giovedì 16 gennaio 2020

FEDEREFUSO 2020 – THE REVENGE


Negli anni passati abbiamo fatto cenno più volte all’epidemia da refuso che ha colpito la Federazione più medagliata d’Italia. Purtroppo, dobbiamo prendere atto, il 2019 si è  concluso senza che nessuno trovasse la cura contro questo malevolo e infestante virus che si è annidato nelle stanze federali dall’inizio dell’ultimo mandato dell’augustissimo Maestro Scarso. Nei primi giorni di gennaio la flagellante epidemia di refusite ha già mietuto le prime vittime.
Il Direttore di Torneo (o il Computerista) della prova di qualificazione Zona Sud ha cambiato per  ben quattro volte in dodici ore i risultati della gara di sciabola maschile e, refuso non sostanziale dopo refuso non sostanziale, ha fatto risalire nel ranking un atleta accompagnato in gara dal Maestro della società del DT fino ad ottenerne la qualificazione alla seconda prova open. Poi per fortuna, un medico pietoso ha trovato il farmaco adatto a calmare la crisi e la classifica è tornata a posto.
Oggi, invece, il Segretario Generale ha avuto una allarmante ricaduta. E’ a sua firma la nota pubblicata sul sito federale che ricorda a tutti gli Affiliati che a partire dalla corrente stagione Agonistica, costituisce elemento essenziale ai fini del rinnovo dell’iscrizione al Registro CONI l’aggiornamento della sezione del sistema di Affiliazione e tesseramento con la descrizione delle attività didattiche e formative svolte nell’ambito della propria società a partire dalla data del 01/09/2020.
Per fortuna che ormai tutti gli affiliati sono al corrente della malattia, altrimenti molti avrebbero potuto convincersi che l’obbligo riguardi soltanto le attività future ed incorrere nella sanzione della cancellazione del Registro CONI.
Il virus non ha risparmiato nemmeno l'augustissimo Maestro Scarso che ha inaugurato l’epidemia 2020 convocando come Maestro un Istruttore Nazionale e dimenticando che ormai sono tutti tecnici federali senza distinzione di razza, sesso e competenze.
Ma la cosa peggiore è che il virus potrebbe aver avuto  una mutazione informatica e aver colpito il foglio excel usato per il calcolo del ranking nazionale.
Cari amici della scherma, che dire, in attesa che l'Oms isoli il virus e trovi il vaccino, state molto attenti, copritevi bene e lavate spesso le mani, e alle prossime elezioni portate la matita da casa, non si sa mai che si possano contagiare pure le schede e le urne.
Diomede Grammatico

80 commenti:

  1. Il segretario Cannella ha forse, lui, compiuto altro refuso. Infatti, nella convocazione inviata alle società degli atleti per i Giochi del Mediterraneo, il tecnico di spada è l'amico dei 'campus' del CT. Mentre sul sito federale troviamo altro Tecnico rigorosamente ex atleta e soprattutto 'militare'.

    RispondiElimina
  2. Problemi di calcolatrice o indigestione di cibo vegano?

    RispondiElimina
  3. Diomede, il Segretario generale Marco Cannella ha firmato una convocazione con diversi refusi. Per il tecnico siciliano Faugiana ne ho contati due: c'è scritto che è "Maestro", ma lui ha sostenuto l'esame da "Istruttore Nazionale", bocciato dal TAR Lazio, per cui Faugiana è "Istruttore Regionale".
    Chiedo al Presidente di Cassazione in pensione dottore Maurizio Fumo se si possano ravvisare degli illeciti in questa convocazione, che possano qualificare dei reati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perchè c'è un regolamento che vieta la convocazione per un istruttore nazionale o regionale?

      Elimina
    2. il tarocco sia esso solo formale o anche sostanziale non muore mai

      Elimina
  4. chi gestisce la pagina alla ricerca di marcel fischer ?

    RispondiElimina
  5. Signor Rinaldi, essere di parte non significa cestinare articoli che non piacciono anche se del tutto corretti.
    Valuterò, democraticamente sul da farsi.

    RispondiElimina
  6. Non posso pubblicare articoli/commenti tendenti alla offesa/diffamazione. Ogni intervento è sottoposto al vaglio dei legali. Al fine di evitare spiacevoli censure, sottoponete i vostri interventi alla visione di vostri legali.

    RispondiElimina
  7. Certo che questo consiglio federale più per riunirsi a Roma deve riunirsi al Gemelli è totalmente da ricovero.
    A Bergamo gara appello alle 9 con diluvio e -3°. Alle 10 cosa cambiava? Logistica con 4 diverse aree che neppure Google lo capiva. Strutture fredde e con le mattonelle umide e scivplose.
    Neppure la peggiore mente bacata avrebbe pensato a tutto questo. E ovviamente tutti zitti a eseguire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatt8, forse è il caso di chiamare Vigili del Fuoco e Asl vediamo se c'è l'agibilità

      Elimina
    2. Ma scusate....cosa c'entra la pioggia ? Il COL doveva garantire il bel tempo ? Scusatemi poi ....la quarta zona quale era ? Pur di ingigantire fate come Gesù..moltiplicazione dei pani ! Sono 3 zone di cui la terza solo oggi per i gironi !!! Sull'orario di inizio era come sempre pubblicato ad inizio stagione per favorire la programmazione....come mai non avere contestato prima ? Questo per essere chiari e precisi...quando si grida al lupo..il lupo ci deve essere !!

      Elimina
    3. Allora che sia chiaro che le critiche non sono rivolte a chi ha organizzato, segue solo disposizioni. Ma le critiche sono a chi aveva il compito di controllare, a chi per alcune Società controlla a che se i bagni hanno il sapone e le docce il massaggio nel getto d'acqua. Mentre per altri neppure la logistica.
      Inutile dire che la pioggia non è colpa del COL ma il parcheggio nel fango e nella melma, quello si. L'area C è stata si usata solo per i gironi, ma assurdo comunque visto che era distante e soprattutto non adeguata agli standard richiesti. Poi il fatto che si usasse solo per i gironi mi risulta sia emerso da una precisa richiesta dei Tecnici.
      Che per questa gara ci sia stata poca chiarezza è evidente già nel fatto che, come lei dice, gli orari erano presenti a inizio stagione, non mi risulta, anzi li si dice il giorno per arma e luogo "Bergamo". Forse per voi 20, 30km di distanza non sono niente, ma per chi deve decidere come raggiungere il luogo della gara, diventa un 'fondamentale' punto. Purtroppo i sacrifici economici per questo sport, da parte dei genitori, sono enormi e quindi poter programmare di raggiungere Hotel, Ristoranti e luogo di gara senza doversi muovere obbligatoriamente con auto e/o taxi e soprattutto senza doversi svegliare alle 6 pur alloggiando il loco, non è chiedere molto.
      Ripeto qui non si parla di 'colpe' del COL anzi il lavoro svolto è da apprezzare, ma chi assegna le gare dovrebbe ragionare e soprattutto vigilare, garantendo prima di tutto un servizio adeguato e quanto meno dispendioso possibile.
      L'inizio alle 10 avrebbe consentito a circa il 40% dei presenti di partire la mattina dal luogo di residenza e perchè no a chi veniva da lontano di prendere gli aerei della mattina. Si finiva dopo? bhè l'inizio coinvolge oltre 400 atleti e famiglie, che i 4 del podio finiscano alle 20 invece che alle 19, poco male sono 4 e non 400.

      Elimina
  8. Fate schifo, solo voi potevate consentire una gara di questo livello pietoso

    RispondiElimina
  9. QUALCHE BUONTEMPONE ISTIGATO DA QUALCUN ALTRO VORREBBE CERCARE DI INFANGARE ALCUNE PERSONE. EBBENE A QUESTE CONSIGLIO DI ANDARSI A LEGGERE LE CONVENZIONI CHE IL PRESIDENTE SCARSO HA SOTTOSCRITTO CON DIVERSI ENTI E LI TROVERETE TUTTE LE RISPOSTE CHE VOLETE. NEL CASO NON SIATE CONVINTI, ATTENDETE L'ESITO DI ALCUNE SENTENZE, IN PARTICOLAR MODO QUELLE DEL COLLEGIO DI GARANZIA DEL CONI E DEL CONSIGLIO DI STATO. EVITATE INUTILI INTERVENTI CHE, IN QUANTO STRUMENTALI E PRIVI DI OGNI FONDAMENTO, VERRANNO CENSURATI. SE POI VOLETE FARE UNA SERIA DENUNCIA, CON TANTO DI FIRMA, ALLORA IL BLOG VI APRIRÀ LE PORTE.

    RispondiElimina
  10. Il Blog di Rinaldi nasce come:"LIBERI PENSIERI SUL MONDO DELLA SCHERMA.TUTTO QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO".
    Ognuno è libero di pensare quello che vuole, ma non è altrettanto libero di dirlo. Per farlo ci vuole la firma.
    Mi sia spiegato il motivo per il quale per parlare del CT. di spada, della moglie e del figlio, oppure della FIS e del suo Presidente non ci vuole la firma, mentre per parlare degli amici e degli amici degli amici, ci vogliono tante garanzie?
    Basterebbe poco, solo un po' di coerenza.




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è come dico io. Si cerca di infangare. Io ci metto la faccia e se si parla del CT sono io che lo faccio, quindi ora se vuoi parlare di altri firmati, altrimenti non meriti alcun altra risposta. Se voi siete i sostenitori di Scarso ho ragione a volere un vero rinnovamento e tutto per ridare dignità a chi, purtroppo, l'ha persa come te.

      Elimina
  11. Amenta....per chi non si accontenta

    RispondiElimina
  12. Rinaldi, lei consente a noi anonimi di pubblicare sul blog. Tra di noi c'è qualcuno che più volte ha dimostrato quanto sia vero il proverbio non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
    Rinaldi provi a spiegare lei che il coni non consente all'istruttore regionale tecnico di primo livello di essere autonomo. Io pensavo che lo sapessero anche i sassi che il tecnico di primo livello deve agire sotto la supervisione di un tecnico di secondo, di terzo o di quarto livello.
    Rinaldi, come dobbiamo apostrofare uno che definisce badanti questi tecnici di livello superiore? Il collega anonimo che fa queste affermazioni da quale interesse è mosso? Lo fa perché è al soldo di qualcuno, per ignoranza o malafede?
    Non se ne può più di queste difese d'ufficio del consiglio federale senza uno straccio di supporto normativo. Bisogna essere onesti e affermare a gran voce che è stato irregolare convocare un tecnico di primo livello in nazionale quale 'maestro di sciabola'. Chi continua a parlare di articoli che vietano tutto ciò dimostra che o non conosce lo snaq o è in totale malafede. Ci sono delibere del coni che lo vietano e si possono consultare con comodità sul cellulare aprendo il sito internet del coni. Se poi per questi difensori d'ufficio del consiglio federale con il solo diploma delle elementari si può essere maestro di scherma tecnico di terzo livello snaq, dicano ai loro amici che stanno al governo della fis che possono buttare nel cesso lo snaq, il coni e le norme dello stato e dell'unione europea. Ammesso che sia possibile tirare lo sciacquone la conseguenza è banale: ognuno farà ciò che gli pare e la fis non deve mettere veti come sta ora facendo nei confronti dei diplomati degli enti di promozione sportiva o dell'accademia napoletana o dire quali tecnici possono affiliare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei ha ragione per quanto riguarda la formazione dell'istruttore di I livello, ma tutto ciò riguarda il lavoro presso una società. Ma lo SNaQ non vieta la partecipazione in competizioni, tant'è che per accedere nel parterre in occasione dei campionati italiani gpg a Riccione, la Fis autorizza, attraverso un pass, l'accesso sul luogo di gara. Per cui nulla vieta alla Fis la convocazione anche di un istruttore di I livello.

      Elimina
  13. Gentile Signor Rinaldi, ho letto con attenzione il Suo intervento delle ore
    17.02, ma data la sua articolata complessità, ad essere sincero non ho capito a ciò che si riferisse in particolare.
    Circa l'invito a sottoscrivere gli interventi, mi duole dire che il suo Blog esprime il meglio proprio con gli anonimi.
    Faccia una prova con un qualsiasi argomento ed accettare solo interventi firmati e si accorgerà cosa succede.
    Il Suo modo di operare è molto chiaro. Essere di parte, come affermato più volte, non significa ergersi a Pubblico Ministero, a Giudice Unico e, ad emettere "Sentenze" senza la voce della controparte.
    Questo modo di fare è barbaro assolutismo che non può essere accettato nel terzo millennio. Si dia una calmata e soprattutto non me ne voglia.
    Mi avvalgo dell'anonimato perché ciò è previsto nelle regole da Lei dettate.
    Lo faccio esprimendo le mie idee, dicendo il vero e soprattutto senza offendere nessuno, come di sovente succede. Cambi queste Sue regole e mi adeguerò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle ore 10,22, io rispondo, per legge di tutti i commenti postati sul blog ed al fine di essere protetto sotto l'aspetto legale, sottopongo tali post alla visione dei miei legali e se questi mi dicono che non sono pubblicabili mi attengo. Se Lei ha prove documentali da esporre sarò ben lieto di pubblicarle. Nel caso specifico sarei garantito e supportato da dati di fatto incontrovertibili, in caso contrario non potrò mai venire incontro alle Sue richieste.

      Elimina
  14. Ho letto le delibere C.O.N.I. e chiaramente dispongono che il tecnico di primo livello non può essere il tecnico referente della nazionale di sciabola in una competizione internazionale. A pagina 18 dello S.N.A.Q . è con chiarezza specificato che l'istruttore regionale, in competizione, organizza e assiste gli sportivi per le gare sotto la guida di un tecnico esperto, garantendo le condizioni di sicurezza necessarie. Poi valuta, sempre sotto supervisione, i risultati delle competizioni.
    Non c'è nessun tecnico di sciabola che stia supervisionando ai Campionati del Mediterraneo questo istruttore regionale. Perciò il CF ha commesso una grave infrazione allo S.N.A.Q. ma soprattutto devono dolersi coloro che hanno il diploma di Maestro di scherma.

    RispondiElimina
  15. Cari Amici, alcuni giorni orsono si è parlato di una strana sessione di esami per tecnici di scherma Olimpica, indetta dall'Accademia di Napoli, tenutasi in data 15 luglio scorso, alla quale hanno partecipato soltanto tre candidati (due Istruttori Naz. e uno per Maestro).
    La curiosità discende dal fatto che il bando relativo a detti esami, non è stato mai pubblicato, quindi nessuno ne è venuto mai a conoscenza.
    Sono andato a fare una ricerca sul sito dell'Accademia e effettivamente ho trovato (sull'Albo), i nomi dei candidati a quell'esame.
    Si tenga presente che a fine giugno la stessa Accademia aveva già
    organizzato analoghi esami.
    Qualcuno di voi mi sa dare qualche notizia più precisa?
    Ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Accademia potrà darti tutte le risposte che cerchi. Se poi queste risposte le vuoi su carta è sufficiente inoltrare opportuna richiesta all'Ente napoletano e certamente arriveranno le notizie relative a tale sessione d'esame.

      Elimina
    2. Quali notizie vuole?
      Faccia specifiche domande e cercherò di darle risposta

      Elimina
    3. Signor L., come le è stato detto più volte, le risposte le trova nel DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 marzo 2013, n. 52. Ora non ha più pretesti per continuare a riempire il blog con i suoi commenti capziosi. Un saluto al suo dominus.

      Elimina
  16. Ma comunque a parte le felpette, di Italia Scherma si sa nulla? Volete o no salvare la nostra amata Federazione da questo scempio? Arpino pare sia ancora a Riccione, seduto con le stampelle nella hall dell’hotel dell’assemblea. Siamo senza un leader che ci guidi verso la via dell’amore federale. Come faremo?

    RispondiElimina
    Risposte


    1. Ecco il solito Maramaldo al soldo degli squallidi - pieno di viltà e impotenza.

      A lui piace ricordare Arpino con le stampelle.

      Contento lui.

      Persino alle 00:05 si scomoda.

      Sit tibi terra levis.

      Elimina
    2. tu il tuo leader mi sembra di capire lo hai già. Noi abbiamo un'idea diversa e non siamo obbligati a raccontarla a te. Stai sicuro che chi deve incontrare Arpino lo sta facendo ed il fatto che tu non lo sappia ti fa capire che probabilmente sei troppo preso dal tuo presidente. ciao

      Elimina
    3. Sono un lettore ma mai ho utilizzato la Piazza per pubblicare qualcosa. Oggi però, a differenza di quanto ho fatto fino ad ora, vi propongo una piccola riflessione.
      Un anonimo ridicolizza Arpino con le stampelle e a mio avviso è un fatto grave, perché è un caso di cyberbullismo. Fra le maggiori violenze non fisiche c’è il prendere in giro una persona per quello che è o che esprime. Dietro la falsa goliardia riemerge quest’anima violenta di chi detiene il potere in federazione e ora ha paura di perderlo. Quest’odio non ha giustificazioni. Mettere alla gogna sulla Piazza una persona in quel momento malata, con evidenti alterazioni funzionali, è ignobile. Una cosa che solo uno spaccone da quattro soldi come chi l’ha scritta poteva concepire. Una losca figura che andrebbe inserita in un progetto di recupero per cyberbulli.
      A questo gesto da codardi voglio rispondere con la solidarietà ad Arpino.

      Elimina
    4. Quello che penso è che appena il vecchio muore molti compaesani passeranno dall'oro alla merda

      Elimina
  17. L'Anonimo sbruffoncello delle 00:05 (che noi tutti conosciamo perfettamente) invoca Arpino sul blog, e gli ordina di spostarsi e andare da lui. Lo fa più volte. E visto che Arpino se ne restava fermo, per nulla imbarazzato, un altro anonimo gli suggerì: “Se Arpino non viene da te Anonimo sbruffoncello delle 00:05, allora tu Anonimo sbruffoncello delle 00:05 andrai da Arpino”
    Quando l'Anonimo sbruffoncello delle 00:05 lesse il suggerimento, capì che ancora una volta nella sua misera vita aveva intrapreso un'attività incautamente cioè senza conoscenze adeguate, senza una adeguata competenza, in modo dilettantesco, cercando di superare chi ha più conoscenze e competenze di lui.
    Triste e desolato tornò sulla tastiera e cominciò a pensare ad un'altra minchiata.

    RispondiElimina
  18. Gentile anonimo delle ore 22.38, mi sono letto il Decreto del 2013, ma non ho trovato traccia dell'indizione degli esami indetti dall'Accademia per il 15 luglio 2019.
    Forse era un esame ad "personam"?
    Visto che è molto informato, mi faccia sapere.
    Non mi rimandi all'Accademia, in quanto è una vecchia battuta che non fa neanche ridere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei è molto informato, ma le piace simulare per creare il torbido laddove non c'è. Se non sa leggere le norme del DPR e non vuole rivolgersi all'Accademia per mantenere questo finto anonimato, può sempre andare dai suoi consulenti federali, che tante soddisfazioni le stanno dando. Scelga lei tra il presidente di assemblea o il commissario ad acta. Tanti auguri.

      Elimina
    2. Signor L., non riesce a trovare le risposte nel DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 5 marzo 2013, n. 52? Il suo datore di lavoro le potrà dare ragguagli: apra i fascicoli e legga i verbali. Un saluto al suo dominus.

      Elimina
  19. Questa storia dei refusi è stucchevole, non se ne può più.
    Una circolare cosi importante dovrebbe richiedere maggiore attenzione da parte del Segretario Marco Cannella, considerato che la Segreteria è sempre cosi inflessibile nei confronti dei tesserati e delle società.

    RispondiElimina
  20. Lui ha il diploma delle elementari ma insegna all'università, perché per lui ogni eccezione è regola, da più di 50 anni. Del resto lui usa dire che le sue elementari valgono la Bocconi di oggi. In prima lui scriveva con il lapis pagine intere di aste, quadratini e cerchietti, lettere corsive ripetute fino ad acquisire una perfetta destrezza con le tre righe. La lettura era sillabica, ripetitiva e lo si nota nella sua dizione, dove è carente la distinzione tra le lettere d e t o s e z, Il passaggio dal lapis alla penna gli era stato traumatico perchè si macchiava le mani con l’inchiostro,si spuntavano i pennini, si sbavava la scrittura perché non sapeva adoperare bene la carta assorbente. C’era poi il problema delle macchie sui quaderni e il calamaio aveva sempre un equilibrio precario sul banchino. I quaderni erano divisi in “bella” e “brutta”, mentre i secondi si riportavano a casa i primi erano ben custoditi nell’armadietto della maestra.Il quaderno con la foderina blu di carta oleata era quello del dettato, mentre quello dei temi era di carta rossa. Tutti i giorni si faceva il dettato, il tema e il problema mentre nel pomeriggio il disegno,la lettura e si ricopiava in bella scrittura dieci dodici volte una frase. Il corredo scolastico era composta in un sacchetto di tela con dentro i quaderni, i libri, l’astuccio con i pennini, il lapis ed il nettapenne, che era un pezzetto di panno sovrapposto e cucito insieme dove si asciugava il pennino bagnato d’inchiostro, confezionato dalla mamma. In inverno lui portava a scuola anche un pezzetto di legno per attizzare la stufa, mentre la maestra teneva sotto la cattedra lo scaldino tiepido.
    Quanti ricordi lui ha della scuola elementare, del resto ci è rimasto oltre i cinque anni, per affezione.
    Il diploma elementare se lo tiene stretto, gli ha dato la vita, un posto fisso, un mestiere, l'incarico per lui più prestigioso che fu di personaggi a lui inarrivabili. Si, la sua è la storia di un MIRACOLO ITALIANO: insegnare all'università con il solo diploma elementare.

    RispondiElimina
  21. Il decreto Presidenziale non c'entra un bel niente. Non sfugga alla mia domanda.Desidero sapere dove,quando è da chi sono stati indetti gli esami del 15 luglio 2019. Non mi rimandi da nessuna parte. Lei sa cosa sto chiedendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basta!!!!
      Non mi intrometto mai in discussioni che non mi riguardano, perché la Fis mi ha insegnato che la gente oggi si infama e domani si ama, e io se mi espongo rimango la nemica, ma dopo avere letto tutto ciò' che e' stato scritto, da donna della scherma, sento il dovere di dire la mia, purtroppo in anonimo. Mi intrometto nella discussione per dare la mia opinione da elettrice ed in realtà a me questi continui commenti contro il possibile candidato (e la sua famiglia) in alternativa all'attuale dirigenza danno molto fastidio. Come elettrice, non voglio questo sciacallaggio, voglio centrarmi sui programmi, sulle condizioni e sui vantaggi/svantaggi delle offerte politiche, quando da decenni abbiamo voti a comando. Noi elettori non siamo stati consapevoli a Riccione, noi abbiamo alzato le palette a segnale convenuto e poi oggi ci lamentiamo perché non abbiamo capito i dettagli importanti e perché prima il Tribunale federale, poi la Corte d’appello e forse il Coni a febbraio bocciano questo Statuto che ci era stato presentato come la Costituzione italiana tratteggiata da Roberto Benigni: il più bello del mondo.
      Dopo Riccione io il voto a comando lo rifiuto e voglio finalmente cambiare pagina. Come elettrice eh..
      Rinaldi, dia spazio a commenti che siano costruttivi, incentrati sull'argomento che lei gestisce con la pubblicazione dello specifico articolo e dei successivi commenti. Qui si doveva parlare dei refusi, ma leggo commenti di ogni tipo e beghe di bassissima lega. Sul discorso dei diplomi magistrali, Rinaldi se vuole pubblicare dei commenti riporti il tutto all'articolo di agosto, così chi li vuole seguire e intende aggiornarsi se li andrà a leggere.
      Come elettrice voglio sapere a tempo debito quando andremo a votare, con quale Statuto, i programmi e i nomi!
      Chiedo troppo?😘

      Elimina
    2. 😂😂😂😂 ragazzi ma l'anonimo che non capisce un belin del decreto presidenziale è uno spasso! Ora in modo imperativo "non sfugga alla mia domanda" "dove, quando e da chi"!!! Sembra Bracardi quando faceva il federale Romolo Catenacci: “Duce di qua, Duce di là, Duce di su, Duce di giù! Duce! Duce! Duce!… ti viene un groppo alla gola che non si riesce più a parlare, eh!”
      😂😂😂😂

      Elimina
    3. Ci manca solo un "suvvia".... anche se non ce ne sarebbe proprio bisogno, per capire chi scrive queste idiozie

      Elimina
  22. Continuate a sfuggire alla risposta relativa agli esami del 15 luglio 2019. Forse c'è qulcosa
    che non va? Non perdetevi di coraggio. Anzi abbiate il coraggio di dire la verità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi rivolgerti all'Accademia o alla FIS, la quale potrà chiedere spiegazioni in un quadro istituzionale.

      Elimina
  23. Il decreto del Presidente della Repubblica sull'ordinamento dei Licei sportivi c'entra, ma viene usato in pieno stile Accademia di Napoli, cioè buttato avanti come fumo negli occhi. Decreti, codici e codicilli usati per convincere le persone prendendole per stanchezza. Ma qualcuno leggerà quel decreto e si farà le domande giuste sul suo ambito di applicazione e poi si vedrà il se e il come. E se l'ANS ha fatto tutto bene meriterà sinceri complimenti, altrimenti ci sarà l'ennesima causa in tribunale,

    RispondiElimina
  24. Gentilissimo Signor Rinaldo.
    La ringrazio per il Suo intervento. Anche se è di parte (l'ha sempre detto), ha avuto il buon senso di far "capire" che dei famosi esami 15 luglio, non c'è stata comunicazione. Quindi una sessione per.....
    La ringrazio.

    RispondiElimina
  25. Per l'anonimo delle ore 16,15. Sig. NULLITA', il tuo commento conferma l'evanescenza della tua persona. Non c'è bisogno di scrivere altro. Non ti offendere, gli anonimi non possono offendersi.

    RispondiElimina




  26. Ricapitoliamo insieme cosa è successo da Riccione in attesa del ritorno della soap sui prossimi articoli pubblicati da Rinaldi.

    Negli ultimi mesi dopo le varie bocciature dello Statuto federale i devotissimi di Re Giorgio (Fumo dixit) devono trovare argomenti per ricompattare le truppe scarsellate. I sostenitori dello status quo politico si sono raccolti in correnti: come ai tempi della Democrazia Cristiana si fanno fra loro la guerra e si compattano contro gli avversari (gli attacchi alla famiglia Arpino hanno questa chiave di lettura).

    Vincenzo De Bartolomeo pensa di «avere le carte in regola per diventare il Presidente» e sta aggregando intorno a sé i centurioni del Comitato regionale Lazio, capitanati dal buon Fontana e dal fedele Guarneri, che è il padre dell’apprezzata Paola. De Bartolomeo confida nel Grande Vecchio che ammicca al suo ruolo di Kingmaker nel processo di successione a Re Giorgio. È a tutti noto chi sia nella scherma il Richard Neville, XVI conte di Warwick: non si spenderanno altre parole.

    Cosa succederà? Il seguito alle prossime puntate.




    RispondiElimina
    Risposte
    1. De Bartolomeo pensa "virgolettato" oppure l'ha personalmente dichiarato?

      Elimina
  27. Notizie di Girgio? E' un po' di tempo che non lo vedo in giro!

    RispondiElimina
  28. Notizie sui ladruncoli all'estero di tute ginniche? Il Procuratore federale che fa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo su questi ladruncoli come vengono definiti dovrebbero essere presi dei provvedimenti esemplari e non considerarli sportivi. Lo sport insegna altruismo, onestà e FairPlay. Loro non rappresentano tutti i nostri figli. Inoltre da genitore vorrei aggiungere: “ Come fanno i genitori a non mettere due ceffoni ai figli trovando nelle valigie oggetti non propri? A casa mia vige una regola: onesta. Genitori vergognatevi di aver cresciuto male i vostri figli.

      Elimina
    2. Attende ordini

      Elimina
    3. Si partecipano alle gare e saranno convocati a rappresentarci all'estero. Che onore avere come specchio dell'Italia dei bravi giovani che danno l'immagine che forse meritiamo.

      Elimina
  29. Egregio Direttore Rinaldi, ncuriosito dai commenti insinuanti, ho contattato l'Accademia nazionale di scherma di Napoli e ho ricevuto informazioni chiare, precise e dirimenti.
    Invito tutti coloro che desiderano ricevere informazioni sui percorsi magistrali dei liceali sportivi a fare altrettanto oppure a fare richiesta di accesso agli atti alla Federazione italiana scherma.

    RispondiElimina
  30. Dedicato all'anonimo che tanto si è accalorato sugli esami del 15 luglio. È sufficiente leggere le circolari ai Comitati Regionali. In Trentino avevamo il Maestro Salvatore Lauria che era il responsabile: la F.I.S. si è impegnata al riconoscimento con esame interno ai Licei sportivi della qualifica di "istruttore regionale" e di "istruttore nazionale" con esame con l'A.N.S., dopo la maturità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo, anche da noi in Campania. Il nostro CR ricevette anni fa una circolare mail dalla segreteria federale che indicava nel Maestro Aldo Cuomo il referente per convenzioni e rapporti con i Licei sportivi.
      C'era un modello di convenzione tipo Liceo sportivo - Fis con annesso programma di formazione e esami interni per "animatore sportivo" e "istruttore regionale". Quello da "istruttore nazionale" con l'Ans.
      Il progetto Fis nel tempo non ha avuto concreto seguito in Campania: mi hanno detto che l'Aims non fosse favorevole. Non so se sia vero, ma posso immaginare che potesse non piacere una formazione interna ai licei sportivi, che di fatto era alternativa alla formazione Aims, come i corsi di Chianciano.
      Nella mia provincia l'inattività della Fis ha permesso agli enti di promozione sportiva di entrare nei licei sportivi e dominare questo settore. Il Coni consente agli eps di rilasciare gli attestati fino al primo livello Snaq. I licei sportivi ottengono dagli eps i diplomi equivalenti di "animatori" e di "istruttori regionali".
      Scandalizzarsi per gli esami del 15 luglio è assurdo.

      Elimina
    2. "Il Coni consente agli eps di rilasciare gli attestati fino al primo livello Snaq. "

      Non esatto. I diplomi di i livello rilasciati dagli EPS sono validi solamente all'interno dell'EPS stesso e non presso le FSN.

      Quindi ammesso anche che chi ha sostenuto l'esame il 15 luglio con l'ANS e il suo EPS di riferimento, non ha un titolo valido per la FSN.

      Dopodiché se invece che prendere e citare una legge si va a vedere il quadro normativo complessivo è chiaro che i titoli del 15 luglio devono essere vagliati in base a quanto stabilisce la sentenza del TAR, ovvero dovevano essere rilasciati sulla base del regolamento SNaQ del 2015, il quale non cita i Licei sportivi e in ogni caso andavano fatti dall'ANS congiuntamente con la FIS. Se l'ANS ha fatto quegli esami nei licei senza la FIS e questo non lo so, allora non dovrebbero essere validi.

      Se domani la FIS decidesse di fare ricorso al TAR per tutte le volte che l'ANS ha agito in dubbia attinenza ai regolamenti, allora altro che dire gatto finché non ce l'hai nel sacco.

      Elimina
    3. A me risulta che i primi esami di scherma per gli studenti del liceo scientifico a indirizzo sportivo sono nati su proposta del maestro Aldo Cuomo, che ha fatto firmare una convenzione con l'Accademia. L’iniziativa è stata realizzata in virtù di quanto previsto dal D.P.R. del 5 marzo 2013 sul regolamento dei nuovi licei scientifici ad indirizzo sportivo: stipula di convenzioni per la realizzazione di specifici obiettivi legati alla formazione e all'attivita' sportiva; rilascio del diploma di liceo scientifico, con l'indicazione di "sezione ad indirizzo sportivo", integrato con la certificazione delle competenze acquisite dallo studente.


      Elimina
    4. Anonimo delle 16,26, mi auguro proprio che la FIS o glia procedere con una bella denuncia/ricorso, allora si che ne vedremmo delle belle.

      Elimina
  31. Nel frattempo si va a Doha in 11... meglio no? e se poi il dodicesimo dovesse far bene a tal punto da scalare le gia' decise gerarchie?

    RispondiElimina
  32. Anonimo delle 16,26, mi dispiace contraddirla ma Lei dice delle gravi inesattezze sugli Enti di promozione sportiva. Ripeto gravi inesattezze.
    Lavoro da anni per un EPS e quello che Lei ha affermato non corrisponde in modo assoluto a quanto sancito dal Comitato olimpico nazionale italiano.
    I diplomi di Primo Livello SNAQ rilasciati dagli EPS sono validi all'interno dell'EPS stesso, presso le FSN e su tutto il territorio dell'Unione europea.
    Si legga il Paragrafo 5 SNAQ "Agli Enti di Promozione Sportiva (EPS), quali organismi che hanno per fine istituzionale, ai sensi dell’art.26, comma 1 dello Statuto del CONI, la promozione e la organizzazione di attività fisico-sportive con finalità ricreative e formative, è riconosciuta la competenza sulla formazione e certificazione degli operatori di promozione sportiva, che nel settore dei quadri tecnici sono equipollenti all’aiuto allenatore – tecnico di primo livello".
    L'Allegato 1 pagina 44 SNAQ riporta il Supplemento al certificato Europass che attesta gli EPS tra gli Enti certificatori del Primo Livello .
    Spero che Lei non sia un dirigente federale, perché la sua visione porterebbe la FIS ad una sanzione da parte del CONI, come stabilito dal quadro normativo complessivo che Lei cita.
    Non me ne voglia, lo SNAQ non è il chewing gum, un complesso di regole che cambia da bocca a bocca, ma un sistema normativo cogente.
    Visto che Lei sembra masticare la materia, Le chiedo con cortesia di farsi parte diligente con il Consiglio federale FIS, al fine di trasmettere a sua volta alla Giunta Nazionale del CONI il regolamento federale SNAQ, attuativo di queste attività a valenza pubblicistica della formazione e dell’attribuzione delle qualifiche. Veda il Paragrafo 2 pagina 5 SNAQ.

    RispondiElimina
  33. Anonimo22 gennaio 2020 16:26 pensi che i lettori del blog possano credere alle tue affermazioni?



    un decreto del presidente della Repubblica è inferiore al regolamento SNaQ del 2015, tra l'altro mai approvato dal CONI?



    ma che c'azzecca la sentenza del TAR con l'applicazione di Convenzioni previste dal DPR?



    e se il liceo sportivo avesse firmato la Convenzione con la FIS i titoli sarebbero validi? rispondimi: se il liceo sportivo avesse firmato la Convenzione con la FIS i titoli sarebbero validi?

    RispondiElimina
  34. Tutti sanno che il delitto perfetto non esiste.
    In relazione agli ormai famosi esami del 15 luglio u.s.,chi dietro le quinte, sa'come stanno le cose,ha cercato di spostare la attenzione sui cosiddetti "Licei Sportivi", che nulla c'entrano con gli esami.
    Riepilogando, il 15 luglio l'Accademia indice una sessione di esami per un aspirante Maestro e due aspiranti Tecnici di Secondo Livello,tenendo nascosta la cosa.Perchè?
    Scoprite il mistero e il gioco è fatto. Buon divertimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crisci, ma perché fai queste domande?

      Elimina
    2. Forse perché rosica?

      Elimina
    3. 😂😂😂perché si è pentito di avere approvato a suo tempo il progetto licei sportivi....😂😂😂

      Elimina
  35. Perché per normativa statale non ha più l'esclusiva?

    RispondiElimina
  36. A "delitto perfetto" ma chi sei l'Agatha Christie dei poveri

    RispondiElimina
  37. Delitto perfetto con l'autore.

    RispondiElimina
  38. Il nuovo canale anonimo di PiazzaScherma...seguitelo su Instagram ....anonimo per modo di dire: sempre i soliti 2 gatti. Fate i video-denuncia in anonimo, senza stare attenti ai riflessi delle vetrate 😂😂😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non è anonimo! Sono io ad essere imbranato ed ho pasticciato cercando di fare meglio. Su Instagram non puoi essere anonimo.

      Elimina
  39. La storia insegna che ogni qualvolta si sta' arrivando ad una verità, puntuale ed inesorabilmente, arriva la manovra di disturbo per distogliere l'attenzione.
    Ma il tempo è galantuomo.




    RispondiElimina
  40. Gentilissimi Signor Rinaldi e Anonimi.
    Vi ringrazio per i Vostri interventi. Anche se sono di parte (l'avete sempre detto), hanno avuto il buon senso di far "capire" la regolarità di tutti gli esami dell'Ans. Sui Licei sportivi qualcuno a livello FisAims.....
    Vi ringrazio.

    RispondiElimina




  41. La storia insegna che il tempo è galantuomo.




    Le carte parleranno sulle responsabilità di qualcuno molto in alto nella gerarchia federale.




    L'attenzione non sarà distorta.



    La verità emergerà cristallina.

    RispondiElimina
  42. Al conducente del carrozzone federale è stata indicata l'ultima stazione: il capolinea.
    Il Timor Panico si insinua nelle fila dei fedelissimi, che ora sentono le loro terga scivolare dalle ambite poltrone.
    Si sentono come i superstiti del Terzo Reich chiusi nel bunker durante l'assedio dell'Armata rossa.
    Al moribondo regime nazista vennero in disperato soccorso adolescenti e pensionati armati.
    L'esito bellico è noto.
    Pari militi destinati alla fine appaiono gli esperti seriali della calunnia, in servizio 24 ore su 24 per arginare lo sfaldamento di questo regime schermistico.
    Loro usano la diceria come un magma vulcanico che resta sotterraneo, e che poi, di tanto in tanto, erutta fuori in forma di lava. Studiare questo magma o lava del discorso può darci informazioni preziose su quel che ribolle nel moribondo schieramento che uscì vittorioso nel 2016 dopo i refusi dello Statuto.
    La diceria ci mette in contatto con una dimensione umbratile della vita sociale, con i bassifondi o le fogne impresentabili dei maestri della calunnia in soccorso al Regime.
    Come difendersi dalle calunnie e da questi calunniatori?
    I grandi del pensiero ci vengono in aiuto e dalle loro parole attingere indicazioni.



    “Pazienta per un poco: i calunniatori non vivono a lungo. La verità è figlia del tempo: presto la vedrai apparire per vendicare i tuoi torti.”
    Kant

    RispondiElimina
  43. Ritorniamo sull'unico contenuto dell'articolo.
    Refusi, refusi, sempre refusi.
    Refusi nelle circolari.
    Refusi nelle lettere.
    Refusi nei ranking.
    Refusi negli statuti.
    Refusi nei regolamenti.
    Qualche correttore di bozze lo si trova in Federazione?
    Nell'attesa proviamo a capire se dai refusi qualcuno ha avuto benefici.
    Nel 2012 un commissario modifica lo statuto.
    Il suo incarico Coni era limitato alle disposizioni di giustizia sportiva.
    Il testo finale riporta modifiche anche all'articolo sulla elezione del presidente.
    Il presidente con più di due mandati può essere rieletto.
    La nuova norma non è stata approvata da una assemblea.
    Nel 2012 il presidente con più di due mandati viene rieletto.
    Il commissario aveva i poteri per modificare il testo sulla elezione del presidente?
    Nel 2014 un commissario modifica lo statuto.
    Il presidente con più di due mandati non può essere rieletto.
    Il commissario aveva i poteri per modificare il testo sulla elezione del presidente?
    Nel 2016 si deve andare a elezioni.
    Per statuto il presidente con più di due mandati non può essere rieletto.
    Lo statuto viene modificato in vari articoli con la motivazione dei refusi.
    Il presidente con più di due mandati può essere rieletto.
    Non sì conosce chi ha modificato lo statuto.
    C'è una lettera del segretario Fis al Coni e una delibera Coni di approvazione.
    Non c'è stata assemblea.
    Non c'è stato commissario.
    Un presidente con più di due mandati si candidata.
    L'assemblea ha una ripresa video.
    Nel video sono registrati interventi sulle modifiche allo statuto.
    Qualcuno si assume delle responsabilità?
    Il presidente con più di due mandati viene rieletto.
    Tutto regolare?
    Ci sono denunce.
    Nessuno ha saputo chi ha scritto il testo che ha corretto i refusi dello statuto 2016.
    Chiediamo che il consiglio federale ci dica chi ha scritto quel testo.
    Chiediamo che il segretario federale ci dica chi ha scritto quel testo.
    Chiediamo che il segretario ci dica da chi ha ricevuto quel testo.
    Chiediamo che il procuratore federale indaghi su chi ha scritto quel testo.
    Chiediamo che il presidente federale ci dica chi ha scritto quel testo.
    Se il presidente federale non ha nulla da nascondere deve dare risposte. Se non vengono date risposte, lui non ha più credibilità e non deve candidarsi a qualsiasi carica nazionale o internazionale.
    Se ogni singolo consigliere nazionale non ha nulla da nascondere deve dare risposte. Se non vengono date risposte, il consigliere federale non ha più credibilità e non deve candidarsi a qualsiasi carica nazionale o internazionale.
    Se il segretario federale non ha nulla da nascondere deve dare risposte. Se non vengono date risposte, lui non ha più credibilità e deve andare via dalla federazione.
    Chiunque incontri il presidente, un consigliere federale o il segretario federale, deve avere da loro le risposte.
    Alle gare se li incontriamo dobbiamo chiedere e avere risposte.
    Senza risposte devono andare via.
    Rinaldi io scriverò sul blog sino a quando non ci saranno risposte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Refusi nel direttivo, non ce lo metti?

      Elimina
    2. "La nuova norma non è stata approvata da una assemblea."

      Ma anche se fosse stata approvata da un'assemblea, risulterebbe assolutamente nulla, perché contraria a norme di legge imperative.

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
  44. NEWS
    „Corruzione, Italia come Ruanda e Arabia: cenni di miglioramento, ma la “sufficienza” è lontana“
    https://www.today.it/economia/corruzione-italia.html#_ga=2.120702408.1381977174.1578298816-1675178823.1578166514

    RispondiElimina