mercoledì 29 luglio 2015

PRECISAZIONI del M° SPERLINGA Gianni


SPERLINGA Gianni.pngMi preme ringraziare Piazza della scherma per aver dato spazio al mio breve messaggio indirizzato a Rossella e pubblicato su La Sicilia del giorno 20/07/2015.

Spinto dai tanti interventi e dai parecchi messaggi privati che mi sono giunti, mi sento in dovere di fare qualche precisazione.

Non posso negare di essere molto amareggiato. 

Per la gestione personalistica del settore spada, ritengo, infatti, di aver subito, per la seconda volta, un vero e proprio scippo di un tesoro incommensurabile, quello di vivere in diretta una gioia immensa, che avendo per me un valore interiore incalcolabile, non potrà mai essermi risarcito dagli esigui capitali di cui sono gestori gli organi decisionali della FIS.

Credo tuttavia che sia risaputo e riconosciuto il mio rispetto dei ruoli che mi porta ad accettare le decisioni anche quando non le approvo.

Poiché, inoltre, sono contrario a qualunque tipo di strumentalizzazione, mi dispiacerebbe che si utilizzasse la mia vicenda per alimentare fole su presunti disagi fra me e Rossella, che l’evidenza dei risultati mi pare più che sufficiente a negare. Ciò detto mi preme anche sottolineare che non mi sono sentito strumentalizzato dall’articolo di scritto da Ezio RINALDI, al quale voglio esprimere pubblicamente il mio ringraziamento per le sue personali osservazioni e riflessioni.

Gianni SPERLINGA.

1 commento:

  1. Caro Gianni,
    non avevo dubbi sul fatto che non ti sentissi strumentalizzato dalle mie considerazioni alla tua lettera. Purtroppo, come ho avuto già modo di dire, ogni qualvolta scrivo qualcosa che in qualche modo chiama in causa la gestione federale vengo accusato di strumentalizzazione. Se questo è il prezzo da pagare per essere libero di dire quello che penso, lo pago volentieri.
    Un caro saluto

    RispondiElimina