martedì 10 marzo 2020

INVALIDITÀ DELLO STATUTO FEDERALE: la decisione del Collegio di Garanzia dello Sport

Con Decisione assunta oggi il Collegio di Garanzia dello Sport ha annullato la Decisione della Corte d’appello Federale circa l’invalidità dello Statuto approvato dall’Assemblea il 19 maggio 2019.
Ha, poi, rigettato il ricorso avverso lo Statuto redatto dal Commissario ad Acta per sopravvenuta carenza di interesse.
Entrambe le Decisioni verranno impugnate dinanzi al TAR del Lazio non appena saranno depositate le motivazioni.
In ogni caso resta da convocare l’Assemblea Nazionale Straordinaria per la ratifica dello Statuto, così come richiesto dalla Giunta Nazionale del CONI.
Ezio RINALDI

57 commenti:

  1. Un triplice fraterno abbraccio all'anziano Professore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbracciatelo quanto vuoi finchè potra poggiare i suoi piedi su questa terra ma sappi che l'Acacia che sorgera dal suo sepolcro sarà data alle fiamme.

      Elimina
    2. PROTEZIONE CIVILE
      Speriamo che questo T.F.A. se lo scambino solo per posta elettronica perchè coi tempi che corrono potrebbe essere molto rischioso considerata l'età che hanno.

      Elimina
  2. Mamma mia che 3 sveje....
    Pam pam pam
    E pure quella della Errigo paladina esemplare della vostra follia
    Pam

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Errigo è di Frascati? Errigo è coniugata Simoncelli? Errigo è dell'Arma? Frascati non è a favore di Scarso? L'Arma non è a favore di Scarso? Chi mi aiuta a capire?

      Elimina
    2. Frascati e Carabinieri sono grandi Elettori di Scarso e ora di Azzi.

      Elimina
    3. Allora Frascati e Carabinieri si sono schierati contro Scarso?
      Voteranno per Rinaldi alle prossime elezioni?

      Elimina
    4. Anonimo delle ore 22,13, non sono un candidato e non ho formato nessuna squadra. Se le regole sono quelle approvate da CONI bene si confronteranno con esse, però non ne sarei così sicuro.

      Elimina
  3. ma che è sto linguaggio criptico?

    RispondiElimina
  4. Come sempre le sentenze si rispettano e le si contestano nelle appropriate sedi. Quella del Collegio di Garanzia dello Sport era una tappa obbligata e come annunciato, appena saranno note le motivazioni, ci sarà il ricorso al TAR. Come diceva un presentatore del passato:"... e non finisce qui". Resto della mia idea, ma è solo mia:ho dubbi sulla giustizia sportiva, se non altro perché è nominata. Come, dicevo prima le sentenze si rispettano ed io rispetto quella emessa oggi.

    RispondiElimina
  5. Chiedo cortese delucidazione:

    .Per la ratifica dello Statuto è necessaria un'Assemblea Straordinaria
    oppure basta la prima Assemblea utile?
    .Per ratifica significa approvare o è una semplice presa d'atto?
    .Lo Statuto è già operativo oppure bisogna aspettare ulteriori probabili
    ricorsi?

    Penso che il dott. Maurizio Fumo, come per il passato, potrà dare cortese
    disponibilità.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me, l'Avvocato Guarino è la persona più indicata per fugare i dubbi dell'anonimo 21.03.

      Elimina
  6. Bene, stabilite le regole del gioco, può cominciare la partita

    RispondiElimina
  7. Anonimo delle 20:33, non allarmarti. E' solo che i Figli (deviati) della Vedova avranno fatto zuppetta!

    RispondiElimina
  8. Mi spiace Paolo, le regole non sono ancora stabilite. Comunque fosse per me andrebbero bene anche queste, ma lo saranno?

    RispondiElimina
  9. Ricordo che Squadra e Compasso hanno bisogno di tempo per produrre giustizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'Agape Bianca essi si incontrarono.......per il mutuo soccorso

      Elimina
    2. Amico mio se come di tu la squadra e il compasso hanno bisogno di tempo per produrre giustizia allora forse sarebbe oggi auspicabile la sollecita intercessione del Gran Maestro Coronaviri.

      Elimina
    3. A breve le luci minori saranno spente e gli sforzi di Ercole, bruciato vivo dal sacro fuoco della Suprema Giustizia, saranno insufficienti al fine di rendere proficuo ogni altro lavoro dell'officina.

      Elimina
  10. Le motivazioni diranno se Scarso è il vincitore, se non è una vittoria di Pirro, una battaglia vinta a un prezzo troppo alto per il vincitore, tanto da far sì che la stessa scelta di scendere in battaglia, nonostante l'esito vittorioso, conduca alla sconfitta finale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quali motivazioni! 3 sveje....
      Pam pam pam
      Primo ricorso cessata la materia del contendere. Pam
      Secondo ricorso idem. Pam
      Richiesta Fis. Accolta. Pam
      Il CONI ha messo il sigillo della regolarità sullo Statuto.
      Ciaone

      Elimina
    2. Non sarei cosi sicuro. Aspettiamo le motivazioni.

      Elimina
  11. Rinaldi, con stile ha ammesso la sconfitta. Ora con stile deve ammettere che avete scritto tante inesattezze sullo Statuto. Il CONI ha sancito la parola fine: la F.I.S. ha uno Statuto regolare. Vedrà che anche il Consiglio di Stato metterà a posto le cose con l'Accademia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rinaldi ha solo raccontato un fatto: che è stato pubblicato un dispositivo del Collegio di Garanzia. Ma non può dire che lo Statuto è a posto, perche lui racconta fatti non fantascienza

      Elimina
  12. Mi ha detto mio cuggino che una volta ha trovato in spiaggia un cane e
    Invece era un topo.
    Mi ha detto mio cuggino che una volta e' stato co'una che poi gli ha
    Scritto sullo specchio benvenuto nell'aids.
    Mi ha detto mio cuggino che una volta la FIS ha vinto.
    Invece aveva perso.

    RispondiElimina
  13. finchè non saranno note le motivazioni c'è poco da commentare, sarebbe interessante vedere gli atti prodotti dalle parti

    RispondiElimina
  14. né giusto né perfetto
    sopratutto i commenti
    tfa

    RispondiElimina
  15. Toc toc...chi è ??? Suuuuuucaaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 😂😂😂 quando acquisiranno pure i tuoi rimborsi spesa 😂😂😂suuuuuuca

      Elimina
    2. Cazzi della Fis, quelli ormai sono miei

      Elimina
  16. Signor Rinaldi, al momento sono a casa in quarantena e meditando meditando mi sorgono strani pensieri. Potrebbe domandare al Girgio o al Cannella quanto ci costano questi video-capolavori intitolati VITE DI SCHERMA?

    RispondiElimina
  17. ......ops....la FIS vince su tutti i fronti....

    RispondiElimina
  18. Ho letto con attenzione il comunicato della FIS, dove afferma che lo Statuto approvato a Riccione è valido. Non penso possano esserci opinioni.
    I lettori del BLOG hanno ben capito il contenuto della Sentenza.
    Le Sentenze si accettano anche quando non sono a noi favorevoli.
    Il Signor Rinaldi (non vorrei stare nei suoi panni), dice e non dice. Afferma di rispettare la Sentenza e contestualmente esprime sfiducia nei confronti della Giustizia Sportiva. Deve uscire dall'obbliguita'.
    Il signor Rinaldi da notizia della sentenza quasi in tempo reale e, afferma pure che ci sara' ricorso, quasi fosse lui la controparte della FIS.
    Il signor Rinaldi si è esposto non poco per questa " faccenda", mettendoci faccia, mani e piedi. In questo momento il suo silenzio sarebbe d'oro.
    Una vera e proprio "scoppolata".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egr. Sig. Anonimo (che avrebbe ben potuto firmarsi) dell'11 marzo 2020, h. 09:05,
      francamente non condivido il Suo atteggiamento - a dir poco - caustico nei confronti del Col. Rinaldi, a cui invece va riconosciuto pienamente il merito di fare informazione a 360°, diversamente dai vertici FIS che rendono noto solo ciò che a loro maggiormente aggrada.

      Mi risulta difficile, sperando che non me ne voglia, condividere la Sua affermazione sul fatto che egli "dice e non dice", perché invece - a mio sommesso avviso - il medesimo ha riportato le notizie che sono a sua conoscenza e, pur dubitando della reale "terzietà" degli organi giudicanti federali (non foss'altro, per le procedure di nomina, assolutamente differenti da quelle degli organi dello STATO), ha ugualmente riconosciuto che le relative statuizioni, comunque, VANNO RISPETTATE.
      Tuttavia, è altrettanto vero che, avverso queste, la parte soccombente HA PIENO DIRITTO di impugnativa, e ciò - mi permetto di osservare - non lo dice il Col. Rinaldi, bensì le LEGGI DELLO STATO.

      Ora, poiché, stando alle motivazioni, il principale motivo del rigetto poggerebbe su una asserita (e molto poco logica e coerente) "sopravvenuta carenza di interesse", egli, in ossequio al principio di diritto sopra detto e pensando di interpretare (e non di farsi portavoce) il pensiero di coloro che quel ricorso lo avevano promosso, ha riferito che ci sarà un seguito, ma questa volta presso i competenti ORGANI DELLO STATO.

      Pertanto, da qui a dire che egli:
      - " Deve uscire dall'obbliguita' ";
      - sarebbe "la controparte della FIS";
      - avrebbe preso "Una vera e proprio scoppolata";
      mi permetta di non essere d'accordo e di non condividere il Suo pensiero, che comunque rispetto, dandoLe atto di una certa compostezza nei toni e sui contenuti ed una eleganza espressiva nella forma (a differenza di tanti altri squallidi ed osceni anonimi, che, con i loro volgari, triviali e scurrili scritti, evidenziano tutta la loro infima provenienza).

      Cordialmente.
      Gaspare Fardella

      Elimina
    2. Peraltro, a proposito della Giustizia, mi sia permesso di richiamare il famoso bocardo che testualmente recita: “Iustitia fundamentum regnorum”, che tradotto vuol dire "la giustizia è la base dei regni".

      Lascio ai lettori ogni e opportuna considerazione su cosa succederebbe nella ricorrenza di una mancanza di giustizia o, peggio, di una possibile "giustizia ingiusta".

      Gaspare Fardella

      Elimina
  19. Amenta...per chi non si accontenta!!

    RispondiElimina
  20. Premetto , sono per il Maestro Giorgio Scarso , al quale il mio voto non è mai mancato , e spero si ricandidi . Con questa affermazione , si è capito da che parte sono . È un grand'uomo , che ha fatto solo il bene della scherma , per vent'anni . Mi dicono che il dott .Paolo Azzi vorrebbe proporsi come Presidente : è una brava persona , e lo ricordo come valido arbitro internazionale , ma non lo vedo al timone della nostra Federazione . Piuttosto il dottor De Bartolomeo , che avrebbe a suo favore anche la residenza a Roma , che gli consente maggiore tempo da dedicare alla nostra Federazione , a costi minori di un pendolare . Sul dispositivo del Giudice CONI , non sarei così categorico , e non festeggio adesso , pur avendo in antipatia il gruppo avverso , sostenuto sfacciatamente da Rinaldi . Mi spiace ammettere che oggi , senza motivazioni , il nostro Statuto non è stato dichiarato regolare , dal Giudice CONI . Io temo una decisione pilatesca , in questi tempi di 'laviamoci bene le mani' . Non oso immaginare gli effetti di una decisione pilatesca . Non sarei affatto sorpreso se , il Giudice CONI , avesse trovato un vizio di procedura , nei ricorsi fatti . Lo Statuto rimarrebbe appeso al filo , e , francamente , sono stufo .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egregio Anonimo delle 10.24, devo farle i complimenti per la sua presa di posizione, non fosse altro per aver detto con chiarezza e garbo da quale parte sta.
      Fatta questa doverosa premessa non condivido la sua posizione per questi motivi:
      Il mondo della scherma ha necessità di giovani che abbiano la capacità di essere visionari e certamente Giorgio Scarso non lo è (né giovane, né a mio modo di vedere visionario);
      Paolo Azzi ha già dimostrato di essere inadeguato. In 16 anni di governo federale non lo abbiamo mai visto e mai, dico mai, abbiamo potuto apprezzare una sua proposta per il miglioramento della Scherma. Eppure faceva il Vice Presidente non un consigliere qualunque (che pure ha un ruolo di assoluta rilevanza)!!
      De Bartolomeo lo ha già classificato lei e quindi evito di esprimere un commento;
      Lo Statuto dobbiamo ricordare che, al di là della sentenza “pilastesca”, non è ancora valido infatti il CONI ha chiesto che lo stesso TORNI IN ASSEMBLEA e venga ratificato da quest’ultima proprio perché lo stesso CONI ha ravvisato alcune (diverse) irregolarità;
      TAR Il giudizio non è concluso perché pare che i ricorrenti, in attesa delle motivazioni, stiano già preparando il ricorso al tribunale amministrativo sperando chela giustizia ordinaria davvero possa davvero fare chiarezza;
      Accademia non dobbiamo dimenticare che la stessa ha già vinto il giudizio presso il TAR e il Consiglio Federale ha fatto ricorso al Consiglio di Stato. Qualora dovesse soccombere anche in questa sede lo statuto sarebbe invalido;
      L’Accademia ha promosso un giudizio presso il TAR impugnando l’approvazione dello stesso fatta a Riccione. Se dovesse avere ragione in tale sede lo Statuto sarebbe invalido.
      Quindi possiamo certamente dire che la partita è tutt’altro che chiusa!!
      Quale riflessione io e Lei dobbiamo fare quindi: questo nostro sport che ha vissuto con un governo senza opposizione per circa 20 anni, è sprofondato nel più classico dei precipizi in cui cade un governo senza un “grillo parlate”, l’autorefernzialità e l’arroganza. Venti anni di questa modalità ci hanno fatto sprofondare in una palude dalla quale sarà durissima uscirne soprattutto cercando di mantenere al governo chi in questi anni ci ha condotti in questa situazione ed ecco del perché mi auguro che nessuno degli attuali attori dovrà essere presente nella prossima compagine di governo!
      Pertanto, abbandoniamo i piccoli privilegi con i quali hanno comprato il nostro consenso, (un rullo, una gara, una convocazione ecc) guardiamo maggiormente al bene comune e solo in questo modo potremo avere la dignità e la soddisfazione di aver lavorato davvero per il bene della scherma
      Un cordiale saluto

      Elimina
    2. I problemi non possono essere risolti allo stesso livello di pensiero che li ha generati: Albert Einstein. Pertanto tutti coloro che fanno parte di questa Fis, si dedicassero ad altro. Comunque anche gli oppositori, eccetto qualcuno, non è che mi ispirano fiducia. Vedo anni e anni di crisi gestionale e tecnica.

      Elimina
  21. Mi spiace solo che la figura di m di Arpino& C. passi in secondo piano rispetto ai ben più gravi problemi che stiamo tutti passando in questo periodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa aveva detto Arpino?

      Elimina
    2. Tante s.....e. Alcune:con il nuovo Statuto FIS, le Asd avrebbero avuto problemi con l'Agenzia delle entrate 😂 L'arbitrato era irregolare 😂
      La parità di genere non gli andava bene 😂 al pari del sistema elettorale 😂😂😂
      Pam Pam Pam
      ......ops....la FIS vince su tutti i fronti....

      Elimina
    3. ops... la Guardia di Finanza pure.

      Elimina
  22. Anonimo mattutino delle 07:36, voci di popolo narrano che re Giorgio non può rispondere perché si sarebbe rifugiato nella torre di cristallo della contea modicana al riparo dal coronavirus e dalle richieste acquisitive della GdF

    RispondiElimina
  23. Dopo la lettura del dispositivo del Collegio di Garanzia dello Sport del CONI, a viale Tiziano c'erano alcuni che festeggiavano alacremente, mentre altri erano meno entusiasti.
    I primi, increduli, esclamavano: abbiamo vinto! I secondi: aspettiamo le motivazioni. Entrambi condividevano: comunque vada, è stata una vittoria insperata. Uno solo, fra tutti, diceva più o meno questo "la motivazione prevale sul dispositivo, in quanto il primo esprime in forma riassuntiva la decisione". Ciò ha gelato gli entusiasmi.
    Giuda Iscariota

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dici!


      https://www.youtube.com/watch?v=eqpp2t5U8pw

      pepe pepe pepe

      trenino brasiliano

      Elimina
  24. Perdere ieri al Collegio di Garanzia è come quando fai male al girone ma becchi il filone giusto delle dirette e vinci la gara.
    Vincere ieri al Collegio di Garanzia è come fuggire dall'Elba e morire a Sant'Elena.

    RispondiElimina
  25. Che strana coincidenza: l'altro ieri esce una splendida video intervista, e ieri è stata pubblicata una splendida sentenza.
    Ah... saperlo

    RispondiElimina
  26. Circa l'ambiguità del Signor Rinaldi:
    a) alle ore 20:56, afferma in un modo chiaro e categorico che ha dubbi sulla
    Giustizia Sportiva. Affermazione chiara e precisa.
    b) contestualmente afferma:"..le sentenze si rispettano ed io rispetto quella
    di oggi".
    Dice una cosa e poi ne afferma un'altra.
    L'anonimo delle ore 22:19 afferma:"Rinaldi ammette con stile la sconfitta".
    C'è un po' di confusione, oltre che abbastanza contraddizione".
    Di certo Rinaldi si erge apertamente quale portabandiera alla dichiarata guerra (direi personale) a Scarso.
    Questi in sintesi i fatti, che sono ormai sotto gli occhi di tutti.
    Dopo di che ognuno, spero in buona fede, è libero di pensare come vuole.
    Ci vorrebbe soltanto un po' più di coerenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, vediamo un po’ dove siano le contraddizioni. Affermo che le sentenze si rispettano ed io le ho sempre rispettate, attenendomi alla loro attuazione, altro è condividerle. Ho espresso dei dubbi e ribadisco solo miei. Ho anche affermato che le sentenze si contestano nelle sedi appropriate o, secondo Lei ciò è proibito? La gioia l’Ha mandata in confusione.
      Non mi sono mai eretto e non mi ergo al ruolo di portabandiera ma differenza di persone come Lei ho il coraggio di dire apertamente quello che penso: Lei è capace di farlo? Non credo, Lei fa parte di quel gregge che sa solo belare; però, devo ammetterlo, lo fa molto bene. Probabilmente Lei vorrebbe che oltre ad ammettere la sconfitta e prenderne atto debba per forza condividerla. Mi sembra un po’ esagerato. La vedo veramente un po’ confuso, ma la capisco perché quella di ieri è stata una vittoria insperata e quindi nell’enfasi e nella esaltazione del momento ha scritto una vera fesseria.
      Per ultimo, capisco di starLe sulle scatole e gradirebbe che chiudessi il blog o che sparissi dal mondo scherma, ebbene non sparirò, se ne faccia una ragione come io me ne faccio della sentenza emessa.

      Elimina
    2. Anonimo delle 16:11, hai invocato "buona fede" e "coerenza", proprio quelle qualità che non ti appartengono!!!!

      Elimina
    3. Gentile anonimo dell'11 marzo 2020, ore 16,11, condivido perfettamente il suo assunto in ordine alla coerenza:

      "Cari amici
      candidarmi, o meno, al terzo mandato è stato oggetto di un’attenta riflessione, sia personale che dell’intero gruppo con cui ho condiviso la gestione federale in questi anni.
      Volevo evitare che, una mia ricandidatura potesse essere vista come un tentativo di monopolizzare la gestione di un mondo, quale quello della scherma italiana, che appartiene a tutti ed in cui ciascuno ha il diritto-dovere di sentirsi coinvolto.
      In molti, invece, mi hanno convinto che, proprio in un momento particolarmente difficile come quello che stiamo vivendo, una continuità gestionale potrebbe rivelarsi la migliore delle scelte per poter fronteggiare i già notevoli cambiamenti in ambito globale.
      Ho, quindi, accettato l’invito a candidarmi ed a proseguire lungo il percorso avviato nel 2005.
      Ecco perché, assieme a coloro con cui abbiamo portato a termine l’esperienza della gestione federale nell’ultimo quadriennio, mi ripropongo al giudizio del mondo della scherma, per quello che, qualora la base elettorale scegliesse di darmi ulteriore fiducia, sarebbe, per mia scelta, il mio ultimo mandato da Presidente federale.
      Giorgio Scarso"

      Elimina
  27. Avete perso!!!!!!!
    Leggete il post su FB di Luca Magni:
    IL CONI HA DETTO CHE LO STATUTO È CONFORME!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo se si riuscirà a ratificarlo nella prevista assemblea straordinaria!

      Elimina
  28. Giustizia è fatta. Qui si chiacchiera da una vita, la FIS non ha abboccato alle provocazioni del blog... e nel silenzio, giorno dopo giorno... ha stravinto su tutti i fronti.
    Mamma mia che figuraccia che vi state facendo... meglio non parlare più forse...

    RispondiElimina
  29. Giustizia è fatta. La FIS non ha abboccato alle provocazioni del blog, ma anche dei provocatori Organi di Giustizia federali. Mamma mia che figuraccia per il Tribunale Federale e la Corte Federale di Appello. Il Presidente Maestro Giorgio Scarso deve chiedere le immediate dimissioni dei componenti del Tribunale Federale e della Corte Federale di Appello che hanno emesso le sentenze di condanna della FIS, per le vicende dello Statuto.
    Vogliamo giustizia: i Giudici Federali vanno dimissionati e deferiti per collaborazionismo con il blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, solito anonimo mattiniero delle ore 7,08, che invochi dimissioni e deferimento per "collaborazionismo con il blog", si vede proprio che sei della stessa scuola del tuo mentore: entrambi vi inventate le norme

      Elimina