giovedì 17 dicembre 2020

ANALISI ELEZIONI E CONDOTTE ARROGANTI


Da più parti mi si chiede di esprimermi in merito alle recenti elezioni per i grandi elettori nelle assemblee regionali e nazionali. Evidentemente si sente il bisogno di leggere qualcosa che non provenga dalle fonti governative federali. Segno, anche questo, della validità del blog e della sua funzione.

Non l’ho fatto finora per la semplice ragione che altre incombenze mi hanno tenuto impegnato altrove, ed ora, non certo sotto la spinta di chi chiede un articolo sull’argomento, cerco di analizzare l’esito elettorale.

Sulla base delle società affiliate alla FIS, con i requisiti previsti dallo Statuto e dal Regolamento Organico e tenendo conto delle quote rosa, sono stati eletti n. 96 atleti e n. 47 tecnici attribuibili ad AZZI e MAFFEI sulla base delle loro liste di candidati. L’esito delle votazioni ha premiato in maggior misura i candidati di AZZI, una percentuale molto alta, sulla base della quale l’attuale vice presidente avrebbe incamerato oltre 120 grandi elettori.  Evidente segnale di un viatico leggero e sicuro.

Volete sapere se sono deluso? Si lo sono! Però sembra che qualcosa non sia andato per il verso giusto – tecnici votanti non in possesso dei prescritti requisiti ed altro ancora – talché sarebbero stati presentati ricorsi alle autorità competenti per la verifica di quanto evidenziato da alcuni osservatori. Staremo a vedere!

Le elezioni hanno detto che agli elettori: a. non interessano i programmi; b. non interessano i nominativi dei componenti le squadre; c. che contro una corazzata bisogna contrapporre una armata per ribaltare i numeri.

Ciò che invece merita una particolare attenzione è il comportamento di taluni personaggi che ricoprendo cariche istituzionali importanti pare che abbiano inteso approfittare di tale stato per porre in essere una condotta arrogante e proditoria nei confronti di altro tesserato presente al seggio elettorale, dal quale avrebbero preteso, non si capisce a che titolo, un preventivo avviso sulla propria candidatura quale rappresentante degli atleti.

Della vicenda è stato prontamente edotto il Presidente del Comitato regionale locale. C’è ancora dell’altro, un maestro avrebbe affermato, in presenza di altre cinque persone, di essere stato minacciato sempre da tale personaggio.

In considerazione del ruolo istituzionale che esso riveste in seno al Comitato Regionale locale, ma ancor più in seno alla F.I.S. sarebbe stato lecito attendersi che, in tale occasione, fosse chiamato a svolgere il suo ruolo in maniera super partes ed obiettiva, senza abbandonarsi a proclamare in pubblico ed in modo acceso giudizi suscettibili, tra l'altro, di influenzare in maniera negativa gli elettori presenti. Questo è il vero male della scherma!

Detto episodio mi dà la possibilità di far capire le motivazioni per le quali in passato sia stato concesso agli anonimi di intervenire nel forum del blog. Rappresento che i post/commenti pubblicati sulla “Piazza”, quasi 16.000, furono visionati ed esaminati sotto tutti gli aspetti, soprattutto sotto quello legale, prima di essere pubblicati. Si scrive in anonimo per garantirsi una sorta di immunità da eventuali ritorsioni. Mentre ciò sarebbe comprensibile ma non giustificabile da parte di chi voglia esprimere il proprio pensiero contro il potere costituito, non lo è da parte di chi il potere lo sostiene.

Ho sempre chiesto a chi si fosse sentito destinatario di “insulti”, “offese” e “diffamazioni” di produrre denuncia all’autorità giudiziaria, affinché il sottoscritto in qualità di gestore ne rispondesse nelle sedi opportune. Nulla di tutto questo, quindi finora sulla “Piazza” non si è insultato nessuno e le bugie, le fandonie e le offese sono opera di altri. Salvo un’unica denuncia, che in sede dibattimentale è stata rinviata al mittente. Il resto, compreso espressioni gratuite e fuori luogo, è una simpatica letteratura.

Voglio comunque esprimere il mio apprezzamento agli autori di commenti sulla mia persona e sui contenuti del blog perché fatti in chiaro e poco importa se negativi: l’essenziale è esprimere con chiarezza le proprie idee. Infine, lungi da me il voler esprimermi in modo sessista, in casa ho sei donne non potrei mai farlo ma se ho dato questa sensazione porgo le mie scuse a chi si sia sentito oltraggiato dal mio scritto.

Ezio RINALDI

 

2 commenti:

  1. Egr.RINALDI, ho letto il post di un signora la quale l'accusa di aver dato ospitalità' sul suo blog agli anonimi rendendolo cosi un coacervo di insulti,offese e diffamazioni. La signora e' stata particolarmente pungente ed in buona sostanza ha detto che Lei non ha diritto ad esprimere solidarietà' e condannare gli autori di insulti vari. Le devo dire che non si può' non condividere quanto ha scritto, poi ho letto il Suo articolo e Le chiedo di confermare l'assenza di denunce per i commenti pubblicati. Glielo chiedo poiché pur confermando la condivisione di quanto scritto dalla signora, in assenza di apposite querele all'autorità Giudiziaria devo darle ragione sulla insussistenza delle affermazioni della signora. La prego mi confermi. Resta inteso che il blog mi piace più adesso rispetto a prima.

    RispondiElimina
  2. Egr. Morandi, non sono state presentate denunce. Le posso assicurare che il blog è seguitissimo dalla FIS e dai suoi avvocati. I cosiddetti insulti altro sono stati che critiche, feroci, ma sempre critiche. Tali sono stati considerati dal Tribunale di Roma nell'unica denuncia subita subita. Rispetto il pensiero di tutti, anche quello della signora, quindi nulla di nuovo su questo fronte. Intanto La ringrazio per il Suo commento, mi ha dato la possibilità di un ulteriore chiarimento.

    RispondiElimina