lunedì 23 marzo 2020

POST CORONAVIRUS: calendario gare - Le proposte di Massimo BERTACCHINI

M° Massimo BERTACCHINI
Amici schermidori, mi è piaciuto molto l’intervento sul finto Consiglio Federale, mai avvenuto. Leggo tanto di altre Federazioni che si riuniscono e hanno già messo in atto provvedimenti per il futuro. Il Tennis ha previsto 3milioni di Euro a favore dei Circoli di Tennis (cioè le Società sportive), hanno previsto la quota associativa di 1cent di Euro solo per far partire il sistema informatico di tutti i tesserati. Il calcio addirittura parla di congelare gli stipendi, il CT del Basket si è dimezzato lo stipendio.
Il nostro Consiglio non si è mai riunito e ci aggiorna solo con comunicati rispetto alla sentenza del Consiglio di Stato, cosa che preoccupa visto che ogni scelta e ogni denuncia, soprattutto dopo un momento di crisi come questo, ricadrà su tutti noi tesserati e sul nostro sport. Ci dicono poi di essere vicini alle Società ed alla base: ma come, non è dato sapere. Un primo comunicato, sollecitato dal Blog, ci parla di anticipo dei premi e di un fondo nato dal risparmio delle attuali spese di trasferte e gare, tra l’altro stimolato dall’articolo del Blog. Ma, alla fine l’unico atto concreto è stata la lista di interesse federale aggiornata, contro ogni regolamento e soprattutto contro ogni decennale abitudine.
Detto questo, poiché sono un pratico, mi piace sempre proporre e quindi ho immaginato un possibile scenario post-coronavirus, si potrebbe riprendere e sfruttare il calendario partendo dal weekend del 22/24 maggio (tempo limite per concludere entro giugno il calendario gare).
Presupposto fondamentale, la FIS è l’organizzatrice degli eventi, sintetizzati in massimo sei da svolgersi in altrettanti weekend. 
L’idea è quella di abolire le gare GPG e concentrare tutto sul Campionato Italiano, questo perché sicuramente la ripresa avrà un impatto sulle famiglie ed è noto che le gare GPG sono quelle che nella quasi totalità coinvolgono le famiglie. Il Campionato Italiano sarebbe da recuperare nella settimana che include il 2 giugno festa nazionale.
Le altre gare, come vedete nella tabella dovrebbero essere recuperate accorpando alcuni eventi tra loro. Ho valutato, secondo i comunicati ufficiali degli ultimi anni, il numero di atleti (per eccesso sono certo che questa emergenza porterà ad un calo notevole delle presenze). L’accorpamento è diviso anche per età cercando di gravare il meno possibile sulle trasferte.
Inutile dire che considerando l’emergenza si dovrà concordare con le Amministrazioni locali, cercando anche l’aiuto se necessario del CONI e del Ministero, la gratuità delle strutture e la massima disponibilità nella gestione logistica. Ritengo che in ogni caso, dopo questa crisi economica, se la Federazione si presenta dalle Amministrazioni portando in un weekend un movimento di circa 2000 persone, la disponibilità difficilmente sarà rifiutata.
Nel prospetto delle sedi a noi note, ho inserito il numero di pedane abitualmente utilizzate, ma anche quelle utilizzabili conoscendo la struttura.
Inutile dire che l’alternativa ultima e non disprezzabile e chiudere un accordo con qualche amministrazione che ha strutture fieristiche da valorizzare e non utilizzate, o altro tipo e destinarle per 6 settimane alla scherma ed al recupero gare. Questo porterebbe gli interessati anche ad un risparmio economico potendo gestire la logistica degli atleti, arbitri e accompagnatori in prospettiva.
CALENDARIO GARE:
22/24 MAGGIO
29/02 MAGGIO/GIUGNO (GPG)
5/7 GIUGNO
12/14 GIUGNO
19/21 GIUGNO 
25/28 GIUGNO  (ASSOLUTI+…)
1°weekend: II° prova U20 1000/ Campionati Ita. U20 SQ (circa 100 sq)
2°weekend: Campionati Italiani GPG 3200  
3°weekend: II°prova Qualif. Naz. 850/Camp. Ita. Sq B1/C1 (700 atleti circa)
4°weekend: Coppa Italia Assoluta 1100 +A2 (96sq 380atleti) 
5°weekend: Campionati Italiani Master 550/ Coppa Italia U17 900
6°week: Campionati Italiani Assoluti 500+A1 (80sq) + Parolimpica / Campionati Italiani U20/U17 500
Sedi Concretamente in grado di Gestire gli Eventi (ordine alfabetico). 
ADRIA 42  (50)
ANCONA 32(40)
CAORLE 24 (30)
CASALE M. 40 (55)
NAPOLI 12 (30)
REVENNA 30 (35)
ROMA 28
TERNI 30
Appassionatamente
Massimo BERTACCHINI

43 commenti:

  1. Ottimo Maestro, come sempre non si smentisce mai. Analitico, concreto e soprattutto propositivo. Concordo pienamente nell'idea di accorpare le gare e noto anche che lei lo ha fatto rispettando le esigenze dei Tecnici e degli Atleti.
    Complimenti anche per l'idea di portare nella Finale Assoluti anche la finale Giovani e Cadetti, molti atleti coincidono e soprattutto si avrebbe un risparmio di spese ed un aumento dello spettacolo.
    Credo che in un momento del genere, la FIS dovrebbe solo fare copia/incolla e contattare le amministrazioni e gli eventuali comitati organizzatori.

    RispondiElimina
  2. Caro Maestro lei ha centrato le esigenze che la base vuole, concretezza e soprattutto una visione del futuro positiva. Che non sia presente in comunicati nei quali ci si dice che non sarà rispettata la sentenza del Consiglio di Stato o con Liste Federali ad personam. Ultima trovata fatta su misura del CT, il contenuto del comunicato del presidente dove interpreta e sintetizza il decreto con gli aiuti per lo sport.
    Infatti, è carino il passaggio dove dice che darà un aiuto alle Società che hanno mutui e affitti con privati. Ovviamente non è il caso del CT della spada che ha sia il mutuo che l'affitto con una struttura privata.
    Caro Scarso ti preghiamo di fare un passo indietro ed approfittare della quarantena per rimanere definitivamente lontano dalla scherma. Meglio un Commissario CONI di una inutile Consiglio Federale.
    Se vuoi salvare la faccia, contatta il maestro Bertacchini e fatti suggerire come risolvere il problema e dare un segnale concreto a tutti noi. Per una volta fai politica vera e prendi spunto anche dai suggerimenti della base, quella vera però.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coincidenza ovviamente che il CT abbia una struttura in affitto da privati. Se l'avesse avuta dal Vaticano, facevamo una norma specifica anche lì?

      Elimina
  3. Scarso come spesso ti è stato detto hai perso ancora una volta l'occasione di fare silenzio e guadagnare credibilità
    Prima cosa hai fatto un comunicato dove non dici niente se non dedicare, verso la fine, ampio spazio al ricorso al CONI vinto e allo Statuto approvato. I passaggi fatti nel comunicato sono della peggiore scuola di giornalismo politico schierato, peccato che trattasi sempre di un sito federale, istituzionale, pagato da noi. Il sito dovrebbe essere Rai Parlamento, non TeleModica.
    Ha voluto mettere per ben tre volte il nome della società ricorrente evidenziando che è stato respinto il ricorso e che questo vi ha fatto perdere tempo ed energie. Non ti rendi conto del ridicolo di tutto questo, non mi pare vi siate distratti molto dalle attività federali, infatti, il figlio di è andato immeritatamente agli Europei, è nelle Liste Federali irregolarmente e tu ti sei fatto i tuoi viaggetti. Fortunatamente che eri distratto, pensa se ti fossi concentrato cosa riuscivate a fare.
    Attentamente ai parlato del ricorso al Consiglio di Stato perso contro l'Accademia che attentamente non nomini mai, a differenza della società del ricorso al CONI. Pensate, tu e i tuoi uffici comunicazione, che siamo tutte pecorelle poco attente alla comunicazione? ma se sono anni che appena il CT è in palese difficoltà ci piazzi un comunicato con il suo bel faccione. Sono anni che fai comunicazione di immagini e nomi detti o non detti, adesso parli del ricorso senza mai citare l'Accademia. In fine ci delizi con il fatto che parlerai con il Coni e con Sport e Salute per le esigenze della Scuola dello Sport della FIS in continuo aggiornamento. Perdona l'ignoranza, ma la Scuola Magistrale della FIS è prevista nel nuovo Statuto che solo pochi giorni fa il CONI ha approvato definitivamente, come fa ad esistere già la Scuola e ad essere in aggiornamento?
    Perdonami ridicolo anche il passaggio dove si parla degli aiuti alle società che formano atleti di livello. Siamo alle solite, pensate solo all'alto livello, ma la linfa è data dai tanti che portano ragazzini nella scherma, poi la genericità è data da cosa, dal cercare i criteri per accontentare sempre gli stessi e fare campagna elettorale?
    Cosa c'entrano in questo momento i Tecnici delle Armi, forse perchè qualcuno è interno ai gruppi sportivi?
    In fine, la perla è inventare un ruolo ai Commissari Tecnici, che prepareranno da casa gli atleti, pur di non mandarli a lavorare e farci risparmiare tanti ma tanti soldi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Comunicato ha veramente tanto di ridicolo. La cosa peggiore è che si sarebbero riuniti sabato e si ha notizia dopo 48 ore con tutti i dipendenti a spese della FIS a casa a non fare neppure smartworking, visto che l'attività sportiva è sospesa. E pure il Consiglio si fa informale, evidentemente avete problemi con le tecnologie ed il comunicato esce dopo due giorni, non sia mai che nel weekend il ben pagato Addetto Stampa lavorasse.

      Elimina
  4. Ancora una volta la Federazione ci manda un comunicato privo di valore Istituzionale e concreto, ma solo politico. Infatti, non ha valore perchè il Consiglio era riunito informalmente (simpatico notare che con tutti a casa da 15gg, ci sono volute 48ore per redigere questo testo). Non concreto perchè a differenza dell'articolo del Maestro Bertacchini, non ci dice assolutamente niente di come sarà il futuro e non da speranze a nessuno.
    Solo politico per rispondere alle tante critiche avute sul Blog ed evidenziare come siano stati offesi dai ricorsi avuti. E anche trovare un qualcosa da fare ai CT che non ci pensano proprio di rinunciare al compenso federale ed andare a lavorare.

    RispondiElimina
  5. Vergognatevi, ci aspettavamo un Comunicato concreto e pieno di speranze, come è invece l'articolo del Maestro, Bertacchini che non conosco ma che ringrazio perché offre qualche segnale concreto di speranza e di visione positiva del futuro.
    Il presidente e i suoi sudditi cosa partoriscono l'ennesimo comunicato autocelebrativo e politichese. Dove si dicono tante chiacchiere su ipotesi di contributi ma niente di concreto. Poi ci annunci la vittoria contro il ricorso dello Statuto annunciando anche che farai modificare il regolamento della formazione, dopo aver perso al Consiglio di Stato.
    Ma la volete finire, avete capito che già stiamo nella m... dopo tutto questo casino dovuto al Virus ed abbiamo bisogno di gente vera, concreta, che sappia amministrare a favore della Scherma e non che continui a pensare che siamo tutti cagnolini e qualche crocchetta e due carezze, risolvono. Siamo stufi, vogliamo fatti veri e non provvedimenti per pochi e sempre gli stessi. in due mesi ci avete fornito la Lista Federale con il figlio del CT e le promesse di intervento a chi ha locazioni con privati, cioè il CT.
    Basta basta basta

    RispondiElimina
  6. Ma dai non sia ridicolo, al massimo si riusciranno a recuperare gli italiani u17/u20 e gli assoluti, il resto giustamente andrebbe fatto saltare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ridicolo è lei che non sa interloquire e lo fa scrivendo una frase senza motivazioni. Poi mi dice perchè solo quelli. Ma la realtà che non lo sa neppure lei, il suo ruolo è solo di disturbatore. Degno Federalista suddito che non ha mai potuto avere nessuna forma di dialogo e quindi non è abituato.

      Elimina
  7. Siete veramente i peggiori, il comunicato di Scarso ci parla di contributi che saranno elargiti quando si capirà cosa darà il Governo e come.
    Ma scherzate, le altre Federazioni, come dice Bertacchini, hanno stanziato già i fondi e deciso come fare. Sono andate a spulciare il bilancio ed hanno individuato come recuperare i soldi da dare ed a chi e con quale criterio.
    Ma scherzate veramente. Ct della nazionale che rinunciano allo stipendio, sportivi che fanno donazioni, il Calcio che valuta di ridurre gli stipendi, il Basket NBA che dona le paghe di questi due mesi a favore della macchina per gestire l'emergenza.
    I nostri CT si fanno approvare da un Consiglio informale e fantasma, di mandare programmi in rete e coordinare da casa l'allenamento degli atleti della nazionale. Prima cosa cari amici CT, potreste farlo gratis sempre e comunque. Secondo non lavorate perchè lo sport è fermo, perchè dovremmo pagarvi, visto che trattasi di consulenze essendo tutti voi stipendiati dello Stato. Come legge vuole, i dipendenti pubblici non possono avere altro lavoro, pertanto posate i soldi. Inoltre, non sarebbe una cattiva cosa se invece di dover reclutare gente dall'estero, vi metteste a disposizione dello Stato, che vi pagà da oltre 30anni, andando a dare un aiuto all'Italia. Fareste qualcosa per il bene dell'Italia.
    Cari consiglieri riuniti informalmente, ma con che faccia vi guardate allo specchio dopo non aver approvato niente che blocchi i costi dei Ct e niente a favore reale della Scherma.

    RispondiElimina
  8. Innanzitutto, desidero fare i miei complimenti al Maestro Bertacchini, il quale, con poche e semplici parole, non solo ha dimostrato di avere buone idee, chiare e precise, ma altresì di avere a cuore le società, cioè, la base vera (questa sconosciuta in certi ambiti), e le famiglie che le sostengono.

    Detto questo, non posso che esprimere tutto il mio più enorme SCONCERTO, per l'atteggiamento dichiaratamente "negazionista" dei vertici FIS, col maresciallo Scarso in testa, in ordine alle SENTENZE emesse dai GIUDICI dello STATO.

    Che dire se non il solito: meditate, gente, meditate, oggi più che mai dovuto.

    Cordialmente.
    Gaspare Fardella

    RispondiElimina
  9. EUREKA finalmente dopo circa 20 anni di amministrazione Scarso, il TG1 ci dice chi è realmente il presidente della Federazione e quale sarà il futuro del CT. Dopo anni che la scherma non è in prima serata in un Tg, abbiamo l'occasione che, per motivi a tutti noti, il TG nazionale, in un momento di totale visibilità con tutti a casa, decide di dedicare una intervista al mondo della scherma e non lo fa con il presidente Scarso ma con uno dei CT. Inoltre, lo stesso parla della situazione olimpica come rammaricato perchè chi adesso è pronto non lo sarebbe in una eventuale olimpiade posticipata. Pensava al figlio? Perchè adesso sarebbe pronto?
    Una intervista autocelebrativa dove ci mostra una videoconferenza con i vertici federali. Avrei evitato l'audio con la voce (sembrava sicula) che si complimenta con lui per l'ottima idea. A conferma sempre del ruolo guida che il CT ha anche in Federazione nei confronti del capo.
    Unica cosa che ci sarebbe da chiedersi. Come Ispettore di Polizia, perché non sei a lavorare a favore della Nazione invece di allenare a casa i tuoi figli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro amico Anonimo, ho pensato esattamente la stessa cosa. In un momento di visibilità per la scherma nazionale, chi parla, il CT reale presidente lui il nostro millemiglia che non da segnali di vita. Magari a questo punto, presidente Cuomo (oppss un lapsus), visto che ti paghiamo per stare a casa ad allenare i tuoi figli, cosa pensi di fare per il futuro? oltre che dare aiuti alla tua società? tu cosa farà la Federazione dopo l'emergenza?

      Elimina
    2. Finalmente abbiamo capito chi veramente sarà il futuro candidato, colui il quale ha sempre lavorato in modo sottile ed ha sempre 'comandato' nella Federazione.

      Elimina
  10. Trovo l’affermazione di Cuomo , quella della possibilità che gli atleti oggi convocati alle Olimpiadi un domani (in caso di rinvio) potrebbero non esserlo, un enorme e grave caduta di stile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ha uno stile? Perché è normale farsi intervistare mentre allena i figli e i suoi colleghi della Polizia rischiano il contaggio per tutelare la nostra salute e la sua e dei suoi figli. Lui a casa con stipendi annuì che loro maimvedranno neppure in 10anni. È stile farsi approvare la Lista Federale per metterci il figlio, gli aiuti per la società della moglie?

      Elimina
    2. 12 mesi sono la distanza giusta per inserire l'ultimo tassello mancante. a buon intenditor poche parole.

      Elimina
  11. Scarso & co. se ancora non lo avete compreso ve lo spiego io ancora una volta: SIETE ALLA FRUTTA!

    RispondiElimina
  12. Leggo dal sito della FIS:

    “Come Consiglio siamo chiamati ad individuare misure utili a sostenere le varie componenti del movimento: dalle società ai tecnici, agli atleti di ogni età e categoria, quelli di interesse olimpico e, non ultime per importanza, le categorie che offrono servizi indispensabili alla Federazione quali ad esempio gli appartenenti al G.S.A. e i Tecnici delle Armi”.

    Questa frase fa ben sperare per il futuro, perché l'unica vera misura utile sono le DIMISSIONI IN BLOCCO di tutto il CF!!!!!!
    Che dite, l'avranno capito???????

    RispondiElimina
  13. Magari accertiamoci che, ammesso che la Federazione stanzi soldi da inviare alle società, questi arrivino ai tecnici e non vengano trattenuti in larga parte dalle società stesse.
    Complimenti Massimo, virus permettendo, il calendario e l'organizzazione sarebbe perfetta. Grazie!!

    RispondiElimina
  14. Trovo apprezzabile lo sforzo del mai banale maestro Bertacchini ma credo che l’emergenza non si esaurirà nell’arco di un paio di mesi. A mio modesto parere la stagione schermistica non avrà alcun seguito. Permettetemi di spendere due parole sul servizio andato in onda ieri in Tv. Definire Vanesio o megalomane il responsabile della spada è assai riduttivo. Qui c’è qualcosa di più.Si parla di Olimpiadi e di atleti che,nell’incertezza , comunque continuano ad allenarsi e tu fai riprendere i tuoi figlioli che si allenano con te? Senza parole...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico dobbiamo sperare e credere in qualcosa di positivo, se pensiamo che la stagione sia finita, significa che pensiamo di stare chiusi in casa per i prossimi 4 mesi. Apprezzo molto l'intervento del Maestro che ci da almeno un senso costruttivo di speranza.
      Condivido a pieno le parole del Ct, reale presidente della Federazione, cattivo gusto e come sempre una caduta di stile.

      Elimina
  15. Eh noo... 7/8 gare al centro nord. Non mi sta bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad una prima lettura ho pensato lo stesso. Ma poi mi sono chiesto, vedendo i numeri pubblicati dal maestro sia sulle pedane che sugli atleti, dove sono le strutture in grado di gestire gli eventi?
      Non mi spiacerebbe quella idea di individuare un Comune che abbia una strutture per 50 pedane e fare lì tutte le gare nei vari week-end. Ridurrebbe il costo del trasporto ed allestimento, logisticamente consentirebbe di individuare strutture ricettive e adibirle anche a foresteria per gli allenamenti della nazionale durante la settimana.

      Elimina
    2. Caro Scarso cercherò di stare calmo per non fare quello che vorrei adesso se ti avessi davanti.
      Ma hai smesso di prendere tutti i tesserati per il fondo schiena e considerarci menti pensanti? Capisco che le Assemblee e le Deleghe di questi anni ti hanno portato a pensare che fossimo tutti idioti e pecoroni, ma siamo stanchi.
      Forse quello che ti sfugge di questa Pandemia, che ha portato un mutamento sociale e culturale in tutti noi. Un senso di praticità e che difficilmente permetterà in futuro a quelli come te, di gestirci con quattro chiacchiere.
      Con l’ultima lettera e con gli unici provvedimenti ridicoli annunciati e fatti, in questo periodo, hai dimostrato, l’intervista di ieri al Tg1 lo conferma, che comanda qualcuno e anche male.
      Ma ti rendi conto che aumenti del 96% i premi ai Tecnici. Prima cosa, la stagione era a metà quindi senza sapere se e come finirà, i tecnici ai quali dai i premi sono pochi e dai nomi noti, visto che le uniche gare fatte per i premi sono i Campionati Europei Giovani e Cadetti (individuale). Quindi ancora una volta senza alcun senso la comunicazione, visto che non sappiamo se, quando e come farai le gare Nazionali e per la cronaca nell’anno olimpico non ci sono i Campionati Mondiali Assoluti. Hai quindi aumentato una voce di Bilancio senza modificare il Bilancio stesso e dirci soprattutto da dove recuperi queste cifre. Un annuncio che ha solo del politico per la classe magistrale dopo la sentenza del Consiglio di Stato che mette in discussione il tuo operato nei confronti della classe stessa.
      Hai annunciato i premi alle Società, tue parole: In particolare per le Società e i Tecnici che, in virtù della loro opera, consentono ai propri atleti di ottenere risultati di rilievo, è allo studio l’adozione di provvedimenti per il riconoscimento di ulteriori contributi e indennità che verranno assegnati a fronte del conseguimento di detti risultati. Ma lo vuoi capire che la crisi è totale e che, tuo malgrado e quello del tuo CT, l’attività non è solo di livello. La scherma è garantita dalle Società, Tecnici e atleti che affollano le gare senza avere risultati di rilievo, ma che ti consentono di avere dei numeri, in calo negli anni tuoi, che fanno della scherma un vero movimento. Adesso in crisi sono proprio tutte le Società e non quelle di “rilievo”. I Campioni veri con la C maiuscola sono massimo una trentina, gli altri sono bravi, medi, scarsi ma sono la base della scherma, la linfa di questo sport. Tu e il tuo Consiglio o dovrei dire consigliere, sapere solo esprimere interventi Ad Personam o a favore di pochi eletti (elettori sarebbe meglio).
      Concludendo vorrei capire cosa significa: siamo chiamati ad individuare misure utili a sostenere … gli appartenenti al G.S.A. e i Tecnici delle Armi”. Ma, capisco il comunicato propagandistico elettorale e politico, ma ti rendi conto caro Scarso che le due categorie di chi parli sono dilettanti? È vero che per te tutti lo sono, ma in questo caso parliamo di persone retribuite con il gettone di presenza ed il rimborso spese, quindi come pensi di trovare soluzioni economiche, legali, per sostenere due categorie di ‘amatori’ che prestano le loro opere in modo saltuario, occasionale e soprattutto dilettantistico. Non sfugge a nessuno, ovviamente, che in alcuni casi hai creato dei ‘professionisti’ del settore che sono presenti a tutte le gare in tutti i week-end, ma è un problema della tua gestione, non certo del misero bilancio federale. SLa soluzione potrebbe essere, togliere gli stipendi ai CT per questi mesi e destinarli agli Arbitri ed ai Tecnici delle Armi.
      Basta politica, basta inseguire il blog e le critiche. Giorgio te lo chiedo come preghiera, siamo in un momento difficile, i nervi a fior di pelle per quello che succede e perché siamo in crisi economica mondiale: se devi scrivere qualcosa, fallo che abbia un senso pratico e globale, liberati dei consiglieri interessati e poco lucidi.

      Elimina
    3. Sposo a pieno tutto l'intervento e mi sento di ricopiare la frase finale che dovrebbe diventare un 'mantra' da social
      Scarso, se devi scrivere qualcosa, fallo che abbia un senso pratico e globale, liberati dei consiglieri interessati e poco lucidi.

      Elimina
    4. Mah... io piuttosto direi: Scarso, liberaci della tua presenza!

      Elimina
  16. Sono anche io dell'idea che questa stagione agonistica sia già terminata. Anche ammettendo che il 4 maggio realmente ci sia un graduale ritorno alla normalità, cosa che già è ottimistico pensare, il poule di esperti della sanità a cui il governo chiede parere prima di decretare, ha indicato nel 30 giugno la data di termine della quarantena per quanto riguarda lo sport non professionistico, e questo fa capire che una qualche ripresa prima possa considerarsi improbabile. Però una federazione è chiamata a lavorare sui dati concreti, e non sulle supposizioni per quanto sensate possano essere, e cominciare a dare delle linee guida per la ripresa dell'attività.
    Per prima cosa dovrebbe cominciare con valutare come svolgerla, perchè siamo nella fase finale, e le gare annullate incidono pesantemente sulla partecipazione ai campionati italiani delle varie categorie, di cui una parte è qualificata di diritto per le prove già svolte, ma ad un'altra parte non è stata proprio data la possibilità per la sospensione delle attività.
    Leggendo, per fare un semplice esempio, il regolamento di ammissione al GPG di Riccione limita la qualificazione a chi abbia disputato almeno 2 prove ufficiali di una almeno 1 regionale/interregionale. L'attività si è stoppata prima della disputa di 1 prova regionale/interregione e di 1 nazionale, abbastanza per potere ammettere alle competizioni un atleta che a quel momento non avesse ancora partecipato a nessuna competizione. Problema quindi spinoso. Oltre al fatto che Riccione attraversa un momento di grande crisi sanitaria, e che ben difficilmente potrebbe ospitare competizioni entro la primavera.
    A questo occorre anche aggiungere che tutto lo sport è fermo, e tutti vorrebbero recuperare la propria stagione. Ad oggi nessuna federazione ha annullato la propria stagione agonistica. E quindi, al momento dell'auspicabile ripresa dello sport, ci sarà un intasamento dei palazzetti, con date impegnate per mesi e mesi. Serve quindi rapidità, per potere svolgere l'attività, e non parlo solo di quella di recupero, ma anche quella della stagione 20/21, che per eccessiva lentezza rischierebbe di cominc
    iare nel 2021, altro che recuperi della stagione attuale.
    Stabiliti i creiteri di ammissione, serrve poi individuare delle sede idonee. Il Maestro Bertacchini ha pensato ad una partecipazione in linea con i numeri delle stagioni precedenti, e potrebbero essere anche di più, proprio in virtù di qualificazioni non disputate. Avete in mente sedi diverse da quelle proposte? Fatecelo sapere, non si può conoscere la realtà di una intera nazione, se qualcuno ha possibilità è il momento di farsi avanti, non di dare sempre le solite inutili polemiche.
    Siamo arrivati al momento in cui ci si rmbocca le maniche e si lavora, non quello dove si deve sempre e solo fomentare odio. La crisi la pagheremo tutti, sia chi ha votato questo direttivo che chi non l'ha mai appoggiato, uguali nel problema, e dobbiamo unirci per salvarci.
    Ci sono delle proposte sul tavolo, parliamone e cominciamo a lavorare. Prima avremo un calendario, prima ripartiremo. Tutti assieme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuccu condivido con lei alcune preplessità ma penso bisogna essere positivi e propositivi visto lo stato di crisi sanitaria e psicologica e dare una speranza ai tanti giovani che cercano nello sport il ritorno alla normalità. Detto questo l'intasemento delle strutture obbliga, appunto, ad una corsa con il tempo delle nostre istituzioni sportive, leggi Consiglio Federale, a stringere accordi rivendicando le famose City Partner. In ogni caso, la fortuna della scherma che non ci servono obbligatoriamente piscine o palazzetti, vanno bene anche strutture fieristiche o altro che consenta l'allestimento di pedane.
      Come dice lei, l'articolo del Maestro Bertacchini, lo ho letto più come provocazione di una proposta concreta e che ben venga la discussione, concreta con alternative.

      Elimina
    2. Gentile anonimo, al netto di punti di vista uguali e opposti, è necessario che noi si sia d'accordo sul fatto che questa crisci investirà tutti allo stesso modo, e che tutti dobbiamo uscirne assieme. Posizioni personalistiche a difesa del proprio orticello non possono essere tollerate da nessuno, e gli avvelenatori di pozzi devono essere isolati.
      La notizia, di pochi minuti fa, della definitiva sospensione anche dei giochi olimpici è ulteriore motivo di preoccupazione. Mancherà quella fondamentale vetrina per uno sport come la scherma, che da sempre è atteso da tutti per rimpinguare il numero dei propri tesserati, ed in cascata delle quote che mantegono in piedi tutto il sistema.
      Solo uniti possiamo venirne fuori, rimbocchiamoci le maniche e proponiamo soluzioni, sicuramente tante menti al lavoro produrranno qualcosa di utile. Ne sono assolutamente convinto.

      Elimina
    3. Concordo il rinvio dei Giochi apre scenari sempre più preoccupanti dal punto di vista della ripresa economica e sociale del mondo dello Sport.

      Elimina
    4. Cuccu alla luce degli ultimi comunicati del presidente federale, mi sembra proprio che l'idea di mettere da parte le posizioni e gli interessi personalistici, sia non contemplata

      Elimina
  17. L'annullamento delle olimpiadi certifica la conclusione dell'anno schermistico.Pensiamo alla prossima stagione e provvediamo,in qualsiasi modo a resettare tutto lo schifo che abbiamo sopportato in questi anni.Con l'auspicio che vengano ristabite le regole della giustezza,dell'imparzialita' e della meritocrazia.Regole sistematicamente infrante in questi anni.Voltiamo pagina e soprattutto auguriamoci che tutto cambi.Buona serata a tutti.

    RispondiElimina
  18. Hei chiedete al CT quali saranno i criteri per le olimpiadi del prossimo anno. Già ieri ci ha deliziato con l'intervista dove annunciava che chi è pronto adesso non lo sarà per il prossimo anno. Quindi il figlio lo sarà o lo era adesso? l'altro figlio sarà pronto? Visto che tanto il presidente della Fis è il CT e che rilascia interviste a nome della scherma italiana, ci dicesse cosa ha deciso di fare.

    RispondiElimina
  19. Mai come adesso a costo di fare gare ad Agosto, dobbiamo portare a termine le gare che valgono per i ranking oppure la prossima sarà una stagione farsa. Pensate solo alle autorizzazioni per le gare all'estero che già sono politicizzate ma hanno una minima percentuale sul ranking, ma quale quello di due anni prima, visto che non abbiamo fatto il 60% delle gare. Quindi sarà sempre e solo politica, come se non bastasse.
    Capisco le paure e il pessimismo dopo l'annullamento delle Olimpiadi che davano l'ultima speranza di luce in fondo al tunnel. Ma pensiamo anche che questa dirigenza ci ha sempre più insegnato che la politica viene prima di tutto, senza neppure un reale ranking è tutto solo nelle loro mani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora che vai dietro al ranking? Svegliaaaaaaa

      Elimina
    2. Sei ridicolo nelle tue risposte. Quando a settembre, ottobre, novembre per voi amanti delle tragedie, sarà tutto finito, i ragazzi si aspettano qualcosa di concreto ed equo, di vero. Chi continua in questo sport, ed a differenza tua mi auguro siano in tanti, mai come in questo momento avranno bisogno di risposte.
      Io propongo, tu sai solo rispondere con frasi disfattiste e pessimiste. Quindi amico caro, fai qualcosa di concreto per la prima volta.

      Elimina
    3. beh si, caro anonimo delle 19:03, io andrei dietro al ranking visto che l'unica autorizzazione per Budapest fatta secondo ranking ci ha permesso di vedere un oro olimpico sfiorare il podio,mentre le alte cime della nazionale fallivano l'ennesima prova.

      Elimina
  20. Scarso mi chiedevo, visto che non si fanno le olimpiadi, il mandato dei CT è praticamente concluso. Che ne dici di mandarli a lavorare presso le loro sedi pubbliche e di investire quei soldi nel recupero delle attività e della crisi che avrà la scherma?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustissimo ottima proposta, ma vedrai Scarso dirà che serviranno per creare idee geniali e consulente informatico. Un ruolo lo trova per tutti e sei

      Elimina
    2. E' vero Scarso cosa aspetti?

      Elimina
    3. Non lo farà mai, il Ct è lui il presidente mica può decidere una cosa contro i suoi interessi. Scarso è ormai la figura di facciata, non decide più niente.

      Elimina
  21. Forse l'unica cosa positiva del rinvio delle Olimpiadi che si rivedranno anche gli arbitri selezionati. Chissà che qualcuno sarà ridimensionato, lui e la famigliola.

    RispondiElimina