sabato 9 maggio 2020

VINCENTE E PERDENTE


Caro amico ti scrivo,
così recitava una canzone di Lucio DALLA, e lo faccio per chiarirti una volta per tutte, in modo molto semplice, cosa significhi essere perdenti. 
Non puoi essere perdente se non smetti di tentare; in una contesa bisogna saper essere sempre se stessi fornendo la migliore prestazione possibile poiché lo scopo sarà di perdere mille volte e più tempo e sforzo si impiegheranno nel perdere e più possibilità ci saranno per vincere.
Ma qual è la differenza tra un perdente ed un vincente? Potremmo fare mille ragionamenti ma la diversità fondamentale sta nel fatto che un vincente è una persona felice e soddisfatta di sé, mentre il perdente è un individuo profondamente infelice e soprattutto incapace di prendersi le sue responsabilità. Ecco, credo di averti dato alcuni elementi sui quali fare delle serie riflessioni.
Nel mio percorso sociale, professionale e sportivo credo di essermi sempre difeso da solo e non ho mai attaccato per primo, ho affrontato molteplici situazioni ed eventi. Ho avuto paura, ma non mi sono mai tirato indietro, a volte sacrificando gli affetti più cari sull'altare di principi ed idee e ne ho pagato un prezzo molto alto, ma fiero di non essere sceso a compromessi, che avrebbero minato la mia credibilità. Ho perso, certo che ho perso, ma ho anche vinto, tuttavia caro amico non è delle vittorie che voglio parlarti bensì’ delle mie sconfitte.
Ora cerco di fare mente locale e una importante me ne viene a capo, quella del 2012: elezioni per il rinnovo delle cariche elettive. Stando ai numeri non posso negare che quella fu una batosta piuttosto forte, ma come si arrivò a quel risultato? Beh, sapevo che l'impresa sarebbe stata improba ma ci provai ugualmente. Non ho mai avuto timore di perdere perché quando ho fatto qualcosa è perché ero convinto di fare bene, e soprattutto certo delle mie idee: voglia e determinazione di provarci sempre, ma con l’intento di avere rispetto per chi ho avuto di fronte, mentre nei miei confronti non sono state usate gentilezze, direi il contrario e lo posso dimostrare.
In ogni caso cercare oggi plausibili scuse o motivazioni a quella sconfitta non sarebbe nè elegante e tanto meno sportivo, quindi si, persi e fui sonoramente battuto. Però non lottavo per una poltrona bensì per un'idea, idea che non mi ha mai lasciato e per la quale il tuo santo protettore mi ha dipinto come il male oscuro della scherma. Quell’idea che perseguo ancora oggi e per la quale continuerò a battermi.
Per capire a fondo quale sia la differenza tra un vincente ed un perdente è necessario analizzare sempre cosa possa succedere in caso di insuccesso o di fallimento. Il vincente, sorprendentemente, si assume tutte le responsabilità del fallimento ed analizza che cosa sia andato storto per cercare di fare meglio la volta successiva. Ebbene da quella dura sconfitta è nata una vera resistenza, sono riuscito a tenere accesa una fiammella intorno alla quale ha preso vita un poderoso fuoco, che ha portato al risveglio di tante coscienze.
Oggi sono felice, sereno e consapevole di ciò che ho fatto, quindi mi sento un vincente.
Soprattutto, chi oggi con i numeri si sente il padrone del mondo è infelice, mi ha reso male incurabile per il suo vivere quotidiano: cos'altro potrei volere e desiderare?  
Ormai non considero più nè te né il tuo il tuo santo protettore: mi siete diventati indifferenti!
Buona vita ex, molto ex, amico: siamo mai stati veramente amici?
Ezio RINALDI

25 commenti:

  1. T'21

    https://www.youtube.com/watch?v=eeq7OQoJ_xk

    RispondiElimina
  2. Rinaldi, anche in questa occasione riesce ad autocelebrarsi dandosi per perdentemavincente... ma la cosa più triste è il suo addio ad un amico, ex o mai stato... ma a noi, che ce ne frega? Avesse fatto almeno nomi e cognomi...!?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle ore 15,07, a me è stato dato del perdente e chi lo ha fatto non è stato così coraggioso da farlo di persona, quindi ho spiegato la mia visione di perdente e vincente. Non credo di essermi mai autocelebrato, semmai ho risposto a chi ha cercato di denigrarmi, come hai fatto tu. Per la verità devi essere uno di quei miei x, molto ex, amici. Se così fosse, beh non saprei che dirti se non che resti ancora più piccolo (infimo?) di quel che potessi immaginare.

      Elimina
    2. Mi scusi anonimo delle 15,07 ma a mio parere Rinaldi sul suo blog può scrivere quello che gli pare. Poi se a lei non interessa è tutta un'altra questione. Nel frattempo attenda le prossime pubblicazioni, magari un giorno si parlerà anche di lei!

      Elimina
  3. Scarso: un vincente, fino ad oggi. Totale.
    E se lo volesse, vincerebbe anche al prossimo giro, senza dubbi.
    Questa battaglia per rancori personali poi... non porterà mai a nulla. Si vede e si continuerà a vedere.
    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle ore 19,56, mi spiace per Lei ma non vivo di rancore e soprattutto non mi interessa se Scarso si candidi o meno. Si avverte un'aria di stanchezza ed è per questo che un rinnovamento potrebbe portare notevoli benefici. Il resto è poca cosa e Lei ne fa parte.

      Elimina
  4. Ma la manovra poderosa di Girgio comprende anche tutti i quattrini che scuce per l'inutile webtv?
    A saperlo!

    RispondiElimina
  5. Scarso ha dato tantissimo al nostro sport. È un dato di fatto. Affrontando la emergenza coronavirus il CF ha cercato di sostenere società , tecnici ed atleti con le risorse a disposizione.Il resto è solo aria fritta.....se e quando altri terranno le redini vedremo il tanto propagandato cambiamento forse. Ma io credo che non ci saranno deviazioni sulla strada percorsa finoq ad ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'aria fritta sono questi quattro spiccioli che pretende distribuire sotto il nickname di "poderosa manonovra" ahahhahhahhahahhahhahahha ormai i fake federali li conosciamo bene. Ci risentiamo a settembre con lacrime e stridore di denti per tutte quelle piccole società che scompariranno.

      Elimina
    2. Speriamo invece che si cambi rotta e presto perchè altrimenti molti i noi si ritroveranno con un bel diploma di tecnico che non vale neppure una mezza minchia.

      Elimina
    3. Questa manovra poderosa assomiglia un po' al "MINOLLO" di Massimo Troisi e Lello Arena.

      Elimina
    4. PREGHIERA A SANTA VERONICA GIULIANI

      Nostra amabile Santa Veronica, degnatevi di ascoltare la umile e fervente preghiera che, stretti dalla tribolazione, vi rivolgiamo.
      Dite voi al Signore le grandi necessità dell’anima nostra. Dite quello che ci angustia in questo momento.
      O cara Santa, la vostra preghiera non sarà delusa, e noi, ancora una volta, potremo benedire il vostro nome ed il vostro patire che vi dette tanta luce di gloria e tanta potenza d’intercessione.

      Elimina
    5. Il valore di una persona sta in quello che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere. Caro Scarso alla tua indennità devi rinunciare e alla tessera millemiglia e le indennità dei CT devi eliminare perchè sono soltanto inutile sperpero di denaro.CAPISCIAMME'

      Elimina
    6. caro anonimo mattiniero delle 04.20 ti accorgerai quando verranno messe a terra. Una miseria per tutti. il millantato 1,860 milione al suo interno giusto per iniziare, ha già 500 mila euro che erano già stati deliberati a dicembre 2019 e quindi già a bilancio. Di fatto quindi diventano 1.360 mln sul quale dobbiamo vedere quali saranno le distribuzioni.

      Elimina
    7. "Scarso ha dato tantissimo al nostro sport"
      Anonimo nottambulo delle 04:20, dimmene solo UNA, dal 2008 ad oggi, che non sia quella di aver aperto un Ufficio di Collocamento.

      Elimina
    8. Anonimo delle 04.20 ma facciamo lo stesso sport o voi scarsiani e magari siculi, avete la FIS ma è la Federazione Italiana Scarso, lì si che ha dato tanto. Fatti il conto degli assunti in Federazione, senza alcun concorso, provenienti dalla Sicilia. Società e liberi professionisti che collaborano con la FIS, fatti il conto. Atleti di medio livello, ma dalle 'note' famiglie e provenienze geografiche, assunte nei Gruppi Sportivi dopo essere state inserite nelle Liste federali senza motivo. Pensiamo a tutti i 'distaccati' delle Forze Armate e di Polizia, presso la Federazione.
      Si decisamente alla Federazione Italiana Scarso ha dato tanto.
      Dalla Federazione Italiana Scherma e dai suoi tesserati ha ricevuto tanto, dal prestigio, alla notorietà, ai punti millemiglia...

      Elimina
  6. E' vero quello che dice Rinaldi. C'è chi vince e c'è chi perde. Infatti l'Ans ha vinto e Scarso Azzi Pastore Ancarani Lauria Campofreda Buratti De Bartolomeo Randazzo e VV hanno perso.

    RispondiElimina
  7. Giorgio,da buon rivoluzionario non hai dimenticato che " la poderosa" era la moto del Che.Hasta la victoria sempre.

    RispondiElimina
  8. Ma caro Scarso hai smesso di prenderci per il c.. Ti rendi conto che presenti il giorno 11, anzi il 12 con la presentazione On Line una conferenza stampa Web (ma chi se ne frega della Stampa tu sono mesi che non parli ai tuoi tesserati adesso fai la grande presentazione) le linee guida per ripartire e i soldi che darai.
    Adesso ci dici che le linee guida sono solo per gli IN, ma sei ridicolo, te ne ricordi 8 giorni dopo la reale data? La commissione in 48 ore ha stilato quel poco di roba? ma pensi che siamo veramente tutti stolti come tu vorresti che siano i tuoi tesserati. Hai nominato una commissione in ritardo e la stessa manco il tempo di salutarsi e conoscersi ed ha già tirato fuori quel poco. Allora prestiamo i nostri "esperti" al Governo visto che in 3 mesi i loro hanno detto tutto e il contrario di tutto, i nostri in sintonia mediatica in 48 ore hanno redatto tutto. Non vogliamo credere che fosse già scritto, come prassi in FIS le commissioni ratificano quello già deciso.
    Inoltre, parli di IN quando la base ti chiede di aprire aumentando i numeri come nelle altre Federazioni gli IN sono diventati in migliaia. Invece noi abbiamo gente in maternità che potrà allenarsi, gente che ha lasciato la scherma che potrà allenarsi, gente che non ha un risultato da due anni, che potrà allenarsi.
    Complimenti per la gestione dei tesserati e le problematiche della base.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete ridicoli 20 pagine di disposizioni che seguono quelle del Governo, ben poco a favore della scherma, riferite ai vostri amici IN e in ritardo ma redatti in tempi record da una pseudo commissione.
      Finitela, meglio se non fate niente siete meno ridicoli.

      Elimina
    2. Per gli anonimi delle 12,42 e 13,44, non credo assolutamente che il Dr. FIORE sia persona che ratifichi atti degli altri se non opportunamente vagliati e controllati: non lo ha mai fatto in vita sua. Se lo conosco bene, e lo conosco, Egli è un serio professionista ma, ancor più quale Presidente della Commissione medica della FIE e medico federale, avrà preparato in anticipo un protocollo medico, seguendo le linee guida del Governo e del CONI. Se a questo si aggiunge l'eccellente lavoro del Politecnico di Torino il quadro diventa più chiaro e si comprende come sia stato possibile varare il protocollo FIS in 48h. Se qualcuno fosse interessato, il suo curriculum vitae lo trovate dappertutto.

      Elimina
    3. Rinaldi a leggere attentamente i commenti precedenti credo che chi scrive, ed io condivido, abbia voluto evidenziare come non fosse necessaria una commissione visto che l'unico vero esperto era il dr. Fiore, infatti, il provvedimento è stato solo condiviso da altri, come giustamente lei dice. Allora che senso ha aver atteso una settimana per varare una commissione quando giustamente avevamo il protocollo dell'esperto dr. Fiore? Ho letto anche in altri commenti le critiche alla tardiva nomina della commissione ed al fatto che realmente solo il dr. Fiore fosse l'esperto. Mi pongo una domanda, se esiste una commissione è per avere diversi pareri ed arrivare ad una sintesi, leggi quelle nominate dal Governo con virologi che avevano diverse interpretazione sull'impatto del virus. A questo punto nella massima stima e rispetto del dr. Fiore meglio affidare a lui il protocollo se di fatto non c'è stato un approccio di discussione tra esperti della materia. Capirei anche se lo stesso Dr avesse imposto, ripeto avesse, le sue direttive. Come quando il Tecnico in gara invita il genitore a tacere visto che il tecnico è lui, magari parlasse un'altro Tecnico.

      Elimina
  9. Un milione e ottocento kg di fave!

    RispondiElimina
  10. Cari amici ma di cosa vi stupite? Vi ricordo che il compito di certi governanti di mestiere non è quello di far cambiare idea agli scettici ma convincere i minchioni a continuare a credere a tutte le cose che si raccontano.

    RispondiElimina
  11. Cortese Amico delle ore 10,50,le guerre sono apportatrici di lutti e rovine per tutti.

    A guadagnarci sono soltanto i cosiddetti venditori di armi.

    A proposito di guerre, c'è un vecchio proverbio Napoletano che recita:

    "SI A GUERR DURA, SEMPE I TURCH PAVENE E SPESE"




    RispondiElimina