lunedì 29 ottobre 2012

RIMINI - 1^ PROVA GIOVANI ALLE 6 SPECIALITA'

A Rimini ho incontrato il Presidente, con il quale abbiamo scambiato un paio di battute sui costi alberghieri forniti dall'agenzia e quelli effettuati privatamente.
Egli mi ha detto che qualche volta ci sono esigenze alle quali non ci si può sottrarre, pertanto alcune scelte sono obbligate. Capisco che certe cose è difficile gestirle diversamente però la manifestazione l'ha voluta il CONI e la Federazione ha dovuto aderire, ma proprio per questo certe spese poteva farsene carico il CONI medesimo e non farle gravare sulle famiglie e su quanti non avevano l'accredito. Fatta chiarezza sulla questione, avevo promesso al Presidente che avrei parlato della manifestazione sul blog e lo avrei fatto in forma positiva.
Indubbiamente la location si è presentata in maniera eccezionale e devo ammettere che la manifestazione ha avuto un sviluppo eccellente: si poteva circolare nel parterre senza essere di intralcio allo svolgimento della gare. Devo anche mettere in evidenza che quando ho messo piede nella reception della sede ospitante le competizioni mi sono recato al banco della FIS per pagare il biglietto d'ingresso e questo mi è stato fornito gratuitamente, con mia grande meraviglia. Ne ho parlato al Presidente e nel ringraziarlo per la cortesia ricevuta mi ha detto che non ero il solo beneficario ma tutti coloro appartenti alla FIS, ancorchè non accredidati, fruivano dell'ingesso gratuito, al che mi sono sinceramente complimentato con lui e l'ho ringraziato anche a nome di quanti non vevano avuto l'occasione di farlo personalmente.
Si è però rafforzata la convinzione che gli affiliati e le famigle devono e possono essere sgravati di oneri la cui competenza appartiene ad altri.
Ezio RINALDI

Nessun commento:

Posta un commento