiani.

    RispondiElimina
  32. Caro Anno Nuovo, illumina coloro che non siano contro a prescindere.
    Illumina l'Accademia a non rilasciare titoli irregolari a Padri,Madri figli. Evitiamo almeno le esagerazioni.
    Illumini tutti gli addetti ai lavori a far conoscere i consuntivi di spese.
    Una raccomandazione particolare per l'Accademia Nazionale di scherma di Napoli.
    Illumini tutti coloro che vogliono essere eletti nel direttivo Federale, a sistemare prima qualche "faccenda" personale.
    Illumini tutti i responsabili dei vari Blog a non essere contro a prescindere.
    Illumini tutti ad essere più buoni e soprattutto meno rancorosi a prescindere.
    Illumini tutti gli anziani, vecchi e stravecchi a farsi da parte, per far largo ai giovani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo del 27 dicembre 2019, ore 10:00, hai dimenticato l'ultima preghiera, te la ricordo io:
      "Caro Anno Nuovo, illumina i CT a non convocare a prescindere i propri figli e i parenti stretti"

      Elimina
    2. Illumina anche la dignità dei Consiglieri Federali che avallano tutto questo come se niente fosse. Basterebbe chiedere le motivazioni che accompagnano le convocazioni o autorizzazioni dei figli del CT

      Elimina
  33. Gentile anonimo delle ore 17.50, gradirei essere spiegato meglio quella sua affermazione:"Il TAR ha detto alla FIS che deve collaborare con lANS ecc. ecc." A tal proposito le chiedo il motivo per il quale l'Accademia ha indetto gli esami del 21 e 22 dicembre scorso, senza averli concordati con la FIS? Se non sbaglio è proprio questo ciò che dice la lettera della FIS del 20 dicembre e scorso.
    La ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "COLLABORARE" non significa "chiedere il permesso", come vorrebbe intendere e far intendere lei.

      Elimina
    2. Gentile anonimo delle ore 10.11, gradirei sapere da lei se gli esami del 21 e 22 dicembre siano contrari a quanto previsto dal relativo bando.
      La ringrazio anticipatamente.

      Elimina
  34. Gentile Signor Rinaldi, è da giorni che cerco sul sito dell'Accademia i risultati degli esami del 21 e 22 dicembre scorso, relativi alla scherma olimpica e storica. Ho chiamato anche la segreteria dell'Accademia ma non ricevo risposta. Può cortesemente Lei far sapere qualcosa?
    La ringrazio e faccio tanti Auguri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei mente sapendo di mentire perché ho chiamato la segreteria Ans, che mi ha fornito ogni dettaglio. Sig. Rinaldi, le consiglio di non ospitare in futuro sul blog questi commenti.
      Tanti Auguri.

      Elimina
  35. Come in altri articoli, il solito noto oggi ha fatto tre commenti in otto minuti, precisamente dalle ore 10:00 alle ore 10:18 . Egli rappresenta l'ottanta per cento della propaganda del regime e da bravo servo cerca le grazie del padrone con insinuazioni e calunnie sugli avversari. Gli piacciono le domande a Rinaldi con la speranza di ottenere utili informazioni per conto di chi lo tiene al guinzaglio. Egli non può fare a meno dell'anonimato perché nella vita è un signor nessuno. Non possiede doti, quindi non contate sulla sua onestà. Lui non è capace di metterci la faccia, un nome e un cognome, come le società che si sono rivolte ai giudici per contestare le irregolarità dei governanti federali. Lui ha bisogno di un habitat tenebroso, come i topi nella fogna, che si aggirano nel putridume. Eppure lui non è un antigovernativo che rischia le squalifiche se commenta in chiaro. Cosa gli costerebbe un intervento firmato se non la calda carezza del suo padrone. Suvvia signor solito noto abbini il suo nome e cognome ai suoi auguri da pantegana di corte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tanto… si sa benissimo chi è!!!!!!!!

      Elimina
  36. L' Anonimo del 19 novembre 2019 ore 16:51 scrisse bene. Rinaldi sul suo blog scrivono due tipologie di persone:
    1.coloro che attacano senza sosta il governo federale denunciando e documentandone le malefatte
    2.coloro che difendono ad oltranza Scarso e la sua compagnìa dell'anello in modo evasivo ed inconcludente, mantenendo un silenzio dolosamente omertoso finanche sulle gravi e pubbliche debacles giudiziarie che giorno dopo giorno continua a subire la federazione.
    C'è un'altra tipologia:
    3. I gerontocratici rancorosi che gettano fango sull'accademia con accuse senza documentazione.

    RispondiElimina
  37. Anonimo delle 11.47, lei è abile a manipolare le frasi.
    In italiano, "COLLABORARE", come in questo caso, significa fare gli esami insieme e non da soli come ha fatto in tutto questo tempo l'Accademia.
    Ciò detto lasci stare, tanto è solo una perdita di tempo con chi è contro o a favore, a prescindere.
    Quando arriverà il momento si faccia avanti per dimostrare quel che vale.
    Buona fortuna.

    RispondiElimina
  38. Scusate l'intromissione, considerando che le guerre fanno soltanto danni. Non sarebbe meglio che due Enti (FIS E Accademia), rilasciassero e entrambi i diplomi e riconoscessero l'uno quello dell'altro e viceversa?

    RispondiElimina
  39. Un piccolo contributo a favore della chiarezza.
    Mi risulta che da bando Ans, per la commissione esaminatrice non sono previsti come presenza indispensabile i rappresentanti Fis o loro delegati.
    Per quanto possa valere, il bando fu approvato dal comitato operativo della Fis.
    Mi è stato riferito dalla segreteria Ans che i rappresentanti federali o loro delegati sarebbero stati sempre avvisati degli esami, ma che questi non si sarebbero presentati.
    In conclusione, mi è stato riportato che il Coni abbia affermato che i diplomi magistrali sono rilasciati per legge dalla sola Ans.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ECCO LA "COLLABORAZIONE" DELLA FIS: NON SI PRESENTA E DICHIARA CHE NON RICONOSCE I DIPLOMI. MA CHE RAZZA DI PAESE È QUESTO, CHE CONSENTE QUESTI MODI DITTATORIALI! FORSE DOPO 20 ANNI SI PENSA DI ESSERE DIVENTATI.....

      Elimina
    2. Lei dice solo cagate. Chi sono le sue fonti? Mai nulla di più falso.

      Elimina
  40. Sia data anche a me la possibilità di contribuire ad un po' di chiarezza.
    . La sentenza del TAR del 18.02.2019, prevede che gli esami si tengano
    secondo quanto previsto dal Regolamento SNAQ del 2015.
    . All'interno del Regolamento SNAQ è previsto che gli esami si tengano
    secondo quanto previsto dal bando dell'Accademia.
    . Il Settimo articolo del bando dell'Accademia (approvato dal Comitato
    Operativo nel 2016,in relazione alla composizione della Commissione,
    prevede:

    A) Il Presidente dell'Accademja o suo delegato;
    B) Il Presidente della FIS o suo delegato;
    C) Il Presidente dell'AIMS o suo delegato;
    Ecc.Ecc.
    Dal 2010 (data di istituzione del Comitato Operativo), c'è stata sempre,
    dico sempre, una riunione per decidere anche sulla nomina delle
    commissioni. A seguito della cosiddetta "frattura", ciò non é avvenuto.
    Di certo e dico certamente, per l'ultima circostanza (21 e 22 Dicembre),
    sia la FIS che l'AIMS sono stati esclusi dalle Commissioni, addirittura
    l'Accademia, regolarmente convocata alla riunione dello SNAQ, non si è
    presentata, adducendo fatti palesemente pretestuosi, così mi viene
    riferito.
    Infine, Lei afferma:"MI RISULTA CHE DAL BANDO ANS, PER LA COMMISSIONE
    ESAMINATRICE NON SONO PREVISTI COME PRESENZA INDISPENSABILE I
    RAPPRESENTANTI DELLA FIS O LORO DELEGATI".
    Per questa ultima affermazione, non ho parole.
    Non manipoliano la verità, altrimenti Babbo Natale ci rimane male.
    Buona giornata a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noto che la questione FIS/ANS è sempre in primo piano, quindi particolarmente sentita. Oggi la FIS lamenta la mancata collaborazione dell'Accademia circa l'indizione del bando di esame e la sua esclusione dalla commissione esaminatrice. Ho la mia idea su tutta la questione e sulle relative responsabilità. Vale la pena fare un po' di dietrologia: la FIS esclude l'Accademia dagli esami che avoca a se; l'Accademia ricorre al TAR avverso la decisione federale chiedendo al tribunale, in via preliminare la sospensione della delibera federale e quindi degli esami indetti dalla Federazione; in via definitiva l'annullamento della stessa; il Tribunale respinge la sospensiva e rimanda il tutto alla decisione finale; la FIS canta vittoria affermando che il TAR le ha dato ragione; il tribunale in sede di dibattimento ribalta la prima decisione accogliendo in toto il ricorso dell'Accademia. Qui mi fermo poiché ritengo inutile andare oltre: gli atti fin qui posti in essere hanno già chiarito tutto. In tempi non sospetti, eravamo al Palabocce di Roma (Eur), in un colloquio alla luce del sole, proposi a Scarso di chiamarsi La Ragione (presidente dell'Accademia) e di chiudersi in una stanza, senza quindi inutili e dannosi pretoriani, al fine di chiarire e d i addivenire ad un accordo che potesse soddisfare le parti in maniera paritaria. Non mi risulta che ciò sia avvenuto, anzi mi pare che ancora una volta sia no state intraprese iniziative, non so quanto da lui condivise, dalle truppe cammellate per trovare una via di uscita. Lo ripeto per l'ennesima volta, Scarso, con un gesto di umiltà e di apertura, dovrebbe chiamarsi La Ragione e trovare con lui la soluzione a tutto. A me è dato sapere che il Presidente dell'Accademia sarebbe disponibile ad un incontro a quattrocchi. Se non lo fosse allora si che l'Accademia passerebbe totalmente dalla parte del torto, dimostrando di non avere a cuore le sorti di tanti aspiranti maestri.

      Elimina
    2. Anonimo delle 10:24, perché non cita tutto l'articolo del bando sulla regolare composizione della Commissione d'esame? Lo legga e lo riporti in commento sul blog e vedrà che ha torto.
      Gli esami dell'Accademia sono stati regolari.
      Buon Anno!

      Elimina
  41. Anonimo delle ore 12.01, Lei si interstaggisce a manipolare la verità.
    Se fosse come Lei dice, il bando dell'Accademia, dice e non dice, per cui sarebbe carta straccia.
    Mi fermo qui e, La prego rivolgere altrove le sue illuminate attenzioni.
    Educatamente lascio i miei saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 12:51, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. L'Accademia deve rispondere al proprio bando, le cui norme confermano la regolare costituzione della Commissione: gli esami sono regolari per la legge italiana e per il diritto dell'Unione europea.
      Con quei diplomi puoi insegnare scherma in tutto il mondo; se la FIS dovesse rifiutare il riconoscimento dei diplomi ANS, ne risponderà in varie sedi, anche penalmente.
      Tutto questo comunque non accadrà perché ci sarà un intervento superiore che riporterà il Consiglio federale nei ranghi della legalità, dopo almeno tre anni di follie dittatoriali.
      Tutti dobbiamo sempre ricordare a Scarso, Consiglieri, Crisci e loro sottoposti che anche il TAR ha affermato che questo casino è frutto di una manovra illegale del Consiglio federale nel 2017.

      Elimina
  42. Mi è dato conoscere quale sia la proposta dell'Accademia:
    L'Accademia dovrà essere l'unica a rilasciare i diplomi di tecnico, mentre la Federazione potrebbe richiedere un ulteriore esame per coloro che volessero svolgere attività in ambito Federale.
    Mi astengo da ogni commento in quanto la proposta, se fosse vera, sarebbe un po' troppo complicata. Comunque, mai dire mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non capisco chi le abbia riferito queste cose, mi limito a segnalare che i diplomi magistrali dell'accademia consentono di insegnare in tutto il mondo e in tutte le federazioni di scherma nazionali.
      Il TAR ha stabilito invece che i diplomi FIS sono nulli, aprendo un grosso problema di esercizio abusivo da parte di coloro che non hanno voluto svolgere il qualification day gratuitamente offerto dall'ANS, nonostante l'ostracismo e le velate minacce di regime a candidati e esaminatori.
      Mi è stato riferito che addirittura un diplomato FIS abusivo per sentenza TAR sia stato segnato dalla FIS alla Scuola dello Sport, per il corso di IV livello. Se così fosse, la vicenda si farebbe davvero difficile da gestire per questo Consiglio Federale, soprattutto per le conseguenze penali del mancato rispetto di una sentenza emanata da un Organo di Giustizia dello Stato.
      In definitiva non comprendo la presunta proposta di pace tra FIS e ANS segnalata dal lettore; non c'è motivo per il quale un diplomato dall'ANS debba fare un ulteriore esame in FIS. Forse tra lettore e suo informatore si è creata confusione, finendo col confondere "esame" e "abilitazione/licenza"- La FIS per delega CONI deve rilasciare ogni anno una "abilitazione/licenza".
      Questa proposta non sarebbe complicata: chiunque può formare, l'esame si fa in accademia e la l'abilitazione/licenza la rilascia ogni anno la FIS.

      Elimina