venerdì 5 ottobre 2012

PROGETTO PER IL QUADRIENNIO 2013-2016

Come avete potuto notare il progetto è stato modificato aggiungendo la parte che riguarda la Scherma Storica. La brevità della trattazione è data dal fatto che per sviluppare un progetto serio sulla tematica non basterebbero decine di slide, quindi in accordo con il gruppo è stato deciso di sintetizzarlo al massimo, ma esponendo gli argomenti che dovranno essere oggetto di discussione e sviluppo da parte di un pool di esperti.
Da una ricerca fatta e una lettura meno superficiale del materiale disponibile è stato appurata, nella sua storia e bellezza, la complessità dell'argomento, che a nostro avviso merita un approfondimento in tutte le sue componenti.
Ci scusiamo per non aver menzionato prima il settore, ma sinceramente abbiamo creduto che la disciplina, essendo considerata allo stesso livello della scherma moderna, non avesse bisogno di un programma specifico in quanto ciò che è previsto per la scherma olimpica è applicabile in toto per la Storica: evidentemente abbiamo sbagliato.

10 commenti:

  1. Caro Rinaldi,
    notizie del programma del Presidente uscente Scarso?
    Personalmente non ne ho traccia?
    È lei?
    Mi incuriosisce conoscere le idee del Maestro Scarso su come vorrá impostare il nuovo quadriennio olimpico.
    La data del 2 dicembre, se non ricordo male, é vicina.
    Sarebbe stato auspicabile che il programma giá fosse stato esso noto.
    Le pare?
    Oggi si eleggono i rappresentanti di atleti e tecnici in seno al Consiglio Federale.
    Come prosegue l'affluenza?
    Buona giornata
    nicola campoli

    RispondiElimina
  2. http://www.giorgioscarso.it

    Qui potete trovare il sito del Presidente Uscente

    RispondiElimina
  3. Le elezioni sono domani

    RispondiElimina
  4. Deve andare su Google e digitare giorgio scarso e sarà mandato al sito. Onestamente ci sono stato una volta e il programma non era ancora stato pubblicato: mi sembra di aver capito che lo voglia fare a puntate. Quello che scriverà mi interessa poco perchè la domanda è questa: cosa potrà fare in 4 anni, visto che ha governato per 12 (4 da vice e 8 da presidente)? Di promesse ne ha fatte tante e tante volte disattese. No, decisamente non mi interessa, noi proponiamo gente nuova, un nuovo modo di relazionarci con la base e soprattutto un visione più democratica del nostro sistema.
    I grandi elettori vengono eletti domani a Frascati e sarò al seggio elettorale nella mattinata.
    Credo che Lei come altri debba sapere che la squadra si è arricchita della presenza di BERMOND DES AMBROIS Andrea. Non credo ci sia bisogno di dire chi sia.
    Un acaro saluto, Ezio RINALDI

    RispondiElimina
  5. Devo trarre che il blog é seguito, anche se poco partecipato.
    Se il mio accenno di richiesta al programma dell'altro candidato alla carica di Presidente ha visto nel giro di pochi minuti due post, che mi indicavano dove trovarlo, non posso non pensarlo?
    Perché però non alimentare il confronto?
    É sbagliato! E poi l'anonimato?
    Coraggio dibattere fa bene alla scherma.
    nicola campoli

    RispondiElimina
  6. Caro Campoli,
    non v'è alcun dubbio che queste pagine siano seguite, d'altra parte, oltre al blog, sono sempre stato monitorato e non c'è stato un passo che non abbia fatto che il Presidente non sia stato messo a conoscenza.
    Per quanto riguarda il confronto mi piacerebbe farlo in pubblico, ma figuriamoci se Scarso accetterebbe una cosa del genere.
    I suoi sostenitori scrivono su questo blog e non hanno il coraggio di manifestarsi ed io pubblico i loro commenti ugualmente, sperando riescano a capire che sono un seguace di Voltaire ed in quanto tale nulla potrà portarmi a limitare la libertà altrui, soprattutto quella di espressione.
    un caro saluto anche a Lei
    Ezio RINALDI

    RispondiElimina
  7. CIRCOLO SCHERMA Giuseppe Delfino
    Presidente Bermond Des Ambrois Andrea
    Città IVREA Prov (TO)

    RispondiElimina
  8. Sig Rinaldi, da semplice appassionato, ho partecipato alle primissime gare del circuito e cogliendo l’occasione, vorrei sottoporle alcune considerazioni che mi sento in dovere di rappresentare sulle attività di natura agonistica.
    Tra i tanti commenti che si rincorrevano sulle tribune mi è sembrato di capire che è in progetto, tra gli ambienti federali, di intensificare il numero di gare da far sostenere ai ragazzi riconoscendo agli affiliati l’onere di organizzarne di nuove; sono rimasto sinceramente esterrefatto da tali notizie, che spero non siano vere, perché con i tempi di crisi economica che tutti noi stiamo faticosamente attraversando mi sembra quantomeno scorretto l’inserimento di nuove competizioni a scapito completamente dei genitori e atleti ,su cui ricade per intero l’onere di tali insensate decisioni.
    Per essere il più circonstanziato possibile riporto di seguito tutti gli oneri che le famiglie affrontano con la partecipazione ad una gara:
    - se la competizione è il venerdì o sabato è necessario giustificare l’assenza a scuola, questo comporta, specie per i primi anni delle superiori e le medie, perdere importanti lezioni ed avere grossi problemi nel recuperare;
    - una notte in albergo tra vitto e alloggio, mediamente per un atleta e un accompagnatore, si aggira intorno ad € 80 a persona;
    - il viaggio per trasferte di media pari a 400 km si aggira tra benzina e autostrada a 200 € tra andata e ritorno, non considerando l’usura del mezzo;
    - spese di iscrizione alle gare ed altre varie sul luogo di gara € 50;
    per un totale di circa 500 euro a gara.
    Orbene Le sembra sensato tutto ciò ? credo che la scherma sia uno dei pochi sport dove l’attività agonistica, svolta per conto delle società , è a carico delle famiglie degli atleti;
    - non sarebbe più logico ridurre a livello territoriale le competizioni ?
    - costringere le società a pagarsi la partecipazione alle gare per gli atleti da cui si intendono farsi rappresentare? Alle premiazioni tutti esibiscono la tuta che identifica l’atleta con la società.
    - qualora necessaria una partecipazione a livello nazionale la federazione non farebbe meglio a organizzare le gare nei capoluoghi di regione e stipulare delle convenzioni con compagnie aerei e treno intervenendo in prima persona a pagare una quota o per intero il viaggio ? anziché probabilmente buttare i soldi che del proprio appannaggio in mille attività che non interessano sicuramente la base e che farebbero sicuramente bene ad aumentare il numero degli iscritti (molti non si avvicinano per l’elevato costo di tutta l’attività in senso lato che fanno della scherma sicuramente uno sport NON popolare)?
    - la Fis, che ha un diverso potere contrattuale rispetto ai club, non potrebbe stipulare convenzioni a livello nazionale VERE per il vitto e l’alloggio degli atleti e familiari?
    - Non è il caso invece di ridurre l’elenco delle competizioni che già ci sono ?
    Queste attività elementari sicuramente sarebbero molto gradite dalle famiglie, che è bene ricordarlo mantengono il nostro Sport a differenza dei comitati regionali e della federazione completamente distaccati dalla realtà quotidiana e sottoposti ad altre …logiche…
    Spero di ricevere sull’argomento un suo pregevolissimo parere.
    Scari saluti
    Tramacere

    RispondiElimina
  9. gli exit pol dopo la prima tornata elettorale federale danno un netto vantaggio allo schieramento del presidente uscente si resta in attesa dei dati ufficiali.

    RispondiElimina
  10. Volutamente non ho pubblicato la richiesta di commento alle elezioni dei grandi elettori atleti e tecnici per l'Assemblea Nazionale del 2 dicembre p.v.
    L'ho fatto perchè ritengo scorretto che i sostenitori di Scarso vogliano utilizzare il blog quale megafono per la propaganda a favore del Presidente in carica, ma non solo questo, ritengo che aderire a delle provocazioni fatte da nullità mi sembra demenziale. Comunque a questi signori lascio il mio n° di cell. 3385850335: se mi chiamano sarò lieto ed onorato di rispondere con un commento assolutamente obiettivo.
    Ezio RINALDI

    RispondiElimina