mercoledì 21 novembre 2012

SEGRETEZZA DEL VOTO

Al fine di garantire l'assoluta segretezza del voto espresso dai delegati nella prossima Assemblea elettiva del 2 dicembre 2012, ho provveduto ad inviare in Federazione la lettera seguente.

 ""Spett.le
    Federazione Italiana Scherma
   Viale Tiziano, 74 – 00196 Roma
è    C.A. sig.  Giorgio Scarso Presidente

 
OGGETTO: Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva – Roma 2 dicembre 2012-11-19

 
               Al fine di garantire una regolare e trasparente operazione di scrutinio dei voti su tutte le materie all’O.d.g., ritengo opportuno, nella mia veste di Candidato  Presidente delle Federazione:

·      Concordare Con Ella, Attuale Presidente,  prima dello svolgimento dell’Assemblea, la scelta degli scrutatori e dei soggetti che faranno parte della Commissione Verifica dei Poteri;

·      Predisporre, altresì,  urne per le schede di voto segreto,  di capienza tale da poter garantire una adeguata  mescolanza delle schede in essa depositate,  di talché non si possa assolutamente risalire alla provenienza dei voti e  rendere, per tale motivo, il c.d. “voto segreto” effettivamente tale.

·      Che L’apertura dell’urna e la mescola delle schede da scrutinare, siano fatte dagli scrutatori in presenza dell’Assemblea, di talché si verifichi da parte dell’intera Assemblea la regolarità della votazione segreta e delle operazioni di scrutinio.

               Restando a disposizione per ulteriori dettagli, si rimane in attesa di un cenno di cortese riscontro;

la presente sarà pubblicata quale lettera “aperta” sul mio Blog e su altri canali di informazione rivolti ai soggetti elettori nella prossima Assemblea Nazionale Elettiva.

Roma, 19 novembre 2012

                                                                                                                                                         RINALDI Orazio Antonio

 
 

Orazio Antonio RINALDI
Via Antonino GIUFFRE’, 30/N
00128 - Roma""

Ezio RINALDI

5 commenti:

  1. Caro Rinaldi,
    quello che lei ha chiesto, attraverso la sua nota indirizzata al Presidente uscente, è il minimo, affinchè tutte le procedure elettive si realizzano nella max riservatezza e democraticità. Non penso che lei deve dubitare. Lei, forse, ha qualche dubbio? Mi vuole dire che è meglio mettere nero su bianco? Noooo, sii fiducioso. Il sistema scherma ha dalla sua un'onorabilità intaccabile. Altrimenti, per quanto mi riguarda, cadrebbero tutti quei insegnamenti che sono alla base dei principi schermistici. Un esempio su tutti. Il rispetto dell'avversario senza un minimo di indugio. E' così???
    nicola campoli
    napoli

    RispondiElimina
  2. Caro Campoli,
    il Suo pensiero è assolutamente condivisibile però ho qualche anno più di Lei e ne ho viste di cotte e di crude. Le basti pensare che Scarso all'Assemblea di Ravenna si è contato, uno per uno, tutti coloro che hanno alzato la mano per chiedere il voto segreto, inoltre nelle precedenti Assemblee è riuscito ad indviduare la provenienza dei dissenzi espressi nell'urna.
    L'iniziativa presa dal sottoscritto nasce da precise richieste degli affiliati durante la mia permanenza a Calenzano (Firenze). Evidentemnte il partito delle schede bianche si ingrossa sempre più e gli affiliati che hanno questa idea vogliono certezza di non essere in qualche modo individuati. Non posso dar loro torto considerto che in modo palese, sottinteso o bonario sono state fatte pesanti pressioni sugli stessi.
    Personalmente non mi fido e se lo dico ho ragione di dirlo.
    Nei miei articoli ho parlato di etica, di moralità, di rispetto e di tutti quei valori che dovrebbero far parte del bagaglio di ogni sportivo, se l'ho fatto è evidente che abbia riscontrato qualcosa che non quadra. Se potessimo parlare di persona potrei metterLa al corrente di tanti piccoli episodi che La farebbero riflettere.
    La mia candidatura vuole essere anche un mezzo per un cambiamento cultutrale, non so se ci riuscirò però ci sto provando.
    Sempre grato per i Suoi interventi La saluto molto cordialmente.
    Ezio RINALDI

    RispondiElimina
  3. Caro Rinaldi,
    avrà ben capito che la mia era una provocazione. Purtroppo, nella società in cui viviamo, e non solo nell'ambiente scherma, c'è da stare con tanti occhi aperti. Dispiace sottolinearlo, ma condivo le sue preplessità. Il malessere è sempre in agguato. Purtroppo. Importante è stare allerta.
    Alla prossima. Cordialmente
    nicola campoli

    RispondiElimina
  4. Caro Rinaldi,
    vorrei capire una cosa, Lei sta facendo una campagna per essere eletto?Se si credo che si aspetti di essere votato,se no,non riesco a seguirla.Se spinge tanto e spera nelle schede bianche (suo ultimo cavallo di battaglia)significa che Lei crede che non potrà riuscire a coagulare i consensi dei contrari al presidente Scarso e quindi spera che ci sia comunque un dissenso sia contro Lei che contro il presidente uscente.Mi consenta che è uno strano modo di far politica.Mi meraviglia anche che a differenza del presidente uscente,sicuramente facilitato,non abbia potuto portare avanti una squadra in tutte le sue componenti,ciò denota una grande debolezza.Il suo scopo sembra unicamente quello di cercare di non far eleggere il presidente uscente non facendolo arrivare al 55 %,cosa legittima ma politicamente utile soltanto a rimettere tutto in ballo per ricominiare tutto dall'inizio ma sicuramente con Lei fuori gioco.Continuo quindi a non capire.Da come si esprime quindi ci sono due candidati inadatti al ruolo,il primo che deve superare il 55%,il secondo,Lei,che non è in grado di ottenere i voti per andare a governare.Ma nella scherma italiana sono diventati tutti matti?Anche io nel mio piccolo,giro,e ho un'altra percezione della situazione,al di la delle solite lamentele sempre fisiologiche,ho avuto la percezione che anche se non completamente d'accordo sull'andamento di alcune cose federali alla fine la scelta cadrà sul presidente uscente,forse Lei vorrà dire sul meno peggio.Ricordo la vecchia DC tutti la criticavano,nessuno ammetteva di votarla,ma non si sa come,faceva sempre il pieno,alla fine.Caro Rinaldi qualcuno ha detto mi pare nel suo forum che le vere elezioni ci saranno tra 4 anni e che per il momento questa situazione alla fine piace a tutti.Tra 4 anni il presidente Scarso sarà uscente e Lei ormai fuori gioco,io comincerei a consigliare a tutti di progettare il futro e governare il presente.Forse sarò matto e visionario ma il 2 dicembre è vicino ed in questa situazione non tifo per le schede bianche che alla fine è l'antipolitica.Quindi che vinca il migliore e non la scheda bianca.

    RispondiElimina
  5. Caro anonimo, come vede pubblico e Le rispondo volentieri su quanto da lei esposto, articolando il tutto con una serie di punti:
    1. Non spero nelle schede bianche e non peroro tale causa: credo sia il Presidente ad aver paura di tale voto. Infatti, su tale argomento, in una riunione pubblica mi ha definito irresponsabile, catastrofico e non amante della scherma. Non lo ha fatto citando il mio nome, ma il riferimento era abbastanza palese;
    2. Non si partecipa ad una competizione con la mentalità perdente ed io, unitamente al mio gruppo, non mi sono mai sentito tale. Diverso è essere coscienti delle difficoltà che ci sono state, ci sono e ci saranno;
    3. Ho impostato un nuovo modo di gestire il gruppo, in tal senso le decisioni sono veramente condivise, quindi il team ha deciso di non candidare consiglieri in rappresentanza di atleti e tecnici, ritenendo quelli attualmente in carica persone valide e competenti;
    4. Il nostro scopo è quello di portare avanti il progetto dei 2 mandati per il Presidente. In tale ottica riteniamo che Scarso abbia esaurito la sua missione;
    5. Noi crediamo (forse utopisticamente?), che non sia necessario rimettere tutto in discussione. Però nel caso si dovesse andare a nuova Assemblea è evidente che si ricomincia daccapo e tutti possono aspirare alla massima carica presidenziale, non escluso il sottoscritto;
    6. Gli affiliati e tesserati non sono matti ma assolutamente consapevoli e se voteranno Scarso questi avrà avuto la giusta legittimazione;
    7. Ognuno di noi sui campi gara percepisce qualcosa, la mia è diversa da quella di molti altri ed in particolar modo dalla Sua. Mi passi la presunzione ma credo che il Presidente uscente non sia il meno peggio;
    8. Se Lei avesse seguito il mio blog dall’inizio avrebbe le idee più chiare sui miei pensieri ed avrebbe anche letto che non si è mai parlato di vere elezioni tra 4 anni;
    9. Il Presidente uscente potrà ricandidarsi all’infinito, sempre con il 55% dei voti validamente espressi (lo prevede la legge, il CONI ed il nostro Statuto). Glielo dico adesso e se lo scriva come promemoria, tra 4 anni si ricandiderà per il quarto quadriennio. Le faccio notare che all’inizio di quello in corso aveva dichiarato che avrebbe ceduto il passo (a CIPRESSA?!). Ciò sarebbe stato in linea con quanto affermato durante la campagna elettorale contro DI BLASI (DUE MANDATI PER IL PRESIDENTE SONO PIU’ CHE SUFFICIENTI).
    10. Che le piaccia o no le schede bianche, purtroppo, ci saranno e non potremo farci assolutamente niente.
    Ciò che mi meraviglia ancora e che Lei ha scritto un commento favorevole a Scarso ma non si firma. Ha forse paura che venga eletto e poi la perseguo? Stia tranquillo non rientra nel mio stile e si dia da fare per evitare le schede bianche.
    Ezio RINALDI

    RispondiElimina