giovedì 9 gennaio 2020

A proposito di "Alla ricerca di Marcel Fischer"


Alberto AMENTA
Sono lusingato per le bellissime parole usate nei miei e nei confronti di Giovanni dal sig. Piero SPADA ci tengo dunque a rispondere e provo a farlo come al solito con sincerità e con un linguaggio da me sempre adoperato, forse un po' più “pettinato” ed elegante, ma nel rispetto di questo blog e di quel genio di Ezio Rinaldi.
É sorprendente vedere cosa si è scatenato subito dopo le nostre rivelazioni, da telefonate "dall'alto" al ragazzino che ci confessa in chat tutta la sua stima (per un'idea a mio avviso, ripeto a costo di passare per finto umile, alla portata di tutti). Alla ricerca di Marcel Fischer per come la intendo io non è una semplice pagina Instagram ma bensì un ideale che mi appartiene e che porterò avanti ovunque.
Come noto, mi sono tirato fuori dal progetto in sé, e come scritto nell'articolo su questo blog a noi dedicato, il forte nostro è stato il non essere schierati da nessuna parte, anzi, l'essere schierati (o almeno provarci) dalla parte del bene comune, e di conseguenza denunciare la parte avvelenata e malata di questo sistema. A ragion veduta mi auguro fortemente che Giovanni porti avanti la pagina incarnando sempre gli stessi ideali, spero che non lasci strumentalizzare la pagina da ghiotte opportunità federali, né varrebbe la coerenza e la bellezza di Alla ricerca di Marcel Fischer, mi auguro dunque che non sia dalla parte di qualcuno per il semplice fatto che sono l'opposizione, ma bensì perché sono onesti, e preservi sempre l'intelligenza neutrale che ti fa denunciare la qualsiasi... Quell'indipendenza da tutto e tutti, quel disinteresse di potere che c'ha contraddistinti.
Tengo anche a dire che seppur molto titubante del futuro della pagina una volta rivelate le identità, da sempre punto di forza necessario per la crescita dell'attività così da illudere che fossimo chissà chi e invece siamo due tesserati Fis qualsiasi, rispetto la scelta di Giovanni nel voler portare avanti questo progetto.
Detto ciò, ringrazio quanti mi hanno chiamato, manifestando un sincero interesse per quello che ho scritto e non al mio canale per la sua influenza su questo movimento, e ringrazio anche per questa splendida opportunità di poter scrivere  su questo blog. Vorrei iniziare a fare il mio vecchio sporco lavoro continuando a rispondere all'articolo su di noi. Visto che s'è parlato di meditare in vista delle elezioni prossime, vorrei dire cosa ho notato, e quale penso sia uno dei motivi per il quale alle ultime elezioni le cose non siano cambiate, nonché perché temo che difficilmente cambieranno alle prossime, nonostante per esempio i seguaci della nostra pagina, che bene o male provengono da tutta Italia, erano soliti a scriverci critiche sull'organigramma federale.
É molto semplice. Non c'è democrazia. Ogni società ha un voto, voto che dovrebbe essere concordato con tutti i soci, cosa che di fatto spesso e volentieri nelle sale non è. Quindi se ci sono 50 soci che vogliono votare "x" ma chi gestisce la società vuole votare "y" perché "y" l'ha comprato con allettanti ca.. volate che non verranno mantenute, e viene a ledere una decisione comune e democratica, quei 50 soci possono andarsi a fare benedire, ed ecco perché tutti si lamentano ma le cose non cambiano. Un maestro a me molto caro dice sempre che "la porta si apre da dentro".. 
Il cambiamento non deve partire sperando nelle nuove generazioni così a caso, fosse per loro sono certo che nella maggior parte dei casi le cose sarebbero diverse, il cambiamento deve nascere grazie a chi è a capo di queste società schermistiche. E deve avvenire decidendo che essendo sulla terra solo di passaggio il potere non conta, e che per una volta si decidesse per il bene della scherma italiana, dando così l’esempio agli uomini e alle donne di scherma del futuro, ma mi rendo anche conto che digitando queste parole mi sento molto Greta Thunberg che dice a un ignorante qualsiasi di non inquinare. Ragazzi, meno ignoranza più democrazia. Questa è la mia, per il resto sogno sempre la Errigo di spada!
Alberto AMENTA.

67 commenti:

  1. Per fortuna il giovane non era schierato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto quello che non supporta il sistema Federale é contro? Non sono di questo avviso e ringrazio Alberto per aver scelto il blog per esprimere i suoi pensieri. Ci sono arrivato: il ragazzo è schierato perché ha scritto sul blog. Diceva il grande Toto': " ma I faccia il piacere!".

      Elimina
  2. Alberto Amenta10 gennaio 2020 13:15

    Le consiglio di rileggere il tutto.

    RispondiElimina
  3. "É molto semplice. Non c'è democrazia. Ogni società ha un voto, voto che dovrebbe essere concordato con tutti i soci, cosa che di fatto spesso e volentieri nelle sale non è. Quindi se ci sono 50 soci che vogliono votare "x" ma chi gestisce la società vuole votare "y" perché "y" l'ha comprato con allettanti ca.. volate che non verranno mantenute, e viene a ledere una decisione comune e democratica, quei 50 soci possono andarsi a fare benedire, ed ecco perché tutti si lamentano ma le cose non cambiano. Un maestro a me molto caro dice sempre che "la porta si apre da dentro".

    Al ragazzo nella sua giovane beata ingenuità qualunquista sfugge che chi esprime il voto per conto di una società è stato eletto dai soci della società secondo regole precise e quindi è titolato a votare come ritiene, con buona pace di chi non lo ha eletto e con buona pace di chi voterebbe diversamente. Questa è la democrazia.
    E passare a dire che il voto di x è stato comprato, solo perché non corrisponde ad un ideale qualunquista di democrazia è semplicemente ignoranza.
    Meglio avrebbe fatto a continuare con i suoi meme su Instagram dove in fondo era tutto uno scherzo. Confrontarsi col mondo vero, invece, non è uno scherzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto Amenta10 gennaio 2020 18:04

      La mancanza di quello che dico sta proprio nella prima parte del tuo commento genio della lampada... Ti chiamerei diversamente se solo avessi gli attributi di firmarti come faccio io, bacino 😘

      Elimina
    2. Alberto Amenta10 gennaio 2020 18:31

      La mancanza che denuncio sta proprio nella prima parte del tuo commento.. E chi legge bene quello che ho scritto, leggerà che ho scritto che spesso e volentieri è così, ma non sto mica dicendo che è così ovunque, forse nella tua sala è così, ma probabilmente non hai abbastanza esperienza per sapere che in molte sale c'è questa mancanza, che ripeto perché credo ce ne sia bisogno, sto denunciando proprio quello che dici tu!... Per il resto saró giovane ma ne so abbastanza di promesse fatte e non mantenute e di gente venduta..... Ps : perché non ti firmi? Avrò fatto dei semplici meme scherzosi forse, ma caro anonimo sei tu che mi prendi in considerazione, dai.. aspetto che ti firmi.. come me 😊

      Elimina
    3. Mio caro giovane sbarbatello non ho bisogno di firmarmi perché ho molta più esperienza di quanto tu solo possa immaginare.

      L'esperienza data dall'età, fidati, mi fa pensare che tra diciamo 20 anni o forse 30 o forse 40 anni, capirai quanto sei imbevuto di qualunquismo.
      Ma non è un male, non ti giudico negativamente anzi non ti giudico affatto... semplicemente constato la tua mancanza di esperienza data appunto dalla giovane età.

      Ma stai attento a calibrare bene le parole perché in molti possono seguirti e assumere le tue stesse idee.
      Questo è un problema dei social network, che chiunque anche privo di esperienza può parlare e fare proseliti.
      E finché la cosa è scherzosa è un conto, quando diventa più seria si fanno danni.

      Ad ogni modo è nell'ordine e nella natura delle cose, dunque non mi scanto affatto.

      Tu pensi che firmarsi sia sufficiente per dire di avere coraggio? Proprio tu che per 2 anni non ti sei mai firmato? Adesso che inizi a farlo pensi che chi non lo fa non sia coraggioso. Simpatica prospettiva, un po' egocentrica direi.

      Il coraggio comunque è in tutt'altra storia.

      Io personalmente non ho bisogno di firmarmi per sapere chi sono, perché l'esperienza mi ha insegnato a capirlo.
      Tu sei ancora 'alla ricerca della tua strada' e ti auguro di trovarla.

      Un cordiale saluto.

      Elimina
    4. Anonimo delle ore 20,56.meno male che sei pieno di esperienza e che hai già trovato la tua strada, altrimenti cosa avresti scritto. Credo che un giovane, ancorché onesto e pulito, vada sempre incoraggiato.

      Elimina
  4. Alla fine, come recita un vecchio proverbio:"La verità sta sempre nel mezzo".

    RispondiElimina
  5. Alberto Amenta10 gennaio 2020 22:29

    Caro anonimo delle 20:56...una cosa l'hai capita, il mio era uno scherzo, o meglio una presa in giro, un blef... Ho risposto in maniera arrabbiata.. Volevo vedere dove arrivavi, non è che mi abbasso al livello di chi confonde una strategia d'anonimato per fare quello che ho fatto, con un leone da tastiera, ma stesera sono di cuore grande e ti rivelo che mentre credevi alla mia arrabbiatura da sbarbato con te, dentro ridevo.. Ridevo e rido perché chiunque tu sia, qualsiasi strada tu abbia fatto stai prendendo sul serio me che non sono nessuno "uno sbarbato" , e lo stai facendo come fossi un pezzo grosso della federazione.. Danno? E speriamo di farlo il danno! Ah no.. Quello l'ho già fatto (ahaha non rinuncio all'essere sbruffone per finta, scusa) la verità è che ho una vaga idea di cui tu sia, numero uno stammi alla larga. Numero due fidati é meglio che stai attento tu, non è una roba da mafiosi.. Lungi da me.. Semplicemente io ho una cosa che come palese che sia tu non hai, la mia arma in più... Non mi frega niente di fare 'strada' in questo movimento...I cordiali saluti non te li faccio.. Tipico delle persone che non sono ipocrite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un cumulo di chiacchere rivelano la vuotezza dei contenuti. C'è chi si diverte a scherzare, c'è chi invece lavora.

      Elimina
  6. Io non sono d'accordo con l'anonimo che ha scritto che questo ragazzo è schierato, cosa che peraltro sarebbe del tutto rispettabile.

    Io, peggio, ci sento tanta puzza di bruciato.

    C'è forse un secondo fine...

    Perché abbandonare un progetto dichiarando pubblicamente la propria identità anziché farlo in silenzio o riservare la notizia alla ristretta cerchia dei propri amici? Perché palesarsi così davanti ad un pubblico più vasto?

    Le possibilità sono diverse.

    O quel minimo di notorietà (chiamiamola così) ha riempito il suo ego tanto da credere che aver scritto quattro cose divertenti su internet possa significare essere famosi.

    Oppure ha ceduto alle lusinghe di qualche genere di quelle promesse che lui stesso dice di aborrire (in questo caso bisogna capire se consapevolmente o strumentalizzato) asservendosi ad una causa che ha ben poco di idealistico.

    Oppure ancora crede davvero (come ha detto) di avere l'esperienza a vent'anni per poterci fare la morale a tutti quanti...

    In nessuno di questi casi ritengo che dopo un breve momento di notorietà fine a se stesso ci sarà un seguito veramente utile al nostro ambiente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto Amenta11 gennaio 2020 11:23

      Certo è proprio così! Caspita mi hai beccato!Mi hanno proposto un mega posto come presidente universale della scherma! .. No vabbè a parte gli scherzi, è lecito dubitare, il tempo ti darà tutte le risponde, anche se voglio dire mi sembra palese da come parlo e scrivo che non può esserci interesse di nessun tipo di potere... I miei interessi sono altri.. Sono la passione, gli obiettivi sul campo e altro che non vedo perché parlarne a un anonimo.. Ad ogni modo ci sta questa titubanza, mi fa sorridere per tanti motivi.. E con cordialità, se proprio ci tieni, ti dico, giusto! Non credere alle mie parole, segui tutto il mio percorso e poi fammi il processo, il tempo è davvero uno dei fondamentali della scherma come della vita!

      Elimina
    2. 'non vedo perché parlarne a un anonimo'

      quindi lei ha rivelato il suo nome perché non sopportava più il silenzio intorno a lei?

      ahahaha

      Elimina
  7. Signor Rinaldi vorrei sapere da Alberto, come e quando finirà la vicenda Accademia?
    È vero che sapremo tutto a breve?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto Amenta11 gennaio 2020 11:14

      Caro, vorrei saperlo tanto anche io...Quello che so per il momento è che ho speso (come tante altre persone) molti, ma molti denari per un corso d'istruttore nazionale nel 2018 finalizzato a questo esame.. Come la penso a riguardo è ben noto.. non ci resta che aspettare che questa mancanza di rispetto verso gli aspiranti tecnici di primo e di secondo livello finisca.

      Elimina
  8. Marcello Scisciolo11 gennaio 2020 09:03

    Caro anonimo la sua lezione di "esperienza" (tutta da verificare) non ritengo sia di buon esempio per un giovane che con la sua età ha deciso di affrontare a "petto scoperto" il mondo a volte non proprio giusto di noi "maturi" . Solitamente quelli della nostra età, dovrebbero essere esempio di equilibrio, moralità e sopratutto responsabilità. Certo Alberto, potrebbe essere mosso dal fuoco che arde nel suo petto di ventitreenne appassionato, ma certamente non potrà trarre insegnamento da qualcuno che non si assume neanche la responsabilità di firmare una serie di "consigli" che dalla lettera di Alberto, mi pare non siano neanche richiesti.
    Cordialmente Marcello Scisciolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è arrivato Marcellino a sugellare con il suo dictat (non richiesto).

      Elimina
  9. Grande Albe!! Non li stare a sentire! Sei il portavoce di una generazione! Ci vediamo a Busto o quando passi da Roma 😁😁

    RispondiElimina
  10. Poveri gattini da tastiera, (in quanto scomodare i leoni, é davvero eccessivo, anche in senso ironico), adesso ce l'avete con Alberto Amenta, così, senza motivo, solo perché ha esercitato il suo diritto di libera espressione, sancito dalla Costituzione e soprattutto perché lo fa con ironia e intelligenza, cosa che purtroppo non potete fare voi, impavidi felini digitali, che evidentemente non avete la prima (cioè l'ironia), per il fatto che vi manca la seconda (cioè l'intelligenza) e forse nemmeno le palle.
    State chiedendo a un libero opinionista quando finiranno le controversie con l'accademia e la fis, come se avesse la sfera di cristallo, e vi lamentate del fatto che ragiona e parla con la sua testa e non con quella dei mastini federali, questo ovviamente accade perché quando voi parlavate in tempi non sospetti, i mastini vi ringhiavano contro e abbassavate orecchie, sguardo e calzoni con rapida velocità.
    Ditelo: siete invidiosi, vi rode, questa libertà che ci stiamo prendendo vi sta logorando, vi consuma dentro e anche fuori, a giudicare da quanto scrivete.
    Lasciatevelo dire: avete dei problemi, molti problemi ed è per questo che la più bella federazione d'Italia ha così tante problematiche a tutt'ora irrisolte e annose, che voi stessi avete contribuito a costruire e soprattutto a tenere salde nell'errore.
    Fate un favore a tutti:. DIMETTETEVI ORA, SUBITO, E SOPRATTUTTO TACETEEEEEEEE!!!
    eviteremo ulteriori danni.
    Vostro parecchio stufo
    Ugo Scassamazzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei parla nel vuoto.

      Elimina
    2. Alberto Amenta11 gennaio 2020 15:55

      Apprezzo molto questo commento, non sono parole a vuoto, probabilmente chi sostiene il contrario è un po' magro di Q.I.
      Però su una cosa caro Ugo non sono d'accordo, effettivamente io la sfera di cristallo ce l'ho. Si. E vedo chiaro come prima o poi i nodi verranno al pettine..

      Elimina
  11. Il nostro autore di facebook ha punzecchiato d anonimo per due anni ora tocca a lui essere punzecchiato. Democrazia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto Amenta11 gennaio 2020 15:47

      La democrazia non funziona proprio così, se mi chiami in privato ti spiego cos'è... Questa assomiglia più a una legge barbara caduta in disuso nelle società civili, tale legge usata da trogloditi si chiamava legge del taglione.. In caso ti spiego anche quella poi.. Detto ciò il canale era instagram non Facebook.. Quindi desumo che neanche hai mai letto qualcosa della mia roba. Prima di parlare di qualcosa informati, sennò rischi si rischia di fare una figuraccia

      Elimina
    2. Mio caro, Facebook è la società che possiede Instagram, non lo sapeva? Si informi. Lei invece, chi la possiede?
      P.S. da lei non abbiamo certo bisogno di spiegazioni né in privato né in pubblico, tenga a freno il suo ego che appare sempre più chiaramente molto smisurato.

      Elimina
    3. Alberto Amenta11 gennaio 2020 16:55

      Sisi.. Arrimpicati sugli specchi... Comunque tesoro d'accordo! Io tengo a freno il mio ego smisurato.. Ma ti prego tu o il vostro gruppo, visto che parli in prima persona plurare..(Che buffo ho un gruppo di gente che mi segue e mi considera.. Io invece non seguo e non considero nessuno di loro ahah) comunque dicevamo, mi spiace essere sembrato con un ego grosso, non era mia intenzione! Facciamo così.. Io tengo a bada il mio ego voi invece la vostra stupidità.. Mi sembra equo.. Anzi! Democratico!

      Elimina
    4. Il papà di Carlotta11 gennaio 2020 16:58

      Prima di parlare di persone come Alberto sciacquati la bocca.Dovresti conoscerlo. Se lui ha un ego smisurato io sono il capitano della Juventus. In galera per spaccio di demenza.

      Elimina
    5. Vede caro Alberto, lei è come tutti gli altri. Appena la prendono un po' in giro incomincia a dare dello stupido a chi non l'ha mai offesa e neppure lo conosce. E' caduto nel tranello? Basta stuzzicarla un po'...Come tutti, nemmeno lei è diverso. Farebbe meglio a non ergersi a censore di nessuno né a mentore delle masse. Ora può fare la vittima. E' il prossimo step della comunicazione.
      Cordiali saluti

      Elimina
  12. Alberto Amenta11 gennaio 2020 16:02

    Comunque raga, secondo me tutto quest'odio nei miei confronti è dovuto a una cosa sola. Non c'entra la federazione o la scherma o l'invidia o che so.. I punti di vista e l'essere schierati.. No. Secondo me tutto questo odio verso uno sconosciuto come me é dovuto dalla rabbia e la frustrazione perché madre natura non gli ha regalato particolari grazie, ma hey! Voi mi disprezzate? Io per dispetto vi voglio tutti bene 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impara l'itagliano.

      Elimina
    2. “Ma stai attento a calibrare bene le parole perché in molti possono seguirti e assumere le tue stesse idee.
      Questo è un problema dei social network, che chiunque anche privo di esperienza può parlare e fare proseliti.
      E finché la cosa è scherzosa è un conto, quando diventa più seria si fanno danni.”

      ok comincio subito col calibrare le parole per evitare "danni" sicché ometto il prefisso "ano" e mi rivolgo al Sig. - Nimo del primissimo commento, pregandolo di rivelarci il motivo arcano che lo ha fatto desistere (visto che si parla di esperienza 10-20-30-tombola!) dal non averci mai illuminato con il suo pensiero, le sue preziose parole su come risolvere il male nel mondo. Avrebbe fatto proseliti! lo avrebbero seguito, in molti avrebbero assunto le sue stesse idee. quali danni… avrebbe fatto un favore alla comunità intera.

      la bellezza di Alberto é proprio quello che lei ha criticato: la sua “passione”. quante volte abbiamo sbagliato, fatto cazzate nella nostra vita, per passione?
      in questo caso la passione di un 23enne che ama questo sport e che combatte con se stesso ogni qualvolta poggia i piedi in pedana.
      ma poi…non capisco una cosa? uno di 20 anni non può parlare perché non ha esperienza? ma come? chi, se non un ragazzo che tira oggi, può avere più ESPERIENZA??? uno come Alberto in media ha tirato un decennio e tira tutt'ora , é come se fosse una cartina tornasole ( non le avrebbero inventate se non per verificare il “cambiamento” chimico di una soluzione).
      non é detto che i problemi di 40 anni fa fossero per forza identici a quelli dell’era contemporanea…dobbiamo risolvere i problemi di 40 anni fa o quelli di oggi?
      perché tappare una bocca, solo perché giovane… e se fosse il verso di un canarino dentro la miniera?
      Sig - Nimo (o forse “Nemo” cit. lat.), un ragazzo si deve ascoltare, si deve prendere in considerazione. é un feedback realistico della situazione attuale, positivo o negativo, é un dato certo non una teoria. se parla arrabbiato potrebbe essere, per dirne una, che gli rode il culo a spendere 500€ a trasferta e farsi 1500km a botta per arrivare al confine opposto dello stivale. gli potrebbe bruciare che molte gare in europa per tanti sono a max 6-7 ore di macchina...lui, nello stesso lasso di tempo, arriva a Caserta Nord! e lui rappresenta una bella fetta di persone nella stessa situazione ed anche qualitativamente valide, nella media storica degli ultimi 40 anni… vogliamo negarlo?
      la passione, quella lo spinge a protestare, il disagio, suo e di molti che lo stanno vivendo di persona. quindi, quando viene lanciato un S. O. S. e non lo si ascolta neanche, non ci sarà altro che un morto in più. chi può soccorrere Alberto se non uno con la sua esperienza?
      sa che ha fatto col suo commento invece di afferrarlo per portarlo in salvo?
      gli ha messo una mano in testa e lo ha calato sott’acqua.
      Le riconosco rispetto però perché anche la sua pare essere una “passione” un passatempo proprio. immagino già per quanti anni si sia riempito di orgoglio sminuendo i suoi interlocutori. Avrà di certo molta più autostima di Alberto quando sale in pedana.

      chi esprime il voto per conto di una società potrebbe essere stato eletto dai suoi soci (con altri ideali) anche 25 anni fa! e oggi non c’é la stessa pappa di 25 anni fa.
      Preferisco il qualunquismo fantasticamente ingenuo di Alberto rispetto al suo che di ingenuo non ha nemmeno l’odore.

      Ci indichi la strada visto che ha il Tom Tom.

      Cordialerrimamente

      “lo zio” di Alberto

      Elimina
    3. Caro Anonimo Zio, non faccia lo zio chioccia. L'atteggiamento di iper-protezione nei confronti dei nostri ragazzi non è utile a nessuno.
      Ma certo è molto facile scivolare nel cyberbullismo verso i più deboli quindi mi asterrò da ulteriori commenti, certo che questo scorcio dei risvolti della comunicazione on-line possa essere stato utile anche ad Alberto per crescere.

      Elimina
    4. Grazie ad Alberto, avremo un’Italia geograficamente migliore: meno lunga e più larga...così potremo fare trasferte più brevi!!!...Ma dico: questa Federazione coma ha fatto a non arrivarci prima??? Bisognava aspettare un “ragazzo” pieno di passione per capire che bisognava modificare la morfologia geografica dell’Italia ???mah!

      Elimina
    5. quando scendi a Catania, per le vacanze magari, visto che gare non ne fanno qui... hai una granita e una brioche gratis offerta da me ;)
      ti serve glucosio mbare

      Elimina
  13. Vedere Alberto Viscardi a Gerenzano non arbitrare è la dimostrazione dell'arroganza di chi comanda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In compenso gironzolava con la tuta della nuova società ...

      Elimina
    2. D'altronde anche il consigliere presente pare che oggi, domenica, non abbia fatto mistero con qualcuno che è legittimo questo comportamento, considerando che Viscardi si è schierato con l'opposizione.

      Elimina
    3. …. e sempre quel conigliere sembra che non abbia neppure fatto mistero del fatto che sia invalsa e altresì consolidata la pratica di infrangere le regole.

      Elimina
  14. Alberto Amenta12 gennaio 2020 20:26

    Anonimo del 12 gennaio ore 19:08...hai fatto veramente un commento ridicolo. Ma cosa vuol dire? Adesso eventualmente sono stupido ed ho colpe perché dico che è assurdo che siamo capaci di organizzare in Sicilia Mondiali e ogni tot. anni campionati italiani ma mai un open, piuttosto che una cadetti o una giovani? Mai? Neanche una volta ogni tanto per agevolare il sud? É più giusto che ci spostiamo sempre noi e mai quelli del nord? Noi di Catania che la scherma l'abbiamo esportata ed insegnata a tutto il mondo? E non è presunzione ma un dato di fatto?..però guarda caso per le grandi manifestazioni si può fare... Sono presuntuoso perché rispondo a tono? Questa presa in giro vince il premio per me di tutti i commenti ridicoli che lasciate in questo blog.. No non c'è bisogno di me per capire che ci sono loschi giri e la geografia non c'entra una mazza a differenza di quello che dici tu, ma c'è bisogno di chi come me alza la testa.. Anziché sottostare alle cose storte.. Per questo sono presuntuoso? Ragazzi non ho che dirvi, questo commento mi ha permesso di distruggervi su un tema importante, che autogol che vi siete fatti.. Spero vivamente che a 60 anni avrò meglio che fare che sfogare la mia frustrazione su un 20enne.. Fai pace col cervello. Mi raccomando adesso attaccatemi e rispondetemi sulla forma, il linguaggio o cose che non c'entrano, un briciolo di dignità.. É quello che vi servirebbe adesso per tacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Distruggere chi è cosa?...più che prendere in giro te, credo che l’anonimo abbia preso in giro l’anonimo che a modo suo ha preso le tue difese.

      Elimina
    2. Alberto Amenta13 gennaio 2020 10:12

      L'anonimo avrebbe distrutto lo zio mi stai dicendo? Ahaha mbare le granite diventano 2!

      Elimina
  15. Avete da ridire anche sul fatto che oggettivamente il sud, esclusi gli atleti di alto livello che fanno campionati italiani, non è mai agevolato con le trasferte... E Alberto che lo recrimina viene pure insultato. Dire ridicolo é poco, é proprio imbarazzante.. Criticare pure una piaga come questa, mi avete levato le parole di bocca

    RispondiElimina
  16. Non credo ai miei occhi 👀 davvero perculate Alberto perché sostiene che dovrebbero essere fatte più gare al sud? Detto da uno del nord 👀 allucinante.

    RispondiElimina
  17. Ahahah Alberto preso in giro pure perché denuncia una cosa vergognosa come il fatto trasferte nord-sud. Siete alla frutta

    RispondiElimina
  18. Ma che c'entra il discorso l'italia lunga, grossa....📧 Quindi per questo è equo come sono disposte le trasferte ahahahahahahaha ti devono dare il mongolino d'oro.

    RispondiElimina
  19. Scusa Alberto, sapresti indicarmi la data in cui Catania (fencing-export) abbia presentato richiesta per l’attribuzione di una gara cadetti/giovani?!? Come tu ben sai la richiesta è importante ...mica piove dal cielo....perché sarebbe stupido attribuire la responsabilità alla Fis, quando in realtà nessuno ha la
    Voglia e la volontà di organizzare un evento simile. La tua Società ...ha mai organizzato o fatto richiesta di un evento??...sono curioso di sapere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto Amenta13 gennaio 2020 10:17

      Se fossi un disco saresti un disco dei gazzosa
      "www mi piaci tu, tu tu tu e mi manchi sempre più"

      Elimina
    2. Capisco da quello che scrivi che non conosci come funziona l'attribuzione delle gare importanti (per intenderci quelle che fanno numeri, quindi soldi e quindi voti).
      Il CF tramite uno suo canale interpella la società che vuole agevolare e le chiede: "...saresti disponibile ad organizzare tale gara?" ottenuto tale assenso la società interpellata, effettua la richiesta ed ovviamente "mette le carte a posto".
      La maggior parte del Calendario funziona così. Spero di essere stato chiaro.
      Se ne può dedurre che in Sicilia si organizzano solo grandi eventi che solitamente non portano soldi (per intenderci un Campionato del Mondo o gli Assoluti sono in netta perdita, mentre una prova cadetti o giovani di spada può far guadagnare anche 4/5 mila) per due motivi:
      1^ non c'è bisogno del voto dei club della Sicilia perchè sono già assicurati;
      2^ essendo tale regione a statuto autonomo interviere la regione e/o il comune ed eroga un contributo che solitamente copre la perdita è lascia un congruo margine al club organizzatore.
      • In questo modo i voti sono assicurati;
      • I club del resto dell’Italia non si lamentano (anche perché dopo quello che è successo con gli Assoluti di Palermo ci sarebbe un assalto alla diligenza)
      • E dei genitori (che non votano ma che pagano le trasferte) degli atleti (che non contano) non gliene frega a nessuno
      Ecco spiegato perché Alberto ha ragione
      Ciao.

      Elimina
    3. Beh, intanto non hai risposto. Questo distingue le chiacchere di chi si lamenta ebbasta da chi invece si lamenta e produce soluzioni.

      Elimina
    4. Alberto Amenta13 gennaio 2020 13:58

      'mi scriverai
      ma come stai
      www mipacitu
      tu tu tu tu tu tu
      i love you you love me
      e mi manchi sempre piu\'
      www mi manchi tu'

      PS : "e basta" si scrive staccato

      Anonimo che hai spiegato la situazione, ti ringrazio, non avrei saputo spiegarlo in maniera più nitida .. Comunque è inutile si commenta da solo il tizio..

      Elimina
    5. Anche per quelle regionali funziona così ? Se considero tutta la provincia di Catania, sono solo due le società che si cimentano nell’organizzazione delle gare.

      Elimina
    6. Caro Anonimo delle 10:36, si è mai interessato del fenomeno delle scie chimiche?

      Elimina
    7. … anche "chiacchere" non si scrive così

      Elimina
  20. Albertoooo...se ancora ti senti con Gionny Rep...digli di cambiare maglione nel suo prossimo video messaggio...indossa sempre lo stesso!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scherza? Il maglione logoro si addice perfettamente all'immagine radical-chic del lamentoso senza tempo che della lamentela ha fatto il suo vessillo. Con le ragazze funziona alla grande!

      Elimina
    2. L’importante che almeno si lavi!?!?

      Elimina
  21. Invece, domenica a Gerenzano, dopo aver abbandonato i campi da sci, si è’ vista la sciura ... ma che ci azzecca con il consiglio, misteri italiani .. comunque sti cazzi

    RispondiElimina
  22. Alberto non propone nulla di utile, critica e basta, esattamente come molti fanno. Giusto il commento dell'anonimo che sottolinea come non vi siano richieste di organizzazione gare da Catania...quindi di cosa stiamo parlando? Aria fritta. Ed è sempre più chiaro che il fenomeno "Alberto" è una bolla di sapone persa nel qualunquismo generale dei frustrati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto Amenta13 gennaio 2020 13:52

      Mi conosci? Sai quello che sto combinando a Catania? Le proposte e le idee? No. E allora stai zitto. Per il resto nessun fenomeno, ho ribadito più volte che sono uno qualunque con idee e progetti, state facendo tutto voi.

      Elimina
    2. "Stai zitto" lo dici a tuo fratello. Moccioso.

      Elimina
    3. Antonio Amenta13 gennaio 2020 21:56

      Non ti preoccupare che lo dice anche a me, e prima di dargli del Moccioso impara a conoscerlo. L’unico che non si firma proprio come un Moccioso sei tu 😘

      Elimina
    4. Noooo, il fratello? Antonio?....quanto tempo! Ma dopo te scrive anche papà ? Dai si che non sento neanche lui da tempo!! D’altra parte, da noi in Sicilia, la famiglia è importante!

      Elimina
    5. Antonio amenta13 gennaio 2020 22:14

      Firmati se sei homm

      Elimina
  23. Da come scrive per zittire gli altri il nostro Alberto ha un po' del cafoncello bulletto di periferia. Magari ha anche ragione, ma da quando ha dismesso i panni dell'anonimo di Instagram ha perso 1000 punti. Ora che lo conosciamo è meno simpatico. Perché chi scrive solo per dar sfogo alla propria incazzatura (anche se legittima) ha poca strada alle spalle e meno ancora davanti a se.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto Amenta13 gennaio 2020 22:06

      Guarda tesò, non so tu cosa abbia letto, ma non mi sembra proprio che io abbia scritto per dar sfogo alla mia incazzatura... I cafoncelli bulletti t'assicuro che sono altri.. Non chi dice a uno di stare zitto perché questo ha sparato delle fesserie senza conoscere sul suo conto. Poi secondo me non dovresti permetterti di parlare di periferia.. Perché per buttare così questa parola a caso è chiaro che non sai manco cos'è.. Lasciala stare la periferia fidati.
      Ho perso 1000 punti? Medaglie al valore. Baci stellari

      Elimina
  24. Amenta....per chi non si accontenta

    RispondiElimina