martedì 2 ottobre 2018

GENOVA, IL PONTE MORANDI E LA SCHERMA: lettera di una ex spadista.


Giordana COMPARINI
Qualche giorno fa, passeggiando sul web mi sono fermato sulla pagina facebook di Pianeta Scherma perché mi aveva incuriosito e colpito una lettera scritta da una ex spadista, che riporto per intero, in quanto merita non solo pieno rispetto ma anche una seria e profonda riflessione.
Pianeta Scherma scrive:
A seguito della tragedia del crollo del Ponte Morandi, la Fis, di concerto col Comitato Regionale Liguria, ha deciso di ammettere tutti gli atleti liguri alla prima prova Open senza dover passare dalla qualifica regionale, stanti anche i problemi di viabilità che rendono particolarmente complicato il raggiungimento del luogo di gara (l'appuntamento, da calendario, era fissato a Voltri per il 14 ottobre). Sulla decisione della Fis riceviamo e pubblichiamo una lettera scritta da una spadista ligure.
Cara Fis,
Mi è stato insegnato che a “caval donato non si guarda in bocca” e quindi prendo atto per alcuni, del tuo regalo, per tanti, fortunatamente, del tuo gesto che hai fatto per la mia Regione e città colpita dalla tragedia del Morandi e a, prescindere da come abbia cominciato e andrò avanti, ti voglio comunque ringraziare di cuore. Sinceramente.
Però ci tenevo a dirti che mi è anche stato insegnato, e ti sarà familiare, ad aspettare fino alla 15esima stoccata, ed oggi più che mai la mia amata/odiata Zena (=Genova ndr) lo sta facendo. Ho visto vigili del fuoco, volontari della croce, polizia, municipale, infermieri e medici mettersi le loro divise e scendere in strada per affrontare quell’orrore che è il Morandi. Orrore che si è portato via, come ben sai, 43 persone accertate e che ha stravolto tutta la precaria certezza di quotidianità a cui ci siamo sempre aggrappati, sperando non cadesse mai. Quindi ti chiedo, tradendo le mie prime righe, tra tutte le cose che si potevano fare, come mai ci rendi ancora “vittime” impedendoci di scegliere, noi che possiamo, il nostro sport e di rendere omaggio alla nostra città con l’unica divisa che ce lo può permettere? Non so Fis, forse si poteva trovare un altro posto più “agevolmente raggiungibile” nei limiti della “nuova viabilità” del resto stiamo affrontando il Salone nautico, a breve avremo la consueta Coppa Pompilio…
Non so, forse, da buona genovese potevate ridurci le quote iscrizione gare…
Non so, destinare i nostri soldi alle unità cinofile, agli enti di volontariato che stanno aiutando nella zona colpita gli operatori…
Non saprei, in effetti non indosso la tua di divisa. Probabilmente è solo una riflessione mugugnosa di una vecchia calcatrice di pedane che poteva essere, come ognuno di noi, una del 14/8.
Grazie
Giordana”
La prova cui lei si riferisce si sarebbe disputata a Voltri, località a ovest di Genova, la cui raggiungibilità era agevolata dal vicino ponte Morandi e che dopo il suo crollo è diventata molto più difficoltosa.
Non giudico e non intendo strumentalizzare una tragedia che non ha colpito solo Genova ma, moralmente tutta l’Italia. Quindi, in linea generale il provvedimento trova tutta la sua validità nel voler essere vicino a Genova ed ai Genovesi e francamente, sotto questo aspetto sono d’accordo con la FIS. Non posso, altresì sottacere il malessere di una genovese e forse non solo suo, la quale rivendica il diritto di scelta, nel senso che la ex spadista avrebbe visto meglio un provvedimento di conferma della gara in altro luogo ligure, con la donazione delle quote di iscrizione a qualche associazione di volontariato che ancora operano in quel territorio. Insomma dare un segno più tangibile di solidarietà piuttosto che agevolare poche unità schermistiche. In questo senso apprezzo molto il pensiero di Giordana COMPARINI, ancorché espresso in forma pubblica. E’ altrettanto vero che nella regione ed a Genova in particolare avranno luogo ben altri eventi i quali dovranno fare i conti con una viabilità divenuta complicatissima, quindi l’ex spadista, mi pare di capire, avrebbe gradito altro tipo di intervento da parte federale che non una carità forse non richiesta.
Giordana COMPARINI, che ho avuto nella Sezione Scherma dell’allora Centro Sportivo dell’Esercito (CSE), la ricordo come una persona dalla grande sensibilità ed un profondo senso delle istituzioni e se ha sentito il bisogno di scrivere il suo pensiero lo ha fatto certamente per il grande amore che nutre per la sua città. Leggendo poi i post dei commentatori che ritenevano e ritengono giusto il provvedimento della FIS, nessuno ha risposto alla domanda di Giordana:” perché è giusto il provvedimento?” Ecco, si può essere d’accordo o meno con la lettera pubblicata ma alla domanda posta bisognerebbe dare una risposta e ciò non è avvenuto, ci si è limitati a dire che il provvedimento è stato giusto e non mi risulta che la FIS le abbia dato un qualche riscontro. Ci provo Io. Cara Giordana spesso pecchiamo di mancanza di idee, oppure in circostanze tragiche come quella di Genova siamo attanagliati dalla paura di sbagliare, oppure nella fretta di aiutare o di voler dare un segnale di vicinanza assumiamo iniziative di valore non all’altezza dell’evento che ci colpisce. E’ l’unica risposta che posso ipotizzare, altre teorie le lascio alla tua immaginazione.
Forza Genova! E forza a tutte quelle regioni e località colpite da eventi tragici.

39 commenti:

  1. Concordo con Giordana.per i liguri passare la prova regionale sarebbe come vincere sulla disgrazia dei loro conterranei.non è bello. Anche e soprattutto su una prova spada x l'accesso agli open che è davvero decisiva per l'iter del risultato.Penso che la Fis l'abbia fatto con le migliori intenzioni, ma chiedere fantasia a loro è chimera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dire che sono privi di fantasia è inammissibile. Pensa un pò te alla storia del taroccamento statutario... Se quella non è fantasia allora la fantasia non esiste!

      Elimina
    2. Quoto 100%.
      In quel tempo la soluzione dell'enigma, per disvelare il gran complotto, era racchiusa in una parola vergata sul venerabile papiro dal Gran Secretarium, in una lingua assolutamente incomprensibile: IL REFUSUS. Un particolare di non poco conto che mise a repentaglio l'intera operazione a pochi giorni dalla data del Sacro Rituale. Gli Eroi della Resistenza compresero infatti che quella arcana parola rappresentava la chiave di lettura dell'intero "scriptum" Fu così che riuscirono a far quadrare il cerchio e a comprendere i termini del complotto, rivelando al mondo l'osceno intrigo. Passò ancora qualche giorno, quindi giunse quello fatale in cui avrebbero dovuto compiere ciò che il popolo attendeva da millenni.
      D'improvviso tutto svanì e rimase soltanto una coltre di fumo che si adagio sul terreno, trasformandosi in polvere nera.
      Ma ecco il colpo di scena. Un nuovo e più potente Eroe si profila oggi all'orizzonte. Penetrerà l'ignoto ed aprirà una nuova strada per portare a termine la sacra missione: ricongiungersi finalmente con la sua amata e legendaria SCHERMA e restituirne le spoglie al popolo onesto per una grande ed illuminata rinascità.

      Elimina
  2. Gentile Rinaldi ci domandiamo perché Scarso continua a far pubblicare foto che lo ritraggono in piacevole compagnia con il sindaco di Palermo? Se lui pensa che il sindaco possa sganciare qualche contributo in denaro in vista del campionati di Palermo, noi riteniamo ciò molto improbabile. Leggendo le notizie di giornale non pare che i conti di quel comune siano proprio floridi: https://www.ilsitodisicilia.it/palermo-giunta-orlando-bocciata-in-matematica-valutazione-non-positiva-dei-revisori-sul-rendiconto/
    https://livesicilia.it/2018/09/29/palermo-tutte-le-accuse-dei-revisori-i-conti-in-rosso-la-politica-in-tilt_999813/
    http://www.palermotoday.it/politica/comune-bilancio-consolidato-parere-revisori-conti.html.
    Quanto ci costeranno allora queste gare. Saranno tutte a spese della FIS e quindi a spese nostre? Può dirci qualcosa lei?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo almeno che la Fis non imponga a noi schermidori una colletta per aiutare i conti del comune di Palermo.
      A leggere la notizia vengono i brividi. Sembra che li giù non riescano a trovare neppure un istituto di credito disponibile a gestire la tesoreria comunale. Se è così sono messi proprio male.

      Elimina
    2. Se fossi in Scarso proverei a vendere su Ebay la foto di lui che stringe la mano al sindaco. Magari riesce a racimolare qualche spicciolo in più a sostegno della gara panormita.

      Elimina
    3. Sicilia Caput Mundi, vero tutto, ma riuscite a non parlare solo di Statuto e della Sicilia, inoltre, senza mai dare vere notizie nuove. Sono la prima a non condividere le scelte, la politica e altro di questa FIS, ma ritengo che si combattano le cose denunciando fatti, possibilmente nuovi. Lo Statuto abbiamo capito che ha qualcosa di poco chiaro e che c'è un ricorso altri Tribunale di Roma. Attendiamo, ma non tiriamolo sempre fuori, perdiamo di credibilità.

      Elimina
    4. Provate ad immaginare un testa a testa tra i giganti Alisher Usmanov ed Emmanuele Emanuele per aggiudicarsi la foto! Rublo vs. Euro e soldi a fiumi nella casse della FIS.

      Elimina
  3. Concordo pienamente con Giordana. Mi chiedo, visto che il Ranking ha un valore, a dir poco, biblico, in una stagione di una atleta. Ammettendo tutti gli atleti ed atlete della Liguria, anche quelle del 2004, vi rendete conto che con la sola partecipazione avranno punti ranking Cadetti, Giovani ed Assoluti, falsando totalmente ogni classifica e quindi: autorizzazioni gare all'estero, stipula dei gironi, convocazioni azzurrini e Caf...etc etc
    Sapete bene che la "nostra" scherma è strana. Ogni anno le qualificazioni fanno vittime illustri e chissà una Coppa Italia ti tira fuori risultati che mai l'interessato/a aveva visto. Quindi una opportunità non da poco che va ben oltre la 'triste' e dolorosa tragedia del Morandi.
    Bastava cambiare Sede? Sviluppare la gara in più giorni, dando cosi orari comodi a tutti? prevedere il rimborso spese per treni o navette, dando così a tutti una opportunità agevole di raggiungere un nuovo luogo di gara?
    Notiamo che non è una novità per la Fis gestire le decisioni senza pensare alle conseguenze, soprattutto quando si parla di ranking e altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa sensata sarebbe dire che solo i primi 16 o le prime 12 atleti/e della Luguria prendono punti rabking e altro. Non una soluzione equa ma almeno si ridurrebbe il "danno" a tutti gli altri. Infatti, questi sono i numeri dei posti riservati dalla Fis alla Liguria.

      Elimina
    2. Complimenti ritengo che la risposta sia sensata. Ormai il danno è fatto e i Liguri sono stati ammessi, almeno cerchiamo di dare un senso equo alla cosa ed allora dare punti per 'tutti' i ranking a quelli che entrano sempre e comunque tra i numeri degli 'eventuali' ammessi.

      Elimina
    3. Ovviamente la FIS tace, pensare che hanno anche ripristinato la linea ferroviaria. Faranno prima il nuovo Ponte di quando la FIS si renderà conto di cosa combina con queste decisioni superficiali e propagandistiche.

      Elimina
  4. Perché il sindaco non prova a chiedere ad Usmanov o, meglio ancora, ad Emanuele, un contributo a fondo perduto per ricostruire il Palasport. Se non sbaglio, Emanuele è palermitano o no?

    Un Siciliano a New York

    RispondiElimina
  5. Anonimo del 3 ottobre ore 19:47, la storia dello Statuto è troppo vergognosa per essere sottaciauta anche per un solo momento. Nessuna tregua fino a quando non saranno sepolti dalla verità. Quanto a problemi di credibilità, rivolgi altrove il tuo sguardo, prova ad aprire la tua mente e ti si sveleranno orizzonti che non è difficile immaginare.
    Miyamoto Musashi

    RispondiElimina
  6. Scusate se distolgo l'attenzione dalla vicenda Liguria ma i post mi hanno sollevato un dubbio. Dove si disputeranno gli assoluti di Palermo?
    Su wikipedia sta scritto che per il palasport di Palermo a luglio 2016 sarebbero partiti i lavori per il risanamento del tetto e poi anche i lavori per l'interno del palazzetto e che per tutto questo il comune e il coni hanno speso 13,5 milioni di euro.
    Leggendo e guardando le foto di qui sotto insieme ai commenti la storia dei lavori da 13 milioni di euro sembra che vada un po’ a rilento
    http://palermo.mobilita.org/2018/07/09/foto-il-punto-sui-lavori-al-palazzetto-dello-sport/
    Perchè il Presidente non ci fornisce dettagliate informazioni al riguardo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che con i 13 milioni di euro io avrei costruito il Cremlino dello sport siculiano, altro che rifare il tetto dirupato del palazzetto......

      Elimina
    2. Credo di comprendere il perchè Scarso mostra questa particolare affezione nei confronti del Sindaco di Palermo. Orlando è già al suo sesto mandato di sindaco, Scarso soltanto al 4° di presidente federale. Orlando è quindi un sacro punto di riferimeno, un sorta di amuleto dell'immortalità, l'esempio di un traguardo da emulare, senza se e senza ma. (Salute permettendo)!

      Elimina
  7. Questo giochino di usare ogni post per parlare di Statuto e di Palermo sembra una scenata di gelosia dove si dicono sempre le stesse cose scoclusionate. Continuate così e fate il gioco di Scarso e dei suoi che come vedete sul caso Liguria hanno creato un fran casino che si ripercuoterà fino al prossimo anno con la prima prova di qualificazione 2019

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro fratello, è solo nel mistero dell'agonia che la scherma italiana potrà risorgere e trasformarsi in modo da non essere più quella del passato. Nel frattempo la maggior parte di voi continuerà a restare martire di idee false e confuse, e preda dei tempi famelici; noi, invece, continuiamo ad essere la Resistenza ed il bersaglio di una ancestrale ostilità che restituiremo con gli interessi.

      PREFETTO DEL IV PILASTRO

      Elimina
  8. Per anni ha regnato il silenzio; poi, d’improvviso, è giunto il giorno degli "Assoluti”. Ringraziamo il Presidente e tutto il Consiglio Federale per l’eccellente servizio pastorale.
    Il Signore benedica i siciliani e la loro terra!
    Amen

    RispondiElimina
  9. Se fossi il diabolico Ct della Spada, penserei di tesserare qualche 'amico' per una Società della Liguria, tanto il ranking è personale, mi prendo i punti della prima prova Assoluti e poi il prossimo anno torno all'ovile. Mica male...

    RispondiElimina
  10. Il sindaco di Palermo effettivamente è da prendere ad esempio di grande ottimismo. Il suo comune sembra quasi al fallimento e lui balla e canta allegramente:
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/03/palermo-show-del-sindaco-leoluca-orlando-salta-e-balla-al-ritmo-di-danze-africane-sul-palco/4667173/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse è per questo che Scarso ci tiene a mostrarsi in sua compagnia. Anche lui ha bisogno di molto ottimismo per credere che sarà rieletto al quinto mandato

      Elimina
  11. REFERENZIATI
    Visto che sembrano così tanto amici, se alla fine Giorgiño tornerà a El Salvador per stabilirsi definitivamente, non è che potrebbe portare con sé anche il nostro instancabile sindaco?
    Palermitani stanchi.

    RispondiElimina
  12. E adesso musica per rilassarsi un po'
    https://www.youtube.com/watch?v=8J7yNJm1PvI

    RispondiElimina
  13. Che ne dite di avanzare una proposta di legge che obblighi tutti coloro che occupano un posto al CONI e nelle Federazioni sportive a dichiarare l'appartenenza alla massoneria?
    Secondo noi ne rimarrebero fuori pochi!
    Il presidente Scarso, nel frattempo, potrebbe anticipare i tempi proponendo l'introduzione di questo tipo di norma nello Statuto Fis. Lui ha sempre inneggiato alla trasparenza ma così potrebbe dare prova che ci tiene veramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensare a qualcuno della fis parato a festa come un confetto mentre incede a passo sincopato…Ma ve lo immaginate?

      Elimina
  14. Ragazzi capisco il vostro risentimento per il presidente, soprattutto per gli amici di Palermo che se lo vedono piombare in città a fare grandi annunci. Ma non ritenete sarebbe più credibile e pesante, il Blog, se riuscisse a denunciare fatti concreti e magari mobilitare l'opinione pubblica (della scherma) su problematiche concrete e una alla volta?
    Allora ho letto autorevoli e dettagliati commenti sulla qualificazione alla fase nazionale della prima prova di qualificazione, per gli spadisti e spadiste della Liguria.
    Considerando l'impatto che avranno sul ranking e quindi su tutto quello che consegue, non sarebbe il caso di presentare un esposto alla FIS relativo alla sua decisione e soprattutto al fatto che questa non preveda un limite al punteggio ranking agli atleti liguri?
    Sarebbe segno si consapevolezza delle problematiche quotidiane create da questo superficiale CF e dal suo presidente, evitare di scrivere sempre cambiando argomento e puntando sulle stesse battute e citazioni.

    RispondiElimina
  15. "Superficiale CF", per me è soltanto "inadeguato e incompetente"

    RispondiElimina
  16. Inadeguato per noi tesserati alla scherma e praticanti, ma ideale per un presidente a caccia di persone che non abbiano iniziativa e soprattutto accettino le sue decisioni e quelle dei suoi 'fidati' ma non competenti, dipendenti.
    Detto questo ricordo al DISTRATTO CF (Consiglio Federale) che in questo week end Genova ha ospitato, oltre ad eventi internazionali non schermistici, una gara storica di Scherma a livello nazionale e senza problemi. Quindi una 'garetta' regionale si poteva pure fare nel massimo rispetto dei Liguri e di tutti gli schermitori 'vittime' del ranking.

    RispondiElimina
  17. Salve chiedo, da genitore, a voi uomini di legge: ma vi è la possibilità di denunciare la FIS ed il CF per la decisione presa sulla qualificazione d'ufficio degli atleti ed atlete della Liguria alla prova nazionale.
    Nulla togliere all'entità e gravità della tragedia del ponte Morandi, ma considerato che la Liguria ospita eventi internazionali, che a Genova si è svolto il Pompilio senza problemi, che hanno riaperto la Ferrovia e la strada sottostante il Ponte. Mi chiedo, considerato anche che il Ranking per la FIS ha un valore fondamentale per tutta una serie di percorsi che vanno dai Caf, alle gare all'estero, ai Targ ed agli Azzurrini, che la gara Nazionale è una gara obiettivo, i nostri figli non liguri subiscono un torto.
    Quindi la domanda, considerando che investiamo soldi e non pochi per far fare scherma ai nostri figli, adesso si vedono comunque che i loro amici hanno un vantaggio non indifferente, la partecipazione alla prova Nazionale, solo la partecipazione consente di salire e non poco nel ranking U20, U17. Pensate che in Lombardia piuttosto che nel Lazio o in Emilia, la qualificazione di Spada è una lotteria.
    Allora possiamo denunciare la Fis per qualche reato che preveda proprio la possibilità di non concorrere alla pari per quelle scelte che dipendono dal ranking?
    Non è concepibile che la Fis prenda decisioni del genere senza valutarne le conseguenze e sempre impunita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quale sarebbe il reato? qualificazione dolosa? concorso in reato di posizione di ranking abusiva? Invece di teorizzare cavolate cercate di lavorare tutti voi genitori, che siete i veri sponsor della scherma, all'interno delle vostre società affinchè tra due anni non si ripeta l'elezione bulgara dell'ultima volta

      Elimina
    2. Caro signore si rivolga al presidente della sua società e gli domandi se ha mai votato Scarso come presidente Federale. Poi tragga le dovute conseguenze.
      This moves the convent!

      Elimina
    3. Se per Lei, costoro sono degli incompetenti, basta soltanto non votarli più.

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
  18. Guardate questa foto
    https://www.facebook.com/FederScherma/photos/a.10158454176068018/10158454339583018/?type=3&theater

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inquietante, direi!

      Miyamoto Musashi

      Elimina
  19. Sapete che "Io un so mai nulla" è stato eletto membroCio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già. Considerata la sua comprovata esperienza lo metteranno a presiedere la commissione per la correzione dei refusi della statuto CIO.

      Elimina