sabato 28 dicembre 2019

BILANCIO DEL BLOG: considerazioni e valutazioni


Siamo a fine anno e credo doveroso informare i lettori circa quanto fatto con il blog nell’anno che sta per concludersi.
Sono stati scritti e pubblicati fino ad ora 101 articoli, con i quali si sono toccati vari argomenti e tutti di particolare attrattiva, che hanno visto intervenire tanti lettori. I temi di maggior coinvolgimento sono stati quelli appresso elencati, con fianco di ognuno il numero dei commenti e delle letture. Tutti hanno potuto esprimere il proprio pensiero, anche se alcune opinioni sono stato costretto a censurarle poiché contenenti affermazioni offensive e diffamatorie. Vale la pena ricordare che l’offesa e la diffamazione spesso si nascondono nei meandri di un lessico talvolta subdolo e ambiguo.
1.    LA FRUTTA di Sandro CUOMO – 22 giu.2019 – 226 commenti – letto 5.290 volte;
2.  DOPING TECNOLOGICO: lettera aperta al Presidente Giorgio SCARSO – 15 gen.2019 – 133 commenti – letto 4.425 volte;
3.   DOPING TECNOLOGICO: c’è anche nella scherma? – 29 mag.2019 – 33 commenti – letto 4.393 volte;
4. LE MENZOGNE FEDERALI: il TAR del Lazio dà ragione all’ANS – 18 feb. 2019 - 127 commenti – letto 4.380 volte;
5.   IL MALE OSCURO E LA LEADERSHIP – 27 mag.2019 – 208 commenti – letto 4.187 volte;
6.    GLI ASSOLUTI NEL PALLONE (OVVERO TURISTICA DA MALEBOLGE A GIUDECCA) – 10 giu.2019 – 131 commenti – letto 3.938 volte;
7. GLI ACCADIMENTI F.I.S./A.N.S. visti dall’avv. Gaspare FARDELLA – 16 giu.2019 - 138 commenti – letto 3.820 volte;
8. INTEMPERANZE, INCREDULITA’ E VOGLIA DI VOLTARE PAGINA – 5 feb.2019 – 189 commenti – letto 3.692 volte;
9. STATUTO FEDERALE ED IL RUOLO DELL’A.N.S.: il pensiero di Michele MAFFEI – 18 mag.2019 – 237 commenti – letto 3.411 volte;
10. IL TRIBUNALE FEDERALE BOCCIA LO STATUTO – 18 lug.2019 – 193 commenti – letto 3.279 volte.
Di seguito la provenienza dei contatti:
Italia:  831.665; 2.  Stati Uniti:  63.720; 3. Germania:  18.352; 4. Francia:  6.245; 5. Russia: 4.889;
6. Ungheria: 4.766; 7.  Kuwait: 4.569; 8. Regno Unito: 4.158;9. Ukraina: 4.056; 10. Belgio: 2.685.
Il blog è stato è stato cliccato, dal giorno della sua nascita, circa 990.000 volte e nel solo 2019 ha raggiunto circa 390.000 contatti. Un grande successo dovuto alla qualità ed all’interesse che alcuni temi trattati hanno suscitato, tra questi, indubbiamente le questioni statutarie; tecniche e la vicenda FIS/ANS. Quest’ultima tiene banco ancora adesso.
Un successo che ha posto il blog all’attenzione di lettori di tutto il mondo.
Devo ringraziare, tra gli altri, due personaggi che con il loro intervento hanno elevato il livello di discussione, soprattutto per la loro diversità di pensiero e per la loro collocazione in ambito scherma: Dott. Maurizio FUMO, Vice Presidente ANS e avv. Ciro RENINO componente la Corte di Appello Federale. Una menzione particolare per il giornalista Mattia BORETTI, autore di alcuni pezzi di pregevole fattura.
A più riprese ho dichiarato di essere di parte, ma nella mia idea di partigiano si eleva quella di un cambiamento sistematico dei vertici federali. Non sponsorizzo una fazione perché si vuole arrivare alla gestione del potere, sostengo una idea di sistematico rinnovamento e per questo sono stato e sono favorevole a due mandati secchi. Ciò consentirebbe di alienare quel modello di gestione che negli ultimi tempi si è dimostrato personalistico ed intriso di fini soggettivi che tanto disagio ha procurato e sta procurando alle piccole e medie realtà. In questo senso sarò sempre di parte.
La “Piazza” si è dimostrata accogliente, senza distinzioni di appartenenza, fatte salve alcune eccezioni che, come già accennato, non potevano essere ospitate.
Per il 2020 auspicherei la morte dell’anonimato, che la gente possa sentirsi libera di esprimersi senza il timore di intolleranze da parte di chicchessia. Auspicherei la pace politica e sarebbe molto semplice: potrebbe essere  sufficiente saper ascoltare! Dico auspicherei, quindi condizionale, poiché tante sono le diatribe ancora in atto, per le quali ci saranno verdetti dei vari Organi di Giustizia, sportivi e ordinari, i quali in un modo o nell’altro incideranno sugli aspetti futuri della vita federale e per essa del movimento schermistico. Non ci saranno vincitori, ma avremo perso un po’ tutti poiché ci è mandata una qualità estremamente importante: il dialogo, cioè la capacità di ascoltare e capire le istanze che da più parti sono state sollevate.
BUON 2020
Ezio RINALDI


25 commenti:

  1. Il Blog in quanto tale è da ritenersi positivo. Un grazie al Signor Ezio Rinaldi per la mole di lavoro cui è stato sottoposto.
    Qualche nota negativa, mi sia consentito poter esprimere, che il Signor Rinaldi nel auspicarsi un cambiamento al vertice Federale, accettabile e forse anche condivisibile, non può parteggiare per una delle due fazioni in un modo così netto, da confondersi come portabandiera dell'opposizione.
    L'ultima cosa, a cui bisogna porvi rimedio è relativa ad alcuni articoli nei quali sono stati usati termini e linguaggio di basso profilo. Vanno censurati.
    Grazie comunque.

    RispondiElimina
  2. Un grande successo dal punto di vista comunicativo, non c'è dubbio, Piazzadellascherma, è ormai un punto di riferimento fondamentale di critica e di opinione soprtiva. Il suo gestore, cioè Ezio Rinaldi è il più importante influencer della scherma e questo suo stile, sono certo verrà copiato da altre federazioni, o gruppi di rinnovamento politico-sportivo.
    È indubbiamente un nuovo successo di questo sport meraviglioso che è la scherma e che il gruppo federale attualmente al potere da anni, consciamente o meno, sta cercando di distruggere, senza peraltro riuscirci.
    Con tutti i "professionisti" della comunicazione che hanno a Viale Tiziano, mi chiedo come mai la Fis non sia riuscita a raggiungere nemmeno lontanamente un risultato come questo. La realtà è che il mondo schermistico, per avere una visione critica dello sport e dell'ambiente in cui vive e opera, ha bisogno di leggere Piazzadellascherma oppure studiare meticolosamente le notizie che appaiono sul sito federale, e farsi la migliore idea sugli argomenti che gli interessano.
    Un chiaro segno tangibile che l'attuale Consiglio Federale brancoli nel buio dal punto di vista della comunicazione, sta nell'affermazione di "voler chiudere il blog", perché "fastidioso e scomodo" che trapelo' quando il Blog cominciava a colpire nel segno, destando gli schermitori dal sonno profondo in cui erano tristemente piombati.
    Alla lunga il blog ha vinto e il CF ha nuovamente perso.
    Gli irriducibili fedelissimi, oramai se ne sono fatti una ragione, e vivacchiano nel web, senza essere mai stati in grado di dare una alternativa che fosse all'altezza, cioè che garantisse per lo meno un simile livello di libertà di espressione e opinione.
    Solo questo dovrebbe dare loro il coraggio di dimettersi e concludere da vincitori e non da sconfitti, prima ancora delle prossime elezioni federali.

    Lunga vita al Blog!
    Viva la scherma.

    Vostro esegetico
    Ugo Scassamazzo

    RispondiElimina
  3. Questo blog, nel bene e nel male, ha dato una voce a chi non ne aveva e non era destinato ad averne una.
    Bravo Ezio!

    RispondiElimina
  4. Ugo copriti, stasera in Sicilia fa freddo !!!

    RispondiElimina
  5. Il "palazzo di vetro", che propagandava il rivoluzionario Scarso prima maniera, si è trasformato col tempo in "torre eburnea". Le opinioni che richiedeva per capire sono state sostituite da imposizioni dall'alto, l'autorevolezza è virata in autoritarismo. In questo quadro ben venga una voce fuori dal coro, di denuncia, di opinioni dissonanti, di proposte. Il blog diretto da Rinaldi lo fanno tutti, ignoranti e illuminati, rozzi e raffinati, ci ha informato sulle magagne di una "dittatura" nascente e contribuito al suo declino.
    Rispetto a "scherma online" del dr. Fiore un vantaggio indubbio: quello di essere indipendente dal ricatto, dal dover sottostare ai dictat pur di continuare a ricoprire un ruolo federale percepire emolumenti dalla FIS.
    Nonostante tutto GRAZIE RINALDI!

    RispondiElimina
  6. Piazzadellascherma prova a fare informazione al contrario dei media federali che fanno propaganda.
    Come tutte le umane cose, sono i nostri commenti ad aggiungere o togliere valore.
    Noi anonimi a volte portiamo il Blog a toccare il cielo, altre lo sprofondiamo negli abissi.
    Su ciascuno dei tre temi maggiormente seguiti nel Blog, nell'anno che verrà se ne vedranno delle belle, nelle aule dei tribunali sportivi e di quelli dello Stato.
    Di tutto questo, il merito è di Ezio Rinaldi, che ha tolto la censura imposta dal CF.
    Rinaldi ha confermato che non può e non vuole svolgere un ruolo di gestore nella FIS: la legge glielo vieta e lui ha capito che il movimento intende promuovere nuove leadership.
    Rinaldi vuole svolgere un ruolo politico, nel senso più nobile del termine politica.
    Col Blog lui ci aiuta a confrontarci, offrendoci quell'agorà che Scarso ci ha tolto dal primo giorno della sua conferma a presidente.
    È il primo passo verso la trasparenza, personalmente spero di vederne altri per giungere alla democrazia in FIS.

    RispondiElimina
  7. I ragazzi di "allaricercadi..." si sono manifestati e mi vengono alcune considerazioni. La prima sulla differenza di approccio video: uno sognatore e amorevole lontano da logiche politiche e vicino ad una visione costruttiva. L'altro più politicante e quindi imbarazzato sulla scelta di manifestarsi e preoccupato, visibilmente, per le conseguenze, lui tecnico della FIS preoccupato.
    Altra considerazione la frase del ragazzo spadista, preoccupato per le conseguenze della sua scelta di manifestarsi e che augurava a tutti di vedersi per commentare le olimpiadi, ma ovviamente, con una frase che chiarisce lo spirito di terrore di questa FIS: "se non subirò conseguenze di questa mia scelta..."
    Ultimo e correlato argomento che rattrista e ci fa capire come il cambiamento sia indispensabile ma allo stesso tempo difficile per quel clima di terrore e di caccia al colpevole, sempre e ovunque, si critichi il vertice o chi ne fa parte. Mi riferisco al passaggio dove il ragazzo dice di aver subito minacce di denunce, querele e altro da personaggi di vertice della Federazione e da persone di peso. Ma scherziamo minacciare sempre e solo persone che dicono con ironia e sarcasmo la verità o semplicemente dicono la loro. Ma fate i seri e soprattutto non vi prendete troppo sul serio, siete ridicoli. Se non avete niente da nascondere e soprattutto siete senza errori, perchè vi scaldate tanto? Ma avete capito che non siete ne principi ne re, soprattutto siete persone a spese della collettività e quindi oggetto di critiche e considerazioni.
    Ragazzi bravi per quello che avete fatto, capisco anche la scelta di chiudere, perchè questa gestione e politica federale portano allo sfinimento, alla rassegnazione. Questo è l'obiettivo di chi comanda, la reazione che vogliono e provocano. E' come un match di spada, provocazione continua per fare un controtempo, l'importante è non accettare e reagire con qualcosa di diverso ed inaspettato pensando all'obiettivo finale: non cedere sempre al potere ma gestire la propria vita e passioni.

    RispondiElimina
  8. Anonimo delle 14.45, ti esprimi come chi non teme niente e nessuno e, poi anche tu ti nascondi per la stessa paura?
    È come dire:Armiamoci e andate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'arte del parac... su questo sito diventa una professione. Gli amici scarsiani sempre pronti a cercare CHI piuttosto che PERCHE' o COSA. Di tutto l'intervento l'unica cosa che sai dire è che rimane l'anonimato. Ti rispondo che se avessi letto lo scritto avresti capito proprio che con questa FIS tutti hanno da perdere, direttamente o indirettamente, in convocazioni, autorizzazioni o anche solo scelte arbitrali, ma anche e soprattutto in serenità alle gare.
      Il bullismo è un fenomeno serio e preoccupante e se ne parla solo a livello giovanile. Bhè la contestazione in questo clima ha molto di simile: isolamento, facce strorte, rigidità nei rapporti, mancanza di quello spirito che accompagna chi fa sport e lo ama. Vedere i propri figli isolati e a malapena salutati da chi ti era amico, non lo auguro a nessuno. Lo ho visto in prima persona e per questo, preferisco l'anonimato fin quando non si avrà qualcosa di serio e forte per poter cambiare le cose, oppure fin quando i miei figli si schiferanno della pedana come hanno fatto di parte dell'ambiente.

      Elimina
  9. Da Wickyperdia in onore della satira di allaricercadi….
    L'ISTITUTO SCARSO (Sempre Consenso Al Re Scarso Onnipotente) rappresenta l’unione del sito e della pagina FB federali, avvenuta durante il ventennio presidenziale del XXI secolo. È famoso per esser divenuto un potente strumento di propaganda del presidente modicano.
    All'origine della fondazione dell'ISTITUTO SCARSO vi è una piccola impresa mediatica promossa dal giornalista corregionale nell'intento di sviluppare l'educazione della popolazione schermistica italiana analfabeta attraverso le immagini presidenziali (da qui l'acronimo SCARSO, che significa Sempre Consenso Al Re Scarso Onnipotente).
    In ossequio alle volontà presidenziali, tutti sono invitati a servirsi esclusivamente dell'organizzazione tecnica del dell'ISTITUTO SCARSO «a scopi educativi e propagandistici e per il bene patriottico della nostra amata scherma».

    RispondiElimina
  10. Il "dotto", ex collega, alias "Er più", continua a sciorinare il suo sapere.

    Ne fa un problema di vita. E vabbè.

    RispondiElimina
  11. L’ho detto che l’aria dello Ionio fa male !!! 😂😂😂

    RispondiElimina
  12. Buon 2020 a voi, che sia sereno e ricco di soddisfazioni.

    RispondiElimina
  13. Gentile Rinaldi, se non giudicato lesivo di persone o cose, la pregherei di pubblicare questo decalogo che mi è stato consegnato da un umile frate cercatore quale vademecum per un orientamento redditizio nel mondo della nostra scherma nell'anno che verrà.

    1) Io sono Crasso, tuo presidente, non ne avrai altri al di fuori di me. Non idolatrare e non prostrarti davanti a effigi o rappresentazioni di chiunque altro.
    2) Non pronunciare il mio nome invano e, se proprio lo devi fare, genuflettiti prima.
    3) Ricordati di santificare le gare, recandoti quanto più lontano è possibile. Il venerdì, il sabato e la domenica sono fatti per questo.
    4) Onora i rappresentanti della FIS ad ogni livello, nazionale, regionale e provinciale e, se non dovesse bastare, lava i piedi dei commissari tecnici. Queste figure sono al loro posto per farsi adulare.
    5) Non desiderare la morte o disgrazie, dei giudici di gara, specialmente i corrotti; loro sono lì per adempiere al grande disegno.
    6) Non rimanere fedele al tuo club, spostati preferenzialmente dove viene esercitato il potere, Roma, Frascati, Iesi, Napoli, comunque laddove impazzano i moderni “influencer”.
    7) Aguzza l’ingegno per ogni tipo di doping, tecnologico soprattutto; ti arrideranno buoni risultati, rimarrai impunito e verrai premiato per la tua sagacia.
    8) Se puoi parla male del tuo collega, atleta, maestro o dirigente che sia; la tua falsità ti premierà condannando il tuo avversario all’oblio.
    9) Desidera e sottrai gli atleti agli altri club, specialmente se bravi, diffondendo calunnie al riguardo dei suoi insegnanti e dirigenti o promettendo, nel caso fossi influente, carriere lampo.
    10) Se puoi espatria, esercita il tuo mestiere altrove, specialmente se sei ambizioso e bravo; avrai l’approvazione dei dirigenti federali a cui poco importa della formazione dei futuri campioni e che faranno felicemente a meno di personaggi scomodi.

    RispondiElimina
  14. Finalmente #2020 è arrivato! Rimandare le elezioni #2021 non servirà a nulla.
    #saturnocontro

    RispondiElimina
  15. Se questo è il futuro della nuova dirigenza, incominciamo bene.
    Rinaldi, cestini le schifezze, ne guadagnerà Blog.
    Buon Anno.

    RispondiElimina
  16. Caro anonimo del 1 gennaio 16.15 chi scrive su questo blog sono i liberi iscritti FIS che hanno la possibilità di esprimere loro pensieri. non è detto quindi, che siano i futuri dirigenti. Sarebbe come dire che lei, siccome scrive a favore dell'attuale consiglio federale ne farebbe parte! Oppure è proprio così?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. “Liberi iscritti alla Fie”...non mi pare! Un buon 70% non è “iscritto” alla Fis...a proposito, si dice “tesserati”

      Elimina
    2. Anno nuovo e scriba vecchio: è sempre lui, l'anonimo delle 16.15 è il fedele scriba federale. Amico delle 17.16 non ragioniam di lui, ma leggi e passa.

      Elimina
    3. Riporto da Zanichelli: tesserato, sinonimo di iscritto.
      Probabilmente il suo anelastico cervello, irrigidito dal regime a cui lei si ispira, non le consente neanche di cambiare la modalità di denominazione dei soci della federazione. Mi rendo conto che per lei può essere un problema. Da medico le consiglio un po' di esercizio fisico per materia grigia, come ad esempio: leggere un libro, andare al teatro, magari seguire un concerto di musica sinfonica, vedrà che ne troverà giovamento. Se si ostina a seguire solo i monologhi del suo presidente rischia, come accaduto, di non riuscire a capire che iscritto e tesserato sono la stessa cosa. Se avrà bisogno di ulteriori consigli non si faccia scrupoli.... a presto

      Elimina
  17. Per alcuni interventi di vorrebbe l'interprete. Siate più chiari e meno aggressioni.

    RispondiElimina
  18. Sarà una coincidenza, ma da quando “allaricercadiMasterFisher” si è cucinato, si sono perse un po’ di speranze ad un qualcosa che in realtà è solo una montatura di numeri e ricorsi. Buona Befana, attenti al carbone!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rifletterei bene sulla RESA dei ragazzi. Hanno dimostrato che l'anonimato in questo ambiente SCARSIANO è indispensabile e con l'ironia si possono dire molte più verità che con insulti e altro.

      Elimina
  19. Cortese anonimo delle ore 20.33 del 1° gennaio.
    Con Lei sono "unito" soltanto dall'anonimato, si fa per dire.
    Lei è psicologicamente dipendente, mentre il sottoscritto è un uomo libero, che pensa e fa quello che vuole e, non è poco.
    Le auguro, comunque, buone cose.

    RispondiElimina