mercoledì 1 agosto 2012

OLIMPIADI LONDRA 2012 - Sp.m. e Sc.f.

Anche oggi non è andata bene e fermiaci qui perché c'é poco da dire. La spada maschile e la sciabola  femminile, cone arcinoto, non disputeranno la gara a squadre. Al termine delle gare individuali abbiamo conquistato 4 medaglie, il 75% delle quali provenienti dal fioretto femminile, ma i conti li faremo alla fine. Per ora attendiamo le squadre, fiduciosi che pescheremo ancora qualcosa (speriamo!).
Ezio RINALDI

3 commenti:

  1. Gentile Rinaldi e Cari tuttI coloro che seguono il blog,
    ho letto stamattina sul CorSera una nota preoccupante circa la partenza dall'Italia di molti dei nostri tecnici del fioretto. Cosa sta accadendo? Già molti altri sono già emigrati. Siamo sulla scia del calcio. Ciao
    Nicola Campoli

    RispondiElimina
  2. Purtroppo quelle che mi sembravano semplici indiscrezioni sono realtà. Per quel che so io TOMMASINI e BERTOLASO da tempo (prima delle Olimpiadi) hanno comunicato la loro partenza, mentre quella di Cerioni è stata annunciata qualche giorno fa.Che dire? Per TOMMASINI una ragione potrebbe essere che la moglie, francese, desiderasse di tornare in patria, infatti mi sembra di aver capito che il tecnico romano vada ad AVIGNONE. Un settore tecnico della Federazione dovrà essere rifondato e so già da chi questi tecnici saranno sostituiti, ma ne parleremo ad Olimpiadi finite. Teniamo presente che a suo tempo abbiamo lasciato partire MAZZONI e MUZIO (spada) ed i risultati si sono visti. Mentre per questi ultimi so quali sono state le motivazioni che hanno determinato la loro fuori uscita, mi riesce difficile immaggnare quali possano essere quelle per dei tecnici conclamati vincenti. Ripeto, un esame della situazione dovra farsi al termine della competizione olimpica.
    Ezio RINALDI

    RispondiElimina
  3. Per un certo verso la partenza di molti dei nostri tecnici rappresenta anche un momento di orgoglio del nostro movimento schermistico. Bisogna comunque salvaguardare una soglia di professionisti che sappiano accompagnarci nelle future sfide. Passare dall'essere una scuola internazionale ad un momento di pochezza di risultati dispiacerebbe tanti che sono appassionati alla scherma. Forza azzurre! nicola c.

    RispondiElimina