mercoledì 23 gennaio 2019

TERNI: confessioni, candidati e campagna elettorale


Considerato che Marcello SCISCIOLO ha formalmente e pubblicamente comunicato, tramite il blog, che Marco ARPINO sarà un competitor per la massima carica federale, voglio parteciparvi la mia giornata a Terni in occasione della 2^ prova per l’accesso alla fase finale del Campionato Italiano Cadetti. 
Sono arrivato nella città umbra nella mattinata di domenica 20.01.2019: come sempre ho trovato un brulicare di atleti accompagnatori e tecnici. Devo dire una gran bella impressione, bella perché vedere tutto questo gran movimento di atleti, genitori, maestri, accompagnatori e qualche Presidente di club per me rappresenta un momento di festa. Forse perché, scevro da condizionamenti di carattere politico/elettorale, ero disteso e sorridente.
Ho ricevuto il saluto di molte persone, ho conversato amabilmente con alcune di loro, dando la mia disponibilità a rispondere ad eventuali domande sull’attività del blog e dei suoi contenuti. Ho avuto il piacere di scambiare qualche battuta con il Consigliere federale Salvatore LAURIA, il quale garbatamente mi faceva notare che l’anonimato degli interventi sulla “Piazza” reca danno alla sua immagine ed alla sua credibilità. Francamente, da un punto di vista sostanziale, non ho potuto dargli torto però ho confutato che ad alimentare l’anonimato sia proprio la FIS. Infatti, a seguito di un articolo firmato da un tesserato, il Consiglio Direttivo Federale, ha deliberato di interessare il Procuratore per accertare eventuali infrazioni per un possibile deferimento agli Organi di Giustizia. Il tesserato è stato deferito ed ha subito la sanzione di una AMMONIZIONE SEMPLICE.
Il provvedimento, di per se molto lieve, ha decretato, in buona sostanza, che l’autore dell’articolo non ha travalicato i limiti di una analisi assolutamente lecita e corretta, ma tenuto un contegno antisportivo, cioè una condotta non conforme ai principi di lealtà, probità e rettitudine. Probabilmente, con il provvedimento, si è voluto stabilire che un tesserato non possa scrivere o esprimere alcunché, se non preventivamente concordato con la FIS.  Se realmente questo fosse l’intendimento dell’azione federale, la democrazia ha visto la sua dipartita! Ciò detto ci siamo salutati molto affabilmente.
Nel mio stazionare nel parterre, notavo il Presidente Scarso che conversava con una persona a me sconosciuta, ma ciò che mi ha incuriosito era la posizione del suo corpo, con la quale dava l’impressione di un sacerdote nell’esercizio delle sue funzioni, cioè confessare un fedele. L’impressione non era lontana dalla realtà se dopo ha tenuto sotto pressione un autorevole personaggio della scherma, al quale riferiva che si sarebbe ricandidato alla Presidenza federale (5° mandato) e gli chiedeva se lo avrebbe appoggiato o meno, ovvero lo avrebbe votato. Mi risulta che la risposta sia stata un secco NO. 
Su questa condotta vale la pena fare qualche considerazione. Verso la fine di settembre inizio di ottobre 2018 mi risulta che ARPINO e SCISCIOLO siano andati da SCARSO e molto correttamente lo mettevano al corrente delle intenzioni di candidarsi alla Presidenza FIS ed al Consiglio Federale, chiedendogli, nel contempo, quali fossero le sue intenzioni, ovvero se si sarebbe candidato per un ulteriore mandato. Il presidente SCARSO chiese del tempo, assicurando che per Natale avrebbe dato loro delle risposte. Ebbene Natale è passato, come pure capodanno e la befana, ma nessuna risposta è pervenuta ad ARPINO e SCISCIOLO, però in quel di Terni l’ha comunicata ad altri soggetti.  Come considerare tale condotta? Irrispettosa? Sleale? Direi, secondo il regolamento di giustizia “condotta non conforme ai principi di lealtà, rettitudine e probità”, quindi perseguibile e condannabile con una AMMONIZIONE SEMPLICE, che si sarebbe cumulata con altre sanzioni subite dal Presidente nell’arco del suo mandato: se volete più dettagli contattatemi in privato.
Infine, l’ennesima condotta, per essere buoni, diciamo discutibile: per lui la campagna elettorale è gratis considerato che si sposta persistentemente sul territorio a spese della FIS. 
Forse varrebbe la pena di scrivere a GIORGETTI e VALENTE. Che dire? Giudicate voi. 
Ezio RINALDI

181 commenti:

  1. Ma siiiii! Ha talmente tante millemiglia nel caricatore della sua arma, che spararsi una dozzina di viaggetti in giro per l'Italia e il resto del mondo è praticamente uno scherzo!
    Comunque il 5° mandato di Scarso, si commenta da solo, non trovate? Solo Andreotti fece un quinto governo se non sbaglio...
    Ma se volesse battere Nostini dovrebbe fare più di 6 mandati, ma dovrà promettere ben più di una olimpiade scorporata dal CIO al popolo della federazione.
    Dovrà investire parecchio in bastoni e carote per il branco di equini che vorranno farsi cavalcare da lui, ma tanti tanti!
    Se vuole glieli vendo io, alleggerendogli il lavoro, magari riesco a farmi una vacanza a Capo Verde.
    Vostro
    Ugo Scassamazzo

    RispondiElimina
  2. La domanda è anche: ma Azzi cosa faceva? lavorava per il Quinto segreto di Scarso o per se stesso? E quelli che a lei si avvicinavano erano tutti "liberi" o emissari del 'poltronaro'? Ancora una volta mi chiedo dove fossero i CT ad una delle gare U17 fondamentali per le convocazioni ad Europei e Mondiali? forse le scelte le hanno fatte ad inizio anno? Non mi dite c'erano i vice, non pervenuti neppure loro, se non qualcuno la domenica con tanto di 'codazzo' reverenziale.
    Ma poi, se Scarso era lì, per la prima volta in una gara nazionale della nuova stagione, dove erano i suoi amati Consiglieri anche se non delegati ufficilamente? da Lazio, Campania e altro, la strada non era così lunga e per mostrarsi vicino al presidente e alla Fis, si dovrebbe fare questo ed altro. Forse lo hanno già scaricato, dopo l'approvazione del Bilancio a maggioranza?
    Scarso potrai anche deferire le persone, ma non puoi renderle ceche, ormai la gente ha aperto occhi ed orecchie ed è finito il qualunquismo.

    RispondiElimina
  3. Gentile Rinaldi, l’immaginario più diffuso nel nostro movimento rappresenta Giorgio Scarso come una bussola con l'ago incessantemente orientato verso la prossima ambizione elettorale. Come non giustificare, allora, la sua tensione incessante nei confronti di una mano del destino che alza continuamente l'asticella del risultato e lo costringe al crescente sforzo di dovere inarcare la schiena ancor di più per provare a saltare più in alto? Poi, dopo qualche amena chiacchierata telefonica, si scopre che la risposta alla domanda “Cosa farai da grande?” non è sempre la stessa. A taluno degli interlocutori ternani avrebbe confidato dietro le quinte: “ Non so ancora se mi candiderò di nuovo”. Ebbene, in assenza di comunicati ufficiali, il punto è allora questo. Forse che lui, il Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana in salsa sicula, il condottiero che portò i suoi fidi consiglieri all' indimentibile risultato del l'85,7% dei voti alle ultime elezioni, cominci a covare insospettabili desideri da Cincinnato. Una tranquillità più a misura di pensionato, dopo gli anni ruggenti delle sue battaglie contro i ribelli e contro il blog? Chissà.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puttanate re Giorgio vince sempre

      Elimina
    2. Abbiamo ricominciato? Almeno cambia...sempre le stesse parole...
      E meno male che c'è chi si lamenta che il blog da troppo spazio agli inutili offensivi commenti di troppi....

      Elimina
    3. Re Giorgio numero UNO anche se non dovesse vincere.
      Scarso per sempre, er meglio.

      Elimina
    4. Appunto a dimostrazione dello squallore dei suoi sostenitori....come chi scrive usando solo volgarità.

      Elimina
  4. A breve in sicilia ci sarà la prima prova di tenuta del potere decentrato di Scarso. La presenza di due candidature opposte è già sintomaica della rottura di quell'equilibrio ancestrale che fino ad oggi ha regnato indisturbato sull'isola del tesoro.
    Miyamoto Musashi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È solo sintomo che qualcuno vuole dimostrare di scendere in campo. Ma avrà mai la forza? Farà la stessa fine di maglioncino rosa? Vedremo cosa succederà in terra Sicula.

      Elimina
    2. Meglio indossare un pullover rosa di cachemire e non essere eletti che essere indagati e finire con le pezze al culo.

      Elimina
    3. Maurizio Seminara26 gennaio 2019 19:54

      Buonasera gentile anonimo, sono Maurizio Seminara, quel maglioncino rosa cui credo lei si riferisse. e come allora ci misi la faccia ed il nome io ancora oggi ho il coraggio delle mie azioni e dei miei pensieri. al contrario di lei che non riesce a fare di meglio che essere anonimo. Quel maglioncino rosa, che rosa era solo nella sua percezione , probabilmente oltre che miope è anche daltonico, ha portato all'evidenza di tutti un problema che era quello dei refusi e della assolutà illogicità,incomprensibilità,contraddittorietà ed incongruità delle norme che regolano la vita federale. Ciò evidentemente dal mio punto di vista. Che io possa dissentire dal suo e da quello di altri spesro possa essere accettato , anzi pretendo sia accettato, ma così come allora non mi nascosi dietro un anonimo scritto per spiegare le mie presunte ragioni, pretendo che chi voglia contestare quanto affermai pubblicamente o dileggiare scioccamente il sottoscritto pretendo dicevo che abbia il coraggio di firmarsi. ma non perchè io così facendo possa cercare rivalse, ma perchè chi ci legge, possa capire chi e con cosa si misura quotidianamente, e magari decidere di conseguenza. Quindi se vorrà continuare questo piacevole scambio di battute si firmi, altrimenti mi spiace, non mi impegno oltre nello spiegare a lei ed ai tanti lettori del blog la genesi,l'evoluzione ed il significato finale di quella candidatura.

      Elimina
    4. Seminara non perda il suo tempo, perchè figure di merda ne hanno fatte abbastanza davanti i Giudici dello Stato. e altre ne faranno! Ad aprile si chiuderà un'altra partita. Rinaldi si tenga pronto.

      Elimina
    5. Ma non vi siete stancati di darvi risposta a vicenda? Appertenete allo stesso club sportivo siciliano è da anni vi fate le domande e poi vi rispondete come se non vi conosceste. Si vocifera addirittura di domande scritte in una stanza e risposte date in un’altra.

      Elimina
    6. Caro Egregio Bombolone delle 11.06 ti piacerebbe che fosse così. Purtroppo sei sputtanato in tutta Italia e sei odiato più di quanto immagini.
      A proposito di club siciliani, tu li conosci bene, vero?

      Elimina
    7. Conosco le realtà siciliane come te. Visto che asserisce di conoscermi, appellandomi addirittura "bombolone" (cosa che se riferita al mio status fisico, posso dirle che si sbaglia), perchè non viene direttamente a parlarmi in un cordiale faccia a faccia?

      Elimina
    8. Egregio Bombolone sei proprio un fesso

      Elimina
    9. Illustre mentore del sapere occulto, Io sarò fesso, ma tu rimarrai sempre un omuncolo senza dignità.

      Elimina
  5. https://www.federscherma.it/homepage/media/news/14-news/top-news/29815-rapporti-internazionali-il-club-scherma-roma-e-l-azienda-negrini-donano-materiale-schermistico-alla-federscherma-di-capo-verde.html

    Ma che sta recuperando i cartoni per preparare le urne elettorali? Non è presto ancora?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi auguro che Valerio abbia fatto un controllo elettrico preventivo su tutti i giubbetti non si sa mai di questi tempi che può succedere. Non vorrei che qualche schermidore di Capoverde possa finire a sua insaputa sulle pagine dei giornali.

      Elimina
    2. Ma se la donazione è stata fatta dal Club Scherma Roma che cosa c'entra Scarso nella foto?

      Elimina
    3. Cavoli a merenda?

      Elimina
    4. Inizio con un saluto anonimo a Lauria. Ciao ciao Lauria, le sue lamentele sull'anonimato ricordano il bue che dice cornuto all'asino. Io gli chiedo di spiegare sul blog, firmandosi, il mistero della gratuità dei corsi a Chianciano ai capoverdiani. E già, direbbe Vasco. È l'ennesima manovra silenziosa per il grande capo in permanente campagna elettorale. L'attivismo di Scarso per Capoverde è l'emblema della sua campagna elettorale permanente, sempre a spese degli altri. I viaggi e gli alloggi con i contributi pubblici federali. Il materiale da scherma regalato dal CSRoma. In cambio tante promesse che non potranno mai essere realizzate. Questo sia da ammonimento per tutti quelli che in questi giorni ricevono tante promesse a due anni dalle elezioni. Il Presidente CSRoma DiMartino dovrebbe capire che la Fis non conta più una ceppa per la sala all'Acqua acetosa. Si prepari a bussare alle porte importanti di Sport e Salute Spa. E già. Ciao ciao Scarso.
      Torniamo a Capoverde e a Chianciano: per chi ancora non lo sapesse, i tecnici capoverdiani non pagano i corsi di formazione a Chianciano. Gli italiani si ma loro no. E già. Aspettiamo la reazione di Salvini e della Lega. Questo ulteriore regalo a Capoverde è stato offerto da Scarso, Lauria e Crisci con un giro di soldi pubblici dalla Fis all'Aims. E già. Aspettiamo la reazione di Sport e Salute Spa.
      Nel frattempo la Fis si ricorda di curare la trasparenza sul sito Gazzetta federale. Improvvisamente si ricorda che i tecnici hanno valenza pubblicistica. Però lo fa in modo Scarso, cioè senza pubblicare i nominativi dei tecnici della Lista federale. Senza trasmettere alla Giunta del Coni il regolamento snaq. La lista magistrale rimane nelle strette mani del club di Crisci, che la usa per i suoi noti fini elettorali. E già. L'Aims è un club, il club di Crisci. Non è affiliato alla Fis, no. È affiliato a un ente di promozione sportiva. E già. Chissà Giorgetti cosa penserà. E Sport e Salute Spa. E i maestri che non sanno di essere tesserati per quell'ente o forse l'Aims non li ha tesserati...E già.

      Gallo cedrone da Capobianco

      Elimina
    5. la commissione semi garantisce che si tratta di usato sicuro!

      ahahhahhahhahahhahhahahahhahahhahaha

      Elimina
    6. E PER GLI ATLETI DI SAN SALVADOR NESSUN DONO? MA COME, QUELLI TI HANNO ELETTO PRESIDENTE ONORARIO DELLA LORO FEDERAZIONE E TU NON LI PENSI PIU'?
      (AHI AHI AHI)

      Elimina
    7. Il mio sogno è andare a Capo Verde! Sogno distese di schermitori vestiti da Negrini, che tirano ovunque, in ogni anfratto dell'isola.
      Che meraviglia! Mentre coltivano carote e tagliano bastoni per Scarso.
      Vostro
      Ugo Scassamazzo

      Elimina
    8. Alcune considerazioni: ma la gratuità dei corsi di Chianciano per i Tecnici o aspiranti tali, di CapoVerde, sono stati decisi dal Consiglio Federale ovviamente. Mi chiedo a nome di trasparenza e partecipazione, chi ha deciso sia proprio CapoVerde ad usufruire di tali agevolazioni? Mi chiedo ma questa perenne campagna elettorale, cosa porta se alla fine la FIE approva all'unanimità la nuova assurda norma sulla Spada.

      Elimina
    9. https://www.ohmymag.it/viaggi/north-sentinel-island-e-l-isola-piu-pericolosa-del-mondo-e-i-suoi-abitanti-potrebbero-accoglierti-malissimo_art3298.html

      A Giorgio il colonizzatore suggerisco di provare ad esportare la scherma anche nell'isola di North Sentinel. Che ne pensi di andare personalmente tu, Cannella e i fratelli Bucca per organizzare un prima forma di insediamento sportivo sull'isola, una sorta di "Casa Italia" d'oltre oceano. Provare per credere.

      Elimina
    10. Perché non organizzare una raccolta fondi per dare un l’auto stipendio a questi elementi e sperare che accettino la proposta? Una proposta di alto valore economico non potrà non essere accettata.

      Elimina
    11. Addirittura si accostano i fratelli a Bucca al segretario generale dell Fis. Questi due fratellini devo essere veramente potenti per avere questa considerazione da parte vostra.

      Elimina
    12. Il fatto che i fratellini stiano sulle p****e a qualcuno non significa che siano potenti.

      Elimina
    13. Perché allora non firmare una petizione per eliminarli dalla Fis?

      Elimina
  6. BREAKING BAD
    Un donna va dal parroco per confessarsi: “padre, ieri nella parrocchia vicina ho fatto l’amore con un prete”. E il padre confessore: "figliola, dì quattro ave maria ma la prossima volta ricordati che la tua parrocchia è questa"!

    RispondiElimina
  7. Per me il vero problema non sta nel fatto che Scarso possa essere eletto per altri 3 4 o 5 mandati. Si tratterebbe, al massimo, di altri vent'anni Io sono seriamente preoccupato del progressivo perfezionamento delle tecniche di clonazione
    Bobolino jr

    RispondiElimina
  8. Stamattina è apparsa una news sul sito federale che diceva federazione trasparente 2.
    La notizia conteneva un elenco di titoli di documenti che non consultabili.
    Nel primo pomeriggio la notizia era già scomparsa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. strane apparizioni e sparizioni non si sono verificate anche riguardo alla statuto federale?
      #PARACULOS ASPECT
      #PARANORMUS EFFECT

      Elimina
  9. Si terrà a Santa Venerina domenica 3 febbraio l'Assemblea straordinaria regionale per eleggere il consigliere che andrà a ricoprire un posto lasciato vacante. I candidati sono Rosalia FURNARI e Domenico PATTI.
    Giungono voci dal meridione che con un giro vorticoso di telefonate la signora Furnari è stata indicata quale candidato di gradimento federale.
    Se fosse davvero così scommetto 10 a 1 che la Furnari sarà eletta. Scarso è ancora abbastanza forte in sicilia anche se la semina di una robusta resistenza darà comunque i suoi primi frutti.
    La campagna elettorale inizia qui.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. In passato la controparte non si è mai candidata per evitare di fare figuracce. Oggi, nonostante tutto, hanno la faccia tosta di provare a fare una grande bella figura di ..... come quella fatta dal loro mentore che si presentò a Roma come colui che doveva scardinare il sistema portando il sistema palermitano usato nella sua palestra. Bah bah bah

      Elimina
    2. Sciocco anonimo noto, per consolarti della tua caduta cerchi di buttare un po' di fango qua e là. Ti ricordo che ci hai provato in tutti i modi a spacciare le tue menzogne. Hai pure falsificato le prove ma la tua menzogna non è passata lo stesso. Rassegnati sei caduto e continuerai a precipitare perché sei un piccolo imbroglioncello incapace.

      Elimina
    3. Caro amico delle 16.05, il vostro sistema ben collaudato comincia a presentare una sottile linea di frattura che prima o poi vi farà crollare addosso la montagna.

      Elimina
    4. Caro anonimo delle 16,05 , ho ampiamente compreso la sua identità ,nonostante l' anonimato( il suo italiano in permesso di soggiorno non mi lascia margine di dubbio!) .
      A Lei rispondo ,come avrei voluto tutte le volte che la ebbi ad incontrare:
      Per lei, per voi, la questione morale è, tristemente, superata; catalogata come archeologia.
      Per voi ,in doppiopetto ( il pullover per questo vi turba) ,le condanne ,ormai, vi fanno curriculum.

      Sentitamente

      La mamma di Pacciani



      Elimina
    5. Denunce? Quali denunce? Non mi risultano denunce a mio carico. La mamma di Pacciani ha sbagliato individuo

      Elimina
  10. La paura del presidente si misura da qui, se sarà presente all'elezione siciliana vorrà dire che è davvero preoccupato di una frattura. Altrimenti non verrà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già abbiamo aperto le scommesse sulla sua presenza

      Elimina
    2. Sarà presente, fidatevi, comunque, deve guardare ad uno ad uno negki occhi mentre ritirano la scheda!! Speriamo che non rifacciano il giochino delle penne.....

      Elimina
    3. Ma che è sto giochino delle penne? Forse come il gioco della scheda ballerina?

      Elimina
    4. Si un pochino gli assomiglia

      Elimina
    5. Vendiamo stock di matite copiative per elezioni federali. Prezzo promozionale.

      Elimina
  11. Voglio sperare che nessuno sia così maligno da pensare che la convocazione del figlio del M° Pugliese ai campionati del Mediterraneo, scavalcando alcuni atleti meglio posizionati nel ranking, abbia qualcosa a che vedere con le prossime elezioni in Sicilia.

    RispondiElimina
  12. La campagna elettorale inizia dalla Sicilia, le prossime elezioni del 3 febbraio vedranno al primo banco di prova la compagine scarsiana , per la prima volta c'è un candidato opposto al candidato federale, Domenico Patti opposto alla semignota Rosalia Furnari. I numeri sono ovviamente tutti a favore della carneade scarsiana, vedremo quanti voti raccoglierà invece il "figlio ribelle" luomo che sta mettendo in difficoltà il delfino Manzoni, i gossip parlano di una causa di lavore a cinque zeri...
    Qualunque sia il risultato, così come nel novembre 2016, sarà un successo ed un travaso di bile assicurato!!! Saparà cogliere il segnale? Saprà capire il vento? Non credo...non troverà di meglio che distribuire gare, convocazioni, posti di sottogoverno...secondo costume insomma. Già nelle prossime ore si aspettano i primi segnali, ci sono delle convocazioni in definizione, e dai cognomi potremo già tracciare un primo exit pool:
    A presto
    Coriolano della Floresta

    RispondiElimina
  13. Gentile Rinaldi, oggi mi girano abbastanza. Provare a smaltire la pappina serale propinataci dal commentatore delle ore 19:23 sarebbe come sorridere al funerale del proprio cane. Non so se si capisce la metafora ma questa notizia è proprio dura da digerire. Si vede che le elezioni siciliane sono alla porte e che qualcuno ha avvertito la necessità di distribuire qualche tozzo di pane in più a discapito di coloro che in base al ranking ( v. Sarcinella e Cuccioletta), meritavano l’invito ufficiale alla tavola del re. Ma ben lo sappiamo che alla fine del ballo di Cenerentola ci sarà sempre l’ultimo rintocco della pendola e il regno virtuale, magicamente creato dal pervasivo Grande Fratello Federale, svanirà nel tempo di un battito di ciglia. Il castello immaginario si trasforma sovente in una malsana stamberga. Voglio infine rammentare, agli attenti lettori del blog, che nella favola di Pinocchio il protagonista acquista la libertà quando lascia se stesso burattino sulla sedia e abbandona per sempre il suo mondo di teste di legno. Un po’ viene da piangere. Ma in fondo in fondo questa è la vita.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse, prefetto, sarebbe meglio dire "in fondo in fondo questa è la vita (federale)"

      Elimina
  14. Ancora una volta il Blog scrive e la FIS risponde. Sono uscite le convocazioni ai Giochi del Mediterraneo. Mi chiedo tre semplici cose: anche se sono a Cagliari, ma è necessario fare una delegazione così numerosa che comunque ha un notevole costo per la Federazione? I criteri di convocazione non dovrebbero essere univoci, nelle diverse discipline? oppure forse i CT più deboli puntano sugli atleti di vertice massimo mentre altri mandano le seconde linee? Ma è normale che sia un CT e la FIS stessa a decidere il futuro di un ragazzo, talentuoso e vincente, del 2003, non convocandolo in una arma e imponendogli le scelte?

    RispondiElimina
  15. Ill.mo Presidente federale nazionale Giorgio Scarso
    Ill.mo Presidente federale della Sicilia Alessandro Manzoni

    rilevo, dal sito federale siciliano, che le associazioni schermistiche della provincia di Palermo certificate FIS sarebbero le seguenti:

    CLUB SCHERMA SANTA FLAVIA - PALERMO
    Sede sociale: via Ernesto Basile 150, Palermo
    Palestra: Scuola Capitano "E. Basile" Piazzale Cardinale Francesco Carpino, E.S. "Maria Adelaide" corso Calatafimi 86, scuola media "Karol Wojtyla" c.so V. Emanuele Orlando (Santa Flavia)
    tel. 3398193932 - 3395256631 fax
    sito web: www.asdclubschermasantaflavia.it - email clubschermasantaflavia@yahoo.it
    Presidente: Rosalia Furnari
    Maestri: M° Francesco Iacono
    Istruttori: Rosalia Iacono

    SALA D'ARMI "TRINACRIA" PALERMO
    Sede sociale: Via Ruggero VII 68 Palermo
    Palestra: Palasport, Viale dell'Olimpo Palermo
    tel. 3382893760 fax 091327884
    email saladarmitrinacriapa@libero.it
    Presidente: Maurizio Seminara
    Maestri:
    Istruttori:

    CLUB SCHERMA PALERMO
    Sede sociale: Via Adelaide Baviera Albanese n.6 - Palermo
    Palestra: Via Principe di Paternò n. 128 - Palermo
    tel. 3292530873
    sito web www.clubscherma.palermo.it email clubschermapalermo@hotmail.com
    Presidente: Massimo La Rosa
    Maestri: Massimo La Rosa, Pietro Ingargiola
    Istruttori: Gaspare Faugiana

    A.S.D. POLISPORTIVA OLIMPIA
    Sede sociale: Via Ugo La Malfa 22, Termini Imerese (PA)
    Palestra: Via Ugo La Malfa 22, Termini Imerese (PA)
    tel. 091 8114340 fax 091 8114340
    email palestraimmesi@hotmail.it
    Presidente: Andrea Immesi
    Maestri: Salvatore Massa
    Istruttori:

    Ebbene, sul social network facebook viè una pagina intestata ad una sedicente organizzazione schermistica palermitana denominata "SCHERMA PALERMO" con sede a Palermo in Via Matteo Dominici 27/A, che riporta la seguente inserzione:
    PROVA GRATIS LA SCHERMA !!!!!
    Se vuoi provare il nostro meraviglioso sport contattaci.
    Corsi di scherma Olimpica, Paralimpica e non vedenti.
    Corsi per bambini e adulti a partire dai 4 anni.

    Desidero allora sapere se si tratta di una società affiliata alla vs spettabile Federazione o di possibile tarocco.
    Grazie.

    Felice MASTRONZO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già il cognome la dice lunga.... ma ha scritto davvero al presidente oppure usa il blog consapevole che il presidente lo legge ogni 30 minuti?

      Elimina
    2. Sciocchino delle 22 e 08 probabilmente è una dependance del maestro La Rosa e non vedi che si chiama allo stesso modo e fa anche paralimpica?

      Elimina
    3. direi ogni 5 min

      Elimina
  16. Chiedo scusa ai lettori del blog per i numerosi errori di ortografia del pensiero precedente,andavo di fretta, ma si è gia avverato quanto paventato.Io scrivevo ed il presidente faceva, anzi,convocava.....Il Maestro Giuseppe Pugliese è stato pubblicamente cooptato. Senza alcun pudore. È infatti il padre del giovane Salvatore , imberbe quattordicenne,di forse belle speranze, fresco convocato, inopinatamente, ai Giochi del Mediterraneo. Il maestro Pugliese voterà giorno 3 febbraio alla Assemblea straordinaria siciliana, porta due deleghe,la Signora Carneade Furnari è già sul 3 a 1 sul "core'ngrato" Patti. Continuerò a monitorare la situazione e vi terrò aggiornati.
    Coriolano della Floresta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora vi domando perchè la scelta per Cagliari è caduta su Pugliese piuttosto che che sul Galetti Marco dei fratelli Bucca?
      Sia Pugliese che Galetti sono sotto ranking rispetto a Sarcinella e Cuccioletta!
      La famiglia Bucca voterà per Furnari o Patti?

      Elimina
    2. Spero sia una domanda retorica.
      Ma se non lo fosse ...Le spiegherò .
      I Bucca sono fedelissimi ed in Sicilia sono il braccio armato ( ed è armato davvero!) di Re Giorgio.
      Loro e l' allegra compagnia sono ,infatti, legati a triplo filo al presidente ed hanno interessi più importanti di una convocazione.
      Non dare un voto pro-Scarso sarebbe per loro come tradire la mamma . E...la mamma non si tradisce!!!
      Ma verrà il tempo in cui " finiranno i peri" (antico detto siculo).

      Buon sabato

      La mamma di Pacciani

      Elimina
    3. Mamma di Pacciani, quello nato a Palermo?

      Elimina
  17. Bisogna fare i complimenti al Presidente Scarso per la capacità politica nella gestione federale.
    Nessuno è capace come lui nella distribuzione politica delle convocazioni e delle assegnazioni delle gare in totale assenza di merito e capacità.
    Frascati come sempre stravince nella sciabola, con maestro e suo allievo convocati. Soprattutto per l'allievo non si capisce il perché, se non in termini politici e per assicurare al pargolo titoli per essere arruolato in futuro in qualche gruppo sportivo.
    Complimenti al Presidente romano Di Martino per i preziosi omaggi capoverdiani.
    Gli è costata cara la foto su federscherma.it con figlio e Scarso.
    Scarso in cambio gli ha escluso dai Giochi mediterranei di Cagliari gli sciabolatori Sarcinella e Di Gianvito.

    PRESIDENTI DI CLUB SVEGLIATEVI!

    MAESTRI SVEGLIATEVI!

    RispondiElimina
  18. Buon per la sig.ra Furnari se verrà eletta. Dovrà usare la sua famosa competenza gestionale per aiutare il cr sicilia a studiare meglio leggi e regolamenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi quando si trattera della distribuzione dei contributu siculi tutto filerà liscio

      Elimina
  19. Ho letto sul sito della federazione che il giovane Pugliese è stato convocato ai Campionati del Mediterraneo.
    Il tutto, a dispetto del talentuoso Sarcinella.
    La domanda è seria: quale è stato il criterio della scelta?
    Vediamo...
    I risultati ? No.
    La posizione del ranking ? Mi sento di rispondere un secco e lapalissiano No
    Il bell' aspetto? Non credo
    La quarta opzione è " il padre".
    L' accendiamo?
    Cari Signori lettori, senza l' aiuto del pubblico e la telefonata da casa, ho vinto.
    La risposta giusta è la 4:il padre.
    Ho vinto?
    No, ha vinto, Re Giorgio, nella scalata al trono siculo, 2 voti sudici ed inzozzati dal sudore e dalle lacrime di un giovane talentuoso il cui unico difetto è avere un padre qualunque, senza diritto di voto.

    Triste e disgustata

    La mamma di Pacciani

    RispondiElimina
  20. Si vocifera che il nuovo slogan della campagna elettorale del Presidente Scarso sarà :

    " Cu mania nun pinia"( traslate: chi gestisce soldi non ha problemi)

    Si racconta,anche, che la campagna pubblicitaria sarà gestita da " Volta&Gabbana".

    Pugliese, mandatemi una cartolina dai Campionati del Mediterraneo.

    RispondiElimina
  21. Ahahaha
    Ma scusate, alla gara di Roma U17 circuito europeo di fioretto femminile mi dicono che i 3/4 delle italiane non avevano il paraseno imbottito regolamentare, ahahaha. Non hanno fatto nemmeno un check-in delle atlete nazionali, nonostante abbiano decine di convocati per assistere e reggere il moccolo anche ai parenti serpenti.
    Inoltre c'era un solo rivenditore in gara, forse l'unico che si era potuto permettere di pagare il pizzo esoso per poter essere presente in gara, e pare non fosse nemmeno molto fornito!
    I grandi numeri del premiato circo Scarsum!
    Tempi migliori dovranno venire
    Vostro
    Ugo Scassamazzo

    RispondiElimina
  22. La febbre da terrore di sconfitta sale. Sono a Torino: gara gpg organizzata alla perfezione da una società non allineata alla attuale dirigenza. Ebbene con un comportamento che lascia allibiti alcuni arbitri stanno cercando di sabotare la gara. Uno in particolare continua a settare gli apparecchi destinati al fioretto sulle altre armi. Io ho filmato tutto. Ho invitato altri a farlo e in tanti stanno raccogliendo il mio invito. Ma non mi rivolgerò alla procura federale, metterò tutto su youtube e invierò il link a Giorgetti

    RispondiElimina
  23. Questo blog è eccezionale perchè si dà il via con un argomento e poi se ne affrontano altri mille. Uno più interessante dell'altro. E' la retrocronaca subliminale delle vicende federali più oscure; un florilegio di libertà.
    WWW.GREATRINALDI.IT

    RispondiElimina
  24. Certo che se per miracolo fosse eletto Mimmo Patti ........... a qualcuno gli verrebbero i capelli così bianchi che più bianchi non si può.
    #FencingWithDash

    RispondiElimina
  25. Mi dispiace deludere l'anonimo delle 9.07....in via Dominici a Palermo c'è la "succursale" delle due associazioni del maestro Pugliese. Sono gestite dalla famiglia Passafiume, con il placet del comitato regionale e l'acquiescenza della federscarso.
    Il silenzio passato ed attuale degli ultimi due delegati provinciali, la signora Furnari e il signor Massimo La Rosa è piu eloquente d'ogni parola.
    Pongo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa Pongo, non capisco come mai La Rosa non protesta per l'usurpazione del nome della sua società.
      DAS

      Elimina
    2. La Rosa non è più solo ma in società con l'Ingargiola quindi ogni decisione la devono prendere in due

      Elimina
  26. A proposito delle convocazioni ricordo, così al volo, di due ricorsi Coni. Uno nello Sci alla vigilia delle Olimpiadi Italiane, se non mi inganna la memoria alla mia età, dove una atleta italiana fu reinserita nelle convocazioni dopo la cerimonia di apertura ed alla vigilia della sua gara. Il tutto a seguito di un ricorso al Coni.
    L'altra nella scherma di un Arbitro "donna" che si senti defraudata di una convocazione ai Campionati del Mondo di Torino, deve essere la città che ispira. Bhè alla fine fu inserita e lanciò la sua carriera politica che adesso la vede, 'deus' del nostro sistema arbitrale.
    Certo il RE Giorgio non poteva privarsi di una così 'forte' donna che di politica se ne intende.
    Quindi mi chiedo, alla luce delle numerose assurdità nelle convocazioni, perchè non fare qualche ricorsino? chissà che qualcuno lassù apra gli occhi. Ricordiamo che i genitori non sono tesserati (niente clausola compromissoria) e quindi anche qualche denuncia per danni al minore defraudato, in via civile, sarebbe carina. Una forzatura ovviamente, ma sai in questo periodo di qualunquismo e buonismo, che anche la FIS segue con iniziative per i bimbi disagiati di Palermo o di Capo Verde, ci stà tutto per tutelare la salute mentale dei nostri minori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sull'arbitro in questione posso dirti che Scarso,non c'entra nulla: a quei tempi era squalificato e il Consiglio lo diressi io.

      Elimina
    2. Scarso squalificato??? Che storia!quando è successo?

      Elimina
    3. Questa della squalifica non la sapevo. Evidentemente sono troppo giovane per il mondo della scherma. La prego Signor RINALDI ci racconti. Su wikipedia nell"eccelso curriculo del presidente non se ne parla proprio.

      Elimina
    4. E' una storia del 2006 e riguarda lui ed un maestro. Francamente non so se ne posso parlare sul blog. Chiederò consiglio ad un legale. Di provvedimenti ne subì più di uno, quello più importante in sede di appello fu archiviato perché non si sarebbe potuto procedere poiché erano scaduti i termini. Mi astengo dall'andare oltre. Se potrò sarò più chiaro.

      Elimina
    5. Caro Amico, le vicende di cui accennavo sono complesse e delicate. Non possono essere trattate in un commento. Se avrò tempo, ma soprattutto dovrò cercare i documenti che attestino quanto affermerei, scriverò un articolo, talché tutto il mondo schermistico ne sarà messo a conoscenza.

      Elimina
    6. Ezio, guarda che la vicenda della squalifica di Scarso è già stata trattata qui, anche se non al 100%.
      Ciao.
      G.F.

      Elimina
    7. IO PENSO CHE UN ARGOMENTO COSI IMPORTANTE MERITI UN ARTICOLO TUTTO SUO. ADORO I RETROSCENA A PROPOSITO QUALCUNO AVEVA PARLATO DI UNA STRANA STORIA DI PROTOCOLLI QUANDO SARA PUBBLICATA?

      Elimina
  27. Se fossimo in territorio Italiano, se fossimo nell' emisfero corretto e nel mondo reale, tutto questo avrebbe un nome e cognome: VOTO DI SCAMBIO.
    Ma datosi che siamo nella terra del fantadiritto e soggetti al regime del " io sono io e voi non siete un c...o"; tutto passa per normale.
    Sappia ,Presidente, che normale non è; e ,suo malgrado, ce ne stiamo accorgendo, anche, noi società non proprio a sud.

    Buon sabato Presidente ( so che legge!!)

    RispondiElimina
  28. ARPINO SALVACI TU

    RispondiElimina
  29. Buona sera, non mi firmerò , volutamente, onde evitare sicure ritorsioni alla società ed alle persone a me vicine.
    In questi anni , ho assistito ,silenzioso, al susseguirsi delle varie " ere scarso".
    Inizialmente , non mi interessavo, poi giustificavo; adesso, abborro.
    Il livello di necessità di potere ha lasciato questa federazione priva di morale e di princìpi.
    E ,l' unica cosa che la muove, sono solo gli interessi.
    Non mi firmerò ma mi impegnerò affinché il 2020 segni la fine della triste politica di convenienza scarsiana.
    Sulla pelle dei ragazzi non si gioca!!!

    Un Maestro deluso

    RispondiElimina
  30. Aggiornamento sui conti di Palermo

    https://livesicilia.it/2019/01/24/il-mef-boccia-di-nuovo-palermo-orlando-carte-alla-corte-dei-conti_1030170/

    di questo paso gli assoluti li faremo sulla spiaggia di mondello, sotto il bel sole di sicilia

    RispondiElimina
  31. Sempre alla gara du Torino di oggi, altra grande scoperta, quella di una nuova regola. I moderni apparecchi, al contrario del modello precedente, consentono all'arbitro di gestire tutto tramite telecomando, compreso il cambio di utilizzo, ovvero di arma. Se un arbitro inavvertitamente, preme il tasto per cambiare arma, passando per esempio da fioretto a sciabola mentre in pedana tirano due fiorettisti, la stoccata che viene annullata sarà solo l'ultima. Cioè, mettiamo che due bambini si accorgano dopo qualche stoccata che qualcosa non va, che l'apparecchio da strane segnalazione, e mettiamo che uno vada in vantaggio di molti punti. Ecco, nel momento in cui qualcuno si accorge di questo errore, la staccata annullata sarà solo l'ultima. Io ho cercato in maniera approfondita sul sito federale una circolare, comunciazione, articolo di aggiornamento, riportante tale regola, ma non ho trovato nulla. Se qualcuno ha qualcosa di più preciso, ma soprattutto di ufficiale, sarei lieto di poterlo leggere, perchè a me pare una di quelle regole che qualcuno si è inventato lì per lì a qualche gara per evitare guai a qualche arbitro "distratto", e che poi si è deciso farla diventare consuetudine. Resto in attesa di notizie ufficiale, perchè mi pare una assurdità. In questo modo si da in mano all'arbitro non un telecomando, ma un'arma che può utilizzare per danneggiare volutamente qualche atleta facendolo poi passare per una semplice distrazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le solite baggianate targate FIS

      Elimina
    2. Altro che doping tecnologico!! Ma siete sicuri di quanto avete detto? Non ci credo. Mi piacerebbe che uno dei tanti arbitri che ci legge intervenisse, anche anonimamente ma certo meglio sarebbe se con tanto d'identita ,non rischia certo nulla, per risolvere la questione. Lo dico nel loro interesse. Qualche tempo addietro mi risulta che in un caso sollevato da non ricordo chi, ad un quesito posto sulla possibile parzialità dell'arbitro in una situazione di verosimile possibile incompatibilità fu risposto che l'arbitro in quanto tale è , e non può che essere, imparziale ed infallibile, ma qui cambia tutto! Escludendo il dolo, basta un semplice errore, un dito pigia un tasto piuttosto che un altro e cambia l'assalto, la gara. Qualcuno ci tranquillizzi, ma soprattutto urge un intervento esplicativo ed esaustivo a livello federale.
      Coriolano della Floresta

      Elimina
    3. L' inciso "intervento esplicativo ed esaustivo a livello federale" è un ossimoro.
      Signor Coriolano della Floresta una richiesta di riserva?

      Buon sabato

      La mamma di Pacciani

      Elimina
    4. Sono un arbitro...sono contento riscontrare che siete dei genitori a scrivere su questo blog ...la regola è corretta ...poi un giorno vi verrà spiegato...ah! A proposito...l’arbitro inavvertitamente non può cambiare arma dal telecomando...lo deve fare volutamente in quanto deve pigiare contemporaneamente due tasti...poi in un’altra puntata vi spiego cosa accade se l’apparecchio è posizionato di sciabola ma gli atleti tirano di fioretto...a proposito , per il presidente...votano i vostri presidenti...inutile che scriviate cagate...tanto voi non voterete mai

      Elimina
    5. caro arbitro al soldo del regime vedo che ti caghi addosso e non ci metti la faccia. Perchè? Ti assicuro che non hai nessun motivo di temere. Noi non schediamo la plebe ma soltanto i gerarchi da mandare in esilio.

      Elimina
    6. Caro arbitro o presunto tale, cercati su youtube e buon divertimento! E ricordati che la tua paghetta da morto di fame te la pagano con i soldi che estorcono ai genitori per queste garette taroccate da gentuccia come te. Su questo blog è stato scritto che alcuni arbitri si vendono per un piatto di lenticchie. Falso, si vendono per una convocazione che vale da 130 a 320 euro. E qualche volta arrotondano e tu sai come.
      Ma stai tranquillo, continua a fare lo sborone finché dura, perché ne hai davvero per poco. E non parlo di elezioni..

      Elimina
    7. “Noi”???....ma chi siete? Quanti siete?...ma vai a cagare...sei un genitore sfigato...già il solo dire “arbitro al soldo del regime” la dice lunga di quanto ignorante sei. Coglionazzo

      Elimina
    8. Leccaculo e truffatore con il sistema dei rimborsi. Questa storia prima o poi finirà. Ormai la conosciamo molto bene.Non vi fotterete più i nostri soldi di contribuenti!

      Elimina
    9. L’arbitro è una di quelle figure che chiunque sarà la prossima federazione , rimarrà lì ...poi ti dirò ...io potrei anche smettere...ma tu avrai sempre lo stesso figlio sfigato

      Elimina
    10. Caro Signor arbitro, non so se si è accorto( dubito...) che la sua difesa non verte alla smentita ma induce il lettore ad escludere l' accidentalita' ed a tenere in considerazione ,la sola, volontarietà .
      Del resto , ogni sua risposta,in questo blog, è monocorde e contraddistinta dal solo epiteto " coglionazzo e/o coglionazzi" ( ...azzi? Suono onomatopeico).
      Questo mi spinge a dedurre che sia degno figlio del regime della Federscarso , che ci vorrebbe tutti ignoranti, intellettivamente incapaci di autonomo pensiero e corrotti.
      Con noi non ce la fo'...con lei noto,con rammarico, di si.

      Cordialmente

      Un genitore è vero ma, per onor di verità, madre...ma di Pacciani.

      Elimina
    11. Caro arbitro rimarrai lì fino a quando non sarai arrestato

      Elimina
    12. Certo che i nostri figli sono sfigati, sfigati per avere trovato gente di merda come te. Almeno, fino a quando ti sarà consentito di truccare sia le gare che i rimborsi spesa per riempirti le tasche con in nostri soldi e mandare avanti i tuoi amici

      Elimina
    13. Io per oggi piango Sarcinella e Cuccioletta. Ragazzi forza e coraggio, tenete ancora duro perchè presto sarà finità, la luce tornerà a rispendere sulla fis e saranno riconosciuti tutti i vostri meriti.

      Elimina
    14. Interessante risposta, non conosco quel tipo di apparecchio ma non ho motivo di dubitare che effettivamente il funzionamento sia quello, cioè che occorra pigiare due tasti contemporaneamente per cambiare l'arma, e che quindi tale operazione effettivamente risulti difficile credere sia fatta distrattamente. Ringrazio quindi questo intervento che non fa altro che alimentare ulteriormente il sospetto che l'azione sia stata tutt'altro che in buonafede. Comunque, qualora ritenga che il fatto non sia accaduto, pare che ci sia un filmato che lo dimostra, volendo potremmo visionarlo assieme e discuterne, sono certo che riuscirebbe a trovare qualche altra spiegazione. Sempre che abbia abbastanza coraggio da farlo.
      Comunque spero proprio che alle prossime gare mio figlio non abbia un arbitro piemontese.

      Elimina
    15. Invece di inveire sul blog, visto che avete avuto modo di "filmare" gli incresciosi accadimenti in quel di Torino, perchè non avete denunciato il misfatto direttamente in gara a chi di competenza? Perchè qui diventate tutti leoni ed invece quando c'è da mettere la faccia, vi nascondete come gli struzzi? Paventate "giustizia" ed allora perchè non agire davanti ad una situazione non conforme allo spirito della legalità sportiva?

      Elimina
    16. Anonimo del 27 gennaio 2019 10:00 addirittura si passa alle minacce velate. Ma perchè non risolve i suoi dubbi direttamente con il diretto interessato? Una discussione civile ed educata magari potrebbe risolvere le sue manie di persecuzione.

      Elimina
    17. Anonimo 28 gennaio 2019 17:56 anche tu appartieni alla nostra famiglia degli struzzi ibridi leoni: i leotruzzi. Se non ti firmi....

      Elimina
  32. Mah...non metto in dubbio che questa federazione commetta qualche "stranezza" a livello di convocazioni. Ma mi sembra che si abbia tutti la memoria un po'corta su cosa sia stato fatto durante gestioni differenti e con altri commissari tecnici. O per meglio dire commissario tecnico. Potrei fare un elenco infinito di ingiustizie, scelte arbitrarie o politiche. Non è un malcostume solo attuale.... purtroppo è molto longevo.
    Parola di chi ha subito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quindi ce lo dobbiamo tenere come un cimelio?

      Elimina
    2. Gli errori degli altri non giustificano i propri. Ricordo che la 'dittatura' passata fu scalzata proprio per mettere fine a tutto quello che succedeva. Fu eletto vicepresidente prima e presidente dopo un Maestro che avrebbe dovuto porre fine a certe situazioni. Invece ci risiamo e molto peggio. Con qualcuno riciclato CT dopo un primo mandato da Consigliere Eletto con il Consiglio che lo nomina CT. Quindi direi che il gioco del si stava meglio quando si stava peggio, è ridicolo. Noi vogliamo stare bene e nel 2019 gli strumenti di trasparenza ci sono tutti.

      Elimina
  33. speriamo che la prima cosa che farà Arpino sarà l'annullamento di quel codice etico del cazzo che ha il solo scopo di obbligare tutti a tenere le bocche sempre cucite e a non esprimere il proprio pensiero critico proprio su nulla, dietro minaccia di pesanti sanzioni affidate alle guardie di regime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione da vendere. Attribuirsi dei poteri punitivi per soffocare a propria discrezione qualunque forma di dissenso è caratteristica peculiare dei regimi dittatoriali. Analogamente modificare di soppiatto la costituzione federale, come hanno fatto con lo statuto, è stato un atto sovversivo della democrazia associativa.Pensate poi al caso Orsini, condannato, e al suo omologo neppure processato per grazia presidenziale.
      SVEGLIATEVI TUTTI! La verità, la giustizia e la meritocrazia sono tutt'altra cosa! Dobbiamo cacciarli via per sempre!
      Anonimo del Sublime

      Elimina
    2. Non direi tutti, il Codice Etico, come le regole, sono solo per chi non fa parte del coro presidenziale.

      Elimina
  34. State vedendo la fine che sta facendo Maduro?

    RispondiElimina
  35. Perché la FederZumbaMaps ha paura della trasparenza? Cosa ha da nascondere?

    RispondiElimina
  36. Le vicende accennate nel suo blog, gentile Rinaldi, sono materiale esplosivo che va maneggiato con estrema cautela e razionalità. Nello stesso ribollente calderone, convergono angeli e demoni. Ci sono legittime rimostranze, sommesse richieste di aiuto, individuazione di innumerevoli problemi irrisolti. Tutte questioni che potrebbero stare sotto il cielo di un normale dibattito, la cui assenza, denegata dalla FIS, alimenta invece impulsi che vanno accuratamente analizzati: pregiudizio e tentazione di fare di tutta l'erba un fascio, mischiando delinquenti e onesti, spesso identificati con una specifica categoria. Parliamo, ad esempio, degli arbitri. Va da sé che la classe arbitrale non può essere classificata né buone, né cattiva. Che tra gli arbitri esistono briganti e galantuomini (e il sottoscritto ha avuto modo di apprezzare il valore e il senso dell'onore dei secondi, in anni di reciproche frequentazioni) è un dato di fatto. Quello che emerge dai commenti più accesi è quindi l’estremo bisogno di avviare una riflessione che tenga presente i dati di fatto, senza cadere nella trappola dell’ enfasi. E i dati di fatto sono questi: un assetto arbitrale sottoposto al controllo federale sfugge all’idea di indipendenza ed è pacifico che lì dentro trovino riparo "i fedelissimi" che desiderano ed hanno le loro buone ragioni per restare tali. Volere negare ciò sarebbe come compiere il gesto distratto di chi mette la polvere sotto il tappeto, in spregio di ogni diritto, a cominciare da quello di critica da parte dei dissenzienti. Non esiste un nesso ontologico tra gli arbitri e la truffa. E' pur vero che alcuni sono protagonisti di spedizioni poco commendevoli, altri, invece, si limitano a chinare il capo e a tenere gli occhi bassi. La domanda è allora questa: Sarebbe possibile mettere da parte ogni pregiudizio per trovare una soluzione equilibrata che accontenti tutti? A mio parere no. Questa federazione è priva "ab origine" di ogni presupposto.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prefetto mi scuso ancora ma, forse, Lei voleva dire "cattive ragioni". Si tratta forse di un refuso?

      Elimina
  37. Sulla classe arbitrale della fis dissento nel modo più assoluto. I vertici dell'organizzazione arbitrale hanno denunciato in un unico atto e per fatti pressoché analoghi, sia Orsini che un altro noto personaggio. Hanno poi lasciato condannare Orsini e non hanno battuto ciglio, innanzi al diktat del consiglio federale di tenere indenne l'altro personaggio. Questa è una vergogna immane, sig. Prefetto, che non ha alcuna giustificazione e getta ombre più che oscure non solo sul consiglio federale, che ben conosciamo, ma sopratutto su una classe arbitrale, silente e sottomessa. Il taglio netto di questo cordone ombelicale è una questione non più procrastinabile che dovrà essere affrontata da Arpino e dai suoi consiglieri non appena sarà eletto.

    RispondiElimina
  38. Può darsi che mi sbagli ma non conosco bene il caso Orsini. Se qualcuno potesse essere più esplicito gli sarei grato. Magari lo stesso Orsini che su questo blog potrebbe raccontarci i fatti senza timore di revenge federali grazie all' anonimato garantito da RINALDI.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Orsini ha subito dal tribunale federale una AMMONIZIONE SEMPLICE per aver esternato sul blog alcune sue riflessioni sul sistema arbitrale e di alcuni arbitri in generale. Sarebbe venuto meno si principi di lealta, correttezza e probita. In altre parole non doveva scrivere e non doveva esternare i suoi pensieri sul sistema arbitrale.

      Elimina
    2. Si ma chi è l'altro che avrebbero graziato? E cosa avrebbe fatto?
      Mi pare di capire che un'unica denuncia sia partita dal qualche arbitro di vertice che riguardava sia Orsini che un altro soggetto. Orsini condannato e l'altro assolto? Di Orsini ho letto la sentenza sul sito federale ma dell'altro non trovo nulla.Occorre essere più chiari altrimenti si resta sul piano delle vuote supposizioni.

      PREFETTO DEL IV PILASTRO

      Elimina
    3. Di certo, caro Dott. Rinaldi, Orsini non avrebbe dovuto concedersi il lusso di parlare in questo modo di cose e circostanze che non può provare e che, se non accuratamente provate, restano solo mere illazioni; in particolar modo tenendo conto che dietro ai "personaggi" arbitri, esistono delle persone, con le loro vite, le loro aspettative e le loro insicurezze. Mi sembra un pò riduttivo ed anche offensivo dell'intelligenza umana, ritenere che gli arbitri possano farsi "prezzemolare" a vantaggio di chissà cosa.
      Per quanto attiene a tutto il resto che oggi ho letto e di cui conosco poco dato che, come ben sa, mi sono tenuta sempre molto lontana dalla politica, mi meraviglio solo dei numerosissimi, se non quasi totalitari, commenti anonimi. La buonanima di mio padre mi ha insegnato che non bisogna mai vergognarsi di quello che si dice se corrisponde a quello che si pensa. Nascondersi dietro ad una maschera, purtroppo non di scherma, rende tutti coloro che scrivono questi commenti anonimi poco credibili e di poco spessore, sempre a mio modestissimo avviso.
      Saluti
      Enrica Troisi

      Elimina
    4. Carissima Enrica, ti leggo con immenso piacere e sostanzialmente condivido il tuo pensiero, però Orsini, sull'argomento, ha scritto due post e nel secondo ha spiegato meglio il suo pensiero. Egli non di tutta un'erba un fascio, e non potrebbe farlo, ma come in tutte le categorie ci sono personaggi un po' discutibili ed e a loro che egli fa riferimento. Devo anche dire che, fortunatamente, che la stragrande maggioranza degli arbitri sono persone preparate, competenti ed oneste e tu ne sei l'esempio. Sarai certamente d'accordo che il GSA vada riformato e forse reso autonomo ed è con questo pensiero che ti saluto caramente, nella certezza di continuare a leggerti.

      Elimina
    5. Enrica, scrivo dal cellulare: scusami qualche errore, però credo di essere stato chiaro.

      Elimina
    6. Enrica Troisi, la prego di non dire cose di cui non sa molto.
      Quello che sapevo l'ho detto davanti al procuratore federale, e se volesse leggere tutta la vicenda la invito a farsi avanti, chiedendo un accesso agli atti; se ne farà una cultura, mi creda e anche una idea.
      Quando dice: "non doveva permettersi il lusso di dire, ecc. Ecc..." mi saprebbe spiegare meglio con quale autorità lo dice? Non sono arbitro? Non sono schermitore? Non conosco la materia? Non ho prove? Sono inabile mentalmente? Lo dice lei? Lei ha le prove che dimostrino cose del genere nei miei confronti? Conosce il valore del concetto di libertà di pensiero e di espressione? Spero di si. E poi: ha letto i miei due articoli in questione, di cui parla? Si? No?...
      Si informi bene, poi ne parleremo cordialmente anche in gara.
      Saluti
      Fabrizio Orsini

      Elimina
    7. Orsini Lei invece ha le prove di arbitri che sono al servizio del dio denaro?

      Elimina
    8. Orsini probabilmente no, io probabilmente si.

      Elimina
    9. Coglionazzo del 30/01/2019 delle 14.49...fai una bella denuancia...così ti becchi na bella querela

      Elimina
    10. Caro controcoglionazzo ignorante del 30 gennaio 2019, h. 18:49, ma stai zitto, che parli a sproposito, visto che dimostri di non sapere né capire la differenza tra querela e denuncia.
      Vai a casa, tu e il tuo padrone

      Elimina
    11. Noto che qualcuno sa scrivere solo 'coglionaz...' ed altro senza mai argomentare. Dire tipico di chi arbitra l'arma convenzionale e non lascia spazio alle richieste di chiarimenti di atleti e tecnici trincerandosi dietro, io dico questo e basta. Tipico anche di chi in questo campo fa carriera.
      Se lo desidera siamo in tanti pronti a dirle come il 'denaro' non si quantifica solo in una busta con soldi in ascensore in Hotel, ma possa anche configurarsi con maggiori convocazioni, carriere assicurate anche a parenti ed amici, consulenze, favori di vario tipo.
      Basti pensare che attualmente si è diffusa l'idea in ogni società che vuole crescere, che deve avere almeno 2 arbitri nazionali da far girare. Come dire senza arbitri nel giro, non vinci.
      Bella immagine!

      Elimina
  39. Non ero a conoscenza di altro imputato, vedro di fare qualche indagine.

    RispondiElimina
  40. Sig. Rinaldi per quello che mi è stato riferito in alcuni campi di gara la vicenda Orsini meriterebbe un articolo a se stante. Ho visto girare anche qualche fotocopia e le assicuro che i signori consiglieri impallidirebbero per la figura di merda che farebbero se questi atti fossero resi pubblici sul suo blog. Sarebbe una figata! Un colpaccio da maestro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. confermo, anche a me hanno riferito che si cagherebbero addosso per la cattiva figura. Pubblicate pubblicate pubblicate. Nessuna censura per favore Rinaldi

      Elimina
  41. Hei gli zelanti lecca c... non dicono niente della prima gara GP di spada della stagione e anche la prima dove non ci sono italiani nei primi 16? Con la spada maschile dove attualmente solo il giovane e poco considerato Cimini è al sedicesimo posto nel ranking. Mara Navarria e Giulia Rizzi (assente a Doha) nelle 16 del ranking.
    Tutto normale se non fosse che i sostenitori del Ct sono sempre pronti ad evidenziarne le lodi quando qualcuno fa qualcosa. Adesso? O sono suoi solo i meriti derivanti dai sacrifici dei tecnici? o forse il nuovo assetto di staff tecnico e di allenamenti e altro, inizia a dare i risultati (si fa per dire)?

    RispondiElimina
  42. A quest'ora mi aspettavo che almeno Lauria smentisse ogni sua paura sulla vicenda Orsini e fornisse lui a RINALDI il documento incriminato per essere reso pubblico sul blog. Mi sono sbagliato.

    RispondiElimina
  43. Buonasera a tutti, scrivo nella doppia veste di Maestro e di Responsabile del COL della gara di Torino. Mi dispiace molto che alcuni commenti apparsi sul blog abbiano contribuito a rendere il clima della competizione un po' troppo teso, e mi riferisco naturalmente a quanto riportato su alcuni episodi occorsi durante la giornata di sabato. In uno di questi è incappato anche un mio allievo, come è capitato ad altri. Ho segnalato all'arbitro che qualcosa non funzionava, ed è stato verificato un cambio di arma da fioretto a sciabola, occorso a mio avviso semplicemente per distrazione. Avendo l'arbitro in mano un telecomando che può gestire da remoto le funzioni dell'apparecchio, può succedere che inavvertitamente si spinga un tasto anzichè un altro. Rimesso l'apparecchio su fioretto non c'è stato nessun ulteriore problema, e tra l'altro vorrei anche segnalare che quell'assalto il mio allievo lo ha vinto. Al termine del match mi sono immediatamente avvicinato all'arbitro per stringergli la mano e scusarmi se sono apparso più accalorato del dovuto nel segnalare l'anomalia, la cosa è andata aldilà delle mie intenzioni. Chi mi conosce sa che ho un comportamento "sanguigno", ma mai maleducato e men che meno irriguardoso per la persona che comunque fa del suo meglio per dirigire un assalto. Voglio anche prendere le distanze sui commenti successivi, che ho letto essere degenerati ad una volgare rissa da social tra anonimi. Non ritengo che l'insulto sia mai il modo migliore per esprimere un pensiero, ne tantomeno per avviare un confronto.
    Per il resto la gara è filata via liscia, con le giornate terminate entrambe ben prima delle 17, e questo nonostante un intoppo del sabato che ha fatto iniziare la prima gara con circa 30 minuti di ritardo. Intoppo attribuibile a me, in quanto responsabile del COL, e del quale mi scuso con tutti i presenti alla competizione.
    Mi auguro che questo mia intervento posso aiutare a riportare la discussione su un piano di confronto educato tra tutti, e che in futuro possa consentire anche di conoscere le identità di coloro che sentano di volere dare il proprio contributo alla discussione.
    Cordiali Saluti
    Paolo Cuccu

    RispondiElimina
  44. Maestro Cuccu lei almeno ci mette la faccia mentre il presunto anonimo commentatore arbitro federale, ben indottrinato sui valori della scherma, rimane ancora nascosto e ben inguattato sotto qualche confortevole cumuletto di concime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece tu anonimo cosa ci metti?...il culo o la tua faccia da culo?

      Elimina
    2. Ahi ahi. Se lo viene a sapere Scarso che ti lasci andare a queste scurrilità sul blog gli viene un colpo al cuore. Così tradisci i bei valori della scherma. Sei duro di comprendonio? Non ti hanno insegnato nulla? I valori della scherma ti obbligano a stare zitto e a non alimentare ulteriori polemiche; ad essere un bravo ragazzo, educato, composto e con i capelli corti e sempre ben pettinati - sempre che tu abbia ancora qualche capello in testa-, e devi essere sempre onesto nel presentare le richieste di rimborso senza truffare la Fis e noi contribuenti che ti campiamo, e se ci riesci prova ogni tanto ad arbitrare senza favorire i tuoi amichetti.

      Elimina
    3. Per fortuna ho ancora tutti i miei capelli e ne vado fiero. Sul "campiamo" potresti essere più chiaro? Se ti riferisci al fatto che dovrei vivere di scherma, mi dispiace deluderti ma vivo di altro e non ho bisogno delle piccolezze che tu enunci per vivere una vita dignitosa. Ma visto che sei così "grosso" da accusare chiunque, perchè non denunci? Se hai le prove, nulla potrà mai preoccuparti anzi, da buon paladino della giustizia, potrai erigerti come il salvatore della Patria e lo scopritore di misfatti occulti.

      Elimina
    4. Denuncia gia fatta, ........ ma alla Procura della Repubblica

      Elimina
    5. Che paura che fai. Sei davvero “grosso”

      Elimina
  45. Lauria afferma che l'attuale governo federale ha chiesto a Re Giorgio di fare un passo a lato alle prossime elezioni. Paolo Azzi è stato scelto come candidato Presidente.
    Valentina Vezzali ha espresso il suo disappunto: medita di competere per la massima carica.
    In che mani siamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle mani di allegri compagni di avventura che si scanneranno senza esclusione di colpi in vista delle prossime elezioni.
      Il Re è nudo

      Elimina
    2. Ricapitolando: il Re è rimasto solo?

      Elimina
    3. Che bei soggetti!!!!
      In poche parole, Lauria, il grande silente (penso che nessuno ha mai percepito il suo timbro vocale) maestro/sindacalista, avrebbe riferito che il CF, colpevole di ignavia, perchè da sempre muto, succube, servile e sottomesso al suo beneamato Presidente, ha chiesto a costui di fare "un passo a lato" (e non indietro), unicamente per salvare le loro poltrone.

      Cioè, essendosi accorti che il loro sovrano non potrà trainarli o, meglio, trascinarli alle prossime elezioni, garantendo loro il posticino/poltroncina, essendo in netta crisi di consensi e, dunque, in "caduta libera", per via delle sue scellerate e abominevoli scelte politiche, a cui loro hanno senz'altro contribuito con colpevole silenzio, invece di DIMETTERSI tutti, dando così prova di un sussulto di coscienza, gli hanno chiesto di farsi da parte.
      E' evidente che questa manovra, se vera, ha solo il sapore di un estremo tentativo di salvataggio di loro stessi.
      Che tristezza mista a squallore.
      Tutti a casa!!!!!!!!!!

      Elimina
    4. Lo squallore è un sillogismo rivisitato (come si direbbe in cucina): se sono così legati alla poltrona da non poterne fare a meno; se il bilancio lo approvano i poltronari; cosa contiene il bilancio per i poltronari?

      Elimina
    5. Ma i Consiglieri lo sanno che il "loro" presidente dice a tutti che se dovesse ripresentarsi lo farà con un Consiglio tutto nuovo? Quindi cosa aspettano a dimettersi, tanto sono già ai saluti e sono stati scaricati dal presidente. Quasi a dire: la colpa del mio fallimento è dei Consiglieri tranquilli che li cambio tutti.
      Si la colpa del fallimento della Scherma è dei Consiglieri che in modo spersonalizzato hanno sempre detto si. Ma in realtà il fallimento del presidente è solo suo, ma quello ci importa poco, a noi interessa la scherma. Diciamo che il presidente anche se fallito porta comunque a casa "tante miglia" e accordi con Paesi stranieri, per cui solo non rimane. Porta a casa tante assunzioni romane di suoi concittadini. Ma la scherma cosa porta a casa? Uno stato di abbandono totale.

      Elimina
    6. No problem, Scarso potrà sempre presentare il suo elaborato curriculum a Palazzo Chigi per concorrere alla carica di Manager della nuova società governativa "Sport e Salute" (tre anni di contratto, 190.000 euro all'anno). Buona fortuna Giorgio ( ricordati di allegare alla domanda una fotocopia della carta millemiglia perchè è titolo preferenziale!.
      aahahhahhahhahhahhahhhahhhahhahha

      Elimina
  46. Ribbadisco che secondo me il prefetto deve essere un consigliere in atto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dire che il prefetto del 4 pilastro sarebbe una sorta di pastore della tessaglia dei tempi della battaglia alle Termopili? E a chi sarebbe riservato invece il posto di nuovo re di Persia? Dicci dicci.

      Elimina
    2. a Παυλος 1° il persiano

      Elimina
  47. Egregio Direttore,

    mi presento: sono un dirigente di una società che ha sempre votato Giorgio Scarso: il nostro Presidente non ha molto in simpatia le posizioni del suo gruppo.

    La mia idea è di verificare di persona: su invito di alcuni nostri atleti ho incominciato a leggere da poco la Piazza Scherma: non mi sono fatto ancora un’idea precisa sull’attendibilità delle affermazioni di questo diario in rete: non mi piacciono di certo gli insulti e le diffamazioni.

    Scrivo sul presunto annuncio di Salvatore Lauria del passo a lato del Presidente Giorgio Scarso: è una dichiarazione non da poco, così ho voluto verificare l’attendibilità: ho chiesto al nostro tecnico di meglio informarmi sulla riunione a Roma con l’Associazione dei tecnici.

    Ho avuto conferme: l’Associazione ha annunciato di appoggiare la candidatura di Paolo Azzi.

    Il nostro tecnico mi ha parlato anche dell’astio del Presidente dell’Associazione Saverio Crisci nei confronti dell’altro candidato Marco Arpino.

    Alle gare non pochi addetti ai lavori si concentrano sui personalismi, perciò io consiglio a tutti di non giudicare quando non si è consapevoli dei contenuti programmatici dei candidati: sono contrario a comportamenti, atteggiamenti o singole azioni che abbiano di mira prevalentemente l’interesse personale, anche quando ciò sia in contrasto con interessi più generali: se il Presidente Crisci ha parlato unicamente del suo astio verso il candidato Arpino, a mio modesto avviso ha peccato di personalismi: di sciocchi, inutili, inopportuni personalismi.

    In questa situazione sono dell’opinione che dobbiamo valutare i programmi: obiettivi prefissati e tempi per raggiungerli: i curricola dello staff federale, senza dimenticare che Riforma del CONI ha cambiato non di poco le carte in tavola.

    Dal 2020 la prestazione del Consiglio Federale comporterà non solo un «obbligo di mezzi» ma anche un «obbligo di risultato».

    Il che significa che il Presidente e i Consiglieri Federali non sono tenuti solo a operare secondo «scienza e coscienza», servendosi di tutti i mezzi che la moderna scienza mette oggi a disposizione (insomma a fare del loro meglio); ma anche a migliorare obiettivamente la situazione delle società, degli atleti, delle famiglie e dei tecnici.

    Se il risultato ottenuto non è quello che era lecito attendersi dato lo sviluppo della conoscenze e dei mezzi scientifici disponibili, tocca al Presidente e ai Consiglieri Federali provare che si sono verificati eventi del tutto imprevedibili e irrisolvibili.

    Direttore spero che il mio intervento le piaccia e lo pubblichi senza censure sulla Piazza Scherma.

    Cordiali saluti

    Simone Massimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono il direttore ma non capisco comunque perchè tale intervento meriterebbe di censure.
      Venendo al pratico, la deviazione della politica in questi anni fa si proprio che un presidente Eletto di una Associazione si possa permettere di dire che l'Associazione sosterrà un candidato e non l'altro solo in base alla "personale" simpatia. Ma una Associazione di categoria non dovrebbe solo valutare chi dei due candidati, o tre, persegua gli interessi della categoria? Ovviamente non personali ma della categoria che poi significa della scherma essendo i Tecnici i principali attori e registi di questo sport.
      Il dato è significativo.

      Elimina
    2. Lungi da me elogiare il 'direttore'. Ma se Azzi è candidato, come ci dice Crisci, non dovrebbe dimettersi dal Consiglio proprio come fece Rinaldi? Sarebbe un primo segnale di democrazia, opportunità e soprattutto di voler interrompere la linea con l'attuale politica che, appunto, vede un uso eccessivo del potere.

      Elimina
  48. Maestro Saverio Crisci, siamo alcuni Soci dell’AIMS.La vostra personale posizione verso Marco Arpino non ha assolutamente nulla a che fare con la vostra Presidenza dell’AIMS. In questi giorni a Roma con altri colleghi abbiamo invece assistito ai vostri interventi che a nostro parere compromettono all’esterno la vostra direzione che rischia di essere percepita, in maniera sempre crescente, come un’interpretazione padronale e verticistica del proprio ruolo nei confronti di tutte le componenti dell’AIMS. Nella tradizione dell’AIMS il Presidente è un «primus inter pares» chiamato a guidare una comunità; questo è in particolare vero nella nostra associazione, che per le dimensioni limitate ha sempre avuto una tradizione di collegialità che in tempi recenti è stata completamente stravolta. In particolare, la più grande e più preziosa risorsa della classe magistrale italiana — che ne fa una comunità irripetibile, nota e apprezzata in tutto il mondo — sono i Maestri che conquistano gli allori sulle pedane del globo. Noi stiamo all'opposto assistendo ad una insanabile contrapposizione con questi Maestri che non vivono più l’AIMS e questo è incompatibile con la vita della nostra associazione, e con l’esercizio delle vostre funzioni di Presidente. Contrariamente a quello che voi affermate all’esterno, troppe volte non siamo stati messi al corrente di iniziative che dovevano essere discusse collegialmente. Quando, durante l’Assemblea, abbiamo appreso che avevate tesserato al nostro Ente ACSI soltanto 10 invece delle centinaia di soci, abbiamo realizzato che la vostra trasformazione dell’AIMS in associazione sportiva dilettantistica era stata fatta esclusivamente per ottenere i benefici fiscali, senza che la discussione si fosse mai materializzata tra i soci. La costernazione è grande per i risvolti di illiceità. Si sono poi aggiunte delle preoccupazioni molto serie riguardo alla gestione della privacy per la Lista federale dei tecnici, molti dei quali neanche nostri soci: in primo luogo e in particolare, la mancanza totale di un titolare e di un responsabile del trattamento dei dati. Ci teniamo a sottolineare che da parte nostra non c’era – e non c’è – nessuna opposizione di principio alla vostra Presidenza, pur avendo noi votato per il Maestro Aldo Cuomo. C’era invece un grandissimo sconcerto su come si fosse arrivati a questo punto, oltre che inquietudine sulle modalità di attuazione della vostra gestione dell’AIMS: sconcerto e inquietudine che sarebbero stati certamente superabili con una pianificazione adeguata e con un reale coinvolgimento di tutti i soci. Vorremo perciò che emergesse con fermezza che si è arrivati alla presente situazione per un processo graduale di erosione della fiducia nella vostra gestione. Le questioni dei tesseramenti all’ACSI e della privacy hanno fatto semplicemente precipitare gli eventi. Le interferenze della politica federale nell’autonomia della nostra associazione, per noi un valore primario, sono state gravissime e le condanniamo con forza. Abbiamo dovuto subire senza preventiva discussione le gratuità per i candidati di Capoverde a Chianciano. Poi il corso per i nazionali assoluti. L’allegra gestione a bilancio dei contributi federali. Infine i tesseramenti all’ACSI e la privacy. Queste vicende hanno se non altro fatto emergere e rafforzare la comunanza di valori e il fortissimo senso di appartenenza che anima le diverse componenti dell’AIMS. L’auspicio di tutti noi è che ora il Governo intervenga per ridare alla nostra associazione il ruolo istituzionale dentro la FIS e non nell’ACSI. Speriamo che si possa tornare alla sua vita di sempre: quella della formazione e dell’insegnamento ad altissimi livelli, quella della serena convivenza e del rispetto delle istituzioni democratiche, che con la Presidenza del Maestro Giancarlo Toran mai erano state calpestate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonello Fassari nella serie “I Cesaroni” ha interpretato il personaggio di Cesare, un uomo semplice, che non trova espressione migliore per manifestare il suo sdegno se non quella di: “Che Amarezza”.

      "Che Amarezza" vedere l'Aims nel Registro delle società degli enti di promozione sportiva dal 10/03/2010. Ma soprattutto come un club qualunque che si occupa di scherma storica!!!

      Provare per credere

      http://www.coni.it/it/registro-2-0/registro_dettaglio.html?id_societa=114510

      Elimina
    2. Per questo e per altri motivi legati sempre alle modalità di gestione, io e altri maestri non ci siamo più tesserati a questa associazione

      Elimina
    3. A casa pure lui, Crisci, compare di Scarso!!!!

      Elimina
    4. Scusate ma la trasformazione in ASD della Aims non risale al 2004?

      Elimina
  49. SENTENZA DEL 07/02/2018, N° 10393, CORTE DI CASSAZIONE

    ATTENTA A.I.M.S. CHE PERDI LA QUALIFICA DI ENTE NON COMMERCIALE!!!

    «IN TEMA DI AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE, L'ESENZIONE D'IMPOSTA PREVISTA DALL'ART. 148 DEL D.P.R. N. 917/1986 IN FAVORE DELLE ASSOCIAZIONI NON LUCRATIVE DIPENDE NON DALL'ELEMENTO FORMALE DELLA VESTE GIURIDICA ASSUNTA (NELLA SPECIE, ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA), MA ANCHE DALL'EFFETTIVO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ SENZA FINE DI LUCRO, IL CUI ONERE PROBATORIO INCOMBE SULLA CONTRIBUENTE E NON PUÒ RITENERSI SODDISFATTO DAL DATO, DEL TUTTO ESTRINSECO E NEUTRALE, DELL'AFFILIAZIONE AL CONI» (CFR. CASS. SEZ. 5, 5 AGOSTO 2016, N. 16449);

    LE SUDDETTE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE DI CUI ALL'ART. 148 TUIR IN FAVORE DI ENTI DI TIPO ASSOCIATIVO COMMERCIALE, COME LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE SENZA SCOPO DI LUCRO, «SI APPLICANO SOLO A CONDIZIONE CHE LE ASSOCIAZIONI INTERESSATE SI CONFORMINO ALLE CLAUSOLE RIGUARDANTI LA VITA ASSOCIATIVA » (CFR. CASS.. SEZ. 5, 11 MARZO 2015, N. 4872).

    SE L’A.I.M.S. NON HA TESSERATO TUTTI I SOCI PERDE LA QUALIFICA DI ENTE NON COMMERCIALE E VA DENUNCIATA AL CONI E ALLA GUARDIA DI FINANZA!!!

    RINALDI DEVI APPROFONDIRE CON UN TUO ARTICOLO QUESTA VICENDA DI IMPORTANZA STRATEGICA PER IL FUTURO DELLA SCHERMA ITALIANA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Toh và...la stessa cosa che a suo tempo faceva l'Accademia di Napoli con un altro ente di promozione sportiva
      ...sarà per questo che la federazione l'ha fatta chiudere?
      Perché non tutti probabilmente sanno che nell'ultimo periodo per poter sostenere gli esami a Napoli era obbligatorio iscriversi a quell'ente di promozione...c'è una lettera del segretario dell'Ans che lo dimostra... E io per potermi iscrivere all'esame ho dovuto iscriveo all' ente di promozione sportiva. Un escamotage per evitare di dover pagare le tasse sulle quote di iscrizione all'esame...ma l'Accademia di Napoli ha mai fatto vita associativa? sono mai stati convocati alle assemblee ed è mai stata fatta attività di formazione per quei soci che si sono tesserati una tantum, con l'unico scopo di poter fare l'esame?
      Io credo che siamo ancora nell'ambito dei sette anni di interesse per l'Agenzia deLle Entrate.

      Elimina
    2. che ci azzecca l'accademia di napoli, stiamo parlando dell'aims di crisci e i suoi fedelissimi non potendo difendere ciò che non si può difendere cosa fanno?attaccano l'accademia.siete patetici.

      Elimina
    3. c'azzecca...credimi, c'azzecca...

      Elimina
    4. ne sei certo che c'azzecca?contento te se godi con il mal comune mezzo gaudio.intanto preparate le carte per imminenti accertamenti.bye bye

      Elimina
  50. Basta, mollo tutto. L’ho detto a Malagò. O mi raddoppia lo stipendio, o mollo la Fis. Sì, sì, la mollo. Troppe preoccupazioni. Il futuro? Chi lo sa? Qui cercano tutti di farmi le scarpe. L’ho detto pure al mio gatto: non puoi ostinarti a mangiare i croccantini Whiskas Délice che ce li avete solo tu e the cat of Bill Gates. Dobbiamo cominciare a risparmiare perché sarà dura. E, visto che c’ero, ho litigato persino con l’albergatore. Ma che è ‘sta assurda pretesa di chiedermi soldi ogni mese, solo perché io vivo nel suo albergo. Basta, mollo anche lui. Insomma, ho scelto di passare alle vie di fatto ma solo per di depistare il Consiglio. Naturalmente non ho intenzione di piantare un bel niente, solo vorrei minacciare di mollare per fargli prendere un bello spavento. Se crollo io cadono tutti! E loro lo sanno. Tuttavia mi domando perché, se la strategia è quella giusta, Malagò, il mio gatto e l’albergatore ballano da tutto il giorno, abbracciati in una turbinosa tarantella? Devo avere sbagliato qualcosa, chissà, forse,nell’accento. Adesso che lo so, sono preso anch'io da deliri ipercinetici. I drammi non finiscono mai. Oggi, per esempio, ha fatto scalpore la notizia di un arbitro che ha scritto “culo” sul blog di Rinaldi. E domani che farà? Andrà in gara con la pistola nascosta sotto la divisa, tipo rappresentante della Bialetti? Non mi rompete più i c…oni con sti valori, valori, valori…, o mollo per davvero!
    Gli arbitri stanno diventando un serio problema e per questo ieri ho convocato una riunione d’urgenza. Ho deciso di dare a ognuno di loro una mia foto scattata durante il culmine dell’ultima seduta in cui Lauria mi ha comunicato che tutto il Consiglio appoggerà Azzi. Abbiamo deciso all’unanimità. In caso di aggressione tutti gli arbitri sono autorizzati ad esibire quella foto al posto del cartellino nero. Non uccide, ma almeno paralizza.

    PREFETTO DEL IV PILASTRO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come glielo ha comunicato Lauria?
      Con i segnali di fumo?

      Elimina
    2. Ma come si capisce lontano un miglio come tutti questi interventi sono orchestrati da una mente perversa che sta dietro e vuole manipolare, cari lettori, la vostra opinione, fornendovi i dati che desidera e non quelli reali, quelli che fanno brodo al suo pollaio. Naturalmente in politica tutti fanno così, ma questo dimostra che chi c'è dietro e che dice di voler cambiare le cose, in realtà è uguale se non peggio di quelli che vorrebbe cambiare.
      Quindi ben venga la lotta tra diversi candidati, ma che nessuno abbia la speranza che uno dei due sia veramente migliore ee verament diverso dagli altri, perché per essere candidati entrambi sono e devono essere degli esseri politici ontologicamente parlando.

      Elimina
    3. Un Anonimo ancora per poco29 gennaio 2019 09:26

      Caro sig. "Saggio" da quando scrive si capisce lontano un miglio che la sua mano è guidata da qualcuno che probabilmente si è sentito chiamato in causa e che non avendo argomenti per giustificare le sue "malefatte" cerca di "buttare tutto in caciara". Il nuovo che si presente ha almeno un vantaggio e non di poco conto e cioè di non avere 20 anni alle spalle di politica che inevitabilmente si porta dietro promesse e spesso impegni necessari per farsi rieleggere. Se poi questi impegni elettorali diventano l'ostacolo alla meritocrazia, alla chiarezza, all'equità alla sportività ecc.ecc, bene allora VIVA IL NUOVO che certamente porterà una ventata di freschezza e sono sicuro di maggiore democrazia.

      Elimina
  51. tra i fedecrisciani ci sembra di trovare nei loro commenti la vera anima della prima repubblica.come novelli bettino craxi difendono le loro irregolarità gravi dicendo così fan tutti.mal comune mezzo gaudio.povera scherma.

    RispondiElimina
  52. Affermare e temere che gli interventi sul blog di RINALDI possano orientare il consenso degli associati è solo la conferma che il blog fa davvero paura a quanti mirano a conservare i privilegi di cui hanno goduto fino ad ora. Questo perché i suddetti hanno consapevolezza del grande e crescente seguito che ha "la Piazza" a causa della veridicità delle informazioni che diffonde. Prova ne è che nessuno degli arditi federali ci ha mai messo la faccia per smentire alcunché. E quando qualcuno ha tentato di farlo, rivolgendosi ad un Giudice dello Stato, ha miseramente perso!

    RispondiElimina
  53. E' appena stato aperto il toto scommesse per i Tecnici e gli atleti che saranno convocati agli Europei Cadetti e Giovani a Foggia.
    Votate gente, votate.

    RispondiElimina
  54. In relazione al commento delle 15.29, ero anch'io presente e in tutta sincerità non ho visto tutti questi colleghi contro l' AIMS, forse ero presente ad altra Assemblea.
    Ero invece presente quando la relazione del presidente Crisci è stata approvata all'unanimità, con la sola astensione del Maestro Bertacchini.
    Ero altresì presente allorquando il consuntivo AIMS è stato approvato alla quasi unanimità, con il solo voto contrario dello stesso Bertacchini, il quale, per la circostanza, ha contestato , secondo il suo parere, alcune cose, per le quali ha avute le relative risposte e, altre le saranno date, a sua specifica richiesta.
    Circa l'iscrizione all' ACSI, da parte dell''AIMS, sotto la presidenza di Crisci, se non ricordo male, tale iniziativa fu presa in quanto l'AIMS, per il passato aveva sempre operata "nell'illegalità Amministrativa", in quanto non faceva parte della FIS, né risultava iscritta nel registro del CONI, per poter operare, usufruendo dei benefici fiscali.
    Quindi oggi stiamo affermando che anche il Maestro Toran, durante il suo mandato, poco meno di vent'anni, avrebbe operato illegalmente?
    Ritengo che il Maestro Crisci , con la sua iniziativa abbia posto fine a tale illegalità, anche se in un modo che oggi viene criticato.
    Infine, si parla di " aggressione " del Maestro Crisci nei confronti di Arpino. Se così fosse, sarebbe una cosa grave di cui sarebbe bene parlarne in modo più approfondito.
    Fate sapere, insomma, di cosa si tratta, perché si possa valutare anche noi.


    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ero presente anche io a quella riunione ed al Mastro Bertacchini non è stata data nessuna risposta, anzi gli è stata tolta inopinatamente la parola dandogli del "provocatore". Già provocatore! Perchè chi chiede chiarezza e trasparenza è un provocatore!!
      Poi egregio astante lei non ha risposto in merito all'astio del Maestro Crisci nei confronti di Arpino. Infatti non si spiega come la battaglia personale che Crisci sta portando avanti la faccia a nome dell’AIMS. Infatti da quanto è noto pare che il Crisci abbia visto archiviare il caso che lo vedeva contrapposto all’Accademia e quindi non si spiega il perché lui vogli ancora ricalcare questa strada pur avendo avuto ragione dalla giustizia. Forse allora il Crisci non cerca giustizia ma vendetta…… e questo noi dell’AIMS non possiamo consentirlo!!
      In ogni caso pare che il M° Crisci abbia detto che l’AIMS appoggerà il candidato Azzi. Allora viene da fare due valutazioni:
      1^ Il Crisci senza neanche conoscere il programma di Azzi ne appoggia la candidatura, a questo punto solo per ideologia e non per contenuti;
      2^ Il Crisci, che ricordiamo ha diritto di Voto solo per se stesso, ha certificato che tutti gli iscritti dell’AIMS vengono gestiti direttamente da lui senza neanche coinvolgerli, trattando questi ultimi come pecore da pascolare.
      Io non ci sto e mi muoverò con tutte le mie forze per contrastare questa deriva autoritaria.

      Elimina
    2. Per previsioni i voti contrari sono stati 2 perché il maestro Bertacchini aveva anche la mia delega

      Elimina
  55. Chi sta difendendo l'A.I.M.S. e il suo dominus Crisci ha molto bene imparato gli insegnamenti del nazista Joseph Goebbels: "ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità".
    Si può apprendere dalle loro bugie che "l'iscrizione all' ACSI, da parte dell''AIMS, sotto la presidenza di Crisci, se non ricordo male, tale iniziativa fu presa in quanto l'AIMS, per il passato aveva sempre operata "nell'illegalità Amministrativa", in quanto non faceva parte della FIS, né risultava iscritta nel registro del CONI, per poter operare, usufruendo dei benefici fiscali. Quindi oggi stiamo affermando che anche il Maestro Toran, durante il suo mandato, poco meno di vent'anni, avrebbe operato illegalmente? Ritengo che il Maestro Crisci , con la sua iniziativa abbia posto fine a tale illegalità, anche se in un modo che oggi viene criticato".
    La bugia è talmente grossa che non si sa se dobbiamo ridere o piangere.
    Il bugiardo prova, senza riuscirci, a far perdere, in una questione, il filo, o i punti cruciali. Il bugiardo pensa di occultare le verità sviando, glissando, cambiando argomento; snaturando o appannando, quelli che sono gli elementi fondamentali, nella questione A.I.M.S. e delle responsabilità del suo dominus.
    Il bugiardo afferma che l'A.I.M.S. aveva operato nell'illegalità amministrativa quando non c'era Crisci al suo comando. Dunque le responsabilità dell'illegalità sono di chi lo aveva preceduto cioè Toran.
    Siccome tutto il movimento schermistico conosce Crisci e sa che come lui scateni l'azione penale come ha un appiglio, un pretesto, un'occasione, e in genere qualsiasi elemento offerto da altri o cercato a bella posta.
    Crisci aveva già denunciato Toran per altre questioni. A proposito, Crisci ha perso la causa.
    Se Crisci avesse avuto l'opportunità di denunciare Toran per quanto afferma il bugiardo, ci sarebbe stata certamente un'altra causa giudiziaria.
    La verità è altra. Crisci ha trasformato l'A.I.M.S. in un'A.S.D. esclusivamente per avere i benefici fiscali previsti per le A.S.D. dalla legge.
    Se l'A.I.M.S. fosse rimasta con la precedente natura giuridica non avrebbe avuto questi benefici fiscali ma non sarebbe stata in nessuna irregolarità amministrativa.
    Tuttavia è altro il punto fondamentale. In Assemblea è stato certificato che con il dominus Crisci l'A.I.M.S. non ha tesserato tutto i suoi soci all'A.C.S.I. e quindi è stata fatta una gravissima irregolarità. Di questo Crisci e l'A.I.M.S. ne dovranno rispondere nelle varie sedi. Sarà divertente vedere sul banco degli imputati chi ha sempre goduto a cercare di metterci i suoi avversari che trasformava in nemici da perseguire penalmente.

    RispondiElimina
  56. Basta con questa storia Crisci Arpino.

    Vi siete già scatenati sul blog per mesi.

    E Crisci non poteva fare l'esame da Maestro bensì quello da Aiuto Maestro.

    No, non è vero, Crisci è regolarissimo.

    E Crisci non aveva raggiunto la piena sufficienza nella prova del fioretto italiano con Pessina.

    No, non è vero, Crisci è regolarissimo.

    E Arpino che non poteva fare l'esame da Maestro.

    No, non è vero, Arpino è regolarissimo.

    E la moglie di Arpino ha rubato il diploma.

    No, non è vero, la moglie è regolarissima.

    E Crisci ha dato i pizzini agli esami.

    No, non è vero, Crisci è regolarissimo.

    E Arpino non poteva fare il valutatore agli esami.

    No, non è vero, Arpino è regolarissimo.

    E Crisci non poteva fare il valutatore perché non ha la maturità

    No, non è vero, Crisci è regolarissimo.

    E Arpino puzza.

    No, non è vero, Arpino profuma come un giglio.


    Basta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido ogni parola. Con una precisazione, che un conto sono le valutazioni politiche, un conto è stabilire la colpevolezza di qualcuno. Grazie al cielo viviamo in un Paese nel quale esiste ancora la presunzione di innocenza fino al giudizio definitivo. E poi credo vi debba essere una distinzione tra chi in pubblico afferma certe cose su altre persone non presenti, mi riferisco al presidente maestro Saverio Crisci che nelle ultime due assemblee dell’associazione maestri ha attaccato in loro assenza i maestri Marco Arpino e moglie, e chi è semplicemente destinatario assente di altrui esternazioni, appunto i maestri Marco Arpino e moglie. Ora fermo restando la fiducia nella Magistratura che alla fine farà giustizia, se il presidente Saverio Crisci la vorrà attivare per accertare i fatti da lui lungamente esposti da anni come verità incontrovertibile, da osservatore esterno mi colpisce la distanza anche di eleganza istituzionale che salta all'occhio tra il presidente maestro Saverio Crisci, che per il ruolo ricoperto dovrebbe difendere e tutelare l’intera categoria magistrale e invece attacca due maestri assenti, e questi due coniugi maestri che sono vittime assenti di accuse ad oggi non provate. Chi ha sbagliato è giusto che paghi. Se qualcuno ha sbagliato. Ma per favore, ci vuole senso delle proporzioni. Ed in ogni caso, sono legittime le valutazioni politiche, ma gli attacchi personali non sono valutazioni politiche. Gli attacchi personali sono confezionati apposta per non informare, non spiegare, per difendere il proprio operato da controlli, accertamenti, critiche, per affrontare qualunque argomento in qualunque contesto pubblico senza in realtà dire alcunché.

      Elimina
    2. Bravo.
      Sottoscrivo.

      Elimina
    3. Come diceva Cesaroni, che amarezza.

      Che amarezza vedere che gli attuali gestori del sito dell'Aims hanno tolto la prova inconfutabile che Saverio Crisci ha torto.

      Hanno levato questo linK - http://www.maestridischerma.it/content/index.php?option=com_content&view=article&id=178:esito-assemblea-ordinaria-e-straordinaria-roma-2011&catid=34:comunicati-aims&Itemid=66

      Tanto chi doveva l'ha stampato.

      Lettori a voi il giudizio.

      COMUNICATO

      Esito Assemblea Ordinaria e Straordinaria Roma 2011
      Lunedì 04 Aprile 2011 11:38
      Si sono regolarmente svolte a Roma, con inizio alle ore 15.00 di sabato 2 aprile, presso la sala auditorium del Palazzo delle Federazioni, l'Assemblea Ordinaria e Straordinaria dell’Associazione Italiana Maestri di Scherma.
      Nella parte ordinaria il Presidente Maestro Saverio Crisci ha relazionato dettagliatamente sull'attività svolta dall'A.I.M.S. nell’anno 2010, ivi compresi i rapporti con la Federazione in seguito alla firma della convenzione A.I.M.S.-F.I.S. e dell’attivazione dei progetti di collaborazione in ambito Scuola Magistrale.
      Nella parte straordinaria, dopo breve esposizione chiarificatrice della proposta di variazione statutaria relativa all'art. 1 dello Statuto A.I.M.S., -come già comunicata ai Soci nella lettera di convocazione dell’Assemblea- questa è stata approvata all'unanimità dei presenti, fatta eccezione cinque astenuti.
      Verso le ore 18.00, a seguire, il Direttore della Scuola dello Sport dott. Marco Arpino, Maestro di Scherma e nostro Socio, ha tenuto uno stage sul tema “Il Maestro italiano di Scherma nel Sistema delle Qualifiche Europee” molto apprezzato e contestualmente applaudito.


      Nel 2011 Saverio Crisci ci teneva ad avere

      "il Direttore della Scuola dello Sport dott. Marco Arpino, Maestro di Scherma e nostro Socio"

      Che amarezza.

      Elimina
    4. Non "che amarezza", sarebbe meglio dire: CHE IPOCRISIA

      Elimina
  57. Il Maestro Crisci qualora avesse sbadatamente fatto rimuovere dal sito tali informazioni ha sostanzialmente confermato di avere in corsoa sua vendetta personale nella quale cerca di cancellare le prove.

    RispondiElimina
  58. A proposito di trasparenza...
    Ma è possibile che tra i criteri delle convocazioni al CAF di Spada piemontese sia testualmente scritto: "...atleti che parteciperanno a Basilea – Digione + Europei Under 17 e under 20..." quando ad oggi, per le prime, non sono scaduti i termini delle preiscrizioni e per le seconde non risultano le convocazioni?????
    Buona Vita....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei non le sa, ma chi deve decidere sa sempre tutto, infatti, lo decide a Settembre.

      Elimina
    2. Pensi solo che a inizio stagione agonistica aveva già predisposto le squadre per le prime gare di Coppa Assoluta, senza considerare i risultati che sarebbero giunti da li alle gare stesse. Pensi un poco se le convocazioni U20 non sono state decise lo scorso anno. Poi si sa quali sono i criteri, non ci sono criteri, appunto.

      Elimina
    3. Scusate ma i Caf non nascono per far allenare gli atleti tra loro nel tentativo di dare spazio ai meno fortunati che partecipano già ad allenamenti nazionali e quindi offrire loro una possibilità di scampio. Ma se fate un Caf per quelli che andranno ad Europei e Mondiali (dato per scontato che voi sapete già chi sono), che senso ha chiamarlo Caf. Si chiamano Azzurrini? Il Caf perde ogni tipo di valenza. Non chiamatele convocazioni Caf, ma bensì convocazioni federali zonali, non vi prendete manco la briga di decidere chi si e chi no.

      Elimina