lunedì 1 giugno 2015

FESTIVAL DEI GIOVANI IN PIEMONTE


Sabato 30 maggio si sono svolte anche in Piemonte le selezioni del trofeo Nazionale della Gioventù promosso dal CONI e riservato a squadre delle varie categorie del Gran Premio Giovanissimi.
Mi sia permesso ringraziare la società della Michelin per avere ospitato questa manifestazione nella sua sede, soprattutto con un tempo di preavviso così breve. Un esempio di collaborazione con la pubblica amministrazione del Comune di Collegno, che ha creato questo spazio appositamente per la scherma, inaugurato pochi mesi fa, e del quale potete vedere la foto a sinistra a futura memoria per qualche altra società che avesse la fortuna di potere ottenere questo tipo di collaborazione dal proprio comune.
Detto questo la gara è stata un po' deludente dal punto di vista della partecipazione. Deludente ancora di più se si pensa che la regione è quella del Piemonte, che dal punto di vista partecipativo dovrebbe essere una delle punte di diamante del panorama nazionale.
Tutte le gara della sciabola sono saltate per la mancanza di adesioni, (appena 1 iscritto per ogni gara), mentre nel fioretto è saltata la categoria Bambine/Giovanissime sempre per la medesima ragione. Solo nella Spada è stato possibile effettuare il complesso delle competizioni previste. Tutto sommato questa partecipazione numericamente bassa è stata anche una fortuna. Il luogo si è certamente rivelato angusto per ospitare una manifestazione di bambini, vista la solita nutritissima presenza di genitori e parenti dei giovani atleti, con una partecipazione in linea con le potenzialità della regione sarebbe certamente stato un problema.
Questo lascia spazio sicuramente a molte domande, sia sul presente che sul futuro della scherma piemontese, visto che stiamo parlando di U14, ovvero di quei ragazzi che rappresentano il serbatoio di atleti per le future categorie Cadetti, Giovani e U23 (per non andare troppo in la nel tempo), ovvero un arco temporale che coprirà come minimo il prossimo lustro di attività.
La data scelta non è stata certamente delle più felici, sia per la concomitanza con le competizioni U.20 a Rimini che hanno portato via dei tecnici, e si sa che i bambini (più che altro i genitori) senza il loro punto di riferimento in sala scherma difficilmente si muovono per affrontare una qualsiasi competizione, sia per il lunghissimo "ponte estivo" che si prospettava, con una vacanza fino a martedì 2 giugno. Oltretutto la gara di Riccione poteva essere anche potenzialmente di intralcio con questa, visto che nella gara mista U.20 è possibile anche schierare 1 atleta della categoria "Allievi".
Considerato che questa manifestazione non si doveva tenere, ed è stata inserita nel programma di quest'anno solo il 21 maggio, e per di più come ammesso dalla neo presidentessa Cinzia Sacchetti solo a seguito di "pressioni da parte della federazione e del Coni", mi chiedevo se non sarebbe stato meglio il fine settimana del 6-7 giugno, almeno per riuscire ad aggiungere qualche gara a quelle poche che effettivamente si è riusciti a disputare, e rendere più ricche le altre.
Ritengo che le gare a squadre siano importantissime per cementare l'affiatamento tra i compagni di sala, ed i bambini stessi le accolgono sempre favorevolmente, spesso con maggiore entusiasmo rispetto a quelle individuali. E questo indipendentemente dal valore delle forze in campo o dagli effettivi obiettivi agonistici raggiungibili.
Auspico che nel futuro questo nuovo comitato regionale, formato per altro anche da persone che già hanno fatto parte dei consigli precedenti, sia in grado di fornire una programmazione di eventi, non solo di competizioni, in grado di fare crescere il Piemonte per ricollocarlo la dove era stato per decenni, ovvero ai vertici di tutte e tre le armi.
Spero in un bilanciamento del lavoro, che è parso negli ultimi tempi totalmente sbilanciato verso l'arma non convenzionale, con l'organizzazione di numerosi allenamenti e momenti formativi che non sono stati mai proposti anche per le altre due specialità.
Il percorso di crescita auguriamoci sia collettivo, e non solo un cieco seguire il momento, ovvero andare a battere sul quel tasto che in questo periodo appare in regione come il più fruttuoso in termini numerici.
Tornando all'aspetto agonistico della giornata, questi sono stati i vincitori delle varie categorie, con tra parentesi il numero di squadre in gara:
SPADA:
Bambine/Giovanissime         (7)       1° - Pro Vercelli
Maschietti/Giovanissimi       (8)       1° - Accademia di Scherma Marchesa Torino
Ragazze/Allieve                    (5)       1° - ISEF "Eugenio Meda" Torino
Ragazzi/Allievi                      (2)       1° - Pietro Micca Biella
FIORETTO :
Bambine/Giovanissime         (--)      NON DISPUTATA
Maschietti/Giovanissimi       (2)       1° - Circolo della Scherma Ramon Fonst Torino
Ragazze/Allieve                    (3)       1° - Club Scherma Torino
Ragazzi/Allievi                      (2)       1° - Accademia Schermistica La Maschera di Ferro Pinerolo
SCIABOLA :
Bambine/Giovanissime         (1)       NON DISPUTATA
Maschietti/Giovanissimi       (1)       NON DISPUTATA
Ragazze/Allieve                    (1)       NON DISPUTATA
Ragazzi/Allievi                      (1)       NON DISPUTATA
 
Paolo CUCCU
 

2 commenti:

  1. credo ci sia ben poco da commentare. i numeri parlano da soli.
    condivido pienamente quanto affermato dall'amico Paolo, che ringrazio per aver saputo richiamare aspetti importanti (anche se a parer mio in negativo) senza cadere nella facile logica di essere polemico.
    NON CI RESTA CHE SPERARE PER IL FUTURO!

    RispondiElimina
  2. IN PUGLIA E' SUCCESSO DI PEGGIO GUARDATE SCHERMAVERITAS.BLOGSPOT.COM

    RispondiElimina